• Like
  • Save
Le immagini digitali ema olly
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Le immagini digitali ema olly

on

  • 326 views

 

Statistics

Views

Total Views
326
Views on SlideShare
326
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Le immagini digitali ema olly Le immagini digitali ema olly Presentation Transcript

    • Emanuele Capozzo – Olivier De Guzman Le Immagini Digitali
    • L’immagine digitale Un’immagine è una rappresentazione pittorica di un soggettouL’immagine digitale è una regione rettangolare contenente deivalori che forniscono la rappresentazione di un immagine realeuIl processo di trasformazione da immagine reale ad immaginedigitale non è invertibile
    • L’immagine digitale uPrendiamo come esempio di immagine reale la Gioconda di Leonardo da Vinci uL’immagine digitale della Gioconda che viene riprodotta da un monitor è una ottima rappresentazione del quadro, ma non potrà mai essere identica all’originale
    • Il processo di digitalizzazioneL’acquisizione di un’immagine è effettuata da una telecamera oda un altro sensore ottico, che generano un segnale analogicoIl segnale viene convertito in segnale digitale per mezzo di unconvertitore analogico-digitale telecamera convertitore A/D computer scenaLa digitalizzazione quindi è la trasformazione di un segnalecontinuo in un segnale discreto, cioè rappresentabile all’interno diun calcolatore o più semplicemente il passaggio da un’immaginea una sequenza di bit.
    • Le caratteristiche di un immagineUn’immagine fotografica (analogica) è composta da milioni dipigmenti colorati (o in B/W) molto piccoli e spazialmenteirregolari. Si parla di grana della fotografia.Un’immagine digitale è composta da pixel (picture element)disposti su una griglia quadrata regolare (il pixel è generalmentequadrato ma può assumere anche diverse forme).
    • Le caratteristiche di un immagineudimensione orizzontale e la dimensione verticale dell’immagineuvalori espressi in pixel (abbreviazione di picture element)uUn immagine che ha una dimensione di 320x200 è larga 320 pixele lunga 200 pixel, ed è quindi composta da 320x200=64000 pixeluLa risoluzione di un’immagine indica il grado di precisione con cuiun’immagine è stata acquisita, e viene espressa come il numero dipixel per centimetro 150 dpi 300 dpi
    • Le caratteristiche di un immagineuRisoluzione: è il numero di pixel contenuti in ciascun pollice (ocm.). Si esprime in pixel per inch (ppi) o dot per inch (dpi).uRappresenta una densità ed è in relazione alla dimensione delsupporto di visualizzazione.uPer visualizzare una immagine digitale su un monitor (es: suWeb), la risoluzione di 72 o 96 dpi va bene (altrimenti il monitornon sarebbe in grado di visualizzare l’immagine a maggiorerisoluzione).uPer una stampante a getto dinchiostro possiamo stare tra i 150 ei 300 dpi.uPer una stampante laser possiamo raggiungere i 600/1200 dpi.
    • I Pixel
    • I PixelGli elementi della matrice di un’immagine bidimensionale sidicono PIXEL (Picture Element)VOXEL (Volume Element) sono gli elementi di un immaginetridimensionale.Pixel e voxel sono la più piccola unità elementare che componeun immagine digitale.Tutti i punti dell’immagine reale che si trovano all’interno di unpixel o voxel assumono un unico valore di rappresentazione.
    • I PixelPixel è un acronimo di "Picture Elements" (elementid’immagine/punti d’immagine). Le immagini digitali sonocomposte da pixel (punti d’immagine) affiancati l’uno all’altro,ciascuno con una determinata tonalità cromatica o gradazione(sfumatura). All’occhio, i pixel si confondono a formare tonalità dicolore continue. Maggiore è il numero di pixel su una superficie,più definita risulterà la riproduzione dell’immagine.Il numero di bit utilizzati da un calcolatore per rappresentareun’immagine si dice “risoluzione” o “profondità e si misura in bit xpixel.
    • I Pixel
    • I PixelRISOLUZIONE: si esprime in ppi, sigla che sta per ‘pixel perinch’, ovvero pixel per pollice lineare; un’immagine destinata alweb ha una risoluzione di 72 ppi, mentre una destinata allastampa ha una risoluzione solitamente superiore (fino a 300 ppi).La risoluzione dice quindi quanti pixel ci devono stare in una linealunga un pollice.RICAMPIONARE: significa aumentare o diminuire i pixel. Adesempio, voler ridurre un’immagine che misura 800 x 600 px a400 x 300 px. Il ricampionamento degrada l’immagine in ognicaso, sia quando si ingrandisce che quando si rimpicciolisce.
    • Il coloreuIl colore è un importante informazione per la rappresentazione diuna immagineuPer poter rappresentare in modo esatto un colore esistono diversimodelli.uIndipendentemente dalla natura fisica del colore esistono diversimetodi per la definizione dei colori:  HSB (Hue - Saturation - Brightness)  RGB (Red - Green - Blu)  CMYK (Cyan, Magenta,Yellow e Black)uIl più diffuso è il modello RGB, acronimo di Red Green BlueuTale modello è detto additivo, in quanto sfrutta il fatto che ognicolore è rappresentabile come somma di una precisa quantità dirosso, di verde e di blu
    • Il coloreRGB HSB CMYK
    • Caratteristiche del coloreu LUMINOSITA’: attributo per cui un colore viene visto scuro o lucente;u SATURAZIONE: indice di quanto un colore si differenzia da un bianco di pari luminosità;u CROMATICITA’: attributo che rende possibile classificare un colore (RGB);
    • 8 bit = 256 colori24 bit = 16M colori 4 bit = 16 colori 1 bit = 2 colori
    • I formati digitaliuLe immagini digitalizzate,quando vengono salvate su disco, sonomemorizzate in un file. La maggior parte dei programmi per lagrafica, è oggi in grado di salvare immagini in formati diversi ( PCX,TIF, BMP, JPEG,... );le immagini possono essere sempreclassificate in due grandi categorie:u le immagini bitmap gestite da programmi di grafica pittorica(paint) che utilizzano per la loro rappresentazione sistemi operativiMicrosoft Windows, Dos e OS/2. I problemi che possono averequeste immagini sono: occupano molta memoria e ogniingrandimento fa perdere qualità all’immagine.u le immagini vettoriali sono disegnate tramite un insieme di oggettigrafici( linee, archi, curve) e sono gestite dai programmi di graficavettoriale di tipo DRAW come CAD, Corel Draw.
    • La compressione dei datiuUna delle problematiche maggiori nellarchiviazione di immaginidigitali è legata alla dimensione dei file generati dal "salvataggio" deidati su dispositivi di memoria di massa.uTra le tecniche di compressione si possono distinguere 2 grossecategorie:u quelle che operano una trasformazione senza perdita diinformazione (lossless)u quelle che operano una trasformazione con perdita diinformazione (lossy)uTra i formati di compressione che vengono utilizzati , ricordiamo:GIF;TIFF;JPEG
    • La compressione dei datiuFormato GIF - Graphics Interchange FormatuFormato per comprimere e registrare su disco immagini di tipobitmap (a mappa di bit) anche ad alta risoluzione con un massimo di256 colori (8 bit di colore)uFormato TIF - Tagged Image File FormatuHa una struttura tale da permettere la registrazione di immagini condiverse profondità di bit per pixel e vari metodi di divisione dei colori.uFormato JPEG - Joint Photographic Experts GroupuIl formato Jpeg è estremamente comodo per quelle immaginidigitalizzate dove con fattori di compressione elevati si possonoridurre le dimensioni del file fino al 95% senza alterare visibilmentela qualità.
    • Emanuele Capozzo – Olivier De Guzman Le Immagini Digitali FINE