Your SlideShare is downloading. ×
Come Organizzare I Contenuti Per Un Sito Web Efficace - Mediabeta Consulenza web marketing
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Come Organizzare I Contenuti Per Un Sito Web Efficace - Mediabeta Consulenza web marketing

5,979
views

Published on

Published in: Education

0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
5,979
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
110
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Come organizzare i contenuti per un sito web efficace. Francesco Micali, PhD
  • 2. Indice •Content inventory - Raccolta e censimento dei contenuti •Architettura informativa - Organizzazione dei contenuti •Metodologie di categorizzazione (Card Sorting, Affinity Diagram) •La navigazione - Fruizione dei contenuti © Francesco Micali
  • 3. Il content inventory Cos’è ? • è un “semplice” inventario dei contenuti; • è una lista dei contenuti presenti sul vostro sito. Quando farlo? In caso di restyling del sito attuale (Caso A) In caso di progettazione di un nuovo sito Cominciate con un inventario dei contenuti (Caso B) attualmente presenti sul sito. Fissate i requisiti di progettazione del nuovo Fissate i requisiti di progettazione del nuovo sito web. sito web. Procedete a realizzare un inventario di Rivedete l’inventario dei contenuti alla luce contenuti da redigere ed inserire. delle scelte progettuali prese. Collegamento ad un documento tipo per organizzare i contenuti: http://www.mediabeta.com/doc/Mediabeta_inventario_contenuti_restyling_sito_web.xls © Francesco Micali
  • 4. Il content inventory? Perché farlo? Per sapere quali contenuti si dovranno gestire, redigere, organizzare, rendere maggiormente visibili, rendere pubblici o privati (ad esempio ad un particolare gruppo di utenti). I siti di aziende di grandi dimensioni sono soggetti a veder crescere, quotidianamente, la mole di contenuti e spesso in modo poco controllato. In queste situazioni se manca un inventario dei conteuti non si conosce cosa c’è sul sito, se ci sono contenuti non aggiornati, informazioni obsolete e non accurate. Ci potrebbero addirittura essere pagine con contenuti che si contraddicono. E’ bene definire il tono della comunicazione, il livello di dettaglio dei diversi contenuti in funzione del target. © Francesco Micali
  • 5. Architettura informativa Cos’è? e cosa deve fare? L’architettura informativa rappresenta l’organizzazione dei contenuti nelle diverse macroaree di un sito. Una efficace architettura informativa aiuta a comunicare chiaramente la proposta del sito stesso. Quando un utente visita il vostro sito, scansionerà velocemente i collegamenti presenti sulla pagina per capire nel minor tempo possibile quali contenuti trattate. E’ molto importante che l’architettura del sito e la navigazione permettano di • rispondere ai bisogni informativi degli utenti; • rendere visibili i contenuti; • assecondare i modelli mentali degli utenti stessi. © Francesco Micali
  • 6. Architettura informativa ed in che modo DEVE farlo? DEVE permettere il raggiungimento degli obiettivi ed il completamento dei task da parte degli utenti in modo: > Efficace – facilitare la sovrapposizione tra obiettivi prefissati e obiettivi raggiunti. > Efficiente – ridurre il numero di errori ed il tempo per completare i task. > Soddisfacente – Facilitare commenti positivi pronunciati durante un test di interazione. NON DEVE rispecchiare l’organizzazione aziendale. © Francesco Micali
  • 7. Architettura informativa Con quali tecniche e strumenti organizzare i contenuti? Alcuni metodi per organizzare i contenuti informativi sono: • Affinity Diagram • Card sorting • Blind Voting Le Corbusier, “Modulor” 1948. © Francesco Micali
  • 8. Architettura informativa Affinity diagram E’ un metodo di categorizzazione dei contenuti dove gli utenti tipo hanno il ruolo principale. • Gli utenti in gruppo scrivono durante un’attività di brainstorming, su dei post-it, i potenziali contenuti del sito. La stesura sarà fatta sotto forma di brevi o lunghe descrizioni dei contenuti. • Gli utenti in gruppo raggruppano le descrizioni in categorie secondo principi di affinità. • Gli utenti in gruppo procedono a dare un’etichetta (labelling) alle diverse categorie individuate. • Gli utenti in gruppo classificano le categorie ed i contenuti al loro interno secondo priorità di progetto. A volte gli utenti devono suddividere contenuti, precedentemente individuati, in categorie anch’esse precedentemente individuate. Questo metodo è usato da un team per organizzare una grande mole di dati. © Francesco Micali
  • 9. Architettura informativa Card Sorting E’ un metodo di categorizzazione dove gli utenti suddividono in particolari categorie le schede che descrivono varie idee. • Gli utenti singolarmente scrivono durante un’attività di brainstorming, su dei post-it, i potenziali contenuti del sito. La stesura sarà fatta sotto forma di brevi o lunghe descrizione dei contenuti. • Gli utenti singolarmente raggruppano le descrizioni in categorie secondo principi di affinità. • Gli utenti singolarmente procedono a dare un’etichetta (labelling) alle diverse categorie individuate. • Gli utenti singolarmente classificano le categorie ed i contenuti al loro interno secondo priorità di progetto. Il Card Sorting si basa essenzialmente sul confronto tra risultati individuali e termina quando tutte le schede hanno trovato una collocazione. L’Affinity Diagram termina quando la suddivisione in categorie soddisfa tutti i partecipanti. © Francesco Micali
  • 10. Architettura informativa Blind Voting E’ un metodo di categorizzazione dei contenuti che si basa sul voto nascosto di vari gruppi di utenti. Questo metodo è realizzato tramite una votazione elettronica che permette: • segretezza • equilibrio di opinione tra i diversi membri del team nelle sessioni di brainstorming e votazione. © Francesco Micali
  • 11. Architettura informativa Si parte, quasi, da qui …. © Francesco Micali
  • 12. Architettura informativa …e si arriva qui! © Francesco Micali
  • 13. Architettura informativa …o qui! © Francesco Micali
  • 14. Architettura informativa Ma va bene qualsiasi architettura? NO! Vi possono essere architetture di diversa tipologia: • 4X4X4X4 •6X2X2X12 •2X3X2X3X2X3 Ma le architetture più efficaci sono quelle concave come la 6X2X2X12. © Francesco Micali
  • 15. Architettura informativa In generale si può dire che è difficile scegliere tra un numero elevato di opzioni, ma… Il numero ottimale di livelli per lo sviluppo orizzontale è 7±2 Il numero ottimale di livelli per lo sviluppo verticale è 4-5 © Francesco Micali
  • 16. La Navigazione Ma va bene qualsiasi navigazione? La navigazione permette l’esplorazione di contenuti di un sito appartenenti a categorie diverse o di contenuti di approfondimento di una stessa categoria. Esistono diverse modalità di navigazione, quelle più usate sono: Schema di navigazione Valore Barra verticale sinistra 30% Linguette in alto 30% Elenco di link in alto 18% Elenco centrale di categorie 12% Menù a tendina 10% Altro 6% © Francesco Micali
  • 17. La Navigazione In generale si può dire che non tutte le posizioni su una pagina web sono adatte ad accogliere gli strumenti di navigazione. E’ meglio • Collocare l’area di navigazione primaria adiacente al corpo principale • Non creare molteplici aree di navigazione per lo stesso tipo di link • Non rendere attivo il link alla home che appare nella home stessa © Francesco Micali
  • 18. Bibliografia Information Architecture for the World Wide Web: Designing Large - Scale Web Sites P.Morville e L.Rosenfeld – Edizioni O’REALLY Usabilità dei siti web - M.Visciola Edizioni Apogeo. Home Page Usability - J. Nielsen Edizioni Apogeo. Examining a Metric for Predicting the Accessibility of Information within Hypertext Structures M.L.Bernard - (http://psychology.wichita.edu/mbernard/Dissertation.pub..pdf) The Magical Number Seven, Plus or Minus Two: Some limits on our Capacity for processing Information G.A. Miller – Psycological Review,63, pp 81-97 http://www.hhs.gov/usability/design/inventory.html htttp://www.usability.gov/ http://www.hceye.org/UsabilityInsights/?p=73 STRUMENTI UTILI; Post-it, matite e gomme; CMAP: http://cmap.ihmc.us/conceptmap.html Inspiration:http://www.inspiration.com/ IBM EZ-SORT © Francesco Micali
  • 19. Questions © Francesco Micali
  • 20. Fine Grazie a tutti per l’attenzione. E-mail: f.micali @ mediabeta.com Skype-contact: francesco.micali Twitter-contact: http://www.twitter.com/mediabeta/ Linkedin-contact: www.linkedin.com/pub/francesco-micali/11/1a8/36b Website: http://www.mediabeta.com/ Blog Aziendale: http://www.mediabeta.com/laricercadellavisibilita/ © Francesco Micali