Dizionario Rosario Stembi

2,398 views
2,144 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,398
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
137
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dizionario Rosario Stembi

  1. 1. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Pagina 1 di 13
  2. 2. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 PREFAZIONE L'evoluzione costante delle lingue, gli scambi commerciali e culturali, la diffusione del turismo e il contatto quotidiano tra soggetti di natura diversa fa si che i dizionari siano diventati ormai strumenti di consultazione necessari. Il dizionario è quindi rivolto ad un pubblico vasto che non comprende solo l'élite della cultura mondiale ma anche soggetti che vogliono semplicemente iniziare a comunicare mediante l'uso di parole e linguaggi articolati abbandonando l'iterazione tramite versi, grugniti e odori corporei. Vogliamo quindi ringraziare tutti coloro che hanno, in qualche modo anche involontario, partecipato alla stesura di questa edizione. Errori ed imprecisioni non ci sono perché non sbagliamo mai. Filippo Rosario e David Stembi Pagina 2 di 13
  3. 3. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Abbandono Pratica comunemente considerata vigliacca ed egoista. Nell'accezione enogastrosportiva imperativo morale che permette di ignorare il singolo a beneficio del divertimento del gruppo. Es. chi fora viene abbandonato. Chi si fa male viene abbandonato. Addominali a profusione serie da 50 addominali da fare nella pausa tra le serie da 100 Amicizia femminile 1)Erroneamente trattando il tema dell'amicizia tra donne si ha la sciagurata abitudine a paragonarla con l'amicizia tra gli uomini. Molti sostengono che l' amicizia tra donne non esiste: è falso, esiste. Si narra infatti che ve ne siano state trovate tracce nella serie “Sex and the City” anche se per sole esigenze di copione. Alcuni astrofisici sostengono che se non si può escludere l'esistenza di forme di vita su altri pianeti nell'universo perché allora escludere l'amicizia tra donne se non sulla terra almeno all'esterno del sistema solare. 2)amicizia femminile tra donne e uomini. Teorema fondamentale sull’amicizia tra ragazzo e ragazza: Non esiste. Appendice: L’amicizia tra ragazzo e ragazza esiste allorquando lui continui a frequentarla dopo averci provato ed aver fallito, nella speranza che almeno lei gli presenti le sue amiche. Appendice all’appendice: Oppure nella speranza che almeno una sera si ubriachi!! Apperchè sinonimo di affinché Arrangione soggetto che, come lo smanettone, è assolutamente restio all'acquisto di nuovi oggetti, ma a differenza di quest'ultimo cerca in tutti i modi di farseli prestare gratis dagli amici. L'atteggiamento dell'arrangione è alquanto subdolo poiché con assoluta maestria riesce a muovere a compassione il malcapitato di turno che, impietosito, cede in uso gratuito le sue cose. Amico fidato del leon, l'arrangione denota propensione alla tagliola nelle tasche. Si narra di due maestri arrangioni che abbiano praticato lo sport del windsurf per due stagioni consecutive possedendo solo il costume da bagno. Bastardaggine Filosofia di vita che sviluppa la capacità di arrecare danno ed imbarazzo ad un individuo bersaglio (i principianti) o a tutti indistintamente (i maestri). Alcune persone posseggono questa qualità come dono naturale, in questo caso si parla di bastardi dentro. Beachvolley Comunemente si pensa che il beachvolley sia una variante della palla a volo, tuttavia nelle domeniche estive il vero sport è trovare i giocatori sulla spiaggia. Altra impresa ardua montare il campo ben sapendo che nessuno giocherà. Bistecca di brontosauro detta volgarmente anche bistecca della festa, particolare taglio di carne che soddisfa da solo il fabbisogno settimanale di proteine di una squadra di calcio. Piatto principale delle cene ciccione, rischia l'estinzione dopo che ne è stata vietata la vendita a seguito delle proteste dei movimenti animalisti. I più esperti delle cene ciccione degustano questa prelibatezza accompagnadola con un antipasto misto di formaggi e salumi e svariati vassoi di penne al ragù unto. Il peso medio di una bistecca è di kg 4017. Brasiliana nel gergo comune ragazza avvenente che sfrutta le sue doti fisiche per accoppiarsi e soprattutto procreare con l'arricchito di turno in vacanza. Nel gergo dei maniaci eno-gastro-sportivi tipica cena, solitamente del venerdì, a base di proteine a profusione (vedi addominali a profusione) in cui i maschi della specie si riuniscono intorno ad un barbecue per festeggiare il sacrificio del loro animale sacro (la Pagina 3 di 13
  4. 4. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 mucca sud-americana). Il rito è solitamente accompagnato da degustazioni enologiche, crisi dovute ad indigestione e grosse dormite a pancia piena. Cameldario un soggetto di tipo Dario che divide le sue passioni tra escursioni con una Punto bianca in colline sterrate stile Camel Trophy e tabagismo. Contrario: MiniDario Canazei Luogo di villeggiatura e di meditazione, agevola la calma e il relax. Famose sono le poesie che inneggiano al paesaggio, come l'esempio seguente. UN GIORNO SULLE DOLOMITI Canazei, monti bianchi, innevati, casa di Taz calda e accogliente dormire per alzarsi caricati dopo il vin e il cacio nutriente. All’alba ci alziamo assonnati e Francesco è il più reticente, scarponi pronti e sci sciolinati caata più colazione consistente. Skipass costoso! E ci affliggiamo Ma il tracciato ci rida passione velocità e salti ci godiamo Sellaronda sciato con aggressione tornati a casa stanchi ci abbuffiamo di vin e cinghiale a profusione! Carogna Cadavere in avanzato stato di putrefazione, da notare che spesso lo si trova nei boschi o in luoghi impervi. In vita l'individuo poteva essere un MEGS o un amico di esse che per un imprevisto è stato abbandonato alla mercé della sorte e delle casualità dell'esistenza. Di sovente si avvisano i familiari affinché lo rimuovano e non intralci il cammino di future escursioni in MTB. Casco nel maniaco eno-gastro-sportivo appendice aerodinamica indossata per incrementare notevolmente velocità e spregiudicatezza nella performance sportiva. Nella pratica della MTB è un convogliatore di sudore e il rifugio prediletto del tafano. Castrare gli entusiasmi colpire pesantemente l'orgoglio di uno sportivo o presunto tale Pagina 4 di 13
  5. 5. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Cena cicciona Nelle sue caratteristiche molto simile alla brasiliana, tuttavia differisce da questa per i quantitativi gargantueschi di cibo e per la presenza della famosa bistecca di brontosauro. Può avere effetti collaterali quali sensazione di strappo dei tessuti gastro-intestinali, sonnolenza e salivazione spontanea e copiosa. Cena a cui partecipano esclusivamente persone sovrappeso o aspiranti tali in un prossimo futuro. Usate in passato anche in medicina come analisi per rilevare la presenza del baco della tenia, ora strumento in disuso visto che il baco spesso moriva per indigestione. Centro benessere Luogo d'immaginazione in cui gli enogastrosportivi si recano alla fine della loro giornata sciistica per spogliarsi di tutte le fatiche fisiche e psicologiche accumulate durante i quattro passi. Pur essendo un ambiente di relax per antonomasia non mancano racconti di pericolose manovre compiute per camuffare improvvise situazioni di imbarazzo. In rare occasioni sono poi stati riscontrati casi di bruciori oculari ma soprattutto inguinali. Alla sua scoperta i primi esemplari enogastrosportivi contemplarono addirittura la possibilità di intraprendere viaggi a Canazei esclusivamente per recarvisi Cinghiale in umido animale mitico che sfruttava la sua sguscevolezza per evitare la cattura, almeno fin tanto che non è stato inventato il fucile. Daunil ExMEGS ormai appartenente alla storia del gruppo oggi incarna la pratica preferita dai due MEGS più spericolati e fissati, Taz e Stembi, spesso non consci dei pericoli che corrono si buttano impavidi in discese, tracciati e sentieri pieni di ostacoli naturali ed artificiali fatti apposta, apposta per chi è spericolato ma dotato di mezzi appropriati, di caschi appropriati, di protezioni appropriate. Non curanti di essere totalmente fuori luogo si distinguono spesso anche tra i veri rider della disciplina in quanto gli unici a praticarla in condizioni inadeguate ma sempre con risultati spesso notevoli. David nel gergo comune, forma contratta del nome di battesimo Davide, di tipica origine toscana. Tale storpiatura risulta errata ed è fortunatamente in disuso (provate infatti ad urlare Davideeee e poi Daviiiiid, vi darà molta più soddisfazione il primo!). Risulta usata sporadicamente solo da alcuni soggetti con velleità esterofile. Nel gergo dei Megs, unità di misura della davitudine (simbolo DE) derivata dal Sistema Internazionale ed equivalente convenzionalmente alla pervicacia richiesta ad un soggetto-maniaco per spingere una mtb forata lungo un tratto in salita pari ad un centesimo di giro di lago in un sabato di pioggia, scivolando con le scarpe nella mota. In questo caso si parla anche di david/giro di lago. Davitudine Rara sindrome degenerativa che similarmente al morbo di parkinson impedisce al soggetto affetto di riuscire a stare fermo se non per brevi ed improvvisi momenti chiamati tecnicamente standby (vedi). La pratica di qualsiasi sport, anche in sequenza l’uno dopo l’altro, è perciò in queste persone molto frequente. Nello stadio evoluto della malattia il paziente tende a perdere coscienza delle situazioni di pericolo che anzi è portato a cercare e a provocare. Il soggetto ha poi un irrefrenabile istinto canino a giocare con la palla che non smetterebbe mai di rincorre se non fosse attratto molto di più dal cibo, e in special modo dal brontosauro (vedi) e dal cinghiale in umido (vedi). Pur possedendo un vocabolario linguistico molto ampio, per comunicare con i compagni, usa un rudimentale e sintetico linguaggio composto esclusivamente da le uniche parole che ama pronunciare: “a scapicollo” e “questa non è la pista di riscaldamento”. Recenti studi hanno potuto verificare anche Pagina 5 di 13
  6. 6. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 in questo soggetto il diffondersi della pratica dello sbassamento del pelo. Dente 1) I denti sono strutture che si trovano all'interno del cavo orale di molti vertebrati. La funzione primaria dell'insieme dei denti (la dentatura) è quella della masticazione del cibo mentre, in alcuni animali (i carnivori, ad esempio) i denti sono utilizzati anche per la caccia e la difesa. Nel gergo, peraltro molto strutturato e figurato dei Megs, “dente” ha molteplici significati. Strumento indispensabile come prima attività dell'apparato digestivo, il dente nel Megs è indistruttibile, inoltre le radici del dente affondano non solo nelle gengive come in tutti gli altri animali ma addirittura si aggrappa diventando tutt'uno con tutta la struttura ossea del corpo del Megs: struttura ossea a nido d'ape di Megsteno (leggerissimo metallo sconosciuto in natura, non si conoscono le caratteristiche fisiche e il punto di fusione, addirittura più resistente dell' adamantio di Wolverine degli X-men). I denti dei Megs sono il risultato dell'evoluzione e pertanto sono l'ideale per mordere, strappare e masticare le carni del Brontosauro e del cinghiale. 2) per i Megs il dente ha anche un altro significato, è una protuberanza di roccia, terra, neve o quant'altro che si staglia nel bel mezzo di una discesa a scapicollo. In questa situazione il Megs subisce un alterazione del sistema endocrino: durante la discesa ( con gli sci o la mtb) aumentano i valori di adrenalina nel sangue causando uno stato di incoscienza e spregiudicatezza, la pressione del sangue aumenta e s'interrompe l'irrorazione di sangue celebrare ma al repentino apparire del dente tutto degenera: il Megs si trasforma e affronta la discesa a scapicollo a una velocità tale da approcciare al dente in perfette condizioni di accelerazione ed equilibrio. Negli attimi appena antecedenti all'incontro con il dente tutto diventa buio nel cervello del Megs che a questo punto da, con tutta la forza e brutalità possibili, un strappo verso l'alto agli sci o alla mtb. Il Megs viene catapultato verso l'alto e verso l'orizzonte in uno stato di estasi pura e sovente raggiunge l'illuminazione, il kharma e tutte le risposte ai più profondi misteri della vita e dell'essere. Al termine di questi attimi intensi e profondi riacquista conoscenza allorché si accorge dell'appropinquarsi del suolo, il ritorno alla realtà spesso è traumatico proprio nell'attimo dell'atterraggio.......... Discesa a scapicollo Favorevole pendenza del terreno da fare in mountainbike con particolare attenzione...al contachilometri, per battere il precedente record di velocità su sterrato. Occasione per assaporare ondate di adrenalina accompagnata da attacchi di isteria ed euforia. La discesa a scapicollo raggiunge il suo apice allorché ci s'impegni nel sorpasso di un auto con successiva inchiodata-derapata e impegno dell'incrocio contromano, il clacson è chiaramente un segno di approvazione dell'autista estasiato dalla manovra . Alla fine della discesa si denotano scene di giubilo per l'assenza di incidenti e ferite gravi. Raramente, al ricordo della discesa a scapicollo, può sovvenire il dubbio che ci sia bisogno del casco, utilissimo per perdere coscienza della percezione della velocità e andare più forte. Enduro Attualmente il mezzo di riferimento dei MEGS. Una MTB che vanta tra le sue caratteristiche grossa escursione delle sospensioni anteriori e posteriori, freni maggiorati, come il Liberty della Piaggio, telaio in alluminio rinforzato, gomme propserose, il Ciao le aveva più piccole. L'enduro ha preso il posto della Front e della Full ormai obsolete per salti, discese e tutte le asperita che i baldi enogastrosportivi fanno Festa della birra pretesto per sbronza collettiva molesta, è spesso causa di allucinazioni, alluvioni, indigestioni, camminate infinite, scambi di scortesie gratuite con gli altri partecipanti trovati in luogo, anche di genere femminile, e risvegli impastati. Spesso associato a bivacchi improvvisati in tende non perfettamente stagne, si conclude con rituale partita di beach volley a cui nessuno vuole giocare causa schiuma nella pancia. Forafascioni amico fidato del Seccavento, si diverte a creare l'imprevisto della foratura nelle escursioni del sabato, fora qualsiasi tipo di mezzo anche in prestito purchè sprovvisto di camera d'aria di riserva o di pompa funzionante. Rrestio fino a poco tempo fa ad attrezzarsi con sistemi antiforatura, da quando viene sistematicamente abbandonato dalla comitiva ai margini della strada oppure è costretto ad inseguirla a corsa spingendo la bici è diventato possibilista. Pare che sistemi antiforatura gli siano stati suggeriti proprio dal fido Seccavento. Franceschitudine nota insistenza nel reclutamento e formazione delle squadre di beach volley per le domeniche estive. Si esplica nel martellamento continuo dei possibili partecipanti mediante sms e telefonate e si basa sul convincimento per sfinimento. I soggetti affetti manifestano anche tendenza al ritardo cronico e incosciente (non so come ho fatto a fare tardi, siete voi che siete in anticipo) e in rari casi al metrosessualismo e alla sindrome da pelo sbassato mono laterale. Freno a mano Attività ludica e ricreativa, il cui divertimento è direttamente proporzionale alla possibilità di recare Pagina 6 di 13
  7. 7. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 danno a persone, animali e cose. Gazzella zoppa .animale di genere femminile spesso sfuggevole e schivo, nella fattispecie presenta deficienze psico- fisiche momentanee, causate anche da effetti collaterali alcolemici, tali da renderlo facile alla cattura oppure concupibile da parte del maschio. La gazzella zoppa è un animale prelibato ed ambito da avvoltoi, sciacalli, iene e licaoni. Giovo Gruppo di ciclisti, recentemente compagni di avventura degli enogastrosportivi, che però loro conoscono come arancioni. Li chiamano arancioni a causa del loro abbigliamento e poiché sempre stravolti dalla fatica, ma soprattutto, dall'alcol gli è difficile memorizzare enogastrosportivi Giro di lago unità di misura lineare pari a circa 5 Km che però, se compiuti a corsa, d'estate, su fondo sterrato e con i moscini in bocca, possono sembrare quasi 6. Contrario: no dai, stasera facciamo i pesi Girometta Individuo femmina del genere umano caratterizzato dal suo comportamento affettato e lezioso. Comunemente femmina che per il suo fare arrogante e insopportabile diviene bersaglio di turno dei bastardi giustizieri. Gonfio Soggetto con buona pressione arteriosa di alcol Hattori Hanzo Mitica arma da fumo che per la sua pregevole fattura provoca il booooh di ammirazione degli amici di Marcello. Iaritudine † (arcaico) propensione innata verso la scoperta e l'avventura a tutti i costi, si manifesta spesso in una spinta irrefrenabile a passare a scapicollo colà dove tutto (condizioni topografiche, metereologiche, norme prudenziali e di buon senso, leggi fisiche, catene e capitelli, corsi d'acqua etc.) e tutti (compagni di scorribande, parenti e amici, proprietari di fondi chiusi, venditori di biciclette etc.) lo sconsiglino o lo impediscano. I soggetti presi da questa mania si attrezzano di solito di pennato, attrezzo assolutamente indispensabile nei casi in cui si incaponiscano a tracciare sentieri impervi sebbene siano presenti strade già tracciate molto più comode. Il Medio Soggetto storicamente visto come peperoncino negli occhi. Biasimato per la sua ostentata mediocrità ha la tendenza a far sopire tutti gli entusiasmi e a rendere triste, monotona e noiosa la vita. Anche Dante con gli Ignavi aveva il suo Medio, definiti coloro che durante la loro vita non agirono mai né nel bene né nel male, senza mai osare avere una idea propria, ma limitandosi ad adeguarsi sempre ("che mai fur vivi" ). Alla cena cicciona il medio è contestatore del maniaco eno-gastro-sportivo e dello Strafogone creando alterchi sul quantitativo di cibo. Il medio non va in MTB perché è fatica, non scia perché fa freddo ed è pericoloso, non gioca a beachvolley perché fa caldo, non beve perché fa male e deve guidare, sdegna il cinghiale troppo unto e porta allo sfinimento tutte le persone che gli stanno intorno su qualsiasi cosa che non sia routine. Nel medioevo veniva messo alla gogna, torturato o bruciato insieme a streghe, unturi ed eretici. In umido nel linguaggio comune modalità di cottura di cibi solitamente domenicali all'interno di una dieta ipercalorica. Figurativo: stile di vita votato ai piaceri della tavola e all'intingolo sempre e comunque. Inturbato turbato nell'intimo Kenda (volgarmente)La Kenda è un fascione per MTB. 1.La Kenda Nevegal 2,35 la gomma per eccenllenza della MTB del MEGS, una gomma dalla sezione generoseadatta a qualsiasi condizione del terreno, specialmente quando è richiesta una certa tenuta. 2. La Kenda è bellissima, immaginatela! Bella, morbida, prosperosa e affidabile. La Kenda non vi abbandonerà mai, strepitosa amante degli eccessi sa dare il meglio di sé anche per tutti quelle cose particolari che di volta in volta le chiedete di fare. Leon Soggetto dall'entusiasmo e dal portafoglio esplosivi. In lui è forte il principio causa-effetto (es. nuovo sport-nuova attrezzatura completa). Contrario: arrangione. Pagina 7 di 13
  8. 8. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Maniacalismo patologia cronica dell'aspirante ciccione che tende a giustificare le enormi quantità di cibo e vino eno-gastro-sportivo ingerite facendo molto sport, oppresso dai sensi di colpa bulimici Marcello amico fidato e socievole, particolarmente scherzoso, per gli amici intimi è conosciuto come tetraidrocannabinolo Metrosessuale ossessionato dalla misurazione degli organi sessuali. Contrario: smisurato: in quanto tale completamente disinteressato alle misure. Minchiuzza e Montalbano nota coppia dello spettacolo, come Mimì e Cocò, Grazia e Graziella (dopo la morte di Grazie al cazzo). Attiva negli anni 90 soprattutto in teatri di provincia, si esibiva spesso al Bar Montecatini. Famosa per le gag con la bicicletta e lo scrocco di sigarette se ne sono attualmente perse le tracce, ultime notizie riferivano della loro presenza in case circondariali. Figurativo: coppia di simpatici disgraziati. Muflone Il muflone (Ovis musimon) è l'unica pecora selvatica che vive in Europa ed è anche la più piccola: non supera i 70 cm di altezza al garrese e i 50 kg di peso. Il suo mantello è di colore castano scuro cangiante, infatti gode di alcune proprietà che lo rendono del tutto simile alla pelle del camaleonte: il muflone può mimetizzarsi in qualsiasi contesto ambientale montano, sia nei boschi che sulle piste da sci innevate. È un animale originario della Sardegna e della Corsica e lo si deduce molto bene dal suo carattere scontroso e prepotente, spesso ha la tendenza ad essere dispettoso o addirittura bastardo. Proverbiali le sue scorribande tra gli impianti delle Dolomiti dove, in agguato tra le sconnessioni dei pendii, attacca gli ignari sciatori sgambettandoli ho staccandogli gli scarponi dagli attacchi degli sci allo scopo di provocare cadute, le quali spesso si rivelano causa di infortuni anche gravi. Gli zoologi ritengono che questo atteggiamento sia una conseguenza di accordi illegali con l’elisoccorso del 118 (molto costoso) e le assicurazioni. Il muflone è un simulatore eccezionale, quando viene catturato per le sue scorribande inscena un atteggiamento docile e mansueto con l’aiuto di un espressione tipicamente dolce, docile e mansueta di un cucciolo con gli occhini umidi e tristi, in realtà è una testa di cazzo. Già nel XIX secolo è stato introdotto in numerose altre zone dell'Europa centrale e meridionale e in Asia Minore. Oggi i mufloni che sopravvivono nelle isole originarie sono pochi,ma in leggero e costante aumento,come nelle montagne del Gennargentu,dove si possono ammirare splendidi branchi sempre più numerosi, infatti è un appassionato irrefrenabile del sesso, dopo il cibo il muflone ha un solo chiodo fisso. Le procedure di accoppiamento del muflone sono svariate e sempre diverse: orge, fellatio, cunnilingus, missionario e smorzacandela. Il muflone non pratica la pedofilia ma sono pericolosissimi gli esemplari bisessuali che tendono a seviziare gli sciatori più sprovveduti: i mufloni non attaccano gli sciatori molto veloci e spericolati che ritengono loro compagni di merende nel creare pericoli sulle piste di sci. Pur essendo animali da pascolo, che si nutrono soprattutto di erbe, i mufloni, come le capre, mangiano un po' di tutto infatti il muflone non è solo un erbivoro, la sua alimentazione consta di selvaggina in umido accompagnata dalla polenta; in molte occasioni ha mostrato una certa predilezione anche per la pasta e la carne brasiliana accompagnata da un buon vino. Gli esemplari che popolano le zone dolomitiche prediligono wurstel e crauti abbondanti di salse. A dispetto dell’alimentazione ipercalorica il muflone non soffre di malattie cardiovascolari e indigestioni. L’uso smodato di cannabis non incide sulla salute dei suoi polmoni. Nefido Colui che infidamente usa la bastardaggine contro un amico Negroni Carburante da sballo Passaggio tecnico per i megs curva a gomito che ti si para davanti improvvisa dopo le frasche che sono inavvertitamente sfuggite alla meticolosa potatura con il pennato di Daunill. Ovviamente i preferiti sono quelli che si trovano in discese con una pendenza minima del 30% da affrontare in derapata urlando "grrrandeee", meglio se con fondo composto da mota, ghiande, fogliame di tundra, muschi e licheni. La sensazione tipica è quella di corsa forsennata su pista di ghiaccio con scarpe da calcio. Vivamente consigliato il casco e una muta in kevlar antirovo, a meno che non siate degli incoscenti rimpiangerete di aver acquistato i pedali a sgancio rapido così frettolosamente. Il dirupo da una parte, il fosso con i rovi dall'altra, le pietre acuminate subito dopo il dosso nascosto dalle foglie che precede la curva e la vostra mtb che va da tutte le parti tranne che dritta fanno parte del gioco. Pelo sbassato pelo rasato ad un'altezza che ti consente di andare in spiaggia senza sembrare un gorilla Pirlaconciatore Il Pirlaconciatore è tipicamente santacrocese ma anche in quel di ponte egola vi si trovano esemplari. Nel comprensorio i VIP(veru important pirlaconciatori) sono loro, come ben dimostrato dal reportage di una loro tipica giornata di fiera a bologna. Pagina 8 di 13
  9. 9. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Drin drin dirn. Sveglia. “porca Madonna impestata maiala o perché si è messa a suonare così presto questa sveglia di merda, vedrai che adesso la metto sotto a rasatrice così smette di rompe i ‘ogioni. Già dio bono c’è la fiera a Bologna, ma che rompimento di palle devo andà lì che mi opiano tutti l’artioli, i crienti un vogliono pagà laumenti e i concorrenti vendano più di me che io in realtà mi faccio un culo ‘osì e loro si come gni gira tutto per il verso giusto, bui di ulo…che fò prendo ir treno apposta pe’ la fiera o ci vò co’ Audi qu7 che mi devo fa vedè che ciò i sordi. Vò con la macchina va, che lo pagata uno stonfo di sordi apposta pe dimostrà che o i qatrini, e poi bada che rote, manco i trattori lanno, vorra dì quarcosa? Che pe cambià le gomme devo vende du pianali di pelle.” In autostrada….. “ ma sarà mai possibile che su queste strade ci devano circolà tutti, un potrebbero bocclalle e facci girà solo chie deve andà n giro pe lavoro, io ciò da fa un posso mia sta qui in fila che quelli delle autostrade fanno paga anche i sassolini della asfalto come se fossero diamanti. Sé! hanno fatte de pezzi novi, tanto che voi un ni cè voluto una vita, maremma maiala io sto a lavora dalla mattina alla sera per le pelli e loro gli ci vole un monte pe asfaltaà un pezzettino di strada che in artri paesi in du giorni fanno, ma io li porterei a sbottala così si rendano onto di osa vor dì sudasseli i sordi invece di facc pagà tutte le tasse che si pagano noi che un ci si fa andà avanti. Noi concerie un si fa artro che lavorà e tutti a chiedece i sordi, siamo rovinati che un si campa più…bada uello cia la macchina più grossa della mia, infatti anche se lo comprata ora la dovo cambia, mi ci vorrebbe più grossa tante le vorte devo portà de campioni a giro o carià dei crienti con le maiale per fa figura. In fiera Maddonina mi devo confronta co quelartri conciatori. Allora non gli devo di che va bene senno fanno la corsa su di me e cercano di fregammi i clienti, non gli devo dì che va male senno pensano che sono un fallito e lavoro meno e più peggio assai di loro. Gli dio che insomma, che potrebbe andà, ma non tanto, sempre meglio che peggio, si tira avanti e staremo a vede come butta la fiera che ce gente ma non tanta più dell primo giorno dell’altra volta, che come l’ultima erano un po’ meno. Accidenti alla Cina, al dollaro, ai depuratori e ai lavoratori, la 626, e i consorzi che volgliono un monte di sordi e un fanno un cazzo. Già dimeentiavo le pelle che aumentino e la moglie che mispende un monte di sordi in cazzate. Meno male che sabato si fa la cacciata e si mangia airristorante. E speriamo che stasera a Bologna si trovi du fie senno prendo du maiale ma speriamo che non mi chiedano tanto altrimenti gli fo prova che ivvordi anda a fa il rinverdimento che dovrebbero ringrazia iddio che le fa batte invece di arzarsi la mattina per sbottala. Via andiamo a casa…azzo sta macchina la devo ompra più grossa. Pista di riscaldamento Lemma inesistente Porceddu Spuntino sardo Porta puppe il genere femminile per un convinto maschilista Porta wafer wafer con una donna intorno; donna generosa e attraente particolarmente golosa di wafer con il gelato Prudenza disposizione ad ignorare le conseguenze delle proprie azioni, decisioni e sim., così da evitare inutili rischi, danni, pericoli ma sperando che tutto vada bene Quattro di coppia posizione del kamasutra molto faticosa e poco divertente; tra i maniaci eno-gastro-sportivi mezzo di locomozione e di socializzazione tra simili. Quattro Passi nel gergo comune leggera sgambata fatta senza sudare (ciao mamma esco a fare 4 passi); nel maniaco eno-gastro-sportivo percorso mistico-spirituale su e giù per le vette dolomitiche sci ai piedi. L'evento si verifica di solito nei sabati invernali, ha inizio la mattina intorno alle 6;30-7;00 e si conclude nel pomeriggio verso le 17;00. I partecipanti, facilmente individuabili sulle piste per la caratteristica coltre di neve che alzano al loro passaggio e dall'inconfondibile animale che li segue (vedi muflone), al termine dell'impresa riferiscono di cambiamenti di personalità (dormiglioni trasformati in mattinieri), visioni (forse dovute ai crauti) e dolori muscolo-scheletrici generalizzati e persistenti. Al rientro i partecipanti e il muflone si nutrono di cinghiale in umido in porzioni variabili da 400 a 500 grammi ciascuno. Risulta ignoto il sistema che usino per addormentarsi, ma vengono riferiti sogni premonitori che sembrano legati all'alimentazione ipercalorica. Pagina 9 di 13
  10. 10. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Rampilonga poema epico, al pari dell'Iliade, dell'Odissea e di Topolino, in cui due eroi mitologici, Samueolo il convincitore (figlio di Sandro, nipote di Ugo della dinastia dei Seli) e forchetta veloce Davidee da Castelfranco con i loro velocipedi, tra mille peripezie, scalano un'enorme montagna, evitando le tentazioni provenienti dai prodotti tipici offerti dai vari banchetti di rifornimento che trovano lungo il tragitto. Rav 4 degno successore del RAV 1, 2 e 3, è il mezzo anfibio tutt'ora in dotazione in 2 unità ai reparti speciali sciistici dei maniaci eno-gastro-sportivi. Mezzo davvero versatile se si pensa che i reparti speciali pretendono di fare con questi veicoli in tutto e per tutto quello che fanno con gli sci, salti e fuori pista in 2 metri di neve fresca compresi. Degna di nota la particolare evoluzione compiuta con questi mezzi: il fren'amanosullanevenelparcheggiodell'impiantodirisalita. Questa evoluzione può essere compiuta in 2 varianti: con parcheggiatore o senza. Inutile dire che la prima è senz'altro la più spettacolare e apprezzata, ma visti gli orari in cui i maniaci si presentano all'impianto di risalita la presenza del parcheggiatore non è sempre garantita. Si ha notizia che talvolta i 2 mezzi si esibiscano anche in contemporanea in coreografie ottagonali e in trainamenti reciproci fuori dai pantani. Rosa Maria nel gergo comune tipo di rosa sicula con spine di 14 cm, coppola e fucile. Figurativo: soggetto che, pur atteggiandosi da liberale con gli amici, sposa appieno gli ideali, i valori e i modi di vita siculi. Soggetto a cui non puoi toccare (nè con le mani, nè tantomeno con le parole) le cose femminili di sua esclusiva proprietà quali la macchina, la sorella, la bicicletta, la fidanzata etc. Vendicativo e rissoso, denota una spiccata propensione al maschilismo. Salita tecnica Salsero Specie vicina all'uomo. L'esatto criterio che contraddistingue i salseri non è chiaro, ma sono incluse nella sottofamiglia le specie che posseggono almeno il 97% del DNA corrispondente al genoma umano ed esibiscono qualche capacità di linguaggio e una socialità nella famiglia e del branco. Per appartenenza a quest'ultimo e per facilitare i rituali di accoppiamento attraendo i soggetti femminili si dimenano freneticamente esibendo un abbigliamento dai colori sgargianti, con scarpe ginniche fluorescenti, pantaloni più larghi di 15 taglie con peneri e magliette smanicate, aderenti e sudate. Si accoppia solo con esemplari femminili della propria specie. Samuelata proposta di impresa che va oltre le potenzialità dei partecipanti (rif. Rampilonga) Sciupacene soggetto che si diverte sempre a criticare l'acquisto troppo abbondante delle provviste per le cene in compagnia; acerrimo nemico dello strafogone, spesso ha ragione, ma è infamato dai partecipanti alla cena per il suo atteggiamento negativo e anti-ciccione. Specie in via di estinzione,si distingue per le tipiche frasi: "Ve lo avevo detto", "ora la finite", "vi sta bene che vi sentite male". Seccavento non contenti della propria qualità di parassita del leon, alcuni arrangioni hanno sviluppato anche capacità di interdizione eolica. Vera iattura del leon surfista che dopo il danno di dovergli prestare e montare tutta l'attrezzatura subisce anche la beffa di dovergliela smontare per assenza assoluta di vento. Consigliato da tutti a stare cortesemente lontano dai luoghi in cui si veleggia, il seccavento è assolutamente restio ad ammettere le sue qualità, nonché molto permaloso (provate a chiedere ad un seccavento se sono vere le voci sul suo conto, ricevete un cazzotto). Pagina 10 di 13
  11. 11. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 Sgassone anche soggetto dal piede o dalla mano tremula. Lo sgassone sgassa al semaforo come se la macchina o il motore non gli reggesse il minimo, incurante delle nuove tecnologie (vedi iniezione elettronica) e del costo del carburante. Pare siano affetti da questa sindrome i soggetti che in adolescenza abbiano guidato una vespa special degli anni 70 con carburatore e cilindro modificati, marmitta polini e sella con le frange, il tutto montato direttamente dal proprietario. L'improvvisato meccanico causava inevitabilmente un leggerissimo difetto di carburazione. Tale tipo di mezzo, infatti, per rimanere acceso ai semafori doveva essere tenuto almeno a 4-5000 giri, con buona pace dei benzinai. Skicross praticato in gruppo, consiste in un ammucchiata di carne, bandierine, bastoncini, sci, neve e caschi alla prima parabolica, il tutto ben avvolto in una rete di protezione rossa. La caratteristica dello skicross è l’imprevisto, la velocità, i salti, la pista accidentata; è proprio questo fattore di sorpresa che rende avvincente la discesa, come nella discesa a scapicollo è particolarmente gradito arrivare incolumi. Smanettone soggetto che pur di evitare l'acquisto di un nuovo oggetto si intestardisce nell'aggiustare alla meno peggio quello che ha a disposizione. Classico esempio di scuola è l'aspirante ciclista che invece di comprare una bicicletta nuova pretende di crearne una da corsa assemblando, con opinabile perizia, i pezzi più vari provenienti un po' dalla mountain bike delle medie, un po' dalla graziella del mare e un po' dal ciao del nonno. I risultati sono di solito scadenti e di colore sgargiante, in ogni modo evitate di criticare l'operato dello smanettone, questo soggetto è molto permaloso Sommelier, enologo Furbetti che dissimulano il loro alcolismo dietro un'attività esclusiva e raffinata di facciata. Es. sei un enologo=alcolizzato di merda. Sin. Avvinazzato, beone Standby Soggetti in stato di non operatività che affrontano in relax attimi alterni di dormi-veglia-vigile. I soggetti più esperti mimano e parlano nel sonno. I maestri hanno il dono dell'ubiquità Strafogone soggetto che solo alla lettura di un qualsiasi menù viene preso dall'irrefrenabile istinto di prendere due di tutto, anche se è da solo. Al supermercato dà il meglio di sé, si trasforma in volto e, correndo come un ossesso tra gli scaffali, acquista il doppio del cibo necessario, a volte anche del vino. E', quindi, vivamente sconsigliato delegare uno strafogone ad ordinare per voi al ristorante oppure a fare la fila per voi alla cassa di una sagra o di manifestazione eno-gastronomica. E' altresì vivamente sconsigliato incaricare lo strafogone di fare la spesa per una cena in compagnia, a meno che non abbiate sufficiente spazio nel freezer per congelare il surplus acquistato oppure una fame veramente atavica, accettando il rischio di indigestione anche grave. Svarione nel megs leggera incertezza nell'incedere con momentanea difficoltà a proseguire nella pedalata in salite con pendenza del 25% oppure a racchettare lungo il raccordo in salita di 3 km imboccato inavvertitamente in senso contrario. Causata sembra per un 90% dal repentino sbalzo di altitudine dovuto ai ripetuti e continui saliscendi affrontati a velocità sostenuta sia in salita che in discesa e per un 10% da cause ignote, non è sicuramente da ricondurre a stanchezza, visto che il megs non ne conosce. In questi casi mentre la persona comune per porvi rimedio normalmente si ferma e riposa, il megs ingurgita 2 stecche di cioccolato, un sacchetto di marsini e due ciucciate della benzina di daunil e riparte di slancio, il tutto vergognandosi anche un po' dell'accaduto e scusandosi con gli altri partecipanti per il ritardo causato nella tabella di marcia. Superstembi, ad oggi, sembra immune da tale evenienza. Tafano Il vero terrore degli enogastrosportivi, specialmente di Stembi. Attratto dal sudore è un bastardo, ti ronza in torno fino allo sfinimento o la crisi di nervi, quando dopo ore di tentativi inutili di scacciarlo desistete lui vi morde. Conosce perfettamente i MEGS e il loro comportamento, infatti riesce sempre a capire le loro debolizze e li attacca nei momenti di fatica più intensi e nelle giornate più calde. Il tafano è indirettamente la causa per la quale Stembi rischia frequenti eritemi cutanei, cospargendosi insettici di tutti i tipi sul corpo. Terzo stomaco chiaro e principale sintomo del maniacalismo eno-gastro-sportivo ormai allo stadio cronico ed irreversibile. Tale sintomo però sembra non influire troppo negativamente sulle prestazioni sportive della persona affetta, ma solo sulle finanze della famiglia o di chi lo ospita a cena. Tracciatino Catalizzatore che permette di trasformare una tranquilla Pagina 11 di 13
  12. 12. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 giornata di sci in un momento di ansia e odio competitivo. Può dare dipendenza. Wifi Maniaco delle reti wireless fidelity; rabdomante di reti internet a sgamo. In taluni soggetti crea dipendenza. Pagina 12 di 13
  13. 13. Dizionario Rosario - Stembi EdizioneIII – 2009 AFORISMI CITAZIONI FRASEOLOGIA Un uomo non è un vagabondo se durante il lavoro è assorto nei suoi pensieri, è un Creativo. David La calma è la virtù dei forti, la fame dei MEGS Pagina 13 di 13

×