Your SlideShare is downloading. ×
0
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Presentazione Blog Università la Sapienza
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione Blog Università la Sapienza

1,001

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,001
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Realizzare un blog con Word Press Redatto: Fabio Ciocca
  • 2. Introduzione Come new entry di questa grande Community, mi sono imbattuto nella scoperta di “ l'Open Source il primo Modus Operandi dell'informatica ” (di Nicola Bassi), un mondo fatto di collaborazione fra persone di tutto CyberNetwork e di divulgazione delle informazioni. L'Open Source nasce come software libero, ciò che si creava era ed è anche oggi patrimonio di questa comunità; si tratta di una comunità formata non solo da programmatori professionisti, ma anche da semplici impiegati, avvocati, medici e studenti. Infatti l'uso sempre più diffuso di software open, grazie anche al recente orientamento delle pubbliche amministrazioni europee, ha portato molte società ad avviare attività di ricerca volte all'individuazione di soluzioni per lo sviluppo di tali applicazioni. Nella relazione che sto trattando si parlerà di Blog, il “diario del Web”. La parola Blog è la contrazione di Web e Log e fa la sua prima comparsa nel 1997, ma la sua maggiore popolarità la raggiunge proprio con il termine Blog. Sotto il profilo delle Tecnologie e dei Linguaggi impiegati, un Blog è a tutti gli effetti un Sito Web, costruito però secondo uno stile di scrittura ben definito. Di seguito è visibile l'anatomia di un Blog, prendendo come cavia il mio Blog “Snowboard Blog”.
  • 3. Header- raccoglie titolo e sottotitolo. Spesso ospita link a pagine statiche come quella dell'About. Post- Il cuore di un blog Informazioni aggiuntive Layout- Lo schema grafico classico di un blog prevede due sole colonne, come in questo caso: una più ampia per i post e una laterale più piccola, che propone informazioni efunzionalità aggiuntive. Motore di ricerca I contenuti sono indicizzati e una casella di ricerca permette ai lettori di recuperare le informazioni pubblicate. Blogroll- è un elenco, che a volte comprende non solo blog ma anche normali siti web, prende il nome di blogroll. Permalink- per poter recuperare con rapidità un post è possibile usare il suo permalink, ovvero il suo Url fisso. In questo caso il permalink è collegato al titolo del post. Categorie- Ai post vengono attribuite una o più categorie, il cui elenco alfabetico consente di recuperare con un clic i post archiviati in una categoria particolare.
  • 4. <ul><ul><li>Word Press </li></ul></ul><ul><li>WordPress è un software di Personal Publishing, costruito attorno a PHP e MySQL con Licenza GPL ( General Public License ). </li></ul><ul><li>Apriamo una parentesi su cos'è la licenza GPL. </li></ul><ul><li>La GNU General Public License è sicuramente la più diffusa nell'ambito Open Source. Infatti permette all'utente la libertà di utilizzo, copia, modifica e distribuzione; a partire dalla sua creazione è diventata una delle licenze per il Software libero più usate. Naturalmente questo non vuole dire che la GNU GPL è l'unica esistente, sul sito www.gnu.org/licenses/license- è possibile trovare una lista di licenze. </li></ul><ul><li>Tornando a WP, abbiamo detto che è un software di pubblicazione personale focalizzato sulla semplicità di utilizzo, d'installazione, sulla velocità e su una ottima interfaccia utente. </li></ul><ul><ul><ul><ul><li>Dove è possibile scaricare Word Press? </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Per scaricare WP non è necessaria nessuna registrazione ad alcun sito e naturalmente non si deve pagare nulla. ;) </li></ul><ul><li>I siti dov'è possibile scaricalo sono: </li></ul><ul><li>http://wordpress.org/download/ </li></ul><ul><li>http://www.wordpress-it.it/wiki/main/wordpressinitaliano/ </li></ul>
  • 5. <ul><ul><ul><ul><li>L'installazione </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>L'installazione di WP è molto semplice da effettuare e può essere fatta sia in locale che direttamente su un Hosting che abbia i requisiti necessari; naturalmente questo discorso vale anche nel caso d'installazione su un PC Desktop o Notebook (quindi in locale). </li></ul><ul><li>Requisiti di sistema </li></ul><ul><li>PHP ver. 4.2 o successiva </li></ul><ul><li>MySQL ver.4.0 o successiva </li></ul><ul><li>Apache o LiteSpeed Web Server su OS Linux </li></ul><ul><li>WP è sviluppato per interagire su un Web Server su PC locale o su un account di Hosting. I passi che vedremo successivamente si riferiranno ad un servizio Hosting. </li></ul><ul><li>Come accennato, WP si basa su piattaforma Linux o Unix con web server Apache, quindi nel momento in cui sottoscriviamo un abbonamento su un Provider, ci dobbiamo assicurare che abbia i requisiti necessari per un corretto funzionamento del programma. </li></ul><ul><li>Il primo passo è verificare la configurazione del Database MySQL. Anche in questo caso, per comodità, viene proposto l'utilizzo del provider www.altervista.org ; dobbiamo effettuare una registrazione, che è gratuita, ed attendere che vi vengano inviati per email i dati di configurazione per accedere in FTP e la password per entrare nel pannello di controllo di Altervista.org. </li></ul><ul><li>La fig.1, nella slide successiva, è la pagina iniziale del Hosting Altervista.org; inserendo Username e Password si accede al Pannello di controllo fig.2. </li></ul>
  • 6. Fig.1
  • 7. Fig.2
  • 8. Selezionare la voce Risorse e Upgrades, andare alla sezione Database MySQL e selezionare la voce “Classe 2”, confermare l'aggiornamento ed attendere che vengano visualizzati i parametri di configuzaione da inserire nel file wp-config-sample.php. Passando proprio a questa configurazione, troviamo il file nella cartella principale di wordpress-it_IT-2.1.3wp-config-sample.php e apriamolo con un editor di testo qualsiasi. Fig.3
  • 9. Una volta aperto il file, come in fig.3, modifichiamo le voci al suo interno con i parametri che ci sono stati forniti da altervista.org nel momento della creazione del database MySQL. In genere gli unici parametri da sostituire sono il DB_NAME , DB_USER , DB_PASSWORD . Il primo valore 'wordpress' sostituitelo con il nome del database MySQL che ha come prefix 'my_' seguito dalla usermane, il secondo valore 'username' con la vostra username, il terzo valore 'password' può essere lasciato in bianco. Il valore 'localhost' è sempre predefinito per altervista.org. Fatto questo salvate con il nome di wp-config.php . A questo punto è possibile caricare via FTP (File Transfer Protocol) tutti i files di Word Press nello spazio a voi riservato dal fornitore di hosting. Anche in questo caso è possibile scaricare gratuitamente il programma (FileZilla) dal sito: http://www.ellegieducational.it/fscollectionsito/pages/internet.html Possiamo dire che il più è fatto; ora dobbiamo inizializzare Word Press e questo si fa in soli 5 minuti. Apriamo il browser e digitiamo sulla barra degli indirizzi http://mioblog.altervista.org/wp-admin/install.php ; nella pagina di presentazione c'è un link che porta anche ad una pagina di documentazione che ritorna molto utile leggere prima di procedere con l'inizializzazione. Le cose che verranno chieste sono molto semplici e tutte con possibilità di modificarle in un secondo momento. Vi verrà chiesto come prima cosa il titolo del vostro Blog e l'email, successivamente verranno create automaticamente le tabelle nel database e verrà generata una password alfanumerica e una Username che dovrete utilizzare al momento del login.
  • 10. <ul><li>Ora potete iniziare con la creazione del vostro Blog. </li></ul><ul><ul><ul><ul><li>Primi passi all'utilizzo di Word Press. </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Fino ad ora abbiamo visto i pregi di questo prodotto software ma, una cosa che sicuramente manca, essenziale per i neofiti che si avvicinano per la prima volta a questo mondo, è una buona documentazione all'utilizzo. </li></ul><ul><li>Questa sezione sicuramente non vuole essere una documentazione dell'utente, ma soltanto una piccola linea guida alle funzioni di questo strumento. I punti che verrano analizzati saranno: </li></ul><ul><ul><li>Opzioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Scrivi </li></ul></ul><ul><ul><li>Gestione </li></ul></ul><ul><ul><li>Blogroll </li></ul></ul><ul><ul><li>Aspetto </li></ul></ul><ul><ul><li>Plugin </li></ul></ul>
  • 11. <ul><ul><ul><ul><li>Opzioni </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Una volta loggati a Word Press, vi verrà presentata la schermata di benvenuto (fig.4); come è possibile vedere ci sono dei link, una modalità più comoda per raggiungere una pagina web, per effettuare inserimenti o modifiche di alcuni parametri, tipo la password i temi etc. Inoltre abbiamo una barra degli strumenti (cerchiata in rosso), dove è possibile raggiungere le funzioni. </li></ul><ul><li>Prima di iniziare a creare una pagina, vi consiglio di modificare alcuni parametri di Word Press; selezionate 'Opzioni' dalla barra degli strumenti ed aggiungete alla voce ' Indirizzo del Blog (URL) ', oltre l'indirizzo del vostro blog, anche la pagina 'index.php' alla fine, come in fig.5. In questo modo abbiamo settato la homepage iniziale del vostro blog. </li></ul>
  • 12. Fig.4
  • 13. Fig.5
  • 14. <ul><ul><ul><ul><li>Scrivi </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Scrivere una pagina è abbastanza intuitivo, da come si può vedere (fig.6). Dalla barra degli strumenti selezionare 'Scrivi', successivamente possiamo scegliere se creare un articolo oppure una pagina nuova. </li></ul><ul><li>Partiamo da una pagina nuova; diamo un titolo alla pagina e nel suo contenuto scriviamo un messaggio. Formattiamo il testo, inseriamo degli indici e carichiamo delle immagini. Se volessimo aggiungere del colore al testo o sostituire il tipo di font, possiamo entrare in modalità 'Codice' (basta conoscere un po di HTML base). Nella barra laterale si ha la possibilità di gestire la pagina che si sta creando e dare uno stato alla pagina ('Bozza', 'Privato', 'Pubblicato'); possiamo specificare l'ordine d'inserimento della pagina (se deve stare sotto la 'Pagina madre' oppure una sotto categoria di un'altra pagina) e naturalmente è possibile caricare files che possiamo integrare succesivamente nel corpo del testo. </li></ul><ul><li>Lo stesso discorso vale anche per 'Scrivi articolo'. Si differenzia da 'Scrivi pagina' solamente dal fatto che la pagina viene inserita in una sezione detta 'Categoria' che puo' essere la categoria Foto oppure categoria Articoli (fig.7). Ogni articolo inserito, associato ad una paropria categoria, viene messo alla testa dell'ultimo articolo inserito precedentemente. </li></ul><ul><li>Per visualizzare la pagina sul vostro Blog bisogna metterla in stato 'Pubblicato' e cliccare su Salva. </li></ul>
  • 15. Fig.6
  • 16. Fig.7
  • 17. <ul><ul><ul><ul><li>Gestione </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>La pagina di gestione ci aiuta a gestire i nostri documenti. Qui è possibile visualizzare, modificare o cancellare una pagina o un articolo ed è anche possibile inserire o cancellare categorie; dalla voce carica possiamo inserire o cancellare foto e, se conosciamo il linguaggio di programmazione PHP, dalla voce file possiamo modificare gli aspetti dei temi (fig.8) </li></ul>Fig.8
  • 18. <ul><ul><ul><ul><li>Blogroll </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Il Blogroll è un elenco di indirizzi blog o siti web. In WP è possibile inserire questi indirizzi molto facilmente (Fig.9); selezionando dalla barra degli strumenti la voce 'Blogroll', inserite l'indirizzo Url e la descrizione del blog o, se volete, del sito web insieme ad una miniature(foto). </li></ul>Fig.9
  • 19. <ul><ul><ul><ul><li>Aspetto </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Ogni buon blogger tiene molto all'aspetto del proprio blog personalizzandolo con dei themes presi dal web e poi ulteriormente modificati (da codice sorgente). All'interno del network è possibile trovare molti themes scaricabili gratuitamente, uno di questi è http://themes.wordpress.net . </li></ul><ul><li>La procedura d'installazione di questi themes è abbastanza semplice; una volta scaricati sul proprio pc dobbiamo aprire fileZilla, programma FTP, ed accedere al server altervista.org. Entrate nella cartella wp-content hemes , create un'altra cartella con un nome che identifichi l'oggetto del themes e portate dentro questa cartella i files precedentemente scaricati. Aprite il pannello di controllo di WP, andate alla sezione 'Aspetto' e selezionate il vostro nuovo themes. </li></ul>
  • 20. Plug-in Anche in questo caso, come per i themes, ogni buon blogger personalizza il suo blog con l'aggiunta dei plug-in. Cosa sono questi oggetti? Sono delle utilità aggiuntive che estendono le funzionalità del vostro weblog. Personalmente ho installato questi due plug-in che possono tornare utili. Questo plugin permette di inserire facilmente file WMV nei vostri post. Una sintassi estremamente semplice permette di inserire file video, decificarne la dimensione e scegliere se eseguirli in autoplay e mostrare o meno i controlli. SlideShare è un servizio online gratuito per condividere presentazioni e slides prodotte sia con Power Point che con Open Office. Attraverso l’ omonimo plugin potrete pubblicare queste presentazioni sul vostro blog. La procedura d'installazione di questi plugin è abbastanza semplice; una volta scaricati sul proprio pc dobbiamo aprire fileZilla, programma FTP ed accedere al server altervista.org. Entrate nella cartella wp-contentplugin , create un'altra cartella con un nome che identifichi l'oggetto del plugin e portate dentro questa cartella i files precedentemente scaricati. Aprite il pannello di controllo di WP andate alla sezione 'plugin' e attivatelo. Arrivati a questo punto dovrete aggiungere una stringa di codice all'interno del vostro post (comunque il creatore del plugin vi dirà dove inserire questa stringa di codice). In figura è visibile l'aggiunta del plugin 'SlideShare'.
  • 21. (SlideShare plugin)
  • 22. <ul><ul><ul><ul><li>Personalizzazione dei Themes </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Passiamo alle personalizzazioni del blog. Una modifica abbastanza semplice è quella di sostituire il linguaggio della barra laterale dei Themes, che generalmente sono in Inglese. Partiamo dall'inizio; ho sostituito il temhes di default di Wordpress con uno più vivo, e successivamente ho iniziato a modificare le descrizioni dall’inglese all’italiano. </li></ul><ul><li>I passi da seguire sono i seguenti: </li></ul><ul><ul><li>Da Wordpress selezionare la voce 'Aspetto' quindi appariranno due schede, cliccate su Editor Temi. Nella schermata sottostante vedrete il codice del Foglio di Stile (Style.css) da questo foglio è possibile moficare il testo i colori etc. Sulla barra laterale sinistra sono presenti tutte le voci che compongono il Temhes assocciato in quel momento e all’interno del quale sono presenti le descrizioni delle varie sezioni. Vi consiglio di copiare il codice su un Editor di Testo in modo d’avere tutto più chiaro. Una volta fatte le vostre modifiche copiate di nuovo tutto all’interno della pagina Editor Temi sovrascivendo il vecchio codice, a questo punto cliccate sul tasto “Aggiorna il file” e il gioco è fatto. </li></ul></ul>
  • 23. <ul><ul><ul><ul><li>Conclusioni </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Il prodotto software appena utilizzato si è dimostrato oltre che semplice nell'installazione, ci vogliono veramente 5 minuti, è anche veloce ed affidabile nell'utilizzo delle sue funzioni. </li></ul><ul><li>Unica pecca è la documentazione utente che non esiste. Infatti agli inizi bisogna andare per intuizione o comunque cercare sui vari forum di discussione qualche piccolo aiuto. </li></ul>
  • 24. Grazie

×