Sociale digitale

  • 895 views
Uploaded on

Presentazione al convegno Demotopia - Venezia, 20 novembre 2009 - www.demotopia.net - Progettazione, realizzazione di interventi di infrastrutturazione e alfabetizzazione per ridurre digital divide e …

Presentazione al convegno Demotopia - Venezia, 20 novembre 2009 - www.demotopia.net - Progettazione, realizzazione di interventi di infrastrutturazione e alfabetizzazione per ridurre digital divide e favorire la partecipazione,

More in: Technology , Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
895
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
14
Comments
3
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Sociale digitale progettazione partecipata tecnologie sostenibili DEMOTOPIA Venezia, San Salvator 20 novembre 2009
  • 2. Chi, come, da dove, perché, cosa
  • 3. Chi siamo Organismo di ricerca Senza scopo di lucro Sviluppo sperimentale e ricerca industriale in ICT Utili reinvestiti in ricerca Nessun accesso preferenziale ai soci Un progetto approvato su Bando ricerca regionale con riconoscimento “de facto” Laboratorio di ricerca iscritto Albo laboratori MUR
  • 4. Sperimentazione e trasferimento tecnologico I progetti speciali per le aziende del Industria settore creativa Cinema/TV/Video, applicazione Publishing, di soluzioni Radio Game and tecnologiche Animation innovative Design, Architecture in contesti reali and Advertising Living Labs Sviluppo Territori conoscenza digitali Partecipazione sociale progettazione di strumenti e animazione di comunità di conoscenza/apprendimento
  • 5. Regione Piemonte per la Ricerca e Sviluppo € 124 miliardi PIL (8,1% sull’indice nazionale) 1,8% del PIL investito in R&S La prima regione italiana per investimenti in R&S Più di 200 centri di ricerca privati e pubblici , 380 laboratori, 4 università, 6 parchi scientifici e tecnologici • L’amministrazione regionale ritiene ricerca e innovazione come fattori cruciali per sostenere lo sviluppo locale • Nel 2005 è stata creata un’apposita direzione regionale e nel 2006 è stata approvata la Legge n.4 per la Ricerca e l’Innovazione, finalizzata ad organizzare, promuovere e coordinare il sistema regionale di R&S
  • 6. Il Programma WI-PIE – situazione iniziale Copertura: il 29% dei comuni (352 su 1206) raggiunti dalla banda larga (xDSL) Popolazione: circa l’80% della popolazione residente (3.342.000) Imprese: circa il 63% delle imprese con più di 10 addetti Comunità Montane Comunità Collinari Unioni di Comuni Copertura xDSL
  • 7. Il Programma WI-PIE: La Situazione Attuale • 100% del territorio coperto • 1022 comuni coperti da xDSL • Oltre 1082 comuni coperti da servizi Wireless • Ad oggi sono solo 40 i comuni raggiungibili solo via satellite pari allo 0,25% della popolazione
  • 8. Gli Attori Sinergie tra i partner coinvolti e condivisione degli investimenti Autorità regionale promotrice che attua il coordinamento generale del programma Consorzio di Pubbliche Amministrazioni che tecnicamente gestisce e promuove le ICT nel settore pubblico Consorzio pubblico-privato reponsabile dei rapporti verso il mondo business Organismo di ricerca della PA piemontese nel campo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione Istituto regionale di ricerche socio-economiche responsabile dell'Osservatorio ICT
  • 9. Perché a Demotopia Il ruolo dell’intermediario competente nella progettazione di iniziative partecipative promosse dalla pubblica amministrazione
  • 10. Di cosa parleremo servizi innovativi Sviluppo del territorio progettazione partecipata strategie superamento dei divari digitali tecnologie economicamente sostenibili
  • 11. Zeitgeist
  • 12. Innovazione di Massa Le idee prendono vita quando sono condivise. Questa è la ragione per cui il web è una piattaforma così potente per la creatività e l’innovazione e per cui il web potrebbe essere un bene: per la democrazia, dando alle persone una voce e la capacità di auto organizzarsi, per la libertà dando a più persone l’opportunità di essere creativi ed egualitari, permettendo alla conoscenza di essere libera. (traduzione mia - Charles Leadbeater, We think: Mass innovation not mass production http://www.wethinkthebook.net/home.aspx)
  • 13. Google: le parole più ricercate 2007 2008 • iphone • sarah palin • badoo • beijing 2008 • * facebook • * facebook login • tuenti • dailymotion • heath ledger • webkinz • obama • youtube • nasza klasa • ebuddy • wer kennt wen • second life • euro 2008 • hi5 • jonas brothers • club penguin Politici Social network
  • 14. Tribù di innovatori 11 milioni di utenti italiani su facebook, di cui oltre a un 50% di utenti “indistinti” • I net politicizzati - 22% • I lavoratori digitali – 14% • I cercatori di amici – 19% (fonte Diario Aperto – Osservatorio su Internet in Italia – SWG)
  • 15. Dr. Ursula Maier-Rabler – University of Salzburg – EDEM Conference, 2009
  • 16. Metodologia di intervento
  • 17. 1. Avviare
  • 18. Modalità • Enti Locali e Organismi di Ricerca, individuano congiuntamente aree, strategie e modalità di intervento • Accordo quadro con Città di Torino (Sanpablog, iCity) • Programma Wi-Pie – Linea 6 Scuola, Accademia, Ricerca (Novara, Valle Orco e Soana, Borgolab)
  • 19. 2. Capire Osservatorio ICT – Regione Piemonte - 2009
  • 20. Modalità Ricerca, Osservazione, Analisi • Conoscere il contesto: – metodologia per analisi territoriale e individuazione indicatori di misura – selezione e analisi di buone prassi internazionali e locali – analisi delle policy locali • Conoscere le tecnologie: – laboratori con gli Atenei
  • 21. 3. Fare ipotesi
  • 22. Modalità •Brainstorming, •Scenari, storytelling •Prototipi, •Proof – of - concept •Panel di test
  • 23. social network tailored information leisure connecting with other users social tagging work browsing events posting contents study context- promoting awareness events
  • 24. 4. Co-progettare
  • 25. Modalità • Individuare i mediatori
  • 26. 5. Accedere
  • 27. Modalità • Realizzare infrastrutture • Creare servizi Le valli ORCO e SOANA sono state scelte perche sono collocate nel 4% del territorio escluso dagli investimenti dagli operatori di telecomunicazione
  • 28. NETWORK: Architecture (2) Pre-existing Optical fibre backbone Wireless connection fibre to pre-existing trellises Wireless contribution network Wireless access areas
  • 29. 6. Accompagnare
  • 30. modalità • Animazione • Formazione • Comunicazione
  • 31. SanPaBlog – La piazza digitale SanPaBlog, l'Urban Blog del quartiere San Paolo di Torino, voluto dalla Città come strumento di aggregazione e diffusione dell'ICT, verrà presentato lunedì prossimo ad Atrium, in Piazza Solferino a Torino. ''Nell’era del virtuale, anche le piazze diventano digitali. E’ quanto è successo nel quartiere San Paolo di Torino, dove dal gennaio scorso si sperimenta un “Urban blog”, un’applicazione delle nuove tecnologie al confronto democratico e alla condivisione di identità ed esperienze'', dice un comunicato ufficiale. Il progetto Urban Blog per il quartiere San Paolo è frutto della collaborazione tra la Città di Torino, il Laboratorio Vigone coinvolto nel Progetto Periferie, e CSP - innovazione nelle ICT. L’obiettivo è quello di creare, supportare e stimolare la partecipazione della cittadinanza attiva sul territorio, fornendo alla comunità che vive e anima il quartiere uno strumento pubblico di espressione, comunicazione e condivisione di identità, esperienze e opinioni. ADN Kronos - 14/06/2006
  • 32. OrSo TV • 8 sessioni formative per 20 iscritti sui temi: produzione e montaggio di audio-video di base e avanzato, redazione su blog e web radio • 3 laboratori radiofonici (presso scuola media di Pont Canavese; SOI e Casa Digitale) • 1 corso di giornalismo per una selezione di alunni della scuola media di PONT
  • 33. 7. Trasferire
  • 34. modalità La progettazione dell’infrastruttura, I servizi e la produzione dei contenuti segue i principi della: – convergenza tecnologica – riusabilità – sostenibilità La rete e i servizi realizzati diventano patrimoni del territorio e sono trasferiti a imprese eoperatori locali (attraverso accordi, concessioni, ecc.)
  • 35. 8.Valutare
  • 36. Indagini e monitoraggi quantitativi Monitoraggio dei collegamenti – wipie.csp.it/vos – wiki.borgolab.it/ • SanPaBlog 2006/2009 – Circa 450 post in blog e 107 utenti registrati – Circa 1600 commenti • OrSoTV – 2008/2009 – Circa 150 post in ORSO blog e 70 utenti registrati – 70 puntate pilota per ORSO TV – 34 puntate pilota per ORSO radio e musica 24h su 24 – 180 filmati prodotti dalla redazione locale
  • 37. Indagini e monitoraggi qualitativi Questionari • ricerca di informazioni (100% degli intervistati); espletamento di pratiche burocratiche (65%); pagamenti on-line (60%); operazioni bancarie on-line e divertimento/tempo libero (entrambe 53%); • 100% si dichiara disposto a pagare a prezzi di mercato la connessione a sperimentazione conclusa Focus group • Ripopolazione: “Se togliete la banda larga, cambio residenza” • Promozione del turismo locale • Salvaguardia dell’economia locale
  • 38. Riassumendo
  • 39. Ipotesi Analisi 2 3 Avvio 1 Le fasi dell’intervento 4 8 Valutazione CoProgettazione 5 7 Accesso 6 Trasferimento Accompagnamento
  • 40. La sfida del social divide Participation Media Cittadinanza Competenze digitale Digital Literacy Broadband Accesso Equipment
  • 41. La sfida del social divide INFRASTRUTTURE Integrazione e complementarietà delle tecnologie innovative + “tradizionali”, tecnologie wired + wireless per portare connettività anche nelle aree molto remote, che sono escluse dalle offerte degli operatori commerciali Ri-uso di strutture esistenti (tralicci, fibre sottoutilizzate, …) per produrre il più basso impatto sull’ambiente e sulla comunità locale SERVIZI Sviluppo e sperimentazione di servizi innovativi per un uso concreto e signifativo della rete ALFABETIZZAZIONE Social media Coinvolgimento delle comunità locali, dagli enti agli utenti, per contribuire alla progettazione, realizzazione e sperimentazione della rete e dei servizi
  • 42. Cosa abbiamo imparato • Coinvolgere degli attori locali in un processo di interscambio di risorse materiali e immateriali, per un processo di innovazione efficace e di lungo periodo, in grado di garantire effettivi benefici al territorio. • Modello tecnologico (in cui le parole chiave sono convergenza e riuso), ma anche organizzativo (con riferimento al concetto di "cooperative planning") e centrato sull'utente (attraverso la selezione di utenti sperimentatori e l'analisi dell'impatto tramite la metodologia dei focus-group).
  • 43. Eleonora Pantò eleonora.panto@csp.it CSP innovazione nelle ICT Sede via Livorno 60 - 10144 Torino Edificio Laboratori A1 Tel +39 011 4815111 Fax +39 011 4815001 E-mail: info@csp.it Seconda sede operativa Villa Gualino - Viale Settimio Severo 65 10133 Torino www.csp.it