La Classificazione Dei Viventi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La Classificazione Dei Viventi

on

  • 21,480 views

 

Statistics

Views

Total Views
21,480
Views on SlideShare
20,168
Embed Views
1,312

Actions

Likes
1
Downloads
108
Comments
0

10 Embeds 1,312

http://www.allzoon.com 733
http://cellulenumeriealtro.blogspot.it 474
http://www.slideshare.net 36
http://scienzemat.wikispaces.com 29
http://cellulenumeriealtro.blogspot.com 27
http://www.google.it 9
http://cellulenumeriealtro.blogspot.fr 1
http://www.pinterest.com 1
http://webcache.googleusercontent.com 1
http://www.slideee.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La Classificazione Dei Viventi La Classificazione Dei Viventi Presentation Transcript

  • CLASSIFICARE I VIVENTI
  • Sistematica
    ramo della biologia che studia la classificazione
    dei viventi
    Tassonomia
    sistema di classificazione gerarchica
    dei gruppi, basato sulle loro relazioni evolutive
  • Carlo Linneo(Carl von Linné1707-1778 )
    primo sistema ordinato di classificazione
    Organizzò un sistema gerarchico suddiviso
    in sette categorie principali …..
  • L’unità tassonomica corrispondente a ogni livello della classificazione gerarchica è definitàTAXON (pl.taxa)
  • Unità fondamentale del sistema:
    la specie
    Riconoscere individui della stessa specie può risultare complesso.
    Ad ogni modo una definizione di specie universalmente accettata è la seguente:
    “la specie rappresenta una categoria sistematica comprendente una o più popolazioni di individui con caratteri simili, in grado di accoppiarsi originando prole feconda”.
  • LA NOMENCLATURA BINOMIA
    Ogni specie viene indicata con due nomi latini:
    il primo si riferisce al genere ed è un sostantivo,
    il secondo indica la specie ed è di solito un aggettivo.
    Il nome scientifico della specie umana è Homo sapiens,
    quello del leopardo è Pantherapardus
  • SPECIE
    Generi
    Famiglie
    Ordini
    Classi
    Phyla
    Animali
    Divisioni
    Piante
    REGNI
    Tassonomia : livelli gerarchici
    La chiave della classificazione naturale viventi è la specie.
    Specie con caratteristiche comuni sono raggruppate in generi.
    I generi possono essere riuniti tra loro per alcuni caratteri generali e raggruppati in famiglie.
    Le famiglie in ordini. Gli ordini in classi …
  • A causa dell’enorme varietà dei viventi sono state poi create
    ulteriori suddivisioni, indicate con i prefissi super-, sotto-, infra-.
    Es., una classe, può essere formata da due o più sottoclassi,
    ciascuna comprendente uno o più ordini.
  • Nella classificazione evolutiva è fondamentale stabilire l'origine di una
    somiglianza o di una differenza
  • Il sistema di classificazione di Linneo è in vigore,
    nelle sue linee fondamentali, ancora oggi.
    La moderna classificazione pur basandosi sul sistema di Linneoè invece fondata
    sul concetto di evoluzione e sulle teorie evolutive,
  • La moderna classificazione è reinterpretata
    in base alla parentela evolutiva esistente tra gli organismi
  • OMOLOGIA e ANALOGIA
    Strutture con un'origine comune,
    ma non necessariamente una funzione comune
    sono definite Omologhe
    (Es. l'ala di un Uccello e la zampa di un cavallo).
    Strutture che svolgono la medesima funzione, che presentano una somiglianza superficiale, ma origini evolutive differenti sono definite Analoghe
    (Es. l'ala di un uccello e l'ala di un insetto).
  • Abbiamo visto che si considerano omologhe …
    Caratteristiche simili dovute alla condivisione di un comune antenato
    Per la classificazione evolutiva è necessario
    individuare le strutture omologhe
    È possibile applicare tale principio confrontando sequenze amminoacidiche di proteine omologhe o sequenze di geni
  • Sequenze amminoacidiche di proteine omologhe
    Esistono proteine che hanno lo stesso significato funzionale
    in tutti gli esseri viventi
    • Queste proteine, pur avendo la stessa funzione,
    presentano differenze nella sequenza amminoacidica
    a seguito di mutazioni accumulate nel corso dell'evoluzione.
    • Studiando e comparando amminoacidichedi queste proteine
    è possibile i ricostruire un albero genealogico dove
    ad una maggiore differenza nella sequenza
    corrisponde una maggiore distanza evolutiva.
  • Probabili relazioni evoluzionistiche delle globine umane , , ,  e   I numeri indicano i milioni di anni dall’inizio della divergenza.
  • Lo stesso può essere fatto analizzando …
    le differenze presenti in tratti omologhi di acidi nucleici.
  • L’analisi comparata di acidi nucleici e proteine
    ha dimostrato che …
    le loro strutture si dispongono secondo una logica filogenetica:
    molecole di specie morfologicamente diverse,
    hanno sequenze amminoacidiche meno simili
    rispetto a molecole di organismi più strettamente imparentati.
  • IN GENERALE è possibile affermare che …
    Organismi con caratteristiche morfologiche simili o sequenze di DNA affini sono più strettamente imparentati tra loro che con altri organismi con tratti morfologici o genetici differenti.
    MA …
  • In alcuni casi la divergenza morfologica tra specie imparentate può essere rilevante, mentre la loro divergenza genetica è minima o viceversa.
  • Le Silversword hawaiane presentano
    grandi differenze fenotipiche minime differenze genetiche.
  • Gli organismi viventi possono essere classificati in 5 regni,
    individuati in base a:
    5 Regni
    TIPO CELLULARE
    COMPLESSITA’ STRUTTURALE
    Tipo e modalità di nutrizione
  • 26
    I 5 regni
    ANIMALI
    FUNGHI
    PIANTE
    Organismi eucarioti pluricellulari
    ( differiscono principalmente per il modo di nutrirsi )
    Il modello ad albero di Whittaker in cinque regni evidenzia l’origine comune e la successiva evoluzione di tutte le forme viventi.
    Organismi eucariotiper lo più
    unicellulari
    PROTISTI
    Organismi unicellulari procarioti
    MONERE