Your SlideShare is downloading. ×
0
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Noc   presentazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Noc presentazione

2,414

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,414
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011)
  • 2. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 2 Aspetti normativi
  • 3. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Aspetti normativi 3 • Vecchio ordinamento contabile D.Lgs. 267 del 18 agosto 2000 (ex 77/1995) e D.P.R. 194/1996 (modelli documenti) • Nuovo Ordinamento Contabile D.Lgs. 118 del 23 giugno 2011 e D.P.C.M. 28 dicembre 2011 – Armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi (istituzioni, consorzi, …, altri organismi controllati dotati di autonomia gestionale e finanziaria)
  • 4. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Aspetti normativi 4 • Il D.Lgs. 118/2011 ha come oggetto «Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi …» • Esigenze di finanza pubblica impongono una rappresentazione uniforme dei fenomeni contabili sia a livello interno (Stato, Regioni, Enti locali) che europeo. • Gli strumenti introdotti prevedono: – Sistemi e principi contabili uniformi – Piano dei conti integrato – Schemi di bilanci comuni – Bilancio consolidato con aziende, società, organismi controllati – Maggiore chiarezza e prudenza nella gestione dei residui (attivi e passivi)
  • 5. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Aspetti normativi 5 • Le principali novità: – «Principio della competenza finanziaria». Nuovo criterio di contabilizzazione delle entrate e delle uscite: la contabilità finanziaria non anticipa più la registrazione dei fatti gestionali ma li contabilizza in un periodo molto più prossimo alla fase finale del processo (incasso o pagamento). – Il fondo pluriennale vincolato: un saldo finanziario, costituito da risorse già accertate destinate al finanziamento di obbligazioni passive dell’ente già impegnate, ma esigibili in esercizi successivi a quello in cui è accertata l’entrata. – Nuovi schemi di bilancio: é prevista una nuova struttura del bilancio per assicurare una maggiore trasparenza delle informazioni riguardanti il processo di allocazione delle risorse e la destinazione delle stesse • Nuova struttura e codifica di bilancio • Viene (re-)introdotto l’obbligo delle gestione di cassa • Il fondo pluriennale vincolato – Il Piano dei Conti Integrato: è lo strumento che consente di raggiungere l’obiettivo di consolidare e monitorare i conti pubblici attraverso una migliore raccordabilità delle registrazioni contabili delle Pubbliche Amministrazioni con il sistema europeo dei conti.
  • 6. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 6 La fase sperimentale
  • 7. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Sperimentazione 7 Allo scopo di verificare l’efficacia della nuova normativa, individuare eventuali criticità, consentire possibili modifiche intese a realizzare una più efficace disciplina della materia, sono stati previsti due anni di sperimentazione: •Esercizio 2012: il nuovo bilancio (D.Lgs. 118/2011) ha sola valenza informativa •Esercizio 2013: il nuovo bilancio ha efficacia giuridica e quindi autorizzatorio per l’Ente La fase sperimentale 2012 e 2013
  • 8. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Sperimentazione 8 Attraverso apposito decreto sono stati individuati gli Enti che hanno partecipato alla sperimentazione, tenendo conto di criteri su base geografica e demografica. •Alla fase di avvio del 1° gennaio 2012 gli enti sperimentatori erano: 5 Regioni – 12 Province – 68 comuni prevendo la possibilità di essere estesa anche ad altri Enti. •Nel 2013, secondo anno di sperimentazione, gli enti sono diminuiti: 5 Regioni – 12 Province – 50 comuni (di cui 6 enti mai avviati, 13 che hanno rinunciato a fine 2012 ed 1 ente aggiunto) La fase sperimentale 2012 e 2013
  • 9. 9 Gli enti dovranno predisporre il Bilancio di Previsione 2014 secondo i nuovi principi contabili previsti dal D.Lgs. 118/2011. Al via dal 2014 L’attuale software Studio K è già predisposto per adempiere a quanto richiesto dal D. Lgs. 118. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Sperimentazione
  • 10. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 10 Le attività previste
  • 11. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 11 La riclassificazione Prevede l’associazione di ciascuna risorsa e ciascun capitolo di spesa con la codifica del Piano dei Conti integrato a cui ogni transazione deve riferirsi. _______________________________________________________________________________ Art. 5 Definizione della transazione elementare 1.Ogni atto gestionale genera una transazione elementare. 2.Ad ogni transazione elementare è attribuita una codifica che deve consentire di tracciare le operazioni contabili e di movimentare il piano dei conti integrato. 3.Le amministrazioni di cui all'articolo 2, commi 1 e 2, organizzano il proprio sistema informativo- contabile in modo tale da non consentire l'esecuzione delle transazioni in assenza di una codifica completa che ne permetta l'identificazione.
  • 12. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 12 La riclassificazione delle entrate
  • 13. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 13 Riclassificazione D.Lgs. 267/2000 D.Lgs. 118/2011 Titolo Titolo Provenienza delle entrate Categoria Tipologia Natura delle entrate Risorsa Categoria Oggetto dell’entrate Capitolo / Articolo Capitolo / Articolo Struttura EntrateAutorizzazione del Consiglio Autorizzazione della Giunta: variazioni compensative tra categorie all’interno della medesima tipologia Autorizzazione dei dirigenti: variazioni su capitoli interni alla stessa categoria
  • 14. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 14 Riclassificazione Struttura Titoli Entrate D.Lgs. 267/2000 D.Lgs. 118/2011 Titolo 1 Entrate tributarie Titolo 1 Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa Titolo 2 Entrate derivanti da contributi e trasferimenti correnti dello Stato, della regione e di altri enti pubblici anche in rapporto all’esercizio … Titolo 2 Trasferimenti correnti Titolo 3 Entrate extratributarie Titolo 3 Entrate extratributarie Titolo 4 Entrate derivanti da trasferimenti di capitale e da riscossioni di crediti Titolo 4 Entrate in conto capitale Titolo 5 Entrate da riduzione di attività finanziarie Titolo 5 Entrate derivanti da accensioni di prestiti Titolo 6 Accensione di prestiti Titolo 7 Anticipazioni da istituto tesoriere/cassiere Titolo 6 Entrate da servizi per conto di terzi Titolo 9 Entrate per conto di terzi e partite di giro
  • 15. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 Riclassificazione Struttura delle Entrate D.Lgs. 267/2000 Classificazione a 5 livelli T.CC.RRRR.VV.SSSS Livello 1 Titolo Livello 2 Categoria Livello 3 Risorsa Livello 4 Voce Economica Livello 5 Siope D.Lgs. 118/2011 Classificazione a 5 livelli T.II.TT.CC.PdC Livello 1 Titolo Livello 2 (Identificato dalla tipologia) Livello 3 Tipologia Livello 4 Categoria Livello 5 (senza nome) Livello 6 ? Siope ? Articolo Piano dei Conti Integrato SICI CapitoloSICI Corrispondenza SICI Essendo il Siope corrispondente al Livello 5 del nuovo ordinamento ci si attende una eliminazione dello stesso (attualmente presente negli enti sperimentali presumibilmente per ragioni di consolidamento con gli altri enti).
  • 16. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 16 Esempio di riclassificazione di un capitolo dell’entrata D.Lgs. 267/2000 - Risorsa 4120 Capitolo 1: Alienazione di beni mobili Codifica utile per la riclassificazione: Titolo.Categoria.Voce economica.Siope (T.CC.VV.SSSS) Nel D.Lgs. 267/2000 la suddetta risorsa ha la seguente «codifica utile» 4.01.62.4111 Beni mobili, macchine e attrezzature 4.01.62.4113 Macchine e attrezzature agricole T CC VV SSSS Corrispondenze riscontrate nel Piano dei Conti Integrato del D.Lgs. 118/2011 4.01.62.4111 Beni mobili, macchine e attrezzature => 4.04.01.03.001 Alienazione di Mobili e arredi per ufficio => 4.04.01.03.002 Alienazione di Mobili e arredi per alloggi e pertinenze => 4.04.01.04.001 Alienazione di Macchinari per ufficio => 4.04.01.04.004 Alienazione di Macchinari diversi 4.01.62.4113 Macchine e attrezzature agricole => 4.04.01.04.999 Alienazione di Attrezzature diverse Verranno generati nel nuovo ordinamento contabile - capitolo 4120 con codifica 4.04.01 (Alienazione di beni materiali) - articolo 1: codifica 4.04.01.03 (Alienazione di Mobili e arredi); livelli 5: 001,002; importi al 40% - articolo 2: codifica 4.04.01.04 (Alienazione di Attrezzature e macchinari); livelli 5: 001,004,999; importi al 60%
  • 17. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 17 La riclassificazione delle spese
  • 18. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 18 Riclassificazione D.Lgs. 267/2000 D.Lgs. 118/2011 Titolo Missione Funzioni principali ed obiettivi strategici Funzione Programma Aggregati omoegeni di attività Servizio Titolo Intervento Macroaggregato Capitolo / articolo Capitolo / articolo Struttura Spese Autorizzazione del Consiglio Autorizzazione dei dirigenti: variazioni su capitoli interni allo stesso macroaggregato Autorizzazione della Giunta: variazioni compensative tra macroaggregati dello stesso programma; variazioni di cassa; variazioni fondo di riserva per spese impreviste e al fondo pluriennale vincolato (più altre eccezioni)
  • 19. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 19 Riclassificazione Struttura Titoli Spese D.Lgs. 267/2000 D.Lgs. 118/2011 Titolo 1 Spese correnti Titolo 1 Spese correnti Titolo 2 Spese in conto capitale Titolo 2 Spese in conto capitale Titolo 3 Spese per incremento attività finanziarie Titolo 3 Spese per rimborso di presiti Titolo 4 Rimborso di presiti Titolo 5 Chiusura anticipazioni ricevute da istituto tesoriere/cassiere Titolo 4 Spese per servizi per conto di terzi Titolo 7 Spese per conto di terzi e partite di giro
  • 20. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 20 Riclassificazione Esempio di macroaggregati D.Lgs. 267/2000 Interventi D.Lgs. 118/2011 Macroaggregati delle Spese correnti 1. Personale 1. Redditi da lavoro dipendente 7. Imposte e tasse 2. Imposte e tasse a carico dell’ente 2. Acquisto di beni di consumo 3. Acquisto di beni e servizi 3. Prestazione di servizi 4. Utilizzo di beni di terzi 5. Trasferimenti correnti 4. Trasferimenti correnti 5. Trasferimenti di tributi 6. Fondi perequativi 6. Interessi passivi e oneri finanziari diversi 7. Interessi passivi - 8. Altre spese per redditi di capitale 8. Oneri straordinari della gestione corrente - 9. Ammortamenti di esercizio 9. Altre spese correnti 10. Fondo svalutazione crediti 11. Fondo di riserva
  • 21. Piano dei Conti Integrato Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 21 Riclassificazione Struttura delle Spese – Tipologia di spesa D.Lgs. 267/2000 Classificazione a 6 livelli T.FF.SS.II.VV.SSSS Livello 1 Titolo Livello 2 Intervento Livello 3 Voce Economica Livello 4 Siope D.Lgs. 118/2011 Classificazione a 5 livelli T.MM.CC.AA.PdC Livello 1 Titolo Livello 2 Macroaggregato Livello 3 (senza nome) Livello 4 (senza nome) Livello 5 (senza nome) Livello 6 ? Siope ? Capitolo Articolo SICI SICI SICI Corrispondenza Essendo il Siope corrispondente al Livello 5 del nuovo ordinamento ci si attende una eliminazione dello stesso (attualmente presente negli enti sperimentali presumibilmente per ragioni di consolidamento con gli altri enti).
  • 22. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 22 Riclassificazione Struttura delle Spese – Destinazione della spesa D.Lgs. 267/2000 Classificazione a 2 livelli FF.SS Livello 1 Funzione Livello 2 Servizio D.Lgs. 118/2011 Classificazione a 2 livelli MM.PP Livello 1 Missione Livello 2 Programma Eventuale suddivisione in Centri di Costo SICI Eventuale suddivisione in Centri di CostoSICI
  • 23. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 23 Esempio di Riclassificazione di un capitolo della spesa D.Lgs. 267/2000 - Intervento 1010301 Capitolo 1 Numero Id. 1120: Spese di personale precario, flessibile e Co.Co.Co. Codifica utile per la riclassificazione: Titolo.Intervento.Voce economica.Siope (T.II.VV.SSSS) Nel D.Lgs. 267/2000 il suddetto intervento ha la seguente «codifica utile» 1.01.20.1104 Competenze fisse e accessorie tempo determinato 1.01.20.1105 Form.Lavoro, LSU 1.01.20.1110 Co.Co.Co. T II VV SSSS Corrispondenze riscontrate nel Piano dei Conti Integrato del D. Lgs. 118/2011 1.01.20.1104 Tempo determinato => 1.01.01.01.007 Stipendi al personale a tempo determinato 1.01.20.1105 Form.Lavoro, LSU => 1.01.01.01.008 Straordinario per il personale a tempo determinato => 1.01.01.01.009 Compensi per la produttività … a tempo determinato => 1.01.01.01.010 Retribuzione di posizione e risultato … a tempo determinato => 1.03.03.12.002 Quota LSU in carico all'ente 1.01.20.1110 Co.Co.Co. => 1.03.03.12.003 Collaborazioni coordinate e continuative Verranno generati nel nuovo ordinamento contabile - capitolo 1120 con codifica 1.01.01 (Retribuzioni lorde) - articolo 1: codifica 1.01.01.01 (Retribuzioni in denaro); livelli 5: 007,008,009,010; importi: 66% - capitolo 1121 con codifica 1.03.03 (Acquisto di servizi non sanitari) - articolo 1: codifica 1.03.03.12 (Lavoro flessibile, quota LSU …); livelli 5: 002,003; importi: 33%
  • 24. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 24 Maggiori criticità
  • 25. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 25 Il Fondo Pluriennale Vincolato Il fondo pluriennale vincolato è un saldo finanziario, costituito da risorse già accertate destinate al finanziamento di obbligazioni passive dell’ente già impegnate, ma esigibili in esercizi successivi a quello in cui è accertata l’entrata. Trattasi di un saldo finanziario che garantisce la copertura di spese imputate agli esercizi successivi a quello in corso, che nasce dall’esigenza di applicare il principio della competenza finanziaria e rendere evidente la distanza temporale intercorrente tra l’acquisizione dei finanziamenti e l’effettivo impiego di tali risorse. Il fondo riguarda prevalentemente le spese in conto capitale ma può essere destinato a garantire la copertura di spese correnti.
  • 26. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 26 D.Lgs. 267 2011 2012 2013 Entrata Stanziamento competenza 400 Accertamenti competenza 400 Reversali competenza 400 Spesa Stanziamento competenza 400 Impegnato competenza 400 Mandati competenza 100 Stanziamento residuo 300 Impegnato residuo 300 Mandati residuo 200 Stanziamento residuo 100 Impegnato residuo 100 Mandati residuo 100 D.Lgs. 118 2014 2015 2016 Entrata Stanziamento competenza 400 Accertamenti competenza 400 Reversali competenza 400 Fondo pluriennale vincolato 300 Fondo pluriennale vincolato 100 Spesa Stanziamento competenza 400 Impegnato competenza 100 Mandati competenza 100 Fondo pluriennale vincolato 300 Stanziamento competenza 300 Impegnato competenza 200 Mandati competenza 200 Fondo pluriennale vincolato 100 Stanziamento competenza 100 Impegnato competenza 100 Mandati competenza 100 Fondo pluriennale vincolato 0 Il Fondo Pluriennale Vincolato (esempio)
  • 27. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 27 Gestione dei residui e della cassa – L’utilizzo dei residui è “deprecato”: con la rigorosa applicazione del principio della competenza finanziaria eventuali residui possono derivare solo da imprevisti – Viene ripristinato lo stanziamento di cassa, come nel D.P.R. 421/1979 – A causa del principio della competenza finanziaria lo stanziamento di cassa coincide (quasi) sempre con lo stanziamento di competenza
  • 28. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 28 D.Lgs. 267/2000 Stampa dettagliata su 4 livelli Livello 1 Titolo Livello 2 Funzione Livello 3 Servizio Livello 4 Intervento D.Lgs. 118/2011 Stampa dettagliata su 3 livelli Livello 1 Missione Livello 2 Programma Livello 3 Titolo Struttura del Bilancio di previsione
  • 29. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 29 I dati previsionali necessari: • Residui presunti • Previsione definitive dell’anno precedente • Previsioni dell’anno o del triennio (variazioni sull’anno precedente nel bilancio annuale) • Previsioni di cassa Previsioni di competenza della sola spesa: • Quanto è già impegnato negli esercizi precedenti e reimputato nel nuovo esercizio • Quanto al fondo pluriennale vincolato Bilancio di previsione 2014
  • 30. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 30 Revisione dei residui per il consuntivo 2013 e loro influenza sui residui presenti nel nuovo sistema contabile Chiusura 2013 durante l’esercizio 2014
  • 31. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) 31 I servizi di Studio K
  • 32. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 32 – Tecnologia Web 2.0 ma con analoga interfaccia e modalità operativa, in modo da permettere un utilizzo immediato delle operazioni giornaliere – Applicazione web che utilizza un semplice browser (è quindi semplificata la fornitura di servizi anche presso Centri Sistema di Gestioni Associate) – Ulteriori vantaggi della soluzione Web: • Possibilità di eseguire più maschere contemporaneamente (anche più volte la stessa) • Possibilità di ingrandire dinamicamente le maschere in funzione della risoluzione video adottata • Possibilità di effettuare stampe in background (lanciare una elaborazione e continuare ad operare in attesa della risposta) SICI F118 – La proposta tecnologica
  • 33. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 33 – Nuovo prodotto di Contabilità Finanziaria SICI F118 – Supporto alla riclassificazione del bilancio dal D.Lgs. 267/2000 al D.Lgs. 118/2011 attraverso specifico servizio di Studio K – Seminari con sessioni operative sulle maggiori criticità: • Supporto alla definizione ed all’utilizzo del fondo pluriennale vincolato • Gestione della previsione di cassa • Predisposizione del Bilancio di Previsione 2014 – Servizio di assistenza e di “accompagnamento” al nuovo ordinamento – Revisione dei residui per il consuntivo 2013 e loro influenza sui residui presenti nel nuovo sistema contabile SICI F118 – La proposta funzionale
  • 34. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Soluzione SICI - F118 34 Percorso operativo – Già dalle prossime settimane • Verifica della struttura di bilancio attualmente in uso presso l’ente • Analisi da parte nostra e proposta di riclassificazione • Installazione della nuova procedura • Entro Settembre: riclassificazione del bilancio – A partire da Settembre • Corsi formativi collettivi sulle maggiori criticità e per la predisposizione del Bilancio di Previsione 2014
  • 35. Nuovo Ordinamento Contabile (D.Lgs. 118/2011) Il nostro settore commerciale e tecnico è a disposizione per ogni chiarimento al riguardo

×