• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this document? Why not share!

Basicoart relazione

on

  • 594 views

 

Statistics

Views

Total Views
594
Views on SlideShare
589
Embed Views
5

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

2 Embeds 5

https://www.linkedin.com 3
http://www.linkedin.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft Word

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Basicoart relazione Basicoart relazione Document Transcript

    • Il progetto si divide in tre fasi: 1. Allestimento Palazzo Baronale: BasiCOArt. Luoghi 2. Messa in atto del Piano di comunicazione: BasiCOArt. Itinerari 3. Organizzazione di eventi-incontro legati al tema dell’arte e dell’architettura contemporanea: BasiCOArt. Incontri Nel corso della prima fase, l’ATS beneficiaria del progetto si impegnerà ad allestire un’ala del Palazzo Baronale de Maria, oggetto dell’intervento, struttura architettonica di interesse storico, risalente al XVI secolo e recentemente ristrutturata in tutta la sua
    • estensione grazie al contributo dei Fondi Strutturali, ad opera dell'architetto Vittorio Maimone. Il palazzo è un complesso edilizio con “baglio” siciliano a cui si accede da due monumentali portali in pietra, esso fu residenza ufficiale di famiglie feudali nella quale si intende ospitare un’esposizione permanente di opere scultoree di arte contemporanea. Tale allestimento, supportato da materiali altamente tecnologici, funzionanti mediante l’ausilio di generatori eolici di energia alternativa, tenderà a valorizzare ed a mettere in risalto la sicilianità e gli itinerari artistico -culturali ad essa connessi. L’ala del Palazzo interessata dall’intervento in questione, è composta da 5 sale individuate planimetricamente con i numeri 3/4/5/6/7che riceveranno le forniture necessarie a rendere queste cinque sale- già destinate ad area museo – luogo di destinazione turistica, fruibile e sostenibile nel tempo.
    • Il Palazzo verrà arricchito di 7 opere dell’artista di fama internazionale Mariano Pietrini, autore e scultore di uno dei luoghi di arte contemporanea più innovativi e più sostenibili insistenti nel territorio siciliano: il Parco Museo “Jalari” www.parcojalari.com, la cui associazione Etnografica Culturale Ambientale omonima è membro attivo dell’ATS di progetto. Le opere prodotte e selezionate saranno 7, appositamente disegnate per essere destinate allo spazio in questione e verranno scolpite su pietra di diverso colore e natura, provenienti dall’area geologica del messinese, ad indicare la varietà e la morfologia del nostro territorio siciliano. Il tema filo conduttore delle opere sarà la “sicilianità”, quale caratterizzazione morale e spirituale, generatrice di creatività e positività, fiducia ed autostima.
    • Ad ogni scultura corrisponderà una fornitura di pannelli esplicativi, di design, volti a valorizzare l’opera, dotati di piedistallo e di illuminazione a led. Ciascun materiale fornito verrà selezionato per le sue qualità ecologiche ed ecosostenibili. Gli spazi del palazzo baronale verranno dotati di 2 supporti touch screen interni contenenti informazioni e contenuti turistico - culturali che faciliteranno la fruizione dei luoghi di interesse artistico della Provincia di Messina e Palermo. Tali touch screen, dunque, fungeranno da HUB, punti di informazione turistica in grado di agevolare gli itinerari dell’arte regionale e la rispettiva fruizione (ad Es. Parco Museo Jalari (Barcellona Pozzo di Gotto), Fiumara d’arte (Castel di Tusa), Tindari, Montalbano Elicona, Isole Eolie Unesco Heritage, etc) del territorio regionale. Ulteriore funzione dei touch screen sarà la dotazione di un supporto tecnico in grado di effettuare una raccolta di dati sensibili a fini statistici, ma anche aventi lo scopo di garantire nel tempo una sostenibilità
    • promozionale e gestionale dei siti di interesse progettuale. Il progetto prevede, altresì, l’installazione di un terzo touch screen da posizionarsi in una delle sale del Parco Museo Jalari, al fine di incrementare la visibilità di BasiCOArt, poiché il Parco Museo ospita più di 20 mila visitatori annui, generalmente predisposti ed interessati all’arte ed all’architettura contemporanea. Nel corso della seconda fase, si prevede la creazione di un sito internet multilingua di generazione web 2.0 in grado di fornire informazioni di interesse turistico e culturali, costantemente aggiornato sui workshop artistici oggetto dell’intervento, sulle residenze di artista previste. Tale sito internet promuoverà, inizialmente, 3 diversi itinerari turistici, ma, attraverso il ricorso del web 2.0 i consumatori diventeranno consumAttori nelle possibilità di inserire i propri itinerari alternativi di fruizione dell’arte e della cultura locale.
    • La terza fase di BasiCOArt sarà incentrata sulla organizzazione di 2 workshop – residenza di artista di arte contemporanea, a spessore internazionale (scultura e fotografia) con seminario-incontro di diffusione dei risultati prodotti. Il Palazzo baronale De Maria, con il contributo dei Fondi Strutturali, è stato oggetto di intervento di restauro con ab- battimento e superamento di ogni forma di barriera architettonica.
    • Fornitura pannelli e supporti
    • Opere Darte Di Mariano Pietrini Il volo € ٨.500,00 vortice € ٨.500,00 Una folata di vento di scirocco € ٨.500,00 Uomo.. luce inventa la libertà € ٨.500,00 L’uomo sognò liberta ali per volare € ٨.500,00 Dolce musa € ٨.500,00 Il sogno € ٨.500,00
    • Prospetto economico
    • PIANO DI GESTIONE L’infrastruttura parte della quale sarà oggetto di allestimento, possiede già un attivo piano di gestione, giacchè risulta funzionante da alcuni anni. In tal senso, per ciò che concerne l’allestimento di una parte del palazzo baronale, non si prevedono significativi costi di gestione, la cui manutenzione sarà svolta da personale dell’Amministrazione, già addetto alla manutenzione dello spazio funzionante del Palazzo. Elettrici: al margine dell’area verrà istallata una pala eolica, di dimensioni contenute ma adeguata a fornire l’energia elettrica necessaria alla illuminazione ed ai consumi elettrici dell’area. Si tratterà di una micro-turbina particolarmente efficiente, adatta ad essere installata anche in area urbana in quanto, a differenza delle turbine tradizionali – ad asse
    • orizzontale – è indipendente dalla direzione del vento ed in grado di sfruttare anche i fenomeni di turbolenza, inoltre risulta estremamente silenziosa. Pulizia: La pulizia sarà assicurata dal personale di questa Amministrazione che già vi provvede con i mezzi e le attrezzature in dotazione. Irrigazione: l’irrigazione sarà svolta con un sistema automatico temporizzato. -Sorveglianza: lo spazio non necessita di personale di sorveglianza, fatta salva la ordinaria perlustrazione delle forze dell’ordine. La gestione dell’attività dell’area su cui insiste il progetto sarà svolta dalla Amministrazione Comunale, che provvederà a riversarvi, in primo luogo, parte del calendario di quelle manifestazioni culturali che abitualmente sono organizzate durante l’anno; a tale scopo saranno utilizzati gli stanziamenti di bilancio previsti per le manifestazioni.
    • Inoltre, l’Amministrazione, provvederà ad attivare collaborazioni con le Associazioni culturali, le Agenzie di spettacoli, i Sindacati Artigiani, ed ulteriori soggetti anche pubblici ( Provincia, Comuni limitrofi) che potranno fare richiesta per utilizzare lo spazio espositivo. A tal fine l’Amministrazione potrà concedere l’utilizzo dell’area e degli impianti di servizio di volta in volta in uso gratuito, oppure a fronte di un rimborso spese in base alla tipologia di evento artistico di volta in volta proposto, tenendone in primaria considerazione il valore sociale e culturale, l’utilità ai fini promozionali per l’immagine del paese ed un valore attrattivo per i turisti. Qualora un privato faccia richiesta dell’utilizzo dello spazio esposizioni ai fini culturali o promozionali, per un periodo di tempo, sarà stabilito un canone di rimborso spese; la eventuale concessione temporanea non dovrà comunque interferire con lo svolgimento previsto nel calendario delle manifestazioni culturali.
    • Per la fornitura dell’opera d’arte, prevista nel progetto l’Amministrazione non dovrà affrontare ulteriori spese, visto che una parte è finanziata dal progetto ed una delle 7 opere verrà concessa in cofinanziamento dall’Associazione Jalari. infatti, in conformità alle normative vigenti, l’opera sarà posta a bando pubblico con l’importo stabilito nel computo metrico estimativo del presente nel progetto, l’importo sarà fisso e invariabile nonché comprensivo dell’IVA, e di ogni eventuale ulteriore onere, ed è anche comprensivo di completa finitura dell’opera e installazione in loco (trasporto, installazione, posa in opera, custodia e conservazione fino all’installazione, sistemazione e montaggio, realizzazione di consone finiture, del sistema di fissaggio e di ancoraggio, ecc.). Al vincitore della gara verrà corrisposto, il 40% del compenso complessivo dell’opera, compreso IVA se dovuta, alla sottoscrizione della convenzione d’incarico, il 40% del compenso complessivo dell’opera, compreso IVA se dovuta, alla collocazione dell’opera d’arte nel sito indicato, mentre
    • la restante parte pari al 20% del compenso complessivo dell’opera, compreso IVA se dovuta, verrà liquidata a seguito di presentazione di regolare fattura o ricevuta fiscale, ed avvenuta ultimazione e collaudo dell’opera. Per ciò che concerne la gestione degli eventi previsti da progetto, quali i workshop residenze di artista di BasiCò Art Incontri, essi saranno organizzati dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione “A Rocca”, parte dell’ATS che curerà i rapporti di internazionalizzazione e cofinanzierà in servizi. Il progetto, a regime, si configura come pienamente sostenibile dal punto di vista finanziario ed organizzativo. L’Amministrazione, già impegnata nell’attuale gestione della biblioteca posizionata nel primo piano del palazzo baronale, potrà provvedere alla ordinaria manutenzione dell’area coerentemente con le abituali spettanze di mantenimento e pulizia delle infrastrutture pubbliche.
    • Inoltre, a seguito di una fase promozionale nel corso della quale l’ingresso al Palazzo sarà gratuito, si prevederà la richiesta del pagamento di un biglietto, in modo che le maggiori spese relative al settore di abituale intervento saranno ampiamente compensate dagli introiti indotti dal progetto a regime, i cui vantaggi sono stati illustrati nei relativi quadri della presente scheda. I contenuti, che di volta in volta saranno riversati nell’area spettacoli saranno gestiti, come d’abitudine per il calendario delle manifestazioni culturali, con i fondi per la cultura ed in partenariato con associazioni culturali, club ed altri enti che provvederanno a fornire i prodotti immateriali a loro cura con un sistema di compensazione di spese, fra pubblico e privato. Si prevede, inoltre, che nel corso dell’organizzazione dei due workshop-residenze di artista verranno prodotte molteplici opere delle quali 2 verranno donate al Comune di Basicò in modo da accrescere il valore del Museo. Il progetto, infine,
    • prevede l’acquisto di 6 opere dell’artista contemporaneo Mariano Pietrini e la donazione di 1 opera quale contributo di co-finanziamento. Le stesse rimarranno quale proprietà permanente della municipalità e potranno garantire un costante elemento di attrazione di flussi turistici provenienti dal Parco Museo Jalari. BasiCOArt verrà inserito nelle principali reti di comunicazione ed informazione regionale, nazionale ed internazionale. Il progetto verrà adeguatamente promosso ricorrendo, principalmente ai principali e più diffusi mezzi di comunicazione virtuale: social network, giornali e stampa on line, mailing list dei visitatori del Parco Museo Jalari (oltre 50 mila contatti), fondazioni, partner internazionali delle associazioni attive in questo ambito presenti nel partenariato, informa giovani ed informa cittadino. Si coinvolgerà, inoltre, www.wikiartpedia.com; www.artonline.it; /www.artgallerycaffe.com/; www.tuttarteonline.it/; http://www.semisolid.net/, etc.
    • Il Palazzo Baronale, oggetto dell’investimento è stato di recente ristrutturato grazie all’utilizzo dei Fondi Strutturali 2000 – 2006. La ristrutturazione del Palazzo ha già dato l’opportunità di adibire un’ala dello stesso, al suo piano superiore a bi- blioteca multimediale e area ricettiva. L’ala dello stesso palazzo, oggetto dell’attuale progettazione, permetterà di dare vita e contenuto culturale al museo, al momento vuota e caratterizzata, dunque da uno sporadico numero di visitatori. Ciò cui si ambisce attraverso “BasiCOArt” è creare, come si evince dallo stesso titolo, Luoghi, Incontri, ed Itinerari che vedano Basicò quale nuova meta di turismo destagionalizzato: • il museo, una volta fornito di tutte le attrezzature necessarie, sarà in grado di accogliere opere d’arte e di scambiare il patrimonio di opere interne attraverso una rete di gallerie e musei di arte contemporanea al fine di poter pianificare un certo numero di mostre e di destagionalizzare l’offerta;
    • • i touch screen, dotati di tutte le informazioni utili che i turisti del territorio potranno scaricare nei telefonini, tramite bluetooth o nelle chiavette USB, saranno attrattore funzionale ed erogatore di servizi ed informa- zioni periodicamente aggiornati; • le 2 residenze di artista – workshop previste, saranno oggetto della curiosità e dell’interesse di appassiona- ti d’arte e nuovi fruitori, appositamente organizzate in periodi di bassa stagione; • il sito internet, ideato per promuovere il Palazzo e con esso BasiCOArt , darà la possibilità ai visitatori virtuali di divenire “consum-attori “, in grado di promuovere all’utenza nuovi itinerari e percorsi turistici alternativi all’insegna dell’arte contemporanea e dei valori tradizionali.
    • Il sito in cui verrà predisposto l’allestimento nasce nell’ambito di un immobile restaurato con le risorse del POR Sicilia 2000-2006 Asse 2 Misure 2.0.1 Azione C – Circuito Monumentale (Pit 1Tindari Nebrodi – Intervento N° 12) Decreto N° 6911 del 1/07/2004 Il miglioramento della fruibilità dei beni e delle aree oggetto di intervento sarà garantito dall’elevata tecnologia e capacità contenutistica dei touch screen di cui verrà fornito il Palazzo baronale. Basicò ha attualmente un flusso turistico quasi inesistente ed altamente stagionale, con alte difficoltà di promozione terri- toriale. Sarà un grosso punto di lancio il partenariato con strutture turistiche, quali Jalari, già meta turistica avviata, nella quale verrà inserito un terzo touch screen che rimanderà all’itinerario basicotano. Il Palazzo Baronale de Maria, oggetto dell’intervento è, di per sé, una struttura architettonica di interesse storico, risalen- te al XVI secolo e recentemente ristrutturata, in tutta la sua estensione, ad opera dei progettisti Ing. Felice Grasso ed
    • Arch. Antonino Nania. Il palazzo è un complesso edilizio con “baglio” siciliano a cui si accede da due monumentali portali in pietra, esso fu residenza ufficiale di famiglie feudali. All’interno dell’area adibita a museo, fornita delle sculture in pietra dell’artista Mariano Pietrini, commissionate apposita- mente per questo spazio, verranno inseriti due touch screen multimediali che conterranno informazioni multimediali sui possibili luoghi di interesse artistico e culturale, tra cui: le isole Eolie, patrimonio Unesco; il Parco Museo Jalari, ricono- sciuto a livello internazionale quale meta di visita per scuole del territorio siciliano e del sud Italia (oltre 20 mila visitatori annui) ; Tindari e la riserva naturale orientata di Marinello; Montalbano Elicona; l’itinerario delle Tholos, etc.
    • Il sito in cui verrà predisposto l’allestimento nasce nell’ambito di un immobile restaurato con le risorse del POR Sicilia 2000-2006 Asse 2 Misure 2.0.1 Azione C – Circuito Monumentale (Pit 1Tindari Nebrodi – Intervento N° 12) Decreto N° 6911 del 1/07/2004 Il miglioramento della fruibilità dei beni e delle aree oggetto di intervento sarà garantito dall’elevata tecnologia e capacità contenutistica dei touch screen di cui verrà fornito il Palazzo baronale. Basicò ha attualmente un flusso turistico quasi inesistente ed altamente stagionale, con alte difficoltà di promozione terri- toriale. Sarà un grosso punto di lancio il partenariato con strutture turistiche, quali Jalari, già meta turistica avviata, nella quale verrà inserito un terzo touch screen che rimanderà all’itinerario basicotano. Il Palazzo Baronale de Maria, oggetto dell’intervento è, di per sé, una struttura architettonica di interesse storico, risalen- te al XVI secolo e recentemente ristrutturata, in tutta la sua estensione, ad opera dei progettisti Ing. Felice Grasso ed
    • Arch. Antonino Nania. Il palazzo è un complesso edilizio con “baglio” siciliano a cui si accede da due monumentali portali in pietra, esso fu residenza ufficiale di famiglie feudali. All’interno dell’area adibita a museo, fornita delle sculture in pietra dell’artista Mariano Pietrini, commissionate apposita- mente per questo spazio, verranno inseriti due touch screen multimediali che conterranno informazioni multimediali sui possibili luoghi di interesse artistico e culturale, tra cui: le isole Eolie, patrimonio Unesco; il Parco Museo Jalari, ricono- sciuto a livello internazionale quale meta di visita per scuole del territorio siciliano e del sud Italia (oltre 20 mila visitatori annui) ; Tindari e la riserva naturale orientata di Marinello; Montalbano Elicona; l’itinerario delle Tholos, etc. L’amministrazione Comunale di Basicò intende co-finanziare il progetto nella misura del 4,38% rispetto all’importo del progetto (in beni e servizi)
    • L’Associazione “ A Rocca” corrisponderà un co-finanziamento in servizi pari al 0.34% rispetto all’importo del progetto (in beni e servi- zi) L’Associazione “Jalari” corrisponderà un co-finanziamento in beni e servizi pari a 2,86 % rispetto all’importo del progetto (in beni e servizi) Valore del cofinanziamento pubblico – privato totale pari al 7,58 % rispetto all’importo del progetto (in beni e servizi) Sin dalla fase progettuale si è optato per la realizzazione di un partenariato ristretto ma attivo e partecipativo in ogni sin- gola fase di progetto. In tal proposito il grado di collaborazione dei partner di progetto verrà così suddiviso:
    • - Comune di Basicò (70%): si occuperà di gestire l’intero progetto, quale ente capo-fila, coadiuvata dal supporto dei rispet- tivi partner. Metterà a disposizione la struttura di proprietà del comune, il Palazzo Baronale ed i dipendenti comunali già operanti al suo interno. Curerà tutta la parte legata alla rendicontazione ed i contatti con la pubblica amministrazione re- gionale. - Associazione Artistica Culturale “ A Rocca” (15%) curerà le relazioni internazionali e la realizzazione di circuiti Europei nei quali inserire gli eventi organizzati nel sito del Palazzo Baronale, nonché l’organizzazione di un workshop di scultura con residenza di artista; - Associazione Culturale Etnografica Ambientale “Jalari” (15%) curerà la gestione dei contatti che affluiranno nel sito del Parco Museo “Jalari” ed attingeranno alle informazioni contenute nel touch screen ivi collocato ( a fini statistici e promo- zionali).
    • • La riqualificazione dell’area con l’allestimento del nuovo spazio espositivo e la creazione degli eventi previsti, conferirà al sito una migliore e più vasta connotazione d’uso, con il conseguente aumento della fruizione della stesso Palazzo da parte di citta- dini e turisti, sia durante le manifestazioni come nei periodi di uso convenzionale. La maggior frequentazione sarà motivo di in- cremento delle attività dei servizi commerciali presenti nel territorio e del relativo indotto. • L’intervento progettuale in oggetto, interessa una parte centrale del comune di Basicò e ne valorizzerà l’immagine complessiva che si inquadra in un ampio percorso turistico urbano che è in corso di integrazione e valorizzazione. Si prevede, dunque una maggiore attività delle piccole e medio imprese che forniscono servizi al turista, qual: agenzie di viaggi, trasporto, strutture ri- cettive, localizzate nei comuni limitrofi. • L’azione sarà in grado di Implementare lo sviluppo di agenzie ed associazioni per spettacoli mostre le quali potranno usufruire della nuova area per le loro attività, aumentando peraltro l’offerta al turismo e migliorando l’immagine complessiva del comu- ne.. Un fatto da rilevare è che anche gli artisti (attori, musicisti pittori, scenografi, stilisti, artigiani d’arte,) e le figure tecniche
    • ( tecnici del suono, fotografi ecc.) potranno aumentare le rispettive possibilità di lavoro e di lancio dei loro prodotti e servizi. In particolare, l’allestimento dell’esposizione permanente dell’ala del palazzo baronale, darà la possibilità al museo di usufruire di un valore di scambio nel mercato dell’arte, al fine di poter ospitare nuove esposizioni che attiveranno nuovi circuiti turistici. In questa prospettiva, si prevede di instaurare rapporti con gallerie, musei e nuovi centri di produzione di arte contemporanea. • Fornisce un concreto esempio di applicazione virtuosa dell’arte contemporanea che può stimolare l’accrescersi di iniziative da parte di operatori artistici e culturali e da parte dei potenziali committenti, collezionisti e consumatori di arte contemporanea al di fuori della stessa area in progetto, essendo in atto una vivificazione del settore posta in maniera esemplare dalla pubblica amministrazione. • Va considerato il fatto che il Comune di Basicò si inquadra geograficamente in una posizione decentrata rispetto ai normali cir- cuiti turistici benché si ritenga esso sia facilmente inseribile nei classici itinerari (20 minuti dal casello autostradale di Falcone –
    • tappa obbligatoria per chi visita Tindari e Marinello)e di passaggio per chi visita Montalbano Elicona o percorre il circuito delle Tholos. • Il territorio dunque, presenta ottime potenzialità di incremento della fruizione turistica, esse rappresentano un punto di forza nella misura in cui sarà perpetrata la politica di sviluppo che l’amministrazione ha intrapreso. Il progetto agli atti, vuole contri- buire a colmare quelle lacune delle strutture e della formazione culturale dei cittadini, che si individuano come una causa della insufficiente affermazione del territorio nel settore turistico. • Si prevede, una volta che il progetto sia attivo, di partecipare alle principali fiere di settore turistico-culturale e scolastico al fine di promuovere nuovi itinerari. In tal proposito il Comune si proporrà per una co-partecipazione agli eventi ed alle fiere turistiche promosse annualmente dalla Regione Sicilia (ad esempio, BIT, TTG, TTI, BTC, etc). • Attraverso i workshop di BasiCoArt Incontri si intende di inserirsi nel circuito internazionale delle residenze di artista, al fine di rendere tali eventi di cadenza annuale (www.resartis.org).
    • • Il Comune di Basicò non possiede, attualmente, alcuna struttura per la promozione dell’arte contemporanea, a tale dato fa se- guito il limitato sviluppo e offerta di contenuti pertinenti. La grande presenza turistica in tutto il comprensorio si confronta, con una offerta culturale disorganizzata che deve essere necessariamente implementata. Per questo motivo, BasiCoArt, avrà l’op- portunità di affiancarsi alla realtà virtuosa del ParcoMuseo Jalari che possiede già un target di fruitori ben definito e facilmente veicolabile in altri luoghi. • Relativamente alla popolazione residente, esiste una ampia domanda di fruizione culturale, proveniente soprattutto dalla fascia giovanile che è attualmente costretta a spostarsi altrove per poter accedere a servizi culturali di qualità. Ne è dimostrazione l’at- tivo impegno dei giovani del territorio nella partecipazione alle attività preparatorie del progetto Gioventù in Azione, recentemen- te approvato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani. • Un attiva via culturale tuttora in incubazione, che si converte in una ampia domanda di spazi e di occasioni, (attualmente insuffi- cienti) atti a solidificare le energie intellettuali, ed a rendere concrete e produttive le proposte e le idee. La stessa situazione si
    • evidenzia per ulteriori soggetti, a differente tipologia di formazione, quali attori, musicisti, pittori, scultori, scrittori, fotografi, i quali si imbattono in una realtà socio economica e strutturale che non gli permette un migliore e solido inserimento nel tessuto sociale. • La domanda culturale relativa al mercato turistico è anch’essa molto ampia, è possibile stimare, per l’intero comprensorio, una consistenza di circa 80 -100.000 turisti ogni anno. I soggetti, molti dei quali residenti stagionali configurano un ampio bacino po- tenziale di utenza, la situazione può essere perfezionata da opportune azioni di implemento e valorizzazione sia dei beni archi- tettonici e storico artistici come delle strutture e delle iniziative culturali legate all’arte contemporanea. • BasiCoArt permetterà altresì, di rendere popolare la struttura del Palazzo Baronale, già dotata di un funzionante spazio confe- renze, rispondendo alla crescente domanda di turismo congressuale e business. • La coerenza dei contenuti progettuali con la domanda di fruizione culturale della popolazione residente e del mercato turistico, si manifesta, nel presente progetto, nella azione di dotazione ed allestimento di spazi dedicati alla cultura, di un sito, quale è lo
    • storico Palazzo Baronale, che riveste un aspetto centrale sia dal punto di vista logistico come pure sotto il profilo psicologico, configurandosi come un intervento esemplare atto migliorare l’immagine cittadina ma soprattutto a palesare e stimolare l’inte- resse verso un percorso virtuoso che abbia come tema centrale quello di proporre i propri territori e la conseguente offerta cul- turale e turistica, con una prospettiva non esclusivamente legata ad iniziative dedicate all’arte classica o alla cultura tradiziona- le, ma capace di attivare significativi e riconoscibili processi di rilevanza nazionale e internazionale sui temi della contempora- neità. • Si definisce, dunque, nella azione in progetto la volontà di stimolare la crescita e la concentrazione sugli elementi e sulle struttu- re dedicate all’arte contemporanea che, scarsamente presenti nel Comune e nel comprensorio, necessitano di essere maggior- mente adeguati ed implementati al fine di ottemperare con qualità e coordinamento alla domanda culturale, proveniente in un senso dagli operatori e dall’altro dai fruitori. Il progetto prevede la dotazione di 3 touch screen altamente tecnologici caratterizzati come segue:
    • Ciascun Digital Touchpoint è costituito da un sistema hardware e software indipendente con un’interfaccia primaria rappresentata da uno schermo touch screen. Le caratteristiche di ciascuna postazione multimediale saranno: a) Schermo touch screen con le seguenti caratteristiche: •tecnologia ottica touch •dimensione 42”; •luminosità e contrasto 1200:1; •angolo di visualizzazione 176º; •superficie protettiva vetro temperato di 4mm; •risoluzione grafica 1920x1080 pixel (Full HD), con profondità di colore 32 bit; b) PC multimediale con le seguenti caratteristiche tecniche:
    • •4 GB di RAM, 300 GB HD; •processore Intel Core 2 Duo o analogo •scheda video dedicata 256 MB c) interfacce di rete ethernet e/o wireless; d) interfacce per tastiera e USB; e) sistema audio di alta qualità con almeno 2 speaker; f) interfaccia Bluetooth, quest’ultima con capacità almeno pari a 7 connessioni simultanee; I Digital Touchpoint sono realizzati con tecniche e accorgimenti adeguati per minimizzare il rischio di guasti e garantire un’elevata di- sponibilità al funzionamento con un livello minimo di manutenzione. Le caratteristiche del sistema operativo Il sistema operativo prescelto, installato su ciascun sistema, è Microsoft Windows Seven Home Edition (32 bit).
    • I vantaggi di questa versione sono: •Multitasking più facile •Esplorazione del Web più facile e sicura •Apertura più veloce di programmi e file più utilizzati •Migliore organizzazione di file, documenti, foto Di particolare interesse, per l'installazione in questione, è l'interfaccia Windows Touch: supporto alle dita e funzionalità multitocco: Windows 7 è dotato di una interfaccia particolare pensata anche per l'uso con le dita. Queste funzioni consentono l'interazione di tipo "multitocco" con l'uso delle dita in aggiunta a, o come nel caso in esame, come com- pleto sostitutivo del mouse. L’Amministrazione comunale di Basicò è operante nel settore dell’arte e della cultura, coadiuvata da Associazioni culturali come la Pro Loco di Basicò. Essa si è data negli anni alcuni obiettivi:
    • - progettare interventi di valorizzazione, anche a carattere tecnologicamente innovativo, connessi ad attività artistiche contempora- nee; - gestire e realizzare interventi, offrendo la necessaria assistenza tecnica-culturale e scientifica; - co-finanziare gli interventi sia mediante partecipazione economica diretta che attraverso assunzione a carico di costi di realizzazio- ne o gestione; L’Amministrazione comunale di Basicò si è rivolta alle strutture di ricerca, alle Associazioni, Enti e/o Altre Figure Professionali con documentata esperienza e/o competenza in attività di promozione e/o valorizzazione dei Beni Culturali legate all’arte e alla cultura in genere. Elenco delle manifestazioni organizzate recentemente dalla corrente amministrazione: - Sagra della Provola Basicotana; - Estate basicotana;
    • - Processione solenne per le vie del Paese con il simulacro della SS Madonna di BAsicò; - X Rassegna di Pittura Estemporanea "Basilikon" 14-21 Agosto 2010; - 03/10/2009 - Prima edizione della "SALSICCIATA BASICOTANA"; - 20/08/2009 – Banda Musicale “Fr. Chopin di Marianske Lazne (REPUBBLICA CECA) direttore M° Josef Koreis - 3-12 Luglio 2009 “La Sicilia nel Pennello dei Maltesi, cofinanziato dal Ministero di Educazione, Cultura, Giovani e sport di Malta. Gli eventi a carattere internazionale sono generalmente supportati da esperti e consulenti operanti nel circondario. In particolare, l’Associazione “A Rocca”, partner dell’ATS di progetto, sta coordinando la gestione del prossimo scambio internazionale culturale fi- nanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, dal titolo “Inter-dialogue”. L’Amministrazione ha anche ospitato un gruppo di partecipanti provenienti dalla Repubblica di Cipro nell’ambito del progetto della DG Cultura, Leonardo People in the labor market.
    • Altri partner di ATS, l’Associazione “A rocca” e l’Associazione Culturale “Jalari” sono da decenni impegnati nell’organizzazione di eventi a carattere culturale di spessore internazionale delle quali si può prendere visione nei curricula allegati. L’azione progettuale di propone di realizzare interventi di allestimento di aree utilizzando materiali eco-sostenibili e una illuminazione a più alto rendimento (LED) o comunque a risparmio energetico, con alimentazione elettronica, volta a garantire il risparmio energe- tico; Il progetto prevede l’acquisto di un generatore eolico per soddisfare il fabbisogno energetico delle aree espositive; L’amministrazione comunale ha già pianificato di realizzare nell’area antistante il Palazzo baronale, un parcheggio che sarà dotato di pensiline con copertura di pannelli foto-voltaici; Questi accorgimenti permetteranno di raggiungere maggiori livelli di qualità energetico - ambientale possibili, compatibilmente con le conoscenze tecniche e le disponibilità tecnologiche locali. L’obiettivo è: rendere sostenibili gli interventi in modo da garantire l’equilibrio delle risorse ambientali utilizzate.
    • Gli allestimenti saranno realizzati con materiali naturali (legno, pietra o materiali riciclati). Le opere commissionate per l’esposizione tendono a valorizzare le risorse geologiche locali e sono tutte realizzate in pietra autocto- na. Si prevede, dunque, di utilizzare materiali naturali o riciclabili, che richiedano un basso consumo di energia e un contenuto im- patto ambientale nel loro intero ciclo di vita. Il Palazzo Baronale verrà inserito nella lista delle location cinematografiche per la Regione Sicilia quali, ad esempio CINESICILIA e Sicilia Film Commission. Gli eventi e la realtà di BasiCo Art verranno promossi su EXIBART, un portale per l’arte contemporanea, Sicilia Musei ed altri sistemi di offerta nell’ambito della cultura contemporanea quali www.siciliartisti.it; www.siciliamailart.it, etc.
    • DIGITAL TOUCHPOINT ArsTouch ® Il sistema ArsTouch ® è una soluzione integrata (hardware e software) per l'accesso ad imma- gini ad alta risoluzione e comprende uno schermo touch screen in tecnologia ottica, una li- cenza di XLimage® collection e un PC con sistema operativo Windows.
    • Specifiche tecniche ArsTouch ® 42” • risoluzione HDTV (1920 x 1080), rapporto 16:9 • tecnologia ottica touch • luminosità e contrasto 1200:1 • angolo di visualizzazione 176º
    • • orientamento: orizzontale o verticale • ore di vita 50.000 • superficie protettiva vetro temperato di 4mm • Software a bordo XLimage ® collection (applicazione per il caricamento di im- magini ad alta risoluzione nel sistema) con XLimage ® offline • PC sistema operativo Windows XP Pro o Windows 7
    • Attraverso il sistema ArsTouch ® si può far interagire il cliente con i contenuti del proprio sito web o con applicazioni progettate ad hoc. Le caratteristiche hardware di dettaglio delle postazioni multimediali proposte, incluse le ca- ratteristiche del PC multimediale, delle periferiche e delle interfacce. Ciascun Digital Touchpoint è costituito da un sistema hardware e software indipendente con un’interfaccia primaria rappresentata da uno schermo touch screen. Le caratteristiche di ciascuna postazione multimediale saranno: a) Schermo touch screen con le seguenti caratteristiche: • tecnologia ottica touch
    • • dimensione 42”; • luminosità e contrasto 1200:1; • angolo di visualizzazione 176º; • superficie protettiva vetro temperato di 4mm; • risoluzione grafica 1920x1080 pixel (Full HD), con profondità di colore 32 bit; b) PC multimediale con le seguenti caratteristiche tecniche: • 4 GB di RAM, 300 GB HD; • processore Intel Core 2 Duo o analogo • scheda video dedicata 256 MB c) interfacce di rete ethernet e/o wireless;
    • d) interfacce per tastiera e USB; e) sistema audio di alta qualità con almeno 2 speaker; f) interfaccia Bluetooth, quest’ultima con capacità almeno pari a 7 connessioni simultanee; I Digital Touchpoint sono realizzati con tecniche e accorgimenti adeguati per minimizzare il rischio di guasti e garantire un’elevata disponibilità al funzionamento con un livello minimo di manutenzione. Le caratteristiche del sistema operativo Il sistema operativo prescelto, installato su ciascun sistema, è Microsoft Windows Seven Home Edition (32 bit). I vantaggi di questa versione sono:
    • • Multitasking più facile • Esplorazione del Web più facile e sicura • Apertura più veloce di programmi e file più utilizzati • Migliore organizzazione di file, documenti, foto Di particolare interesse, per l'installazione in questione, è l'interfaccia Windows Touch: supporto alle dita e funzionalità multitocco: Windows 7 è dotato di una interfaccia particolare pensata anche per l'uso con le dita. Queste funzioni consentono l'interazione di tipo "multitocco" con l'uso delle dita in aggiunta a, o come nel caso in esame, come completo sostitutivo del mouse.
    • APPLICAZIONE MULTIMEDIALE PER DIGITAL TOUCHPOINT Verrà sviluppata una applicazione multimediale per ArsTouch® 42”. L'applicazione, realizzata per la risoluzione Full HD (1920 x 1080), sarà costituita da una introduzione e da sezioni interne, corrispondenti a percorsi tematici. Il sistema software complessivo sarà in grado di far partire, dopo un certo periodo di inattività, una applicazione di capture per attirare l’attenzione del visitatore con applicazioni e contenuti multimediali. I contenuti dell'applicazione di capture sono modificabili e sostituibili successivamente. L'animazione iniziale capture, che potrà essere inserita all'interno dell'ArsTouch ® posizionato all'interno del Museo, presenterà pochi contenuti testuali (titolo della mostra, messaggi di servizio) e potrà essere realizzata direttamente in due lingue (italiano e inglese).
    • Nel caso il pubblico desideri approfondimenti, toccherà lo schermo e accederà ad un menu che presenterà in modo visuale e testuale le informazioni di carattere generale sulla mostra e gli approfondimenti tematici. In quel momento potrà anche selezionare la lingua (italiano o inglese). Ognuna delle due postazioni ArsTouch® 42” consentirà di avere approfondimenti sui percorsi tematici. In caso di mancata interazione da parte dell'utente per un tempo superiore ad una entità fissata (ad esempio 30 secondi) l'applicazione tornerà automaticamente alla introduzione iniziale. I testi presenti nell'applicazione in italiano e inglese, le immagini, i video saranno forniti dalla Committenza, nella versione italiana. Le caratteristiche funzionali
    • Le funzionalità consentiranno di gestire mappe, sfogliare cataloghi, leggere libri o brochure, navigare in Internet. L'applicazione sarà in grado di gestire database per la raccolta di informazioni sui visitatori di carattere anagrafico, geografico, etc, che potranno poi essere poi elaborati dall'ufficio competente. L’aggiornamento e il trasferimento delle informazioni potrà avvenire in modalità locale o da remoto. Per la gestione della postazione multimediale la soluzione proposta è un software che consente di amministrare da remoto computer basati su sistema operativo Windows (e non solo): installando un server su una macchina ed impostando una opportuna password, si consente ai client di ricevere un’immagine dello schermo e di inviare input di tastiera e mouse. E' possibile quindi interagire con una macchina situata a migliaia di chilometri di distanza. Si può utilizzare il sistema, per esempio, per
    • intervenire su di una macchina Windows (o altro sistema operativo supportato) direttamente dal proprio personal computer (anch’esso basato su Windows o altro SO supportato). Il sistema è formato da due componenti: un server ed un viewer: il primo va eseguito sulla macchina cui ci si vuole collegare, nel caso in specifico su ciascun dispositivo costituente il Digital Touchpoint; il secondo sul personal computer dal quale si desidera amministrare il primo computer. Il sistema è dotato anche di una applet Java che permette di eseguire il programma dall'interno di una finestra del browser Internet (ad esempio Internet Explorer), senza cioè installare permanentemente alcun client sulla macchina “controllante”, a patto che quest’ultima disponga della tecnologia Java. Ogni postazione multimediale sarà infine equipaggiata con un sistema di raccolta dei dati relativi all’utilizzo da parte dei visitatori, inteso come un log sintetico dei contatti e delle principali operazioni effettuate.
    • Le caratteristiche funzionali e tecniche del sistema per l’invio di messaggi promozionali tramite interfaccia Bluetooth. Il dispositivo proposto consente di realizzare applicazioni di Proximity Marketing & Proximity Tourist Information, per inviare messaggi multimediali a utenti dotati di dispositivi Bluetooth. E' adatto per: • advertising in centri commerciali • servizi di pubblica utilità per i cittadini • servizi turistici
    • Il dispositivo Bluetooth consente di coprire un'area mediante l'utilizzo di moduli in standard Bluetooth 2.0 classe 1 e consente di raggiungere distanze fino a 100 metri. L'interfaccia web consente all'amministratore del sistema la configurazione, l'aggiornamento e la consultazione del database messaggi, la visualizzazione di statistiche, ecc. anche da remoto; ovviamente questo sarà possibile solo ove i DT siano raggiungibili dall’esterno come dettagliato nel punto (G) più sotto.
    • Le caratteristiche funzionali sono in estrema sintesi le seguenti: • Gestione da remoto del sistema via web • Gestione avanzata del database dei messaggi • Plug'n'Play: semplice installazione • Indoor & Outdoor device • Standard Bluetooth IEEE 802.15 • Applicazione senza licenza • Apparati professionali ad elevate prestazioni
    • Modalità di fornitura del servizio Garanzia e assistenza I prodotti sono coperti da garanzia della durata di 2 anni. L’assistenza sui prodotti è garantita da Centrica su tutto il territorio nazionale. I tecnici di Centrica si occupano del servizio post vendita alla clientela, specificatamente di manutenzione ed assistenza in garanzia, su contratto e su chiamata, per mantenere in perfetta efficienza i sistemi. Il supporto telefonico, via fax e e.mail, è disponibile dalle ore 09.00 alle ore 18.00 da lunedì a venerdì.
    • Documentazione Il software e l’hardware installato sulle postazioni multimediali saranno corredati di adeguata documentazione, in particolare ai fini della gestione remota da parte del personale del Museo. Formazione La buona riuscita di un progetto è assicurata dal modo corretto di gestione delle modalità di avviamento delle procedure informatiche. E' quindi necessario fornire agli operatori una formazione completa ed attenta, non solo alla cura degli aspetti informatico-funzionali, ma che evidenzi anche gli aspetti connessi alle dinamiche individuali dei processi che si stabiliscono all’atto dell'introduzione del nuovo sistema.
    • L'aspetto tecnologico, in questa concezione, diviene un elemento secondario rispetto a nozioni come coinvolgimento, interesse, partecipazione, che non possono essere eluse o sottintese in una realtà organizzativa complessa. n. 1 corso di formazione per un complessivo di 1 gg/uomo. Il corso sarà tenuto presso i locali individuati dal Museo.
    • ESEMPI DI PROGETTI E APPLICAZIONI SVILUPPATE PER DIGITAL TOUCHPOINT Uffizi Touch®. A new experience with art www.uffizitouch.it Uffizi Touch® è il primo prodotto al mondo che consente di ammirare tutte le opere della Gal- leria degli Uffizi, in modo naturale e coinvolgente, all'interno di un “quadro” digitale interattivo. Con il semplice tocco delle dita permette di ingrandire le immagini delle opere fino a vederne le pennellate e i dettagli più nascosti.
    • Pensato per le Scuole d’arte e restauro, le Università, gli amanti dell’Italia e del Made in Italy e per tutte quelle imprese che puntano sull’immagine del nostro Paese come fattore distintivo, Uffizi Touch® racchiude 1.150 opere della Galleria degli Uffizi, Corridoio Vasariano e 100 ope- re dei Depositi, rappresentate attraverso immagini digitali a risoluzione dai 40 ai 150 MegaPi- xel. Le opere possono essere esplorate per molteplici percorsi: per nome dell'autore, per titolo del- l'opera, per sala del museo e per epoca storica. Dal 27 Giugno al 21 Luglio si svolge la mostra “Uffizi virtuale” presso lo Shanghai Art Museum, basata su proprio su questo innovativo prodotto.
    • Mostra “Uffizi virtuale”, 27 Giugno - 21 Luglio 2010, Shanghai Art Museum
    • “Galleria Virtuale” 12 Dicembre 2009 - 10 Gennaio 2010, Battistero S. Giovanni in Corte, Pistoia Presso il Palazzo dei Vescovi di Pistoia, organizzata dalla Fondazione Cassa di Ri- sparmio di Pistoia e Pescia e dalla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fio- rentino. Un percorso virtuale e interattivo all'interno del Battistero di Pistoia, per toc- care ed esplorare in anteprima l'immagine digitale ad alta risoluzione del Crocifisso della Cattedrale di Pistoia, dipinto nel 1274 dal fiorentino Coppo di Marcovaldo. Oltre al Crocifisso, si possono esplorare importanti opere del Polo Museale Fiorentino (Gal- leria degli Uffizi, Galleria Moderna, etc.). “Pregio e Bellezza” 25 Marzo 2010 - 27 Giugno 2010, Museo degli Argenti, Palazzo Pitti Dal 25 marzo al 27 giugno 2010, il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti dedica una mostra al collezionismo di gemme antiche e moderne nel corso dei secoli. La mostra illustra la prestigiosa raccolta dei Medici, oltre 170 opere esposte a testimoniare la forza ispiratrice di questi piccoli, ma preziosi oggetti, verso le arti maggiori, come la pittura e la scultura. Lungo il percorso, i visitatori troveranno postazioni interattive Ar- sTouch® che li aiuteranno nell'interpretazione della mostra e nella scoperta dei detta- gli più minuti dei piccoli oggetti della collezione. “De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus. Uno sguardo nell'invisibile” 26 Febbraio 2010 - 18 Luglio 2010, Museo degli Argenti, Palazzo Pitti La mostra sarà ospitata, dal 26 Febbraio fino al 18 Luglio, presso la Fondazione Pa- lazzo Strozzi, ed è promossa in collaborazione con la Soprintendenza per il Polo mu- seale della città di Firenze - Archivio dell'Arte Metafisica. Accanto alle opere maggiori di De Chirico, la mostra espone artisti del periodo metafisico come Carrà, Magritte e Ernst, Balthus e Morandi. ArsTouch® offre una lettura di 2 importanti opere di De Chi - rico e curiosi approfondimenti in merito alle fonti di ispirazione.
    • "Il Museo Richard Ginori: a new lease on life" 3 - 27 Settembre 2009, Ravello, Chiostro Inferiore di Villa Rufolo La Sezione Tendenze/Design del Ravello Fe- stival promuove, in collaborazione con la Ri- chard Ginori e il Museo della Manifattura di Doccia e con il patrocinio della Seconda Uni- versità degli Studi di Napoli, la mostra dedica- ta al museo della celebre azienda toscana di porcellane fondata nel 1735. Per la mostra "Il Museo Richard Ginori: a new lease on life", a Ravello, presso il Chiostro Inferiore di Villa Rufolo, Centrica ha realizza- to la campagna fotografica digitale ad altissi- ma risoluzione di sei oggetti del Museo di Doc- cia, realizzando poi le applicazioni multimediali in 3D per presentarli attraverso installazioni ArsTouch ® collocate all'inizio della mostra. Una visita virtuale che consente di "toccare" gli oggetti da tutti i lati, scegliendo i dettagli su cui soffermarsi in immagini ad altissima risolu- zione fruibili grazie a XLimage ® : tecnologia ita- liana per presentare l'eccellenza del Made in Italy. A lato un’immagine dell’installazione, di seguito un'immagine dell’applicazione.
    • “Inganni ad arte”, 16 Ottobre 2009 - 24 Gennaio 2010, Firenze, Palazzo Strozzi La mostra presenta il tema dell'inganno e abbraccia l'intero arco cronologico del trom- pe-l'Oeil, riunendo un'antologia di esempi rappresentativi dei suoi diversi aspetti. At- traverso il sistema ArsTouch ® i visitatori potranno scoprire l'inganno nell'architettura nel Corridoio di Palazzo Sant'Ignazio a Roma e nella sala dell'Udienza Privata del Mu- seo degli Argenti. Esplorando i panorami in realtà virtuale, facendo scomparire gli af- freschi, analizzando i dettagli si può percepire ciò che è e quel che appare ai nostri occhi. Sul sito della mostra è possibile ammirare le immagini ad alta risoluzione grazie a XLimage ® . Di seguito due “schermate” della navigazione nell'ambiente 3D della Sala dell'Udienza Privata di Palazzo Pitti.
    • Le Opere disegnate da Mariano Pietrini per BasiCoArt