La diagnosi energetica delle abitazioni e relative azioni

1,208 views
1,085 views

Published on

L’ing. Gianfranco Padovan, Presidente di EnergoClub è relatore allo IUAV/CLAME nel corso di Economia e Informatica per la gestione delle imprese per raccontare le scelte energetiche e presentando le simulazioni economico finanziarie.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,208
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
37
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Agire con efficacia significa definire le giuste priorità. Come?
  • La diagnosi energetica delle abitazioni e relative azioni

    1. 1. La diagnosi energetica delleabitazioni e azioni per ridurre iconsumi e i costi di gestioneeconomica, energetica, ambientaleing. Gianfranco Padovan, Presidente EnergoClub OnlusFrancesco Pasqualin, Coordinatore EnergoClubdott.ssa Sara Capuzzo, Resp. Comunicazione EnergoClubarch. Valeria Pluti, Progetti EnergoClubEnergia. Le buone pratiche, Padova - 15 novembre 2011
    2. 2. Chi è EnergoClub Onlus  Associazione onlus registrata dal 2005 con oltre 3.300 soci in tutta Italia  Scopo sociale  Promuovere l’impiego sostenibile delle fonti rinnovabili  Educare all’uso razionale ed efficiente delle risorse  Favorire la riconversione del sistema energetico dalle fossili alle rinnovabiliPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 2
    3. 3. Cosa fa EnergoClub Onlus?  Fornisce consulenza di primo orientamento a:  Propri soci o chi ne fa richiesta  Famiglie che ne fanno richiesta  Comuni, gruppi di cittadini, scuole  Strumenti messi a disposizione  Sopralluoghi e colloqui per i soci e non soci  Check-up energetico  Corso “La casa efficiente”  Didattica per le scuole  Partecipazione ai Gruppi di Acquisto (GAF Sole in rete, GA veicoli elettrici, ecc.)Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 3
    4. 4. Obiettivo della relazione  Alzare la consapevolezza sulle cose che si possono (e si dovrebbero) fare per:  risparmiare sulla bolletta di energia elettrica e gas  ridurre le emissioni di CO2 e PM10  finanziarsi gli interventi tramite il conto energia, detrazioni fiscali, prodotti finanziari disponibiliPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 4
    5. 5. Elenco dei contenuti  Consumi e inefficienze vanno a braccetto con le scelte fatte  Strategia consigliata  Conoscere i propri consumi di energia  Diagnosi energetica  Azioni prioritarie  Detrazioni fiscali del 55% e 36%  Il conto energia per il fotovoltaico  Costi delle varie soluzioni  I Gruppi di Acquisto  Esempio di conto economico  La banche e i prodotti finanziariPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 5
    6. 6. I costi sono generati dalle scelte che si fanno e dalla loro sequenza … oppure intervenire sostituire, installare prima sull’involucro impianti? e poi sostituire gli impianti? Caldaia ad Lampade altaCaldaia Lampade e Elettrodom efficienza elettrodomesattuali tici alta estici attuali efficienzaPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 6
    7. 7. Agire con una strategia in mente Ristrutturare una casa in modo energeticamente efficace Adottando soluzioni e 1°materiali perrisparmiare Come? Utilizzando energia energia 2° rinnovabilePadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 7
    8. 8. Cosa fare per prima cosa?  Sapere dal punto di vista energetico quanto si consuma  Come? • Ricavando i consumi reali dalle bollette energia elettrica, gas, legna per l’intero anno • Conoscendo la superficie totale in pianta dei locali riscaldati nell’abitazionePadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 8
    9. 9. Conversione quantità combustibile in kWh Combustibile Potere calorifico Metano 9,8 kWh/m3 Gpl 12,8 kWh/kg Gasolio 10,0 kWh/l Legna 5,2 kWh/kg Pellet 4,9 kWh/kg Fonti: EnergoClubPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 9
    10. 10. Quanto consuma la mia casa? Lo dice l’Indice di Consumo Energetico Indice di Consumo Energetico (ICE) si esprime in kWh/m2 anno e ci informa di quanta energia si consuma per ogni m2 di superficie in pianta in un anno.Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 10
    11. 11. Calcolo ICE  Energia Elettrica 3.000 kWh/anno  Energia metano 3.000 m³ x 9,8 kWh/ m³ = 29.400 kWh/anno  Energia totale E.Elettrica + E.Metano 3.000 + 29.400 = 32.400 kWh/anno  Indice ICE Energia totale : Superficie 32.400 kWh/anno : 100m² = 324 kWh/m² annoPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 11
    12. 12. Mi devo chiedere: sono in emergenza? Di quanto? Cosa fare per uscire dalla zona rossa? A FV+Solare B C Solare+FV D ESolare+Risparmio F GRisparmio+Solare Risparmio 1 2G 2 3G Risparmio 3Risparmio 100 200 300 0 IE (kWh/m² anno) Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 12
    13. 13. Le azioni e la priorità tramite il check-up  Fare una cosa prima di un’altra è importante  Per scoprirlo si effettua un check-up o diagnosi energetica:  Raccolta di dati dell’abitazione  Raccolta dati elettrodomestici  Raccolta dati utenti e loro abitudini  Elaborazione dati  Scegliere cosa è importante (ridurre il costo, ridurre il riscaldamento della terra, ridurre le emissioni inquinanti PM10, PM2,5, ecc.  Individuazione delle priorità di azionePadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 13
    14. 14. Esito del check-up energeticoDati delle bollette energetiche Periodo preso in considerazione 1 gennaio 2009 31 dicembre 2009 Emissioni Energia spesa Costo annuo Emissioni CO2 Particolato Unità misura kWh/anno €/anno kg/anno kg/anno Energia Elettrica 2.382 476 1.589 0,810 Metano 14.181 1.302 3.049 1,744 Totale netta edificio 16.563 1.778 4.638 2,6 Riduzione Riduzione Riduzione RiduzioneObiettivo di Abitazione Busato A. x Energia Costi Emissioni x Patologie primaria bolletta CO2 Esito Protocollo EnergoClub Indice Consumo Indice Indice Indice Emis. Indice consumo Energetico Costo Emissione CO2 Particolato fonti fossili (ICE)  Fonte: EnergoClub kWh/m²anno €/m2 anno kg/m2 anno g/m2 anno kg/m2 anno 155 17 43 24 22 Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 14
    15. 15. Esito di un check-up energetico Dove sono le dispersioni di energia? Protocollo EnergoClub - ps-023a - Abitazione Busato A. - Consumo finale energia 4.000 120% 3.422 3.500 3.077 96,9% 98,5%99,9%100,0% 100% 3.000 90,9% 94,1% 86,3% 2.277 80,6% 80% kWh anno 2.500 74,6% 2.043 65,3% 2.000 60% 1.531 53,0% 1.500 39,2% 995 40% 946 1.000 771 20,7% 522 472 20% 500 263 233 10 0 0% Abitazione ec so to ri FM ri i a ra Ve i a zio ne e da ilia costruita nel e s gg t o io etti en ld t e tro i d avi o u ar do pe ern tic ttu tic P ffitt a n tra ter ca tra on tic ior Pa e e us am in son do i m me ne 1981 con es co t So in s n In ti e r um as ICE=155 El Ac reti is az re C ris a kWh/m²anno Pa fil qu m a m ld ca Ill es tro m a et Fonte: qu do et Ac El tro EnergoClub et ElPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 15
    16. 16. Esito di un check-up energetico Dove sono i costi? Protocollo EnergoClub - ps-023a - Abitazione Busato A. - Costi 350 120% 310 300 279 98,7%99,9%100,0% 100% 94,7%97,3% 89,6% 250 83,9% 206 205 80% Euro anno 76,1% 185 200 66,7% 167 60% 56,3% 139 150 44,7% 102 90 40% 100 33,1% 47 20% 50 17,4% 24 21 2 0 0% Abitazione o ec to ri vim M ri i a ra di V ria m ca l r u s zio rne costruita nel m er ne da ilia as to tro qua i in ti i s en gi e io itto Pa e F tic ttu t a ag at El Ac are ne C en do p ter on us m tr a ste 1981 con o az ff ne m etr e s co so e s da ne in So In ti e ICE=155 t re tickWh/m²anno do ris Pa P fil um tro a qu tici ld El ca Ill Ac es Fonte: m a et do et EnergoClub tro et ElPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 16
    17. 17. Esito di un check-up energetico Dove si emette più CO2?A. - Emissioni Protocollo EnergoClub - ps-023a - Abitazione Busato CO2 800 726 120% Emissioni CO2 (kg/anno) 683 700 653 99,8% 100% 98,8% 97,6% 100,0% 95,2% 600 557 90,6% 483 83,6% 76,3% 80% 500 434 66,9% 400 56,5% 341 325 60% 300 44,5% 40% 211 200 30,4% 111 20% 100 15,7% 56 50 7 0 0% so ne to Abitazione Ill r isc Ve ari ri So F M us a on a om filtr gio ne ilia es r c e i o en ru E l A P a sso t o do a int ti i a tur ec ari in lda ate vi itt o d m pe ern tro qu ti et costruita nel a n ag ter az m e tic ot et c re n C me is e Pa ff um a tr tic n i m es 1981 con io e s az i d eti ICE=155 tic ar es P akWh/m²anno od In ld ca m ua ttr do cq le Fonte: tro E A et EnergoClub ElPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 17
    18. 18. Esito di un check-up energetico Dove si emette più PM10? Protocollo EnergoClub - ps-023a - Abitazione Busato A. - Emissioni PM10-PM2,5 0,5 0,42 120% 0,4 0,37 0,35 98,8% 99,9% 100,0% 100% 95,0% 97,5% kg PM10-PM2,5 anno 0,4 90,3% 0,28 0,28 83,5% 0,3 80% 0,2576,2% 0,3 66,5% 0,19 60% 0,2 55,7% 0,17 44,5% 0,2 0,12 40% 30,9% 0,1 0,06 20% 16,3% 0,03 0,03 0,1 0,00 0,0 0% Abitazione to ri vim M es ggi ria ec so costruita nel ri ia a tro i di zion e m rc e o El Acq reti ett i ld t e io tto ilia da tic tur do pe rn en n Ca ent F u a ca tra El esti iltra ter 1981 con az ffi tro ua inte Pa son us e on es ot am tic or m e ris Ve in So m Inf ti es ne ICE=155 s Pa is akWh/m²anno re Pa m a ld m c Illu Fonte: ca do EnergoClub et a qu do et Ac tro et El Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 18
    19. 19. Azioni consigliate per ridurre le emissioni di particolato e prevenire le patologie (Priorità come da grafico 2) Esito di un check-up energetico Le indicazioniLe azioni prioritarie (celle rosse) desumibili dall’analisi di Pareto (% progressiva fino al valore Peso cumulatodell’80%) in accordo allorientamento del socio (ridurre il consumo di energia in generale) sonoriportate di seguito. PesoPareti esterne: Si consiglia un isolamento cappotto da progettare in accordo agli standard vigenti o,preferibilmente, in accordo ai futuri standard che lUnione Europea sta introducendo (casa passiva) in 16% 16%modo da poter accedere alle detrazioni di imposta se previste nella finanziaria.Infiltrazione aria: Si consiglia di prevedere un ricambio d’aria con ventilazione forzata con recuperotermico. Anche in questo si consiglia di progettare in accordo agli standard vigenti o, preferibilmente, 15% 31%in accordo agli standard della casa passiva.Elettrodomestici di maggior uso: Si consiglia di installare lampade ad alta efficienza e di sostituireprogressivamente gli elettrodomestici con altri di classe A+, e A++ facendo attenzione a sceglierequelli con marchi (Eco-label, Energy-Star, ecc.). Valutare un sistema solare FV adeguatamente 14% 45%dimensionato non solo per gli elettrodomestici ma anche per future esigenze (impiantocondizionamento aria, bicicletta, moto e soprattutto auto elettrica). Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 19
    20. 20. La stima dei costi e dei risparmi energetici Investimenti Max 96.187 € Min 79.993 € 67.570 € 59.088 € 49.905 € 45.586 €< 10 A+ -94% 37.590 € 28.476 €< 30 A -81%< 50 B -68%< 70 C -55%< 90 D -42%< 120 E -22% C B A A+ Classe energetica< 160 F X< 200 G Abitazione costruita nel 1981< 260 2G con ICE=155 kWh/m²anno> 260 3G Fonte: EnergoClub Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 20
    21. 21. Preventivo autovalutato, costi orientativi, delle varie soluzioni  Cappotto posato classe B: 45-100 €/m²  Tetto isolato classe B: 70-180 €/m2  Pavimento isolato e radiante Classe B: 150-250 €/m2  Infissi e vetrate posate: 250-600 €/m²  Caldaia a condensazione installata: 200-400 €/kW  Solare acqua sanitari installati con accumulo: 150-800 €/m2  Fotovoltaico installato: 2.600-3.000 €/kWp  Elettrodomestici classe A+: 1000-2000 €/kW  Pompa di calore geotermiche installate: 2.000- 3.000 €/kW  Impianto di ventilazione con recupero termico:Padova, 15 novembre 2011 500-3.000 alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org Padovan et €/kW 21
    22. 22. Come finanziare gli interventi?  Detrazione fiscale del 55% (e 36%) delle spese che:  riducono i consumi di energia (esempio isolamento)  migliorano l’efficienza energetica (sostituzione caldaie e distribuzione controllo calore)  impiegano energia rinnovabile (solare termico, geotermia, caldaie a condensazione, pompe di calore)  Incentivi per la produzione e utilizzo di fonti rinnovabili per produrre energia elettrica (conto energia) da:  solare FV e termodinamico  mini-idro  mini-eolicoPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 22
    23. 23. Le detrazioni fiscali del 55% e del 36%  Le spese di ristrutturazione edilizia sono detraibili del 36% (è stato prorogato fino al 2012); massimo detraibile 48.000 € spalmato su 10 anni)  Le spese di risparmio ed efficienza energetica sono detraibili dalla tassa lorda IRPEF o IRES (in 10 anni) del 55% fino alla fine del 2011Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 23
    24. 24. Detrazioni e incentivi • Detrazioni fiscali fino a 60.000 € 109.090 (100.000 € x riqualificazione 181.818 energ.) pari al 55% delle spese di 54.545 investimento • Esempio: • investimento = 24.000 € • detrazione totale = 55% x 24.000 = 13.200 € • detrazione annua (in 19 anni) = 1.320 € • Incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (impianti fotovoltaici, micro-idro, micro-eolico, ecc.) • Esempio: • incentivo conto energia da 0,40+ 0,09…0,15Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 24
    25. 25. Gli incentivi 2011-2016 - tariffa incentivante (0,27 €/kWh media) - vendita in rete (0,15 €/kWh media) - autoconsumo 30% della produzione Da aggiungere: +10% per materiali europei oppure 0,05 €/kWh rimozione amianto € per kWh prodottoPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 25
    26. 26. Il conto energia termico  Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 - "Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione delluso dellenergia da fonti rinnovabili, …“  In analogia alle rinnovabili ci sarà un fondo costruito tramite il prelievo sulla bolletta del gas …Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 26
    27. 27. Gli incentivi sul Fotovoltaico Esempio di conto economico Costo bolletta attuale 500 €/anno 10.000 €/20 anni Costo impianto “famiglia tipo” Produzione media 4.800 kWh/anno da 4,5 kWp a 3.030 €/kWp 14.700 € Incentivo in 20 anni 26.350 € Finanziamento 100% Vendita + autoconsumo 10.150 € (tasso medio 4%) 10 anni 3.500 € Assicuraz. 20 anni 2.000 € Ricambi (inverter) 1.500 € Manutenzione 1.500 € Bolletta (residua) 6.800 € Totale su 20 anni 28.934 € Totale entrate 20 anni36.500 € (incentivi 1° semestre 2012)Padova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 27
    28. 28. Il fotovoltaico come fonte di 28 finanziamento per gli interventi di efficienza energetica SINTESI DEL CONFRONTO TRA BENEFICI E COSTI FACCIO RINUNCIO l’impianto fotovoltaico a fare l’impianto CON PRESTITO fotovoltaico BENEFICI 36.500 € 0€ COSTI 28.900 € 10.000 € GUADAGNO/PERDITA + 7.600 € -10.000 € benefici meno costi VANTAGGIO FINALE + 17.600 € differenza tra le due soluzioni faccio o rinuncioPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 28
    29. 29. Bisogna essere consapevoli che il problema energetico …  Il 60% circa del consumo totale di energia dipende dalle scelte dei singoli cittadini o famiglie  Le scelte sull’abitazione e sul trasporto rientrano entro la sfera personale e familiarePadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 29
    30. 30. Conclusioni  Oggi è possibile ridurre i propri consumi di energia dal 40% fino al 95%.  E’ opportuno avere in mente una strategia su cosa fare nei prossimi 2- 3 anni (check-up)  Nel 2012 verranno introdotti degli incentivi per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea 20-20-20 anche per la parte termica  Le detrazioni fiscali, gli incentivi, i prodotti finanziari ad hoc, sono un mezzo per farloPadova, 15 novembre 2011 Padovan et alt. - Diagnosi energetica e azioni prioritarie - www.energoclub.org 30

    ×