Linee guida per i siti web della PA Uno spunto per tutti  Art. 4 della Direttiva 8/09 del Ministro per la pubblica amminis...
http://www.skillprofiles.eu/wd/profili_professionali_web_2009.pdf Le Figure Professionali
Le Competenze
<ul><li>Il concetto di accessibilità in ambito web nasce nel 1999 con le WCAG 1.0 rilasciate dal W3C. 14 linee guida che c...
nel dicembre del 2000 negli States nasce la Section 508
nel 2004 in Italia viene emanata la legge Stanca, 8 luglio 2005 il decreto ministeriale che le attua, 22 requisiti
11 dicembre 2008 vengono rilasciate le WCAG 2.0, 4 linee guida che comprendono 12 punti
nel 2010 si aggiorna la legge stanca con le WCAG 2.0, 12 requisiti basati sulle 4 linee guida delle WCAG 2.0 </li></ul>Ma ...
“ l’accessibilità in ambito informatico è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d’essere fruibile...
<ul><li>un sito accessibile è meno bello
un sito accessibile costa di più
un sito accessibile è per disabili </li></ul>  =  ACCESSIBILE ??? Luoghi comuni sull'accessibilità
Le linee guida per i siti delle PA nascono dalla direttiva del 26 Luglio 2010 del Ministero per la Pubblica Amministrazion...
2000 Section 508
2004 Legge Stanca
2008 WCAG 2.0
2010 Legge Stanca adeguata alle WCAG 2.0
2011 Linee Guida per i siti web delle PA </li></ul>Perché le Linee Guida?
Non contengono contenuti innovativi, ma un aiuto a rispettare quanto già vigente con lo scopo di: <ul><li>Razionalizzare i...
Ridurre i siti web pubblici obsoleti
Migliorare quelli attivi </li></ul>Nascono per migliorare l' esperienza utente .  Includono fondamenti di   accessibilità ...
Le linee guida sono costituite da un documento e due vademecum (per ora). Partono dal concetto di  Progettare la presenza ...
analisi dei requisiti
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Linee guida per i siti web delle PA - Uno spunto per tutti

2,537 views
2,447 views

Published on

Slide presentate allo UXCamp 2011 a Firenze da Alessandro Violini. L'uscita delle Linee Guida per i siti web delle PA come spunto per un web migliore dove il buon senso domina su ogni requisito.

Published in: Technology
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,537
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
44
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Linee guida per i siti web delle PA - Uno spunto per tutti

  1. 1. Linee guida per i siti web della PA Uno spunto per tutti Art. 4 della Direttiva 8/09 del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione http://www.innovazionepa.gov.it/media/367125/linee_guida_siti_web_pa.pdf
  2. 2. http://www.skillprofiles.eu/wd/profili_professionali_web_2009.pdf Le Figure Professionali
  3. 3. Le Competenze
  4. 4. <ul><li>Il concetto di accessibilità in ambito web nasce nel 1999 con le WCAG 1.0 rilasciate dal W3C. 14 linee guida che comprendono 65 punti
  5. 5. nel dicembre del 2000 negli States nasce la Section 508
  6. 6. nel 2004 in Italia viene emanata la legge Stanca, 8 luglio 2005 il decreto ministeriale che le attua, 22 requisiti
  7. 7. 11 dicembre 2008 vengono rilasciate le WCAG 2.0, 4 linee guida che comprendono 12 punti
  8. 8. nel 2010 si aggiorna la legge stanca con le WCAG 2.0, 12 requisiti basati sulle 4 linee guida delle WCAG 2.0 </li></ul>Ma che cosa è l'Accessibilità? L'accessibilità
  9. 9. “ l’accessibilità in ambito informatico è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d’essere fruibile con facilità da una qualsiasi categoria d’utente” L'accessibilità consegna più valore rispetto alle nostre righe di codice.
  10. 10. <ul><li>un sito accessibile è meno bello
  11. 11. un sito accessibile costa di più
  12. 12. un sito accessibile è per disabili </li></ul> = ACCESSIBILE ??? Luoghi comuni sull'accessibilità
  13. 13. Le linee guida per i siti delle PA nascono dalla direttiva del 26 Luglio 2010 del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione. Entrano in vigore dopo uno stato di consultazione durato due mesi. Possiamo considerarle l'ulteriore passo nella scala temporale: <ul><li>1999 WCAG 1.0
  14. 14. 2000 Section 508
  15. 15. 2004 Legge Stanca
  16. 16. 2008 WCAG 2.0
  17. 17. 2010 Legge Stanca adeguata alle WCAG 2.0
  18. 18. 2011 Linee Guida per i siti web delle PA </li></ul>Perché le Linee Guida?
  19. 19. Non contengono contenuti innovativi, ma un aiuto a rispettare quanto già vigente con lo scopo di: <ul><li>Razionalizzare i contenuti online
  20. 20. Ridurre i siti web pubblici obsoleti
  21. 21. Migliorare quelli attivi </li></ul>Nascono per migliorare l' esperienza utente . Includono fondamenti di accessibilità e usabilità . Il perché delle Linee Guida
  22. 22. Le linee guida sono costituite da un documento e due vademecum (per ora). Partono dal concetto di Progettare la presenza in rete : (la nostra proposta di strategia e sviluppo) <ul><li>avviamento del progetto
  23. 23. analisi dei requisiti
  24. 24. disegno e progettazione tecnica
  25. 25. sviluppo
  26. 26. collaudo e messa in esercizio
  27. 27. gestione </li></ul>Le Linee Guida
  28. 28. Operativamente parlando: <ul><li>Studio preliminare (il modello Project Management)
  29. 29. Analisi dei fabbisogni (la strategia, attenzione alle ridondanze, fare ciò che serve al cittadino)
  30. 30. Definizione dell'oggetto (disegno e progettazione tecnica, attenzione allo sforzo (portale?)
  31. 31. Realizzazione (lo sviluppo, suggerite 3 competenze: ambito ITC, editoriali, organizzazione e conservazione dell'informazione, e il community manager? Forse più avanti :)
  32. 32. Chiusura (la pubblicazione) </li></ul>Le Linee Guida
  33. 33. Gli scenari delle PA: Le Linee Guida
  34. 34. Classificazione dei siti web: Le Linee Guida
  35. 35. Contenuti Obbligatori del sito tematico: <ul><li>Amministrazione responsabile
  36. 36. Collegamenti ai siti istituzionali
  37. 37. Finalità del sito con riferimento all'iniziativa che ha reso il sito realizzabile </li></ul>Le Linee Guida
  38. 38. Contenuti Obbligatori del sito istituzionale: <ul><li>Informazioni relative alla struttura degli uffici (organigramma, organizzazione uffici, livello dirigenziale degli uffici, recapiti, ecc ecc)
  39. 39. Trasparenza valutazione e merito (Piano e relazione sulle performance, investimenti, personale dedicato, ammontare complessivo dei premi stanziati, retribuzioni dei dirigenti, curriculum vitae dei dirigenti, tassi di assenza, contratti stipulati, ecc)
  40. 40. Procedimenti amministrativi e servizi online (elenco delle tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio)
  41. 41. Pubblicità legale (bandi, albi on line) </li></ul>Le Linee Guida
  42. 42. Qualità e ambizione dei servizi in rete: Art.63 comma 1 d.lgs n. 82/2005: L'amministrazione deve organizzarsi per consentire la fruizione dei servizi on line anche da parte di categorie di persone in “stato di disagio”. I cinque livelli di servizio: <ul><li>Livello 1: Informazione
  43. 43. Livello 2: Interazione ad una via
  44. 44. Livello 3: Interazione a due vie
  45. 45. Livello 4: Transazione
  46. 46. Livello 5: Personalizzazione e pro-attivo </li></ul>Le Linee Guida
  47. 47. Ergonomia e usabilità lato utente: Le linee guida indicano che, nonostante sia importante il livello di interattività del sito per la valutazione dello stesso, l' efficienza , l' efficacia e la qualità del sito sono legate ad altri aspetti fondamentali ed imprescindibili come: <ul><li>soddisfazione d'uso (il feedback utente);
  48. 48. appropriatezza (se l'obiettivo è raggiunto);
  49. 49. capacità di interpretare i bisogni dell'utenza (problem solving) . </li></ul>La nostra UX Le Linee Guida
  50. 50. I ruoli di responsabilità nelle PA: <ul><li>Responsabile del procedimento di pubblicazione dei contenuti;
  51. 51. Responsabile dell'accessibilità informatica; </li></ul>Le Linee Guida
  52. 52. I servizi web delle PA devono rispettare i requisiti di Accessibilità. Con le WCAG 1.0 era difficile valutare un sistema interattivo come la tecnologia di oggi ci propone. Ma con le WCAG 2.0 la storia cambia. I requisiti tecnici delle WCAG 2.0 sono indipendenti dalla tecnologia, quindi non siamo obbligati a scrivere tutto con HTML e CSS ma possiamo utilizzare tutte le tecnologie che supportano l'accessibilità. PDF – AJAX – FOTO - VIDEO Le Linee Guida
  53. 53. I 4 principi delle WCAG 2.0: <ul><li>Percepibilità: fruizione attraverso i diversi canali sensoriali;
  54. 54. Utilizzabilità: fruizione senza disagi o ingiustificati vincoli;
  55. 55. Comprensibilità: chiarezza dell'interfaccia e dei meccanismi di navigazione;
  56. 56. Robustezza: capacità del contenuto di adattarsi al programma utilizzato dall'utente, comprese le tecnologie assistive. </li></ul>Le Linee Guida
  57. 57. I 12 requisiti tecnici della legge: <ul><li>Alternative testuali
  58. 58. Contenuti audio, video, animazioni
  59. 59. Adattabile
  60. 60. Distinguibile
  61. 61. Accessibile da tastiera
  62. 62. Adeguata disponibilità di tempo
  63. 63. Crisi epilettiche
  64. 64. Navigabile
  65. 65. Leggibile
  66. 66. Prevedibile
  67. 67. Assistenza nell'inserimento di dati e informazioni
  68. 68. Compatibile </li></ul>Le Linee Guida
  69. 69. Diffusione delle buone pratiche: Per diffondere l'accessibilità è necessario: <ul><li>formare i responsabili agli acquisti alla valutazione dei prodotti
  70. 70. formare gli sviluppatori interni alle Pa alla creazione di contenuti accessibili
  71. 71. formare i referenti per pubblicare i contenuti in modo accessibile </li></ul>Le Linee Guida
  72. 72. Le Linee Guida non contengono contenuti innovativi. Vogliono portare nelle PA quanto di buono esiste e viene fatto nel web in generale con l'obiettivo di garantire uniformità, efficenza ed efficacia e una buona esperienza utente. Perché non cerchiamo anche noi di prendere spunto dalle normative a cui le PA invece sono soggette? Conclusione
  73. 73. Il buon senso è il primo dei requisiti Fine (Domande - Feedback) Queste slide le troverete presto qui: www.slideshare.net/extrategy

×