• Like
  • Save
Il Nuovo Patto Città-Campagna
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Il Nuovo Patto Città-Campagna

on

  • 238 views

 

Statistics

Views

Total Views
238
Views on SlideShare
238
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Il Nuovo Patto Città-Campagna Il Nuovo Patto Città-Campagna Presentation Transcript

    • Città coltivateCittà coltivate e nuovo patto tra cittadini e agricoltoricittadini e agricoltori Franca Roiatti 12 dicembre 2012 - Università L. Bocconi
    • La sfida del cibo Crisi Crisi ambientale economica Cibo Crisi sociale
    • La sfida dell’urbanizzazione • Nel 2008 il numero delle persone che vivono in città ha superato quello degli abitanti nelle aree ruraliabitanti nelle aree rurali • Nel 2050 oltre il 68 per cento (circa 6 miliardi) di esseri umani vivrà in un agglomerato urbano: dove abiteranno? Come saranno assicurati servizi di base? Come si smaltiranno rifiuti? Come si sfameranno le “città affamate”?
    • Agricoltura urbana nei paesi in via di sviluppo • Nella sola Africa Sub-Sahariana la popolazione urbana entro il 2030 raddoppierà passando da 298 milioni del 2010 a 595 milioni • Oggi il 43 per cento della popolazione urbana dell’Africa sub-sahariana sopravvive con meno di 1$ al giorno • Dieta povera • Problema rifiuti Soluzioni?
    • Nairobi: la fattoria in un sacco 11 mila famiglie a Kibera
    • Dakar: 7500 micro orti
    • Esempi potenzialità agricoltura urbana • In India 5 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani diventano compost • Santiago de Chile 70 per cento dell’acqua usata per irrigare orti proviene da scarti trattati • 10 mila contadini urbani lavorano a tempo pieno o part time a Brazzaville; 500 ha di terreni producono 80 per cento verdure a foglia • Il reddito di un contadino urbano a Maputo è 4 volte quello che definisce la soglia nazionale di povertà
    • Qualche lezione dal passato… sui rifiuti • L’acqua di scolo che fa fiorire “i giardini dell’Eden” a Gennevilliers (Parigi)g ( g )
    • Qualche lezione dal passato… per battere crisi Londra 1939: 800 mila orti di guerra 1943: 1,4 milioni producono oltre un milione di tonnellate cibo Leningrado (1942), Sarajevo (1992-1996) Argentina 2002
    • Il caso Detroit • Detroit dal 1950 al 2010 da 2 milioni a 713mila abitanti; • oltre 100 mila lotti abbandonati; il 60 per cento appartengono alla città che spende 800 mila dollari all’anno solo per mantenerne una piccola parte • case vuote sono oltre 75 mila, in alcuni quartieri è il 50 per cento • Molte aree della città “food desert”
    • Detroit: St. Cyril, 1949
    • Detroit: St. Cyril, 2003
    • Detroit: St. Cyril, 2010
    • Detroit: reinventare l’economia 1400 community garden; fattorie urbane; orti scolasticiy g ; ;
    • Detroit: reinventare l’economia Nuova ordinanza in corso di approvazione rivede il piano regolatore perg consentire acquisto terra per coltivazione e vendita
    • Ma è davvero una risposta? • Studio Michigan State University: a Detroit si potrebbero ottenereg y • 17-42 per cento della frutta e 31-76 per cento della verdura consumate in città • Riportare entro i confini cittadini il 20 per cento produzione, trasformazione ep p p , vendita al dettaglio, può creare fino a 5000 posti di lavoro • Recovery Park: punta a creare 6000 posti di lavoro
    • New York: coltivare i tetti • Potenziale 2.700 acri (oltre 1000 ettari) di spazio sui tetti adatti all’agricoltura( ) g • Vantaggi: • coprire con erba, arbusti, piante un tetto trattiene fino al 70 per cento acqua piovana evitando dispersione nelle fognature Eff i l• Effetto isolante • Cattura CO2
    • Coltivare i tetti è anche un business
    • …e non solo a New York Sky Greens: prima fattoria verticale di Singapore
    • Tutti nell’orto Bologna orti di via Gandusiog
    • Tutti nell’orto Gran Bretagna: Todmordeng
    • Impatto economico di orti comunitari, tetti lti ti f tt i bcoltivati, fattorie urbane • A livello familiare: una ricerca a Seattle ha dimostrato che le famiglie erano ing grado di soddisfare tra il 30 e il 60 per cento del loro fabbisogno di ortaggi dall’orto • Citi Slicker farm a Oakland ha riscontrato che il 61 per cento dei partecipanti al Backyard garden program avevano migliorato la propria dieta à• Una ricerca università NY ha dimostrato che il valore delle case nel raggio di 300 mt da un community garden aumenta stabilmente anche di 9 punti percentuali M l f tt i b t ibili i t ?• Ma le fattorie urbane sono sostenibili economicamente? • Possono trasformarsi in imprese?
    • Nuovo patto tra città e campagne • Città coltivate: 800 milioni di persone nel mondo si dedicano all’agricolturag urbana • In Italia uno su quattro coltiva l’orto • Negli USA e in Canada 18 mila orti comunitari • Nascono piani del cibo: veri e propri piani regolatori su come mangiano le città
    • Food policy council (FPC) • Cosa sono: organismi che raggruppano diversi soggetti che hanno a che vedereg gg gg con la politica alimentare: consumatori, agricoltori, esponenti grande distribuzione e industria alimentare, chef, nutrizionisti, ong, esperti di alimentazione, esponenti dei consigli comunali, provinciali ecc. • Come nascono -da un atto pubblico: ad esempio delibera che li istituisce, oppure in modo informale • Possono far parte di un’amministrazione, o essere indipendenti • Nascono negli USA 30 anni fa a Knoxville• Nascono negli USA 30 anni fa a Knoxville. • Nel 2010 erano 111 • Nel 2012 sono 193
    • Cosa fa un food policy council • Esamina il sistema alimentare locale e fa proposte e raccomandazioni per modificarlo attraverso politiche pubbliche • Alcuni esempi di politiche pubbliche 1. Rifornimento mense scolastiche 2. Funzionamento dei mercati contadini 3. Condizioni accesso assistenza alimentare 4 Ed i li t4. Educazione alimentare 5. Logistica 6. Raccolta differenziata (compost) 7. Riduzione sprechi7. Riduzione sprechi 8. Orti urbani individuali e collettivi
    • Alcuni risultati raggiunti • Nel 1991 il FPC di Toronto ha lavorato per l’adozione della Toronto declaration on Food and Nutrition • Oltre 2,4 milioni di dollari spesi per garantire accesso al cibo qualità nelle scuole • Programmi di agricoltura urbana; tetti verdi • Pennsylvania: 10 anni fa lanciava iniziativa Fresh Food Financing Initiave: • Partnership pubblico-privata di 85 milioni di dollari 88 tti I 34 t• 88 progetti In 34 contee • Creati o conservati più di 5000 posti di lavoro • Casa Bianca ha “copiato” iniziativa nel 2010 ha inserito nel budget federale 400 milioni di dollari
    • Piani del cibo • Londra: nel 2006 ha varato il piano strategico per il cibo (campagne informative,g ( g più visibilità prodotti locali, portare frutta e verdura fresca nei quartieri dove non si trova ecc) • New York: 2011 Food Works (individuazione spazi adatti agricoltura urbana, politiche per favorire gli orti sui tetti, esortazione a rendere pubblici acquisti locali • Pisa: 2010 piano del cibo, coinvolge scuole, condotte Slow food, nutrizionisti, società della salute, agronomi, economisti, giuristi
    • Agromere: la campagna resta in città • Almere: 180 mila abitanti, nel 2030 saranno 350 mila. • Ci vorranno 60 mila nuove case, di cui 15 mila su 4000 ettari di terreni fertili… • Una soluzione è Agromere: su 250 ettari 180 restano agricoli, 10% del fabbisogno di cibo del quartiere (5000 persone)
    • Ruolo del cibo nell’economia locale • Uno studio ha stabilito che se l’area della grande Seattle ottenesse il 20% del suog fabbisogno alimentare localmente, inietterebbe un miliardo di dollari all’anno extra nell’economia cittadina. • Se l’Ohio producesse entro I confini dello stato il10% del cibo consumato arricchirebbe l’economia locale di ulteriori 7 miliardi di dollari
    • Q & A Grazie per l’attenzione Twitter @FrancaRoiatti@ FB Franca Roiatti http://www.francaroiatti.it (in progress)p ( p g )