Gli ebrei
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Gli ebrei

on

  • 6,937 views

 

Statistics

Views

Total Views
6,937
Views on SlideShare
6,928
Embed Views
9

Actions

Likes
1
Downloads
138
Comments
0

1 Embed 9

http://www.slideshare.net 9

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Gli ebrei Gli ebrei Presentation Transcript

  • Ad opera di : Neri Davide Carnevali Riccardo Vallucci Federico Il popolo ebraico e la terra di Cannan
    • In origine gli ebrei erano divisi in clan uniti da legami di parentela.
    • La Bibbia narra di una migrazione del popolo ebreo guidata da Abramo che portò gli Ebrei ad insediarsi nella Terra di Canaan (attuale Palestina)
    • Dopo l’invasione della loro terra la maggior parte delle tribù ebree emigrò in Egitto dove furono imprigionate .
    • P iù tardi il regni di Giuda fu occupato dai babilonesi e, dopo un lungo assedio, le truppe entrarono a Gerusalemme e la coltura e la politica ebraica venne deportata a Babilonia. Qui la comunità ebraica riuscì comunque a conservare la propria identità religiosa e spirituale. Tutto questo durò fino all’imperatore persiano Ciro il Grande che restituì agli ebrei la libertà e concedendogli di tornare in Palestina ed essi tornarono sotto il comando di Zaccaria ed Aggeo che ricostruirono il Tempio distrutto dai Babilonesi
    • La loro liberazione avvenne per opera di Mosè che li ricondusse a ritroso fino alla terra promessa.
    • Secondo la Bibbia poi Mosè ricevette da Dio le tavole dei 10 comandamenti.
    • (1030 a.C.) Saul unifica tutto il territorio della Palestina
    • (1010-970 a.C.) David ingrandì il regno e inglobò Gerusalemme
    • (970-931 a.C.) Salomone , famoso per la sua saggezza e la sua giustizia, rappresenta per Israele il momento di massimo splendore
    • Roboamo , con questo re si ha una rivolta civile che porta alla nascita di 2 regni: quello di Israele e quello di Giuda.
    • Questa divisione segnò un lungo
    • periodo di decadenza
    • che portò alla sua caduta nel 722 a.C.
    • La religione ebraica fu la prima ed essere monoteista (dal greco-> solo dio): cioè che venerava un unico Dio (JWHW).
    • Questa religione è basata sul sacro libro “Torah”, il quale comprende unicamente il Vecchio Testamento.
    • Tutto nacque da Abramo che si stabilì per primo nella terra promessa e da lì la stirpe che diede inizio al popolo di Israele.
  • Migrazione del popolo ebraico nella terra di Cannan Schiavitù in Egitto Liberazione del popolo ebraico dall’Egitto 1030 a.C. regno di Saul 1010-970 regno di David 970-931 a.C. regno di Salomone Roboamo Regno di Giuda e Israele Caduta regno di Israele nel 722 a.C. diaspora Persecuzioni naziste dal 1942 al 1945 Sionismo: ritorno alla terra promessa
    • La bibbia è l’opera di scrittori e letterati di epoche diverse . Dall’inizio alla fine della stesura passarono più di mille anni : dal 1300 - 1200 circa al trecentocinquanta a.C. . Ancor prima si era avuta una lunga fase di trasmissione orale .
    • Fu qualcuno di cui non conosciamo il nome, vissuto all’epoca di Mosè , a riunire le opere di molti scrittori e redattori in un unico volume , questo avvenne circa XIII sec. a.C.
    • I primi cinque libri della Bibbia , scritti in epoche diverse , furono raccolti nel Pentateuco verso il 400 a.C.
    • L’antico testamento è come una biblioteca che contiene i vari tipi di testi con vari contenuti e varie ispirazioni. Al suo interno vi sono anche i libri profetici , scritti dai profeti, uomini ispirati da Dio che spiegavano al popolo come comportarsi .
    • Vi sono inoltre molte preghiere e molti insegnamenti .
    • Anche oggi ci sono Bibbie tradotte in tutte le lingue del mondo e tutt’ora si seguono i suoi insegnamenti
    • Farisei, un gruppo conservatore delle antiche tradizioni religiose
    • Sadducei, setta che riteneva vincolante solo la legge scritta e che era molto prudente sotto le dominazioni seleucide e romane
    • Zeloti, componente completamente ribelle alla dominazione
    • Esseni, una sorta di monachesimo la cui legge prevedeva la povertà, la preghiera e l’umiltà dell’anima
    • Nell’antichità ebraica si sono sempre succeduti vari re che hanno tenuto salda la monarchia. Quindi come in tutte la monarchie di quel tempo è presente una piramide sociale.
    re sacerdoti Proprietari terrieri Artigiani e mercanti Contadini e pastori
    • Il popolo ebreo era diviso in caste sociali ma la ricchezza era ben distribuita su tutto il popolo. Questo grazie all’ambiente che favoriva l’agricoltura e l’allevamento.
    • La produzione agricola era costituita in prevalenza da cereali (frumento e miglio soprattutto), vite, olivo, lino, qualche ortaggio e qualche albero da frutto.
    • Anche l’artigianato era diffuso con produzione di tessuti, ceramiche, armi e oggetti di rame, bronzo e ferro.
    • Benché una parte del loro territorio fosse affacciata sul Mar Mediterraneo, gli Ebrei non divennero mai un popolo di navigatori.
    • I re data la loro ricchezza costruirono molti monumenti e palazzi, rendendo ricche le città. Per questo non si crearono grosse divergenze economiche tra il popolo e i sovrani ebrei.
    • All’interno del regno di Salomone si scatenarono delle guerre che divisero il territorio in due parti: il regno di Israele (a nord) e quello di Giuda (a sud). La divisione politica segnò un lungo periodo di decadenza. I due piccoli regni non resistettero all’espansione delle grandi potenze che si contendevano il predominio nella regione. Dal Nord intanto la minaccia degli Assiri. Respinto una prima invasione nell’853
    • Il regno di Israele cadde nel 722, allorché gli Assiri ne fecero una loro provincia del loro impero.
    • Prese slancio la restaurazione della religione guidata da una forte casta sacerdotale, e i comandamenti di Mosè divennero i principi fondamentali di tutti i popoli. Questo accadde perché questo popolo poteva credere e costruire qualcosa solo nella fede poiché non avevano autonomia politica. In seguito nacque un incontro con la cultura greca – ellenistica grazie al crollo dell’impero persiano e la Palestina passo al dominio macedone. In quel periodo iniziò un fenomeno già presente da qualche secolo, la Diaspora
    • A seguito della loro espulsione dalla Terra di Israele circa 2.000 anni fa, gli Ebrei furono dispersi in altri paesi, principalmente in Europa, nel Nord Africa e nel Medio Oriente. Nel corso dei secoli, essi fondarono diverse grandi comunità ebraiche in terre vicine e lontane e là sperimentarono lunghi periodi di crescita e prosperità, ma furono anche soggetti a periodi di dura discriminazione, pogrom brutali e totali o parziali espulsioni. Ogni ondata di persecuzioni e violenze rinforzò il loro credo nel concetto di "riunione degli esiliati" e ispirò individui e gruppi a fare ritorno alla loro patria ancestrale. Il movimento Sionista, fondato alla fine del diciannovesimo secolo, trasformò il concetto in un modo di vita, e lo Stato di Israele lo tradusse in legge, assicurando la cittadinanza ad ogni Ebreo che desiderasse stabilirsi nel paese.
    • La prima diaspora si verificò tra il 400 e il 300 a.C. durante la quale gli ebrei iniziarono a popolare territori diversi dalla “terra promessa”.
    • La parola diaspora significa infatti “dispersione”.
    • Molte comunità avevano contatti con società e
    • culture diverse in modo
    • da trasmettere le loro
    • tradizioni ad altre popolazioni.
    • Nell’ultimo secolo (guerre mondiali) questo popolo venne perseguitato notevolmente in modo particolare da Hitler e dal nazismo che provocò la morte di 6 milioni di persone.
    • Durante questo periodo gli ebrei furono internati nei campi di concentramento, come quello di Auschwitz, dove gli adulti erano costretti a compiere lavori pesanti, mentre i bambini e i vecchi venivano sterminati.
    • Solo la sconfitta nazista pose fine all’incubo, ad un genocidio, organizzato, freddamente a tavolino, da un’oscura ideologia simbolo di morte e distruzione.
    • Fin dall’inizio, gli ebrei sono stati vittima di stereotipi e pregiudizi negativi.
    • Come per esempio portatori di sfortuna o ingannatori per ricavare più profitto (Hitler).
    • Hitler si servì degli stereotipi per creare timore, diffidenza, odio verso gli ebrei (es. l’ebreo con in mano la frusta, dittatura, e il denaro, potere economico)
    • Ma purtroppo ancora oggi si fa uso di questi stereotipi, che di conseguenza si passa al pregiudizio (idea negativa) e quindi si attua la discriminazione (lasciare da parte qualcuno).
    • In passato il nazismo ha usato la discriminazione razziale
    • Come si può vedere dalla prima immagine in certi periodi della storia l’odio verso gli ebrei era tanto da scrivere frasi inumane e offendere l’onore del paese stesso.
    • Questo situazione è presente in Palestina, dove da anni e anni si svolge un guerra civile tra musulmani e ebrei. Questo ha causato milioni e milioni di vittime perché nessuna delle due parti vuole scendere a compromessi pacificamente.
    • Wikipedia
    • libro di testo: Storia Antica
  • Riccardo Federico Davide
  •