Educazione transmediale. Significati e trend di ricerca

4,609 views
4,463 views

Published on

a cura di Pier Cesare Rivoltella e Laura Messina
SIREM - Società Italiana di Ricerca sull'Educazione Mediale. Milano, 5 giugno 2012

Published in: Education

Educazione transmediale. Significati e trend di ricerca

  1. 1. Società Italiana di Ricerca sullEducazione Mediale Educazione transmediale. Significati e trend di ricerca P.C. Rivoltella e L. Messina Milano, 5 Giugno 2012martedì 5 giugno 2012
  2. 2. Obiettivi e schema Un framework Con due obiettivi: Favorire la “leggibilità” del Congresso Aprire uno spazio di ricerca Tre step: Il concetto di Transmedia I principali trend di ricerca Analisi degli effetti: contenuti, pedagogia, ricercamartedì 5 giugno 2012
  3. 3. Transmedia Una "galassia semantica" (Scolari, 2009) …keywords: multi-channel storytelling, mixed media, hybrid media, cross-media, multi-platform, hypertext, electronic literature, enhanced storytelling, multi-modal discourse (Dena, 2004)martedì 5 giugno 2012
  4. 4. Ambienti Flickr SlideShareTwitter YouTubeFacebook Social networks Media Sharing HuluLinkedin Podcasts Blogs Media EnvironmentsSecond Life RSS feeds Virtual Worlds Aggregators NetvibesAR Games Diigo Fonte: Pence, 2011-2012, p. 138martedì 5 giugno 2012
  5. 5. Tecnologie http://nbry.wordpress.com/2010/11/12/innovation-for-storytelling-new-patterns-erstwhile-imaginary-creative- business-models/martedì 5 giugno 2012
  6. 6. Quasisinonimi?- Multimedia (Bush, 1946; Galliani, 1989; Rivoltella, 2000)- Intermedia (Higgins, 1966)- Intermedialità (Ferri, 2004; Rajewsky, 2005)- Crossmedia (Bechmann Petersen, 2006; Pasquali, Scifo,Vittadini, 2010)- Transmedial worlds (Klastrup & Tosca, 2004)-Transmedial interactions (Bardzell et al., 2007)-Multimodality (Kress & van Leeuwen, 2001)-Multichannel Communication (Olivi, Somalvico, 1997)-Multiple Platforms (Jeffery-Poulter 2003);-Hybrid media (Boumans 2004).martedì 5 giugno 2012
  7. 7. Transmedia: una definizione generale ”… un cambiamento nel modo in cui la cultura viene prodotta e consumata (…) la disseminazione di contenuto su più piattaforme mediatiche" (Jenkins, 2010, p. 1)martedì 5 giugno 2012
  8. 8. Transmedia storytellingmartedì 5 giugno 2012
  9. 9. Transmedia Education 7 principi (Jenkins, 2010): • Spreadability vs. Drillability • Continuity vs. Multiplicity • Immersion vs. Extraction • World Building • Seriality • Subjectivity • Performancemartedì 5 giugno 2012
  10. 10. Orientamenti di ricerca 1) Education as Design (Laurillard, 2012) 2) Multiliteracy (Kope & Kalantzsis, 2000) 3) Comunicazione generativa (Toschi, 2011) 4) Literacy of Imagination (Sonnenfeld, 2012)martedì 5 giugno 2012
  11. 11. Education as Design Problema: - la crisi del modello trasmissivo nella costruzione/ circolazione della conoscenza - nuovi linguaggi, nuovi media, complessità come sfide che gli insegnanti non sono in grado di accogliere facendovi fronte Piste di lavoro: - ripensare allinsegnamento in termini di design - favorire lo sviluppo di questa pratica professionale attraverso la ricerca di soluzioni evidence-based condivise con gli altri insegnantimartedì 5 giugno 2012
  12. 12. Multiliteracy Problema: - ridefinire la funzione dellinsegnamento e della didattica insistendo sul suo carattere meta- disciplinare - accogliere la sfida proveniente da nuovi media e nuovi linguaggi così da integrarli nella nuova Literacy Piste di lavoro: - Sviluppo e apprendimento di grammatiche plurime - Learning by Designmartedì 5 giugno 2012
  13. 13. Comunicazione generativa Problema: - la "dittatura" degli script, - lincapacità di pensare forme nuove di testualità, - la concettualizzazione del progetto come momento a priori rispetto allo sviluppo della comunicazione Piste di lavoro: - ridefinizione della cultura di progetto in senso processuale e partecipativo - ridefinzione del rapporto che lega tra loro 1) le grammatiche, 2) i testi, 3) la relazione, 4) lambiente comunicativomartedì 5 giugno 2012
  14. 14. Literacy of Imagination Problema: - la centralità del linguaggio tipica della nostra cultura, sia nella forma alfabetica tradizionale che in quella mediale e neomediale - la necessità di recuperare il valore delle storie, del racconto come dispositivo di (ri)composizione esistenziale e di collocazione nel mondo Piste di lavoro: - sviluppo di una nuova idea di Literacy costruita su identità individuali, significati collettivi, autoespressione, coesistenza - ridefinizione dello story-telling secondo la metafora del "Futuro Ora": non un recupero della memoria o del passato, ma una forma di agire emergente, adattiva, anticipatoriamartedì 5 giugno 2012
  15. 15. Nuovi contenuti "Prima la storia, poi le piattaforme" "Prima la trama, poi liPhone, mio figlio” "Prima un buon intreccio e buoni personaggi, poi la pagina Facebook dei personaggi" (Mota, 2012)martedì 5 giugno 2012
  16. 16. Una nuova pedagogia: scenari Experience (or closed) transmedia (uso di più piattaforme per creare un’esperienza unificata) Framework (or open) transmedia (mondo virtuale progettato per essere incompleto, implicando il coinvolgimento degli utenti)martedì 5 giugno 2012
  17. 17. Una nuova pedagogia: progettazione • considerare quali piattaforme sono più adeguate per bisogni educativi/stili di apprendimento degli studenti • estendere l’apprendimento oltre l’istituzione formale e dentro la comunità • impegnare gli studenti – più essi sono investiti nella narrative, più sentiranno vicino il contenuto • favorire l’apprendimento in setting real-lifemartedì 5 giugno 2012
  18. 18. Una nuova pedagogia: Literacy abilità di ricercare, remixare e diffondere informazioni su varie piattaforme abilità di gestire, analizzare, sintetizzare molteplici e simultanei flussi di informazione abilità di creare indipendentemente, all’interno di una visione integrata abilità di rappresentare idee usando una combinazione di linguaggi abilità di confrontarsi con una conoscenza «fluida» e «frammentata», dove i significati si modificano esplorando, approfondendo …martedì 5 giugno 2012
  19. 19. Nuove pratiche di scrittura scientifica Oggi l’articolo digitale (on line): • è ancora basato sui parametri a stampa • richiede ancora una lettura lineare • è ancora a formato unico, a prescindere dalla destinazione duso del lettore Larticolo del futuro sarà: destinato a un target in continuo cambiamento in continua evoluzione per soddisfare le esigenze della comunità degli utenti dotato di tavole che permettano al lettore di entrare dentro larticolo in linea con il compito di cui si sta occupando dotato di un abstract grafico per avere una panoramica degli elementi essenziali; i dati supplementari appaiono solo quando il lettore sceglie di vederli … link con altre informazioni …martedì 5 giugno 2012
  20. 20. Le sessioni parallele: framework • Cittadinanza digitale (Sessione 1) • Educazione formale - Competenze e pratiche degli insegnanti (Sessione 2) • Metodi e strumenti (Sessione 3) • Artefatti, ambienti, applicazioni (Sessione 4)martedì 5 giugno 2012
  21. 21. Grazie!martedì 5 giugno 2012

×