Your SlideShare is downloading. ×
0
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
I Persiani
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I Persiani

13,395

Published on

1 Comment
3 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
13,395
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
139
Comments
1
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1.  
  • 2. Linea del tempo VII sec. I persiani e i Medi si stanziano stabilmente nell’est della mesopotamia. Il re Medio Ciassare conquista l’Impero Assiro. 612 Il principe persiano Ciro sconfigge Astiage, figlio di Ciassare, diventando re dei Medi e dei Persiani (fonda così l’Impero Persiano). 550 Ciro conquista la capitale Babilonia. 539 In questo periodo di tempo, Ciro conquista la Lidia (546) e altre regioni dell’Asia Centrale. Morte del re Ciro in Asia Centrale. 529 525 Cambise, figlio di Ciro, conquista l’Egitto. Salita al trono di Dario I (549 – 485). 522 490 Dario I viene sconfitto nella battaglia di Maratona, in Grecia, cercando di conquistare quest’ultima. Morte di Dario I; prese così il trono suo figlio Serse I. 485 Decaduta dell’impero Persiano per mano di Filippo il Macedone e suo figlio Alessandro Magno. 334 a.C.
  • 3. Origini del nome Il nome Persia , che deriva dalla parola “ Persis ”, che, a sua volta, discende dalla parola “ Pars ” , la quale era il nome del clan principale di Ciro il grande . E’ stato a lungo utilizzato per riferirsi alla nazione dell'Iran, al suo popolo e ai suoi antichi imperi.
  • 4. Dalle origini del popolo … <ul><li>I Persiani , inizialmente, era una popolazione nomade risalenti al secondo millennio a.C. </li></ul><ul><li>Essi avevano origine indoeuropea e derivavano dalla parte occidentale dell’Asia. </li></ul>
  • 5. <ul><li>Essi continuarono a essere una popolazione nomade fino al VII sec. a.C. , quando finalmente si stanziarono in una terra desertica a nord del Golfo Persico , la quale oggi coincide con gli attuali altipiani dell’ Iran . </li></ul>Territorio in cui si stanziarono definitivamente i persiani.
  • 6. … all’Impero Persiano. In questi territori vi si stanziarono anche i Medi , popolazione affine a quella dei Persiani, che presero subito il controllo su quest’ultimi. Dopo pochi anni, precisamente nell’anno 612 a.C., i Medi, guidati dal re Ciassare , conquistarono gli Assiri . Nel 550 a.C., il successore di Ciassare, Astiage , subì la rivolta del principe Ciro , il quale era suo vassallo. Astiage fu così sconfitto e Ciro divenne “Re dei Medi e dei Persiani”, dando inizio all’Impero Persiano .
  • 7. Preso il potere, il re Ciro, soprannominato anche “ Ciro il Grande ”, guidò l’Impero Persiano alla conquista di territori presenti sia a oriente che a occidente rispetto il luogo d’origine dei Persiani. A est conquistò tutte le regioni comprese tra il Mar Caspio e il fiume Indo. A ovest invece conquistò tutta la Mesopotamia , compresa Babilonia (essa venne conquistata nel 539 a.C.), a cui promise che non ci sarebbero state rappresaglie e che avrebbe rispettato la loro cultura. Egli arrivò a sottomettere nel 546 a.C. la Lidia , territorio coincidente con l’attuale Turchia. Ciro il grande fu poi ucciso nel 529 a.C. , in Asia Minore. Così salì al trono suo figlio Cambise che nel 525 a.C. conquisto l’ Egitto . Le conquiste
  • 8. Le conquiste <ul><li>Il periodo di massima estensione per l’Impero Persiano vi fu durante il regno di Dario I , che salì al trono nel 522 a.C., il quale conquistò la Tracia e le terre bagnate dal fiume Indo. Egli cercò di conquistare tutte le terre appartenenti alla Grecia , ma venne sconfitto nella “ Battaglia di Maratona ”, nel 490 a.C. </li></ul><ul><li>Dario I morì nel 485 a.C. e così divenne re suo figlio Serse I , il quale cercò nuovamente di conquistare la Grecia, ma fu sconfitto nella “ Battaglia di Platea ” nel 479 a.C. </li></ul><ul><li>Da quel momento in poi l’Impero Persiano non fece più nuove conquiste ed esso cominciò a decadere fino a quando Filippo il Macedone e suo figlio Alessandro Magno non vi posero fine nel 334 a.C. </li></ul>
  • 9. Ecco una carta che rappresenta le conquiste compiute dall’Impero Persiano:
  • 10. Forma di governo <ul><li>L’Impero Persiano aveva una forma di governo che si rifaceva alla tradizione orientale. </li></ul><ul><li>Seguendo tale tradizione, l’Impero Persiano era comandato da un sovrano assoluto , che era al di sopra di tutti. Dopo di lui venivano sacerdoti , nobili e aristocratici ,che costituivano quindi la seconda classe sociale più importante. Da quest’ultima provenivano generali e governatori. Vi erano poi i soldati e, successivamente, mercanti, artigiani, contadini e infine schiavi. </li></ul>Sovrano assoluto Sacerdoti - Aristocratici -Nobili Soldati Mercanti - Artigiani - Contadini Schiavi
  • 11. Divisione del territorio persiano <ul><li>Il territorio conquistato dall’Impero Persiano era suddiviso in diverse province, denominate “ satrapie ”. Ognuna di esse era comandata da un “ satrapo ” (nobili) , scelto direttamente dall’Imperatore. </li></ul><ul><li>Nel periodo di massima estensione le satrapie erano circa venti. Esse assicuravano all’Imperatore il controllo su tutto il territorio, ma, tuttavia, a causa delle difficoltà di comunicazione, dovute all’immensa vastità dell’Impero Persiano, accadde che i satrapi acquistarono sempre più potere. </li></ul><ul><li>I sovrani, tuttavia, nel corso degli anni, tentarono, con enormi sforzi, di centralizzare il governo , per conservare l’unità dell’Impero. </li></ul>
  • 12. Religione <ul><li>All’inizio la religione persiana si basava sul culto delle forze naturali, del cielo e del Sole (perciò erano politeisti). </li></ul><ul><li>Poi, molto probabilmente, dal VI secolo a.C., si affermò lo zoroastrismo , il credo di Zarathustra , un leggendario profeta, che affermò l’esistenza di un unico Dio, Ahura-Mazda (così i Persiani divennero monoteisti). </li></ul><ul><li>Questo leggendario profeta raccomandò, ai fedeli persiani, di vivere in base a criteri di giustizia , verità , aiuto reciproco. </li></ul><ul><li>Questa dottrina (che aveva come libro sacro l’ Avesta) era fondata sul dualismo, ovvero l’opposizione tra il bene e il male. Essa aveva punti in comune con l’Ebraismo e influì anche sul Cristianesimo. </li></ul><ul><li>Inoltre, a differenza di altre culture, i templi persiani non erano il cardine del potere. Inoltre anche il sovrano assoluto non veniva presentato come un Dio. </li></ul>Uno dei simboli principali dello zoroastrismo.
  • 13. Persepoli <ul><li>Persepoli fu costruita nel 520 a.C. per volontà di Dario I . Il complesso non fu tuttavia mai terminato a causa dell'invasione dell'impero da parte di Alessandro Magno . </li></ul><ul><li>Essa fu una delle 5 capitali dell’Impero Persiano e oggi è uno dei siti più importanti rispetto all’arte persiana . Al suo interno vi possiamo trovare: </li></ul>L 'Apadana f u costruita da Dario I e completata da Serse. Essa era un edificio in cui si svolgevano riunioni e grandi celebrazioni; vi si accede da nord e da est attraverso due scalinate monumentali. Sull’Apadana vi sono rilievi finemente eseguiti che dovevano mostrare agli ospiti la potenza del re . Nel fregio, due leoni alati con la testa umana, detti “androcefali”, presenti anche nella cultura assira. Gruppo di Guardie con la lancia; esse costituiscono la scorta armata del re. Il Palazzo di Dario I ; in questa immagine viene rappresentata una delle scalinate del palazzo. Un secondo gruppo di guardie; queste sono dotate anche di scudo. Il disco alato, simbolo del Dio Ahura-Madza
  • 14. La lingua <ul><li>Il persiano appartiene alle lingue iraniche. Esso è una lingua indoeuropea e la sua evoluzione può essere suddivisa in tre fasi: </li></ul><ul><li>fase antica : questo persiano si può ritrovare nelle iscrizioni dell'Avesta (libro sacro del zoroastrismo ). </li></ul><ul><li>fase media : persiano utilizzato tra il 300 a.C. e il 900 d.C. (chiamato anche persiano medio). </li></ul><ul><li>fase recente : persiano utilizzato dal IX sec. ad oggi (esso è detto anche neopersiano). </li></ul>
  • 15. Letteratura persiana <ul><li>La letteratura persiana è assai sviluppata . </li></ul><ul><li>I generi più utilizzati dai poeti persiani sono: </li></ul><ul><li>- la quartina : di carattere filosofico, </li></ul><ul><li>- la qasida : una sorte di ode, </li></ul><ul><li>- il ghazal : un componimento lirico equivalente al nostro sonetto. </li></ul><ul><li>- il masnavì : un poema costituito da distici e rime baciate; esso può avere diversi argomenti (epico, romanzesco, …). </li></ul>
  • 16. Economia <ul><li>Agricoltura : essa, inizialmente, a causa del territorio arido in cui si stabilirono i persiani (ovvero nell’attuale Iran), non fu molto importante. </li></ul><ul><li>Prese, dopo le varie conquiste, maggiore importanza visto che i territori della Mesopotamia era assai fertili. </li></ul><ul><li>Allevamento : i principali animali allevati dai Persiani furono i buoi , adatti agli altipiani iranici. </li></ul><ul><li>Commercio : il commercio era l’attività più sviluppata nell’Impero Persiano . Esso era così sviluppato grazie allo sviluppo della rete di comunicazione, che era costituita da strade e canali. </li></ul>
  • 17. <ul><li>La strada principale era la “ Strada Reale ”(lunga 2500 Km.), che andava dalla città di Sardi, situata sulla costa meridionale, alla città di Susa. Le carovane, per percorrerla, impiegavano 3 mesi, mentre i messaggeri del re impiegavano una sola settimana, potendo cambiare i propri cavalli presso le 111 stazioni di rifornimento situate lungo la Strada Reale . Un’altra realizzazione che permise lo sviluppo di commercio fu il canale tra il Nilo e il mar Rosso costruito da Dario I . </li></ul><ul><li>Inoltre il commercio era assai sviluppato anche grazie a un unico sistema monetario . Le monete erano simili a quelle greche. Infatti esse erano un piccolo gettone rotondo e marchiato di metallo prezioso. </li></ul><ul><li>Dario I tentò anche d’imporre un unico sistema di misure e pesi per sviluppare ulteriormente il commercio. </li></ul>
  • 18. <ul><li>Ecco alcuni esempi di monete persiane: </li></ul>
  • 19. Curiosità <ul><li>Il Cilindro di Ciro </li></ul>L’Impero Persiano elaborò il primo documento sui diritti umani , ovvero il Cilindro di Ciro , costruito nel V secolo a.C. Il cilindro fu scoperto nel 1878 dall'archeologo assiro-britannico Hormuz Rassam , durante gli scavi del tempio di Marduk a Babilonia, ed è composto da due frammenti, detti 'A' e 'B', che oggi si trovano al Britis Museum di Londra. Il cilindro è un blocco cilindrico di argilla che contiene un'iscrizione in persiano antico. Con questa iscrizione si voleva legittimare la conquista di Babilonia e si voleva guadagnare il favore dei babilonesi. Inoltre esso è molto importante poiché abolì la schiavitù all’interno dell’Impero Persiano. Il cilindro di Ciro
  • 20. Bibliografia <ul><li>Le Informazioni contenute in questa presentazione di Power Point sono tratte da: </li></ul><ul><li>www.Wikipedia.it.-“Persia”, </li></ul><ul><li>“ Corso di Storia-Storia antica” (volume 1), di Paolo Di Sacco, </li></ul><ul><li>www.Gogle.it.-“Persiani” (da cui sono state tratte anche diverse immagini). </li></ul><ul><li>enciclopedia “Universale” (corriere della sera). </li></ul>
  • 21. Foto del gruppo Francesco - Lorenzo - Alberto

×