Outsourcing India

1,476 views
1,404 views

Published on

India shoes market outsourcing research analysis brings insight about the principal production district. Updated 2007

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,476
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Outsourcing India

  1. 1. OUTSOURCING INDIA Outsourcing India Progetto per l’avviamento di rapporti di collaborazione con aziende del settore calzaturiero in India Carlos Maculan 1
  2. 2. OUTSOURCING INDIA Indice 1. Introduzione 2. L’India principali indicatori economici 3. Il settore calzaturiero mondiale 4. Il settore calzaturiero Indiano - Principali caratteristiche 5. Lo Stato di Tamil Nadu 6. Contesto e motivazione della iniziativa 7. Bibliografia 1. Introduzione L’India è fra le maggiori economie del mondo, la quarta secondo la Banca Mondiale anche se con un reddito pro-capito molto basso (3,100 u$s). Possiede un mercato interno di 1,1 miliardi di abitanti. D'altra parte, l’india è considerata referente culturale di tutta l’Asia, perciò le possibilità di penetrazione in quei mercati sono molto alte. L’esportazione del India è ancora basata sulla produzione di commodities, avendo quindi un forte potenziale d’industrializzazione. Il settore della lavorazione del cuoio e della pelle in India riveste un’importanza fondamentale per l’intera economia del paese e soprattutto per la regione di Tamil Nadu, la quale sarà l’oggetto di questa ricerca. Il presente dossier ha come obbiettivo quello di avviare un progetto d’avvicinamento per attivare diversi tipi di collaborazione con aziende del settore calzaturiero in India. 2. L’India principali indicatori economici L’india è la quarta economia nel mondo con un prodotto interno lordo nel 2008 di 3.745 miliardi di dollari. Si trova nel undicesimo posto in termini di capacità industriale ed è al terso posto mondiale in quantità di personale tecnico e scientifico. Dal 1991 che ha avviato un processo di apertura a livello politico ed economico, abbassando le barriere tariffarie e liberalizzando alle aziende estere la economia, incentivando gli investimenti esteri. Come rischio paese si classifica in classe A con 39 punti in confronto a Cina 41 secondo la SACE. L’India tutela la proprietà intellettuale rispettando tutti gli accordi internazionali. Il mercato indiano dei prodotti di consumo è ben più limitato di quanto l’anagrafe lasci supporre, anche se verosimilmente intorno ai cento milioni di consumatori in possesso di un potere d’acquisto comparabile a quello europeo. I dazi su una lunga lista di prodotti restano alti. Tra questi vanno segnalate le scarpe con tariffe tra il 150 e il 300%. 2
  3. 3. OUTSOURCING INDIA Principali indicatori anno 2008: ITALIA INDIA Popolazione 58.000.000 abitanti 1.080.000.000 abitanti Divisione 20 Regioni 28 Stati Amministrative PIL * 1.609.000 3.319.000 Tasso crescita 0,7 % 7,4 % produzione Importazione * 329.300 289.330 Esportazione * 336.400 269.180 * (Tutti i dati sono in milioni U$S) PIL Indiano 2008 La popolazione Indiana è di un miliardo di persone con una età media di 25 anni ( la media italiana è di 41 anni ). Popolazione Indiana 2008 Forza lavoro per tipo attività: India: agricoltura 60%, industria 17%, servizi 23% (2004) Italia: agricoltura 5%, industria 32%, servizi 63% (2005) Tasso disoccupazione del 9,2% nel 2008 contro un 8,6% Italiano. 3
  4. 4. OUTSOURCING INDIA Il tasso di crescita della produzione industriale è stato nel 2008 del 7,4%. Esportazioni Importazioni 4
  5. 5. OUTSOURCING INDIA 3. Il settore calzaturiero mondiale Principali dati secondo l’Associazione nazionale calzaturifici italiani (ANCI): Anno 2008 Produzione Paese Paia (milioni) Cina 6.628 India 1.736 Brasile 610 Vietnam 488 Italia 335 Export Paese Paia (milioni) Cina 3.961 Hong Kong 1.667 India 540 Vietnam 472 Italia 212 Import Paese Paia USA 1.784 Hong Kong 1.718 Giappone 467 Germania 330 Regno Unito 300 Giro d’affari mondiale diviso per fascia di prodotto Fascia % sul totale % Italiana Alta 6% 33 % Media – Alta 9% 28 % Media 18 % 11 % Bassa 67 % 2% 4. Il settore calzaturiero Indiano - Principali caratteristiche Principali centri produttivi: • TAMIL NADU - Chennai, Ambur, Ranipet • WEST BENGAL – Kolkata 5
  6. 6. OUTSOURCING INDIA • UTTAR PRADESH – Kanpur • PUNJAB – Jallandhar • DELHI Capacità produttiva annuale per tipologia di prodotto: Calzature in pelle 776 milioni Tomaie in pelle 112 milioni Calzature non in pelle 960 milioni Pelletteria 60 milioni Guanti 52 milioni Abbigliamento in pelle 22 milioni Pellami 200 milioni di metri ANALISI SETTORIALE: Punti di forza Opportunità 1. Disponibilità di manodopera e 1. Alto tasso di crescita del attrezzature sofisticate consumo interno di beni di lusso 2. Qualità dei prodotti riconosciuta. 2. Localizzazione strategica per il mercato asiatico. 3. Disponibilità di materia prima di 3. Capacita di generare un qualità avanzo commerciale nel breve termine. Debolezze Minacce 1. Capacità energetica e costi di 1. Incremento della inflazione a trasporti. L’India è un forte causa dell’aumento del importatore di petrolio. petrolio e acciaio. 5. Lo Stato di Tamil Nadu Principali caratteristiche: • Possiede il 70% della produzione di pellame del India. • Produce il 55% delle tomaie in pelle di tutta l’India. • Rappresenta il 6% di tutto il fabbisogno di pellame mondiale. • Il 37% delle calzature indiane vengono prodotte in questo distretto • Il settore della pelle costituisce il 14% del export di Tamil Nadu e insieme a al tessile costituiscono il 40%. • Produzione principalmente destinata al export con una lunga tradizione. • Impiega 5 milioni di persone delle quali il 10% sono tecnici altamente qualificati. Distretti produttivi: • Chennai - 25000 paia finite e 50000 tomaie al giorno. • Ranipet - 15000 paia finite e 25000 tomaie al giorno. 6
  7. 7. OUTSOURCING INDIA • Ambuer - 50000 paia finite e 20000 tomaie al giorno. • Vellore - 7000 paia finite e 8000 tomaie al giorno. 6. Contesto e motivazione della iniziativa Potremo cosi riassumere i principali vantaggi di questo paese: • Una delle più grandi economie al mondo • Alto Potenziale di crescita del consumo interno • Incentivi agli investimenti esteri • Acceso ai mercati asiatici - localizzazione strategica • Forza lavora qualificata e competitiva • Risorse naturali • Infrastruttura • Protezione delle proprietà intellettuale (marchio – brevetti) • Assenza dazi alla importazione di beni strumentali (attrezzature) e materia prima come ad esempio pellami. • Non ci sono dazi sulla esportazione di scarpe e borse. L’ipotesi concreta di questo progetto è quella di attivare dei contatti con aziende del settore calzaturiero indiano per valutare la loro capacità in termini qualitativi. L’obiettivo principale sarà quello di individuare delle aziende in grado di realizzare il tomaio finito. L’area selezionata è quella di Chennai e dintorni dove si trova la più alta concentrazione di aziende contoterzisti di tutto lo stato di Tamil Nadu. Il punto di partenza del progetto è quello d’attivare contatti frequentando la fiera di Chennai del prossimo 31 gennaio ’06. 7. Bibliografia I dati presentati in questo dossier sono stati raccolti dalle seguenti fonti: • ICE – Istituto per il commercio estero • ASSOMAC – Associazione nazionale costruttori macchine • MINCOMES – Ministero delle attività produttive • ITC – International trade statistics • FDDI – Footwear design & development institute • INDIAN LEATHER 7

×