• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Video Digitale - Acquisizione e Manipolazione
 

Video Digitale - Acquisizione e Manipolazione

on

  • 5,817 views

 

Statistics

Views

Total Views
5,817
Views on SlideShare
5,810
Embed Views
7

Actions

Likes
2
Downloads
161
Comments
0

2 Embeds 7

http://www.slideshare.net 6
http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Video Digitale - Acquisizione e Manipolazione Video Digitale - Acquisizione e Manipolazione Presentation Transcript

    • Video Digitale Acquisizione e Manipolazione
    • GLI STANDARD DEL VIDEO
      • Un filmato è costituito da molto fotogrammi (frame) messi in rapida sequenza. I classici televisori (ed anche i monitor per PC) hanno un rapporto larghezza/altezza dell’immagine ( aspect ratio ) 4:3. Ogni immagine trasmessa in TV è costituita da circa 25 fps se lo standard è PAL (Europa, Africa Orientale, India, Australia, Cina).
    • GLI STANDARD DEL VIDEO
      • Ogni singolo frame è interlacciato, ovvero costituito da due ‘mezze immagini’ (half frame o campi) che appaiono e si combinano molto velocemente formando l’intero fotogramma; ogni half frame è costituito da righe alternate, uno contenente le righe dispari, l’altro quelle pari.
    • GLI STANDARD DEL VIDEO
    • GLI STANDARD DEL VIDEO
      • I recenti schermi panoramici hanno un rapporto larghezza/altezza 16:9 ed una più ampia superfice visiva orizzontale (1920 punti-immagine o pixel). Nelle TV 4:3 l’altezza dell’immagine è costituita da 576 (PAL).
    • GLI STANDARD DEL VIDEO
    • I Formati Video Digitali
      • Con l’avvento dei computer i “miscelatori di immagini analogiche” sono stati sostituiti dai programmi di editing ed i supporti analogici, hanno lasciato il posto a CD e DVD, sui quali l’informazione video è “scritta” in bit. Il video occupa una quantità enorme di spazio in termini di MegaByte (1048576 bit) per cui si è pensato di creare metodi per ridurre la quantità di spazio occupata dai filmati.
    • I Formati Video Digitali
      • Il Motion Picture Experts Group (MPEG) ha creato sistemi di compressione video lossy (con perdita di dati rispetto all’originale) per inserire sempre più minuti di filmato, con qualità sempre maggiore, in spazi predefiniti come CD e DVD. Nacque così l’MPEG-1, che consentiva di mettere su un CD (650 MB) un’ora di filmato con qualità paragonabile ad una videocassetta VHS. Successivamente è nato MPEG-2, progettato per le trasmissioni televisive e adoperato per archiviare film su DVD (DVD Video), che offre qualità ed ingombri superiori rispetto al suo predecessore.
    • I Formati Video Digitali
      • Con i computer è risultato coerente abbandonare la macchinosa modalità interlacciata per visualizzare un filmato, ricorrendo al più pratico sistema progressivo: ogni frame è visualizzato interamente tutto in una volta; i filmati progressivi sono gestibili sia da MPEG-2 che dal suo successore MPEG-4.
      • Il frame del DVD Video ha risoluzione (numero di pixel per unità) 720x576.
    • I Formati Video Digitali
    • FORMATI PER LA VIDEORIPRESA
      • VHS: E' lo standard di videoregistrazione casalinga. Ha una risoluzione video verticale di 240 linee, che non consente una ripresa nitida e fedele ma i dispositivi che lo supportano sono decisamente economici.
      • SVHS: (Super VHS) Migliora la qualità e la risoluzione delle immagini rispetto alla versione precedente.Consente infatti una definizione più elevata (sino a 400 linee) e una qualità generale superiore. (costi più alti poco diffuso)
    • FORMATI PER LA VIDEORIPRESA
      • Video 8: Il video 8 è uno standard introdotto da Sony, leggermente più qualitativo del VHS e presente solo nella versione compatta (cassette molto ridotte). Gode infatti di una risoluzione di circa 280 linee orizzontali
      • DV/MiniDV: Sfrutta la compressione video digitale per ottenere filmati ad alta qualità con una risoluzione di circa 500 linee e un bit rate di 25 Mbits. Le cassette DV, a nastro magnetico, sono disponibili anche in una versione compatta che si chiama MiniDV.Risulta un ottimo strumento per chi desidera cimentarsi in montaggi al fotogramma tramite il proprio PC.
    • FORMATI PER LA VIDEORIPRESA
      • MicroMV: è un nuovo standard che poggia sul formato video MPEG2 IPB e audio MPEG1-Layer2, con un bitrate fisso di 12 Mbps. E' molto simile al DVD. Il grande vantaggio è certamente quello della riduzione di ingombro dei camcorder che lo supportano. Grande la compatibilità con i dispositivi informatici grazie a Firewire, trasferimento dati su HD, supporto delle Memory card e utilizzo di protocolli wireless.
      • DVD CAM: s ostituisce la tradizionale meccanica di registrazione su nastro magnetico con la diretta registrazione di video MPEG2 su DVD riscrivibili, tramite lo standard DVD-RAM.
    • FORMATI PER LA MEMORIZZAZIONE
      • MS Video for Windows [AVI]: e' certamente il formato piu' conosciuto e piu' utilizzato dagli utenti del PC. Il suo nucleo centrale e' un driver MCI (Media Control Interface).
      • Apple Quick Time for Windows [MOV]: Formato proprietario della Apple e principale estensione multimediale del S.O. Mac, passato in seguito su PC, grazie la sua grande diffusione.
      • MPEG [MPG, DAT]: Formato che si avvale dell'algoritmo di compressione MPEG (Motion Picure Expert Group) ottimo per il multimedia publishing e per la distrbuzione su internet.
    • FORMATI PER LA MEMORIZZAZIONE
      • MPEG 2 [MP2, DAT]: un discorso a parte merita questo standard, sempre sviluppato dal Moving Picture Expert Group. Necessita di hardware molto potente per la cattura e la compressione. Non e' uno standard di fruizione di massa proprio per le sue esose richieste hardware, ma raccoglie ugualmente utenti grazie alle televisioni, ai canali satellitari e ai recenti DVD.
      • Formato DV [supportato da AVI o Quicktime]: Si tratta di un formato per la videoripresa completamente digitale che, grazie alle sue caratteristiche particolarmente orientate al mondo informatico, si adatta benissimo all'editing non lineare di qualita' prosumer.
    • FORMATI PER LA MEMORIZZAZIONE
      • RealMedia Audio/Video [RA/RM/RAM]: ormai standard,usato molto per lo streaming audio/video, molto diffuso sul WWW. Concepito inizialmente per l'audio (RealAudio sino alla versione 3), questo formato e' stato adattato anche per la compressione video, diventando un vero e proprio pacchetto per la creazione e la distribuzione del multimedia sul web.
      • Microsoft Windows Media [WMV/WMA]: Tentativo (riuscito a metà) di sostituire definitivamente i formati precedenti, primo tra tutti la piattaforma Video for Windows, con aggiuntive capacità di streaming e scalabilità per la trasmissione sul web. Sfrutta il codec mpeg4 e pertanto risulta molto performante anche a bassi bit rate.
    • FORMATI PER LA MEMORIZZAZIONE
      • FLV (Flash Video) è un formato proprietario per distribuire video su internet con Adobe Flash Player (dalla versione 6). FLV può essere inserito all'interno di file SWF. E' utilizzato dai maggiori fornitori video sul web: YouTube, Google Video, Reuters.com, Yahoo! Video and MySpace.
      • I video in questo formato sono visibili via browser se inseriti all'interno di un file SWF oppure tramite player come VLC
    • CODEC DI COMPRESSIONE
      • MPEG: E' uno dei formati piu' acclamati negli ultimi anni grazie all'altissima compressione e alla qualita' decisamente buona, nonostante il suo carattere lossy, che mantiene sino rapporti di compressione di 200:1.
      • Motion Jpeg: Il Motion JPEG (o M-Jpeg) e' diventato uno standard de facto per il digital video.
      • Questo codec gestisce le sequenze video come si trattassero di un insieme di fotogrammi su una pellicola, legati uno all'altro da precisi intervalli di tempo. Infatti, al contrario dell' MPEG, le informazioni su una singola immagine sono salvate indipendentemente dalle altre. Il codec si avvale quasi necessariamente di un supporto hardware che permette una prefetta simmetria (il tempo impiegato alla compressione delle immagini e' uguale a quello della fase di playback).
    • FORMATI E CODEC AUDIO
      • Microsoft Wave [WAV] : E' il formato proprietario della Microsoft e certamente il piu' utilizzato. Questa sua diffusione dipende da aspetti commerciali e dal fatto che e' il piu' supportato tra i suoi concorrenti.
      • MPEG1 Audio layer 3 [MP3]: Questo formato deriva dall'algoritmo di compressione video MPEG applicato all'audio. Si ottengono buoni risultati, sopratutto se si prediligono le ridotte dimensioni ad un'alta qualita' di riproduzione.
      • RealMedia Audio/Video [RA/RM/RAM]
      • Audio Interchange [AIF/AIFF]
      • Microsoft NetShow [ASF]
    • Compressione IntraFrame
      • Il formato MPEG usa una compressione NON IntraFrame
      • vengono registrati solo i fotogrammi chiave e i cambiamenti tra un formato e l'altro.
      • DIFFICOLTA' DI EDITING
      • Il formato DV usa una compressione IntraFrame
      • vengono registrati tutti i fotogrammi.
      • POSSIBILITA' DI SALTARE DA UN FRAME ALL'ALTRO
    • Acquisizione Video
      • WebCam: USB, Driver, Software proprietario
      • Fotocamera: USB, Driver, Software proprietario (copia del file)
      • Cellulare: BlueThoot,USB, Driver, Software proprietario (copia del file)
      • Video Camera Analogica: Scheda di acquisizione, Driver, Software proprietario
      • Video Camera Digitale: FireWire
    • Acquisizione Audio/Video
      • Acquisizione da Cellulare
      • Acquisizione Audio AUDACITY
      • Acquisizione Video ULEAD
    • Grazie per l’attenzione. Lorenzo Massacci [email_address]