Rischi e opportunità nei Social Media

3,025 views
2,942 views

Published on

intervento al seminario introduttivo di "Sviluppo Manageriale 2011" di LUISS Business School, dedicato ai Social Media

N.B.: online gli ultimi due video sono integrali e si possono saltare dopo circa 1 minuto

Published in: Education, Business, Technology

Rischi e opportunità nei Social Media

  1. 1. RISCHI E OPPORTUNITÀ NEI SOCIAL MEDIA le crisi, le soluzioni e i trucchi per vincere l'incertezza Luca Alagna @ezekiel www.stilografico.com
  2. 2. la sindrome dell’aborigeno
  3. 3. “ se non capisci di cosa stanno parlando è perché non lo stanno dicendo a te “
  4. 4. la reputazione online basta portarci dietro quella offline?
  5. 5. brand shaping ricostruire da zero (o quasi) la propria identità online
  6. 6. LE PROMESSE DELLA RETE
  7. 7. 1. diventare ricchi
  8. 8. da
  9. 9. a (Outlet)
  10. 10. a fine 2009 6.5 mln $ di fatturato su 60 bln totali
  11. 11. 1.5 mln di follwer
  12. 12. 2. diventare famosi
  13. 13. c’era una volta una fan page su Facebook con 3.3 mln di membri (seconda solo a quella di Obama)
  14. 14. Coca-Cola decide di collaborare con i suoi fan (e clienti)
  15. 15. Coca-Cola non si appropria della pagina ma chiede la collaborazione dei due fan, Dusty e Michael.
  16. 16. Michael Donnelly (Coca-Cola Director of Worldwide Interactive Marketing) partecipa al video.
  17. 17. oggi ha 22 mln di fan (più di Obama!)
  18. 18. 3. diventare importanti
  19. 19. La strategia di Obama è stata mista: tecniche tradizionali con mezzi nuovi.
  20. 20. con i fondi raccolti anche online trasmette in TV un decisivo infomercial di 30 minuti
  21. 21. la strategia di Obama online: essere ovunque.
  22. 22. 5 mln di supporter online profilo in 15 community diverse 3.2 mln di fan su Facebook 2 mln su MyBarackObama.com nel 2008:
  23. 27. 4. diventare liberi
  24. 32. I RISCHI
  25. 33. A. product is (not) king: Sony-Ericsson vs iPhone
  26. 36. Il recupero è meno veloce della crisi: conviene anticiparla
  27. 37. B. (non) anticipare le crisi: Granarolo
  28. 39. il dipendente “Dino”
  29. 41. smentita di Annozero e intervento del Direttore Comunicazione e Marketing
  30. 44. gli utenti interagiscono ma non c’è risposta
  31. 46. e Internet?
  32. 48. C. (non) conversare: Kit Kat (Nestlé)
  33. 50. Greenpeace chiede ai propri sostenitori su Facebook di cambiare l’avatar con questo:
  34. 52. gli stessi fan di Nestlé si ribellano e sostengono il diritto di Greenpeace di esprimersi il community manager perde il controllo e se la prende con gli stessi affezionati fan
  35. 55. il caso da Facebook rimbalza direttamente sui massmedia internazionali. la campagna a basso costo di Greenpeace è un successo
  36. 56. Nestlé è costretta a correre ai ripari e accetta di eliminare l’olio di palma prodotto dalle aziende che distruggono l’ecosistema degli oranghi
  37. 57. la conversazione avviene tra due persone allo stesso livello
  38. 58. RIFLESSIONI E CONSIGLI
  39. 59. persone o brand?
  40. 60. pagine su Facebook o profili su Facebook? *
  41. 62. gli amici e i fan: less is more
  42. 65. più si ha amici o fan e più si è popolari? NO.
  43. 66. è importante raggiungere il network di interesse non chiunque
  44. 67. “ i Social Media? sono numeretti .”
  45. 71. quale metriche usare?
  46. 72. empiriche
  47. 74. analitiche? (social network analisys)
  48. 77. le qualità per chi opera nei Social Media
  49. 78. 1. pazienza
  50. 79. 2. rapidità
  51. 80. 3. empatia
  52. 81. social network vs. web
  53. 82. quanti social network conviene usare?
  54. 85. Twitter non è Facebook
  55. 86. social network basato sulle identità stabilisce relazioni
  56. 87. news network basato sui contenuti stabilisce flussi di news
  57. 88. una nuova dimensione: la geolocalizzazione
  58. 93. check-in veri o fittizi? Foursquare come meta-strumento
  59. 94. l’attivismo digitale come strumento di comunicazione?
  60. 96. Luca Alagna http://twitter.com/ezekiel grazie per l’attenzione!

×