Snowave Magazine 2009

528 views

Published on

Snowave Magazine contiene consigli sulla scelta degli sci e degli scarponi, sulla manutenzione di base a su alcuni servizi offerti da aziende inerenti al mondo della montagna. E' stato distribuito in 250 uffici Avis Autonoleggio ed in 50 negozi monomarca Fila

Published in: Sports, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
528
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Snowave Magazine 2009

  1. 1. stagione 2008/2009 guida realizzata da Avis autonole ggio Italia distribuzione gratu ita Come scegliere sci e scarponi In montagna rispettando l’ambiente con AVIS Davide Simoncelli: allenamenti e gare in Coppa del Mondo
  2. 2. SOMMARIO Editoriale Come scegliere lo sci ideale 4 U na sola scelta per la montagna Preferite piste o rifugio? Sciatori o snowboardisti? A tavola polenta o Come scegliere lo scarpone 6 canederli? Vivere la montagna implica soltanto 8 una scelta, quella del rispetto dell’ambiente e dell’osservazione della natura che ci circonda. Avis e la neve: Come Avis abbiamo ben presenti questi sicurezza, valori e le nostre soluzioni dedicate alla neve divertimento e tengono in considerazione le necessità di rispetto risparmio, l’importanza della sicurezza ed dell’ambiente anche la voglia di divertimento. Abbiamo pensato a questa guida come strumento per fornirvi, se possibile, quale suggerimento utile e qualche curiosità, Davide Simoncelli Allenamenti e gare 10 insieme ad aziende note come Fila. in Coppa del Mondo E, consentiteci un minimo di campanilismo, La manutenzione 12 non dimentichiamoci che in Italia abbiamo montagne e località sciistiche che tutto il mondo ci invidia. di sci e scarponi 14 Avis, la vostra scelta per la neve. Il codice della Angelo Brienza sicurezza (Channel Distribuiton Manager & Domestic Retail) sulle piste L’AVIS BLOG Volete commentare i testi di questa guida? Volete farci qualche domanda? Volete maggiori informazioni? Trovate tutto sul nostro nuovo blog all’indirizzo www.avisblog.it Guida gratuita Ideazione e realizzazione Empatic Srl AVIS Autonoleggio Italia S.p.A. Via Domenico Sansotta, 100 Via Tiburtina, 1231 - 00131 Roma 00144 (Roma) Partita IVA 00886991009 Tel 06 52208255 – info@empatic.it Call center: 199 100133* Coordinamento editoriale www.avisautonoleggio.it Giammarco D’Orazio marketing@avis-autonoleggio.it © AVIS Autonoleggio Italia S.p.A. 2008. Tutti i diritti riservati.
  3. 3. Come scegliere GLI ATTACCHI gli SCI L’attacco è composto da Sono passati i due parti, il puntale e la talloniera, che bloccano tempi nei quali lo scarpone sullo sci. c’erano pochi Un eventuale terzo modelli e poche componente è la piastra, che viene montata tra sci aziende: ora Lo sci deve essere scelto in base alle capacità tecniche, ad Esistono anche i Race Carve Speciale, cioè modelli più reattivi ed attacco, per aumentare esempio se siete uno sciatore in evoluzione, è preferibile uno sci e maneggevoli, solitamente più leggeri, che puntano sulla l’offerta è ampia, che vi aiuti ad imparare e che vi perdoni qualche errore. conduzione e sulla velocità con la quale si riesce a passare da uno l’altezza dello scarpone dalla neve. con diverse Neve fresca, fondo ghiacciato, neve artificiale o mista: è un spigolo all’altro (inversione). Si acquistano anche 15 centimetri in L’attacco viene regolato categorie e più parametro importante ma poco controllabile per uno sciatore meno della statura. principalmente in base amatoriale in una giornata o in una settimana bianca. Poi c’è la categoria più ampia, quella degli AllAround, modelli con al peso dello sciatore, modelli per ogni Consigliamo invece la scelta in base allo stile di sciata: se avete caratteristiche tali da reagire in ogni condizione di neve e di sciata. attraverso la scala DIN, categoria. Ecco uno stile aggressivo, vi piace far sentire il peso sugli sci, tendete Sono facili da far curvare, prediligono velocità basse o medie ed una dove 1 DIN è uguale a 11 chilogrammi circa. Uno una breve guida a fare lunghi curvoni, allora uno sci più rigido e stabile è la vostra sciatore di 70 Kg dovrebbe scelta migliore. Se prediligete una sciata più tranquilla, vi potreste per orientarsi indirizzare su uno sci più leggero e più facile da far curvare. avere l’attacco regolato a 6,3-6,4. Ma la regolazione nella scelta dello dipende anche dal livello sci ideale. Lunghezza e peso tecnico e dal tipo di sciata. La lunghezza ideale è cambiata nel corso degli anni e con i nuovi modelli non è quasi mai consigliabile uno sci pari o superiore alla Cosa sono i RACE CARVE? propria statura. Attualmente si consigliano sci di 5-10 centimetri Sono i modelli derivati direttamente da quelli inferiori alla statura per i principianti o gli intermedi, mentre gli scia- da gara, ma senza essere così estremi. tori esperti possono arrivare ad avere sci anche più corti di 15-20 Sono quindi sci con grandi caratteristiche centimetri rispetto alla statura. tecniche destinati a sciatori avanzati o Sono importanti anche altezza e peso dello sciatore: uno sci rigido esperti. e pesante è più difficile da condurre per una persona leggera. Gli sci moderni hanno la punta e la coda più larghe della parte centrale: alcuni prediligono sci nei quali questa differenza è maggiormente sciata divertente, variabile e non impegnativa. All’interno di questa accentuata, altri modelli dove la differenza è quasi minima. categoria troviamo dei modelli normali, adatti a sciatori intermedi o in evoluzione, e modelli Top con caratteristiche tecniche avanzate Categorie e modelli che possono far divertire anche sciatori esperti. Valutate lo sci in Ogni azienda ed ogni rivista Infine c’è una categoria che sta crescendo molto con modelli da ha la sua classificazione, che freeride, freestyle e multi-condition: senza soffermarci sulle differenze, base allo stile di varia anche di anno in anno. in generale sono sci con caratteristiche orientate al divertimento, sciata. La differenza principale è tra alla sciata fuori pista, ai salti. Hanno strutture più tradizionali, alcuni sci ideali per curve ad ampio hanno le code identiche alle punte e sono riconoscibili anche dalle raggio (Long Turn), come grafiche molto spettacolari. quelle che vedono nelle gare di slalom gitante, o sci indicati per curve di corto raggio, simili alla serpentina tra i paletti di uno slalom speciale (Short Turn). 4 Il livello massimo di tecnologia si trova nei modelli cosiddetti “da Sono una donna, cosa scelgo? 5 gara”, disponibili per curve strette ed ampie. Sono sci che però Ci sono dei modelli dedicati? dovrebbero essere utilizzati solo da sciatori molto esperti, quindi La maggior parte delle aziende ha inserito a catalogo diversi modelli Lady, anche se li trovate a prezzi strepitosi…attenzione all’acquisto! con adattamenti specifici per le donne, come il tacco dell’aggancio Per coloro che hanno un grado di tecnicità elevato, l’obiettivo può rialzato, una diversa centratura e grafiche molto più attraenti. Vista essere uno sci Race Carve*, derivato dal modello da gara ma meno la qualità di questi prodotti, se li trovate nei negozi sono proferibili estremo e più controllabile. Si identificano quindi i Race Carve ai modelli generici proprio per tutti questi adattamenti. Gigante, modelli robusti e rigidi per resistere alle alte velocità e Altrimenti se vi orientate ad un modello generico, pensate soprattutto a piste dure o ghiacciate. Hanno come principali caratteristiche al vostro tipo di sciata. Un consiglio: se avete una corporatura la stabilità e la presa di spigolo nelle lunghe curve. Solitamente si normale ed anche condizioni atletiche normali, evitate i modelli più acquistano della stessa statura o 5-10 centimetri in meno. pesanti e rigidi, con i quali vi affatichereste inutilmente.
  4. 4. Come scegliere Per un gli SCARPOnI IL FLEX divertimento ottimale e per il Flex è il valore numerico che ne indica la rigidità una totale e la relativa capacità di flessione in avanti. Per dare Misure e calzata Componenti e sicurezza, la un’idea, gli scarponi da Gli scarponi da sci utilizzano caratteristiche scelta dello gara hanno un flex di 130 o superiore, mentre quelli per le misure italiane (41, 42, etc.) Lo scarpone è composto da uno scarpone è principianti hanno un flex o quelle anglosassoni (7, 8, 0, etc.), ma hanno anche una ter- scafo esterno rigido, realizzato un momento di 70-80. in materiali plastici: lo scafo ha za misura che corrisponde alla come caratteristica principale importante. lunghezza in centimetri del piede Il secondo componente è la (26,5 – 28, etc.). Non confondete scarpetta interna che deve la misura in centimetri del piede essere comoda e avvolgente. con la misura in millimetri dello Gli scarponi più tecnici hanno scafo esterno, utile per regolare minore imbottitura, mentre velocemente gli attacchi. diversi modelli possono essere Oltre alla lunghezza è sempre “termoformati”, cioè vengono più importante la larghezza riscaldati per prendere la forma dello scarpone e quindi la esatta del piede. calzata. Solitamente gli scarponi fare molta attenzione quando lo da gara* hanno una calzata mol- to stretta, mentre quelli da prin- Categorie e modelli provate in negozio. Una volta calzato, stringete i cipianti sono più comodi. Oltre Esistono sul mercato modelli per ganci e mettetevi in posizione a questo ci sono marche che ogni livello tecnico, ma anche eretta: dovreste sentire la sono più adatte a chi ha il piede per ogni tipo di sciata e sempre punta del piede che tocca un magro ed altre più indicate per più aziende hanno anche modelli po’. Poi mettetevi in posizione piedi dalla pianta larga. specifici per le donne. da sci, piegando le ginocchia, La prima categoria è quella flettendo leggermente il busto Agonismo, con scarponi desti- in avanti e premendo con le ti- nati a chi fa gare o per gli sciatori bie sullo scarpone: la punta non esperti. Hanno degli scafi molto dovrebbe più toccare, perché in rigidi, sono molto stretti e quindi questa posizione il piede tende a Gli scarponi da poco confortevoli per un giorno scivolare leggermente indietro. interno di sci. Il ­ allone deve essere sempre t sci si possono egoria troviamo anche diversi La seconda categoria è quella dei Granturismo, nella quale modelli specifici per le donne, Scarponi da gara fermo ed assicurato ed il piede dividere in quattro sia per la forma del piede, sia non deve muoversi all’interno. sono inclusi modelli con carat- Gli scarponi da gara, indirizzati a categorie: per la grafica dello scarpone. Se provate due modelli diversi teristiche tecniche elevate, ma sciatori esperti, sono caratterizzati Infine ci sono gli scarponi contemporaneamente, uno al Agonismo, non estreme come i modelli da uno scafo molto rigido Easy o Entry Level, indirizzati sinistro ed uno al destro, non 6 da gara. Hanno scarpette e più inclinato in avanti, devono avere caratteristiche Granturismo, a chi inizia a sciare o chi scia e da una scarpetta 7 termoformabili, sono spesso poche volte all’anno senza tecniche troppo differenti, altri- AllAround e provvisti di regolazione del grandi pretese. meno imbottita. menti sarebbe inutile la prova. canting, cioè l’nclinazione Per questi motivi Easy o laterale dello scarpone, utile possono essere Attenzione poi se uno scarpone Entry Level. per correggere difetti posturali. La prova dello poco comodi per una è già eccessivamente stretto Gli scarponi AllAround sono scarpone giornata intera di sci. in negozio: andando sulle piste è vero che il piede si gonfia modelli indirizzati a coloro che Non si prova quasi mai lo meno, ma è altrettanto vero vogliono sciare in tranquillità o scarpone in una situazione che le plastiche dello scafo a coloro che stanno progreden- simile a quella che si troverà si irrigidiscono e quindi si do tecnicamente. In questa cat- sulle piste, quindi è importante deformano meno del previsto.
  5. 5. Appassionati di neve? AVIS E LA nEVE Gli uffici Avis che aderiscono a questa PARTITE iniziativa sono i principali del Nord Italia: • Milano Stazione Centrale nOI! • Milano Linate Airport COn • Milano Malpensa Airport • Milano Orio al Serio Airport • Torino Airport • Treviso Airport COnSIGLI • Venezia Airport • Verona Airport Ma abbiamo pensato • Quando caricate i Se è importante controllare anche allo sport: nel bagagli nell’auto, tenete l’attrezzatura da sci per caso in cui voleste partire le catene a portata di tempo, è altrettanto leggeri e provare una mano, per non dover importante organizzare bene nuova attrezzatura, Avis in riscaricare tutto in caso un’escursione in montagna, collaborazione con Rent A di necessità! che sia per una giornata, per un weekend o per una Sport offre al guidatore • Se avete il portasci settimana bianca. il 15% di sconto su skiwear sul tetto, montate gli sci Le soluzioni Avis dedicate e attrezzatura a noleggio con le code nel senso di alla neve sono importanti e agli altri passeggeri marcia (le punte verso il per il rispetto dell’ambiente, il 10% di sconto. bagagliaio) per un maggiore risparmio • Ricordatevi di avere un economico e per il massimo raschietto per grattare il divertimento. ghiaccio dai vetri Chi prenota un’auto entro il 13 marzo 2009 può avere il noleggio delle catene da neve per la macchina. REnT AnD GO È una delle principali catene di negozi per il noleggio di sci, scarponi, snowboard ed attrezzatura varia per la 8 neve. Attiva del 1996 e presente a livello internazionale, 9 può contare su una rete oltre 60 noleggiatori in tutta Italia, specializzati nel noleggio e riparazioni per li sport invernali. I punti Rent and Go hanno disponibili materiali per i bambini, per i principianti, per le donne e prodotti top per sciatori esperti. Per conoscere i noleggiatori o l’offerta, potete visitare il sito www.rentandgo.it
  6. 6. La nostra valanga DAVIDE SIMOnCELLI Sciare è bello in ogni occasione, ma come AZZURRA 30 Gennaio 1979 Nato a Lizzana (Tn) Residente a Rovereto (Tn) 175 cm - 75 kg tralasciare G.S. Fiamme Oro l’adrenalina delle Noi vediamo solo la gara ma immaginiamo che la preparazione AVIS e FILA World Cup Team sia importante. Ci racconti una giornata tipo di allenamento? Atleta trentenne e da tanti gare di Coppa Avis ha realizzato con Fila anni componente della Un dato di fatto è che ci alziamo sempre molto presto la mattina, un’attività promozionale del Mondo? per il periodo novembre squadra italiana, ascolta la saliamo sulle pista all’apertura degli impianti o in alcuni casi li apro- musica di Vasco Rossi e di Abbiamo chiesto no appositamente per noi prima dell’orario normale. dicembre 2008. Ligabue e oltre allo sci gli ad uno dei Ci alleniamo sulla neve per tre o quattro ore, dipende dal tipo di Presentando un apposito piacciono tennis e calcio. allenamento che dobbiamo fare. coupon, scaricabile dal sito Tanti podi e tanti nostri atleti di Poi pranzo e riposo. Il pomeriggio è solitamente dedicato alle attiv- www.avisautonoleggio.it, piazzamenti nella sua punta, Davide ità all’asciutto: fisioterapia, ginnastica e visione dei video per cor- in tutti i FILA Store si carriera, ma in molti usufruiva di uno sconto ricordano soprattutto il Simoncelli, di reggere gli errori. del 20% sull’intera primo posto nello slalom Poi cena e a letto presto perché la mattina dopo si ricomincia! raccontarci collezione Sci 2008. gigante in Val Badia nel 2003, sulla storica pista qualcosa di più. Il giorno della gara, quali sono i tuoi tempi o le tue procedure? della Gran Risa Il giorno della gara ci sono sempre molte cose da fare, anche se la prima manche è solitamente fissata per le 10.00 della mattina. Non mi sveglio mai più tardi delle 7, poi abbiamo circa 45 minuti per fare la ricognizione del tracciato della prima manche. Poi dedichiamo un’ora al riscaldamento. Se avanza del tempo, resto nell’area di partenza a riposare e a riscaldarmi. Dopo tanti anni di gare, ne Un atleta come te, che con- saranno successe di cose siglio vuole dare a tutti gli divertenti, ci racconti un sciatori appassionati? aneddoto? Non mi sento di dare indicazioni Quando si sta in squadra cer- sul tipo di sci o di scarpone, per- tamente qualche goliardia cap- ché ognuno deve trovare quello ita. Però veramente strano è il più adatto alla sua sciata. rapporto con il tempo: scendi Il consiglio che invece voglio per una manche, al traguardo dare è di salire sulle pista la FILA scuoti la testa perché ti sembra che sia andato tutto male, in- mattina presto, perché c’è meno gente. Sciate magari La nuova linea vece ti giri ed il tempo è ottimo. quattro o cinque ore di segui- 2008-2009 di Fila Oppure il contrario! to e poi fermatevi per pranzo, coniuga l’eleganza magari senza ricominciare del “gessato” con C’è una località dove non si dopo. In questo modo vi diver- l’elevata tecnicità svolgono gare di Coppa del tite di più, l’allenamento è migl- 10 dei tessuti. Mondo e che invece vorresti iore e non sciate quando siete 11 che fosse in calendario? stanchi o dopo aver mangiato. Ce ne sono diverse, ma restan- Infine, casco sempre in testa! do in Italia credo che in Val di Fassa dove ci alleniamo spesso Fila è sponsor tecnico della ci sono delle piste che potreb- Federazione nazionale Sport bero essere un eccellente trac- Invernali e vestirà i nostri ciato di Coppa del Mondo. Ma atleti anche alle Olimpiadi di credo che sarà difficile! Vancouver nel 2010
  7. 7. ATTREZZATURA L’ASCIUGATURA La prima e più banale delle Volete divertirvi sempre in ordine! manutenzioni è asciugare bene gli sci alla fine in piena del divertimento. Questo evita che si formi ruggine sicurezza? Sia sulle lamine e che si per una singola possano rovinare i giornata che Indicazioni generali meccanici dello sci funzionino correttamente: lo ski-stop, che componenti dell’attacco. Mentre li asciugate, Sci e scarponi sono costruiti consente allo sci di arrestarsi per una vacanza con materiali tecnologici e in caso di sganciamento e controllate la soletta e le lamine, se più lunga sulla robusti, ma è sempre bene soprattutto l’attacco, che è la hanno subito qualche colpo evitare colpi inutili: quindi non vostra principale sicurezza. particolare che neve, la cura e buttate gli sci per terra, non Controllate bene il funziona- necessita l’intervento di uno manutenzione camminate strusciando i talloni mento dell’aggancio e dello specialista degli scarponi…niente di più di sgancio, oltre a regolare bene dell’attrezzatura buone regole d’educazione e la resistenza (DIN) rispetto al sono condotta! vostro peso a al tipo di sciata. Quando terminate di sciare, Alla fine della giornata, dedi- fondamentali, è buona norma asciugare cate qualche minuto allo sci: bastano pochi con un panno morbido tutta asciugatelo bene ma soprat- l’attrezzatura, per evitare che si tutto controllate la soletta e minuti! possa formare la ruggine sulle le lamine, se hanno subito lamine e che si possa irrigidire qualche colpo particolare che eccessivamente lo scafo dello necessita l’intervento di uno scarpone. specialista. Per chi volesse dedicare ulteri- potete riporre in uno zaino o al caldo…ma attenzione: NON Uno sci sempre ore tempo al proprio sci, sono nella tasca, sono piccole e mettete mai tutto lo scarpone al massimo in commercio molti prodotti che poco ingombranti. Terminata la giornata sulla sotto un termosifone, perché consentono una manutenzione lo scafo con il caldo tende a Prima di iniziare, soprattutto ancora più accurata: lime per le neve, asciugate bene lo scafo dilatarsi. se è passato del tempo lamine, cera per riparare i buchi e controllate se la scarpetta dall’ultima sciata, è opportuno sulla soletta, scioline*. interna è bagnata dal sudore. controllare che i componenti Se così fosse, fatela asciugare Scarponi senza difetti Ricordatevi che nello scarpone il vostro piede di resta per diverse ore a basse tempera- ture, quindi è utile che sia in perfetta forma! Prima di iniziare a sciare, controllate se i ganci siano 12 funzionanti, per evitare che si La SCIOLInA rompano durante una discesa. 13 Un’altra accortezza può essere In commercio si trovano quella di acquistare un paio di diversi prodotti a poco costo “ciabatte” per i vostri scarponi: per eseguire da soli un minimo di sono delle solette di plastica manutenzione: scioline, lime per le morbida che si agganciano sot- lamine, spazzole. to allo scarpone, facilitando la camminata ed evitando l’usura di tacco e punta. Poi li togliete prima di iniziare a sciare, le
  8. 8. Lo sci è uno sport Le REGOLE 4. Sorpasso sulle piste! Il sorpasso può essere effettuato (con sufficiente spazio e visibilità), affascinante, ma tanto a monte quanto a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre può diventare COnSIGLI ad una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato. pericoloso se La sicurezza in pista parte 5. Immissione e incrocio non si rispettano Nel 2005 un decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti* ha dalla sicurezza sulla strada Lo sciatore che si immette su una pista o che riparte dopo una integrato una precedente legge del 2003 che prevede ad esempio per arrivare in montagna. delle norme di l’obbligo di indossare il casco per tutti i ragazzi fino a 14 anni, pena Avis vi consiglia di usare sosta, deve assicurarsi di poterlo fare senza pericolo per sé o per gli altri; negli incroci deve dare la precedenza a chi proviene da destra comportamento una multa da 30 a 150 euro. sempre la massima prudenza o secondo indicazioni. nella guida, tanto più in che sono state montagna dove è alto il ratificate anche rischio di trovare il manto 6. Sosta stradale ghiacciato con da leggi. conseguente diminuzione di Lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di necessità, nei passaggi obbligati o senza visibilità. La sosta deve avvenire ai bordi Ricordatevi che i aderenza del veicolo. della pista. In caso di caduta lo sciatore deve sgomberare la pista al È indispensabile accellerare più presto possibile. Carabinieri sono gradualmente, evitare legittimati a fermare manovre brusche e il 7. Salita bloccaggio delle ruote in sulle piste sciatori frenata grazie all’uso del In caso di urgente necessità lo sciatore che risale la pista, o la che con il loro freno motore sopratutto in discende a piedi, deve procedere soltanto ai bordi della stessa. percorrenza delle curve. comportamento possono 8. Rispetto della segnaletica Tutti gli sciatori devono rispettare la segnaletica prevista per le piste compromettere la da sci ed in particolare l’obbligo del casco per i minori di 14 anni. sicurezza di tutti. 9. Soccorso Chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente. 10. Identificazione DECALOGO DELLO SCIATORE Chiunque sia coinvolto in un incidente o ne è testimone è tenuto a dare le proprie generalità. 1. Rispetto degli altri Ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo altre persone o provocare danni. 2. Padronanza nella velocità e nel 14 comportamento 15 Ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento Decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti adeguati alla propria capacità nonché alle condizioni generali della del 20 dicembre, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale numero pista, della libera visuale, del tempo e all’intensità’ del traffico. 299 del 24 dicembre 2005, sulla segnaletica e sul “decalogo dello sciatore”. 3. Scelta della direzione Lgge n. 363/2003 “norme in materia di sicurezza nella prat- ica degli sport invernali da discesa e da fondo” approvata a Lo sciatore a monte che ha la passibilità di scegliere il percorso dicembre del 2003. deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle.
  9. 9. Settimana bianca? Parti con Avis, gioca d’anticipo. Per le tue vacanze sulla neve, Avis ti offre l’opportunità di noleggiare un’auto con uno sconto del 15%. Basta citare il Numero di Sconto AWD O660118 al momento della prenotazione presso i nostri uffici o chiamando il Call Center al numero 199 100133*. *Numero soggetto a tariffazione specifica. C’è di più, Avis pensa anche alla tua attrezzatura da sci! Vai sul nostro sito e scarica il coupon per poter usufruire dell’offerta Rent and Go. www.avisautonoleggio.it/PromozioneneveRentandGo

×