Presentazione Reteora 2
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Presentazione Reteora 2

on

  • 695 views

 

Statistics

Views

Total Views
695
Views on SlideShare
693
Embed Views
2

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 2

http://www.slideshare.net 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Presentazione Reteora 2 Presentazione Reteora 2 Presentation Transcript

  • Sistemi Integrati di orientamento per la scelta consapevole Il racconto di un’esperienza All’inizio avevamo poche idee ma chiare …
  • Il Gruppo Pur appartenendo tutti alla stessa” etnia” -infatti ci occupiamo tutti di orientamento- operiamo in contesti e con utenti diversi. Il nostro lavoro si svolge dentro le scuole, le università, gli informagiovani, i centri per l’impiego, la camera di commercio, il servizio Eures, la formazione professionale.
  • Il Gruppo La conoscenza e lo scambio di esperienze con altri orientatori che, pur agendo per lo più nella nostra regione, non si conoscevano tra loro, sono stati gli elementi più fruttuosi e proficui dell’intero corso.. Ci siamo conosciuti prima come persone”informate dei fatti” e… viste le nostre spiccate personalità, non sono mancati i conflitti e le discussioni ma anche momenti di grande divertimento e complicità..la cosa chiara a tutti è che gli “ orientatori” presenti al corso svolgono con grande professionalità, impegno e motivazione il loro lavoro.
  • Le Finalità Costruire una rete virtuale: PIATTAFORMA RETEORA mettendo insieme gli operatori dell’orientamento presenti sul territorio. La piattaforma consentirà di realizzare uno scambio di buone pratiche, un confronto sulle problematicità da affrontare e risolvere insieme. Nella eventuale comunità di pratica, che si andrà a realizzare, c’è il vantaggio di essersi conosciuti “ di persona” e di avere contribuito, ciascuno con le proprie competenze, ad impostare il progetto supportati da tutor e docenti.
  • In Conclusione Dopo aver studiato, il mercato del lavoro, l’economia politica, i flussi e le problematiche dell’emigrazione, gli aspetti psicologici del colloquio di orientamento,il counselling, il lavoro di gruppo, il bilancio di competenze, la comunicazione positiva, l’utilizzo della piattaforma etc… Ci sentiamo più orientati e ringraziamo i docenti per l’aiuto datoci per crescere nel nostro lavoro…
  • In Conclusione Ora abbiamo le idee chiare e sappiamo cosa fare…
  •  
  • Corso di Perfezionamento in Sistemi Integrati di orientamento per la scelta consapevole Comunità di Apprendimento Comunità di Pratiche
  • Il gruppo come comunità di apprendimento
    • All’inizio della nostra esperienza – Ottobre 2007
    Elementi che potrebbero connotare il gruppo come futura comunità di pratica (Rete degli Orientatori)
    • Durante il corso – Novembre 2007 – Marzo 2008
  • 1. INDIVIDUI MUTUAMENTE IMPEGNATI 2. REPERTORIO CONDIVISO Presupposti che definiscono una comunità di apprendimento 3. IMPRESA COMUNE
  • All’inizio della nostra esperienza Ottobre 2007 1. INDIVIDUI MUTUAMENTE IMPEGNATI La diversità di provenienza, di professionalità , di competenze in ambito orientativo , nonché dei contesti lavorativi di appartenenza sono risultati preziosi per il lavoro sinergico del gruppo. Eravamo tutti consapevoli, quando ci siamo iscritti, di quanto contemplato nel bando di ammissione e dell’impegno di tempo-aula settimanale che avremmo condiviso con gli altri partecipanti (consapevolezza ancora individuale e non come gruppo);
  • 2. REPERTORIO CONDIVISO
        • identità professionale e personale
        • pratiche lavorative quotidiane
        • condizioni di lavoro
    Ciascuno di noi costituiva un punto disaggregato della " futura rete" Ciascuno di noi, nei primi incontri, ha presentato agli altri:
  • 3. IMPRESA COMUNE
    • volonta’ di apprendere dal corso nuove competenze teoriche, abilità e metodologie
    Aspettative comuni:
    • entrare in sinergia con gli altri attori del territorio
    • desiderio di condividere la propria esperienza lavorativa
  • Durante il corso Novembre 2007 – Marzo 2008 1. INDIVIDUI MUTUAMENTE IMPEGNATI
    • in relazione al senso di appartenenza al gruppo
    I partecipanti hanno confermato il loro impegno:
    • in base alla motivazione, interessi e aspettative personali
  • 2. REPERTORIO CONDIVISO
    • prima ipotesi di costruzione di un sito a partire dallo schema adottato in ambito di orientamento universitario (presentazione e lettura reciproca degli elaborati riportati dai partecipanti al corso nel forum)
    • esercitazioni, test, giochi di ruolo in aula che hanno agevolato la diffusione di conoscenze
    • utilizzo comune di nuove tecnologie informatiche
    • (piattaforma, forum, ecc.)
    • confronti, discussioni, condivisione di casi portati da alcuni dei partecipanti sia in aula che on line
  • 3. IMPRESA COMUNE
    • progettazione di un documento rappresentativo del gruppo - “prove di rete”
    • intento di delineare un'idea comune di orientamento e la professionalità degli operatori
  • Il gruppo come futura comunità di pratica (Rete di orientatori) 1. INDIVIDUI MUTUAMENTE IMPEGNATI 2. REPERTORIO CONDIVISO 3. IMPRESA COMUNE
  • 1. INDIVIDUI MUTUAMENTE IMPEGNATI
    • impegno a migliorare e diffondere il modello di rete come buona pratica sul territorio
    • forte senso di responsabilità e di impegno per la partecipazione alla riuscita del corso in vista del convegno finale
    • prosecuzione dell’impegno a fungere da nodi della rete territoriale degli operatori di orientamento
  • 2. REPERTORIO CONDIVISO
    • uso della piattaforma e dei suoi strumenti
    • nuove competenze attraverso l'attivazione delle risorse di ciascuno
    • opinioni, caratteristiche personali, interazione con gli altri, crescente cooperazione in rete
    • diffusione di procedure, contatti, informazioni reciproche su iniziative, scambio siti web da consultare, segnalazione di comunità virtuali a cui aderire
  • 3. IMPRESA COMUNE
    • entrare in contatto con altre comunità virtuali di orientamento
    • sviluppo, rinforzo, promozione della piattaforma
    • proposte condivise di proseguire occasioni formative anche andando all’estero (es. Bruxelles)
    • programmazione di incontri in aula degli operatori della rete
    • proposta di partecipazione come gruppo ad eventi significativi e rilevanti sul territorio italiano ed europeo (es. prossimo Convegno LARIOS a Firenze)
  •  
  • Re.Te.Or.A Portale della Rete Territoriale Orientamento Attivo
  • Mission Essere un punto di riferimento: per i servizi/operatori che erogano azioni orientative, a vari livelli, nella regione Marche per gli utenti dei servizi di orientamento pubblici/privati della regione Marche Essere un punto di riferimento: per gli utenti dei servizi di orientamento pubblici/privati della regione Marche
  • Gli obiettivi - utenti « « Favorire il diritto all’orientamento: « Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare » Seneca Raggiungere tutte le tipologie di utenti Raggiungere tutte le tipologie di utenti Raggiungere tutte le tipologie di utenti Conoscere i servizi e le opportunità presenti nel territorio
  • Gli obiettivi - operatori Mettere i servizi della rete “ in rete” Creare un coordinamento interistituzionale in grado di progettare, erogare e verificare azioni orientative Favorire l’avvio di una comunità di pratica virtuale Conoscere, conoscersi e “riconoscersi”
  • News ed eventi Login Re.Te.Or.A Chi siamo Utenti Servizi Area Operatori Promotori Partnership Registrati Mappa del sito Link Utili Cerca Numero verde Contattaci @ Sei il visitatore n. Che voto dai a questo sito?
  • Ente Promotore Università Politecnica delle Marche Primo nodo che avvia la rete
  • Re.Te.Or.A Partnership Università Regione Province Centro servizi amministrativi scuole Comuni Camera di Commercio
  • Re.Te.Or.A Utenti studenti occupati disoccupati/inoccupati disabili donne stranieri operatori
  • Re.Te.Or.A Servizi Scuola media inferiore Scuola media superiore Università Centri per la Formazione Centri per l’Impiego Informagiovani Informadonna Altri centri per l’orientamento Eures Camera di Commercio Sportelli sull’autoimprenditoria
  • Area operatori Accesso tramite login
    • Sezione interattiva:
    • Forum di discussione a temi
    • Chat tra operatori on line
    • Sessioni Wiki: vocabolario dell’orientamento e creazione del manifesto della comunità virtuale
    • Sezione informativa:
    • mappatura dei servizi
    • buone e cattive pratiche
  • Punti di forza Progetto innovativo all’interno del contesto regionale Capacità di raggiungere un alto numero di utenti e operatori Luogo virtuale di incontro dei nodi della rete Luogo di condivisione delle esperienze
  • Punti di debolezza Eccesso di informazioni - disorientamento Necessità di un coordinamento Rimanere un progetto virtuale Autoreferenzialità Mancanza di un riconoscimento interistituzionale
  • Grazie per l’attenzione Tiziana Amori Adele Barone Maurilio Cestarelli Paola Fraternale Cesaroni Arianna Gabbianelli Silvio Gennaro Stefano Girolami Ketti Marini Graziella Massi Rosanna Nichilo Angela Pazzi Maria Jole Pellegrini Sara Ramadori Stefania Renzi Elisa Speciale Francesco Vernelli Laura Zarzani