Your SlideShare is downloading. ×
Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese

296
views

Published on

Il documento, realizzato da H2biz in collaborazione con Italia Mediazione, descrive operatività e vantaggi della nuova mediazione civile e commerciale per imprese e professionisti.

Il documento, realizzato da H2biz in collaborazione con Italia Mediazione, descrive operatività e vantaggi della nuova mediazione civile e commerciale per imprese e professionisti.

Published in: Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
296
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. © Copyright H2biz 2013 Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese L’analisi di H2biz in collaborazione con:
  • 2. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 2 La Mediazione Civile e Commerciale La mediazione civile e commerciale si propone di ricercare un accordo amichevole tra due o più soggetti per la risoluzione di una controversia legale tramite l'intervento di un mediatore professionale, qualificato, terzo e imparziale. Il mediatore assiste le parti nella ricerca di una risoluzione del problema senza ricorrere al tribunale non potendo emettere un giudizio o prendere decisioni vincolanti per i destinatari del servizio. La riforma della mediazione civile ha come scopo principale quello di ridurre il numero di nuove cause giudiziarie, offrendo al cittadino uno strumento più semplice e veloce con tempi e costi certi e costituisce uno dei pilastri fondamentali della riforma del processo civile. Nasce nel 2008 come direttiva europea obbligando gli stati membri ad adeguarsi alle sue disposizioni entro il 21 maggio 2011. In Italia è stato introdotto con il decreto legislativo numero 28 del 4 marzo 2010. La mediazione obbligatoria, dopo essere stata dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale alla fine del 2012, è stata reintrodotta con decreto legge (“Decreto del fare”) il 15 giugno 2013. Chi è il Mediatore Il mediatore è la persona fisica che, individualmente o collegialmente, svolge la mediazione, rimanendo priva, in ogni caso, del potere di rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del procedimento di mediazione. Quest’ultimo potrà svolgersi, su istanza dell’interessato, presso appositi organismi, iscritti in un registro istituito con decreto del Ministro della giustizia. Gli avvocati iscritti all’albo sono di diritto mediatori. Gli avvocati iscritti ad organismi di mediazione devono essere formati in materia di mediazione e frequentare corsi di aggiornamento teorico-pratici Dove avviene la mediazione La mediazione può svolgersi presso enti pubblici o privati, che sono iscritti nel registro tenuto presso il Ministero della giustizia e che erogano il servizio di mediazione nel rispetto della legge, del regolamento ministeriale e del regolamento interno di cui sono dotati, approvato dal Ministero della giustizia.
  • 3. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 3 Iter Mediazione L’iter della Mediazione si articola nelle seguenti fasi: • introduzione con una semplice domanda all’organismo nel luogo del giudice territorialmente competente per la controversia, contenente l’indicazione dell’organismo investito, delle parti, dell’oggetto della pretesa e delle relative ragioni. • Libera scelta dell’Organismo presso il quale presentare la domanda. • Designazione mediatore e individuazione primo incontro di programmazione, in cui il verificatore verifica con le parti la possibilità di proseguire il tentativo di mediazione (non oltre 30 giorni dal deposito della domanda). • Domanda e la data dell’incontro sono comunicate all’altra parte, anche a cura dell’istante. • Per la mediazione obbligatoria, il mancato accordo in sede di primo incontro di programmazione vale come tentativo di mediazione esperito ai fini della procedibilità dell’azione giudiziale. In caso di mancato accordo, i costi della mediazione sono gratuiti. • Dalla mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione, il giudice può desumere argomenti di prova nel successivo giudizio ai sensi dell’articolo 116, secondo comma, del codice di procedura civile. • Quando la mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale, il giudice condanna la parte costituita, che non partecipa al procedimento senza giustificato motivo, al pagamento di una somma pari al contributo unificato. Tipologie di Mediazione Esistono due possibili tipologie di mediazione: • facoltativa, cioè scelta dalle parti • obbligatoria (ex lege o per ordine del giudice), quando per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione Ad oggi la mediazione è obbligatoria sino al 2017 nelle seguenti materie: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e sanitaria e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. Durata della mediazione Il procedimento di mediazione ha una durata massima stabilita dalla legge di tre mesi, trascorsi i quali il processo può iniziare o proseguire. Agevolazioni fiscali Tutti gli atti relativi al procedimento di mediazione sono esenti dall’imposta di bollo e da ogni altra spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura. Il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro sino alla concorrenza del valore di 50.000 euro.
  • 4. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 4 Gratuità della mediazione La mediazione è gratuita per • i soggetti che avrebbero beneficiato del gratuito patrocinio nel giudizio in tribunale (soggetti meno abbienti): • quando la mediazione è condizione di procedibilità ex lege della domanda giudiziale (nei casi previsti dall’articolo 5, comma 1 del d.lgs. 28/2010) • quando disposta dal giudice. Nessuna spesa in caso di mancato accordo Quando il primo incontro di programmazione tra le parti e il mediatore si conclude con un mancato accordo, non è dovuto alcun compenso per l’organismo di mediazione. Mediazione meno onerosa rispetto alla Giustizia ordinaria Secondo uno studio della Banca Mondiale in Italia,attualmente, per una parte il costo tributario di una causa ammonta, in media, al 2,9% del valore del bene richiesto, e quello per l'esecuzione forzata il 5,2%, tuttavia i costi complessivi della stessa causa arrivano al 29,9% del valore della controversia. Appare evidente la convenienza del procedimento di Mediazione. Durata media contenziosi: confronto tra Mediazione e Giustizia Civile La durata media della mediazione con aderente comparso e accordo raggiunto nel periodo marzo 2011 – marzo 2012 è stata di 61 giorni contro i 1.066 della giustizia ordinaria (dato 2010). Il valore medio delle liti portate in mediazione a marzo 2012 ha raggiunto i 118.299 euro. Il trend di comparizione dell’aderente è stato del 25% nel secondo trimestre 2011, del 31% nel terzo trimestre 2011, del 37% nell’ultimo trimestre 2011 e del 37,2% nel primo trimestre 2012.
  • 5. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 5 I vantaggi della Mediazione Di seguito tutti i vantaggi della nuova mediazione civile e commerciale: Economicità I costi della conciliazione sono contenuti e predeterminati e si può beneficiare di importanti agevolazioni fiscali Velocità Sono necessari mediamente dai trenta ai quaranta giorni dalla presentazione della domanda all'accordo finale. Nella maggior parte dei casi è sufficiente un solo incontro per raggiungere l'accordo. Nelle materie obbligatorie la procedura di mediazione deve durare non più di quattro mesi Assenza di rischio Le parti in qualsiasi momento possono porre termine alla Mediazione, ricorrere alle forme tradizionali di risoluzione delle controversie, o richiedere congiuntamente al Mediatore di formulare una proposta di conciliazione Efficacia In oltre l'80% dei casi il tentativo di conciliazione si conclude con un accordo che ha valore di contratto tra le parti e che è rispettato quasi sempre in quanto frutto di un'intesa voluta e giudicata soddisfacente da tutte le parti Semplicità Per avviare la procedura è sufficiente compilare un modulo e trasmetterlo all’Organo di Mediazione. Nel caso in cui l'altra parte accetti l' invito a presentarsi, si terrà un tentativo di conciliazione al quale è possibile partecipare accompagnati dal proprio avvocato, commercialista o da altra persona di fiducia Controllo sul risultato Le Parti, non il Mediatore, stabiliscono i contenuti dell’accordo. Contrariamente al processo e all’arbitrato, la conciliazione avviene solo quando è stabilita e concordata da entrambe le Parti Attenzione agli interessi reali Ogni accordo è modellato per definire i reali obiettivi della questione e soddisfare i bisogni di ciascuna delle parti coinvolte con soluzioni anche creative Autonomia Le parti quando non arrivano ad un accordo non perdono alcun diritto e possono, per tutelare le loro ragioni, avviare una causa giudiziaria Tranquillità Ogni controversia causa tensione, imbarazzo, difficoltà di comunicazione. Il Mediatore aiuta a discutere nel modo più sereno possibile al fine di creare un clima favorevole alla proposizione di idee e soluzioni Riservatezza La Mediazione si distingue per il carattere riservato e confidenziale dell’intera procedura. Sia le parti, sia il Mediatore sono tenuti a non rivelare alcuna informazione ottenuta nel corso della procedura
  • 6. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 6 I numeri della mediazione in Italia Secondo le stime del Ministero della Giustizia, la Mediazione Civile, nonostante il lungo stop normativo nel nostro Paese ha impattato positivamente sulla riduzione dei tempi e dei costi della giustizia civile. Ecco il trend mensile delle iscrizioni dall'entrata in vigore del nuovo istituto: Anno 2011 • marzo - aprile: 5.070 • maggio: 5.735 • giugno: 7.333 • luglio : 6.317 • agosto: 2.534 • settembre: 6.819 • ottobre: 8956 • novembre: 9.157 • dicembre: 8.889 Anno 2012 • gennaio: 8.948 • febbraio: 9.757 • marzo: 12.175 • aprile: 13.402 • maggio: 19.181 • giugno: 19.051 Totale 143.324
  • 7. H2biz | Mediazione Civile: i vantaggi per le imprese 7 Documento realizzato da: H2biz | Headquarter Via Kerbaker, 91 - 80129 Naples (Italy) H2biz Europe | Centrale Ovest 42, Avenue de la Grande Armée - 75217 Paris (France) H2biz America | Centrale Nord 872, Madison Avenue - New York (USA) H2biz Montenegro | Centrale Est Njegoseva 5, Old town - 85310 Budva (Montenegro) H2biz Africa | Centrale Sud Harbor Station Tanger Med - Tangier (Morocco) Email info@h2biz.eu Web http://www.h2biz.eu H2biz Group