Rappresentanza 2 l

344 views
272 views

Published on

Published in: Travel, Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
344
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Rappresentanza 2 l

  1. 1. LA RAPPRESENTANZA POLITICA Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  2. 2. RAPPRESENTANZA POLITICA <ul><li>La rappresentanza è la conclusione di un negozio giuridico da parte di un soggetto (il rappresentante) per conto di un altro soggetto (il rappresentato) nei confronti di un terzo. </li></ul><ul><li>Deriva dal latino “re-ad-presentare” (rendere presenti cose lontane o passate). Per rappresentanza si intende la trasmissione formale del potere tra chi detiene la sovranità e chi è legittimato da questi ad imprimere contenuto al comando politico. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  3. 3. MODELLI DI RAPPRESENTANZA A CONFRONTO Rappr . Autoritaria Rappr .Democratica Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010 CLASSICA MEDIEVALE MODERNA INDIVIDUALE DI INTERESSE ORGANICA LEGALE STATUTI COSTITUZIONE COLLETTIVA SPECIALE DI VOLONTA’ SOGGETTIVA DIRETTA VOLONTARIA
  4. 4. RAPPRESENTANZA INDIVIDUALE <ul><li>è la rappresentanza il cui interesse è individuale, appartiene cioè ad un solo individuo. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  5. 5. RAPPRESENTANZA COLLETTIVA Generale : quella il cui interesse è universale, appartiene alla totalità dei componenti della collettività; è la rappresentanza il cui interesse è collettivo, appartiene cioè ad una collettività e si distingue in: Speciale : quella il cui interesse è particolare, appartiene ad una parte maggioritaria o minoritaria dei componenti della collettività. Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  6. 6. RAPPRESENTANZA DI INTERESSE <ul><li>è la rappresentanza il cui interesse è oggettivo, cioè interpretato dal rappresentante. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  7. 7. DI VOLONTA’ <ul><li>è la rappresentanza il cui interesse è soggettivo, cioè interpretato dal rappresentato. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  8. 8. RAPPRESENTANZA ORGANICA <ul><li>è la rappresentanza il cui rappresentante è un organo di una persona giuridica e il cui rappresentato è tale persona giuridica. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  9. 9. RAPPRESENTANZA SOGGETTIVA <ul><li>è la rappresentanza il cui rappresentante è un soggetto giuridico e il cui rappresentato è un altro soggetto giuridico; si distingue in: </li></ul>Diretta: è quella il cui rappresentante agisce in nome altrui; Indiretta : è quella in cui il rappresentante agisce in nome proprio. Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  10. 10. RAPPRESENTANZA LEGALE <ul><li>è la rappresentanza il cui potere è conferito e regolato dalla legge. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  11. 11. RAPPRESENTANZA VOLONTARIA <ul><li>è la rappresentanza il cui potere è conferito e regolato dal rappresentato. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  12. 12. RAPPRESENTANZA AUTORITARIA <ul><li>La tesi di fondo della teoria autoritaria è che la rappresentanza politica dovrebbe essere generale e di interessi, organica e legale. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  13. 13. RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA <ul><li>La tesi fondamentale della teoria democratica è che la rappresentanza politica dovrebbe essere speciale e di volontà, soggettiva e volontaria. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  14. 14. ETA’ CLASSICA <ul><li>In questo periodo la rappresentanza era pressoché inesistente in quanto la popolazione che aveva il diritto e il privilegio di accedere alla politica era numericamente scarsa. Pertanto non si vide alcuna necessità di creare una figura che fungesse da portavoce per l’intero popolo. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  15. 15. ETA’ MEDIEVALE <ul><li>Il concetto di rappresentanza nacque con la fusione delle culture barbare e bizantine e dalla conseguente comparsa del sistema feudale. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  16. 16. ETA’ MODERNA <ul><li>Il concetto di rappresentanza nasce dal progressivo sviluppo di una cultura comune e dalla coalizzazione delle grandi classi contro il monarca. </li></ul>Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010
  17. 17. RAPPRESENTANZA PASSATA O ATTUALE? In conclusione, la rappresentanza politica migliore è quella attuale, in quanto rappresentanza democratica, la quale garantisce tutti i cittadini, attraverso rappresentanti eletti a suffragio universale Classe 2^L Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” A.S. 2009/2010

×