Progetto Giochi Web/Mobile Luglio 2007

551 views
483 views

Published on

Slide di presentazione di un progetto di giochi web-mobile per un importante editore italiano.

Realizzato nel Luglio 2007, il design è tutta farina del mio sacco.

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
551
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Progetto Giochi Web/Mobile Luglio 2007

  1. 1. PROGETTO GIOCHIINTEGRAZIONE WEB-MOBILE
  2. 2. POLICE GAME
  3. 3. POLICE GAMEIl gioco in questione può essere consideratoun’avventura “massiva”, una variante delclassico tema della centrale di polizia, in cuii giocatori dovranno risolvere svariateindagini utilizzando il proprio telefonocellulare, caricando i risultati del loro lavorosul web per poter poi avanzare con la loroavventura.
  4. 4. LA CENTRALE DI POLIZIALa centrale di polizia è l’hub centrale delgioco. Situata sul web, è l’”entità” alla qualeil giocatore/agente si dovrà riferire per: o Ricevere nuove indagini o Ricevere gli elementi per proseguire nell’avventura in seguito alla risoluzione di enigmi o Visualizzare i propri dati o Visualizzare il proprio punteggio ed i progressi effettuati rispetto al totale dell’avventura
  5. 5. LA CENTRALE DI POLIZIADopo l’iscrizione, l’agente virtuale potràentrare in una sezione denominata“Indagini”, dalla quale potrà scaricare unamidlet per il proprio telefono cellulare,contenente l’indagine che dovrà svolgere.L’agente dovrà riferirsi sempre a questasezione per caricare le prove (immagini,codici, password, dati vari) grazie alle qualipotrà ricevere gli elementi necessari allaprosecuzione della sua indagine.
  6. 6. LA CENTRALE DI POLIZIADalla centrale di polizia sarà possibile ancheaccedere ad un forum di discussione (a cuisarà ovviamente possibile accedere ancheda cellulare, in quanto applicazione web),grazie al quale i vari agenti potrannoscambiarsi informazioni ed aiutarsi nellarisoluzione di un’indagine.
  7. 7. LE INDAGINILe indagini saranno contenute in una o piùmidlet da scaricare sul telefono cellulareattraverso la centrale di polizia. L’interfaccia delgioco su cellulare potrebbe richiamare quella dititoli più celebri (es.: Special Crime Unit diGameloft), unita ad elementi tipici del genereARG (Alternate Reality Games) per quantoriguarda l’acquisizione di indizi attraverso mezzicome le fotocamere di cui dispone ormai ognidispositivo mobile.
  8. 8. LE INDAGININel corso della sua avventura, l’agente dovràspesso ricorrere all’interazione con la centrale dipolizia, caricando sul web il risultato dellapropria indagine. Una foto scattata con unafotocamera digitale può rappresentare un indizio(ovviamente, siccome la tecnologia legata alriconoscimento visivo è ancora complessa edifficile da implementare), questo potrebbeessere semplicemente un colore.
  9. 9. LE INDAGINIAl giocatore potrebbe essere richiesto di reperiredei dati sul web o nel mondo reale, legati adedifici, indirizzi, targhe e via dicendo.Ovviamente, ogni avventura/indagine dovràessere ideata per consentire ad ogni agenti diavere le stesse possibilità di risolverla rispettoagli altri. Per ridurre questo problema, sipotrebbe appunto privilegiare la parte classica digioco su cellulare, minimizzando gli elementi daARG.
  10. 10. LE INDAGINISi potrebbe partire con la disponibilità di 3/4indagini diverse, che potrebbero essereaumentate nel corso del tempo nel caso ilgioco abbia successo.La storia alla base di ciascuna indagine puòessere totalmente inventata, ma ancheispirata a fatti reali.
  11. 11. LE INDAGINIPer far sì che i vari giocatori/agenti non simettano tutti a risolvere la stessa indagine, sipotrebbe assegnare ad ogni giocatore iscrittouna indagine a caso tra quelle disponibili,autorizzandolo a giocare ad una delle altresoltanto dopo aver risolto quella in corso.Oppure, si potrebbero restringere certe indagini,inizialmente, a coloro che provengono da unadeterminata locazione geografica, in modo da“settorializzare” il gioco (nel caso le indaginifossero ispirate a fatti reali).
  12. 12. LE INDAGINIIn questo modo, è possibile dare ai giocatoril’illusione di vivere un’esperienza di giocodiversa.I più bravi, i più veloci, i più lesti a risolvereogni indagine potranno essere premiati invarie modalità.
  13. 13. ACTIONMULTIPLAYE R GAME
  14. 14. ACTION/MULTIPLAYER GAMEIl gioco in questione è una raccolta di mini-giochi di vario genere, concepiti per il giocoin single player/finto multiplayer via web emultiplayer tramite Internet/Bluetooth/Wi-Fisu cellulare.Il giocatore utilizzerebbe le versioni web perallenare il proprio personaggio/avatar equelle mobile per giocare contro altriavversari umani.
  15. 15. HUB CENTRALEL’hub centrale del gioco, il front-end webche i giocatori utilizzeranno per iscriversi eper affrontare la sezione “single player” delgioco potrebbe essere concepito come unavera e propria città virtuale, con una serie diedifici, ciascuno corrispondente ad un certomini-gioco, o come una vera e propria salagiochi, con una serie di coin-op, ciascunocontenente un determinato mini-gioco.
  16. 16. CITTÀ VIRTUALELa struttura a “città virtuale” si presterebbemolto all’eventuale decisione di rendere ilgioco un advergame, vendendo spazipubblicitari all’interno della città e,conseguentemente, nei mini-giochi, adeventuali inserzionisti interessati.
  17. 17. MINI-GIOCHII mini-giochi dovranno appartenere algenere Action. Con questo termine non siintendono solamente giochi in cui ilgiocatore deve sparare o picchiare, ma tuttiquelli in cui il giocatore deve semplicementeagire, senza impiegare tempo a pensare astrategie o a modalità di risolvere enigmi,ecc. Rientrano quindi nel genere, secondoquesto concetto, anche giochi sportivi o diguida.
  18. 18. MINI-GIOCHIOgni mini-gioco dovrà essere identico, nelconcept, sia su web che nella sua versionemidlet, da scaricare sui dispositivi mobili.Le versioni web hanno lo scopo di farallenare il giocatore, consentendogli diportare il suo avatar, potenziato e rinforzatoa dovere, a sfidare avversari umani nei mini-giochi mobile.
  19. 19. MINI-GIOCHISu web dovranno quindi essere disponibili unamodalità “Time Attack” (o similare), nella quale ilgiocatore dovrà cercare di battere determinatirecord, ed una modalità in cui il giocatoresfiderà, sempre per allenarsi, avversaricontrollati dalla AI. In base ai risultati ottenuti, ilgiocatore riceverà un “potenziamento” indeterminati attributi (i punti potrebbero esseredistribuiti tra gli attributi sia manualmente, dalgiocatore, che automaticamente).
  20. 20. MINI-GIOCHIOvviamente, la presenza di attributi, convalori diversi, differenzierà un avatardall’altro e dovrà fare, almeno un minimo, ladifferenza tra un giocatore e l’altro quandoquesti si affronteranno in multiplayer con iloro telefoni cellulari (i giocatori non devonopartire tutti alla pari, ma con attributidipendenti da quanto si solo allenati e dairisultati ottenuti).
  21. 21. MINI-GIOCHII tipi di mini-giochi con cui i giocatoripotranno cimentarsi apparterranno a varisotto-generi, tutti molto popolari anche aicasual gamer: o Combattimento (tra robot, tra personaggi identici agli avatar nell’aspetto, tra personaggi appositamente ideati, ecc.) o Corsa (auto o moto, con visuale dall’alto) o Sport (boxe, basket 1-on-1, rigori, ecc.) o Trivia (quiz vari)
  22. 22. MINI-GIOCHIOgni mini-gioco, nella sua versione mobile,dovrà permettere a due giocatori di sfidarsiattraverso una connessione Bluetooth (nelcaso i due sfidanti si trovino nelle vicinanzel’uno dell’altro, stile Bot Fighters) oattraverso una connessione Internet/Wi-Fi.
  23. 23. MINI-GIOCHIAnche le vittorie nelle sfide multiplayergarantiranno un potenziamento (per ilvincitore) o un indebolimento (per colui cheperde). I punti vinti potranno esseredistribuiti ai vari attributi nelle modalitàmenzionate precedentemente.
  24. 24. MINI-GIOCHIAnche in questo caso, per aumentare lalongevità ed incentivare i giocatori a giocare,si potrebbe limitare l’accesso, inizialmente,solo ad una serie di mini-giochi, sbloccandogli altri una volta conseguiti determinatiobiettivi o traguardi di punteggio o altro.I giocatori più bravi, poi, potrebbero esserepremiati attraverso premi concordati coneventuali investitori pubblicitari.

×