Your SlideShare is downloading. ×
0
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Unità 5  Società
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Unità 5 Società

1,254

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,254
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Unità 5. Società a cura di Elisabetta Montero Corso 2009-10 / E.O.I. Cáceres UNITÀ 5. Società http://blogeducativoitaliano.blogspot.com elisabettaitaliana@gmail.com 1 Psicologia del cercar casa Ottimizzazione 1024 x 768 p
  • 2. 1.Introduzione Il brano scelto, tratto da  “Mio fratello è figlio unico” (2007) diretto da Daniele Luchetti, colonna sonora di Rino Gaetano •Che cosa fa Accio dall’ufficio assegnazioni case? •Perché ha voluto agevolare i  documenti degli “ultimi”? http://www.mymovies.it/trailer/?id=46341
  • 3. AVERCELA Come investimento, necessità, hobby, argomento di conversazione
  • 4. PRONOMI DIRETTI PRONOMI INDIRETTI MI A me TI  A te LO LA GLI A lui, a loro LE A lei CI A noi LI LE VI A voi •I pronomi indiretti si usano prima del verbo: Esempio: Telefoni a tuo fratello? Si, gli telefono
  • 5. PRONOMI INDIRETTI Esempi: AVERCELA:  AVER (indica possesso)+CE (particella Ci)+LA (pronome diretto) Scrivi a tua sorella? Si, le scrivo Rispondi ai tuoi genitori? Si, gli rispondo Se i pronomi diretti lo, la, li, o le, precedono il Quando mi telefoni? Posso telefonarti domani / Ti posso telefonare domani verbo avere (non usato come verbo ausiliare,  Devi scrivere a Maria? Si, devo scriverle / Si le devo scrivere. ma per indicare possesso), prima del  pronome si inserisce la particella ci, che unita  al pronome diventa ce. Hai tu i biglietti? No, ce li ha Simona. Chi ha il cellulare? Ce l’ho io!
  • 6. AVERCELA (possesso sing.) In alcune frasi si può sostituire il verbo  SPAZIO NUOVO  VOCABOLARIO:  Io ce l’ho avere con avercela. Dove è possibile,  scrivi l’alternativa.  Verbi: Addormentarsi Tu ce l’hai 1. Ma tu hai la macchina? Riposarsi Lui/lei ce l’ha 2. Ma tu l’hai riparato il motorino? 3. L’hanno già preso lo ski pass? Noi ce l’abbiamo 4. I miei CD li hai ancora tu? BIBLIOGRAFIA: 5. La patente l’avete o no? Ziglio, Luciana,  Voi ce l’avete 6. Guido ha già pagato la bolletta? Doliana, Albina.  Espresso 2. Esercizi Supplementari Corso di  Loro ce l’hanno 7. Li ha i biglietti per la partita? italiano. Alma Edizioni. 
  • 7. 1. Ma tu ce l’hai la macchina? SPAZIO NUOVO  VOCABOLARIO:  SPAZIO ATTIVITÁ;   4. I miei cd ce li hai ancora tu? 5. La patente ce l’avete o no? Verbi: Acchiappa parole Addormentarsi 7. Ce li ha i biglietti per la partita? Riposarsi BIBLIOGRAFIA: Bibliografia: Ziglio, Luciana,  Mezzadri,  Marco.  Doliana, Albina.  “Grammatica Espresso 2. Esercizi essenziale della lingua Supplementari Corso di  italiana  con  esercizi”.   italiano. Alma Edizioni.  Guerra Edizioni.
  • 8. 2. Leggere Introduzione Soluzione: 1. Caterina Farro.  1.a) uno psicoanalista, un consulente 2. L’agenzia immobiliare di periferia.  finanziario, reale, falso, dallo  3. Il professionista che vive in centro. 4. La donna.  psicoanalista, dall’agente 5. Stefano Passoni.  immobiliare. 6. Alessandra.  7. La maggior parte della gente.
  • 9. 3.b. giungere al traguardo / concludere qualcosa, giungere a  3.b. giungere al traguardo / concludere qualcosa, giungere un bivio / arrivare al momento di fare una scelta,  un bivio / arrivare al momento di fare una scelta,  3. Analisi lessicale giungere al capolinea / non avere più speranza di  al capolinea / non avere più 3.a. giungere a una conclusione, fissare un appuntamento,  3.a. giungere a una conclusione, fissare un appuntamento,  continuare  2. fissare negli occhi /guardare in modo  continuare  2. fissare porre domande, uscire dal tunnel, vedere fumo, ostentare  domande, uscire tunnel, vedere insistente, fissare una data / decidere il giorno di un  insistente, fissare una data / decidere indifferenza, volare con l’immaginazione. indifferenza, volare con l immaginazione. appuntamento; 3. porre rimedio / trovare la soluzione ad  appuntamento; 3. porre / trovare la soluzione un problema, porre un quesito / fare una domanda; 4.  un problema, porre un quesito / fare una domanda; 4.  uscire a testa alta / superare un problema con grande  digintà, uscire di senno / perdere il controllo, diventare digintà , uscire di senno / perdere controllo, diventare matto; 5. vendere a cara la pelle / difendersi con grande  matto; 5. vendere a cara la pelle / difendersi energia, vendere l’anima al diavolo /fare qualsiasi cosa  energia, vendere al diavolo pur raggiungere uno scopo. uno scopo.
  • 10. Aggettivi qualificativi Nota bene: nell’articolo sono presenti anche altri aggettivi che, pur non essendo propriamente dei relazionali, potrebbero – sia pure in modo un po’ forzato – essere considerati tali, vedi per esempio Mi garba perché è … “straordinarie” (da “ordine”) Mi piace perché è … “classica” (da “classe”) garbare v. intr. [aus. essere] piacere, essere gradito.
  • 11. Aggettivi qualificativi Aggettivi qualificativi 5e 5f Di solito quando l’aggettivo Aggettivi relazionali presenti qualificativo è prima del nome, anche  nell’articolo: finanziario, reale,  non se non ne modifica sostanzialmente personali, immobiliare, finesettimanale,  il senso, esprime un carattere più livoroso, ufficiale, elettrico,  soggettivo e una maggiore ricercatezza residenziale, popolari, romana,  stilistica, mentre quando è dopo il nome redditizio, specializzati.  ha un carattere più oggettivo e neutro.
  • 12. 9b. Guarda le 4 piantine. 10. Analisi grammaticale Cerca di capire quali si Parole base + parole alterale riferiscono alle case Regola: per cambiare una  Regola: per cambiare una  descritte nell’articolo. parola in un senso di minore  parola in un senso di  dimensione (“più piccolo”) si  maggiore dimensione (“più 1, 4, 3. usano i suffissi: grande”) si usa il suffisso: ‐ino/‐ina ‐one Esempio telefonino ‐ona ‐etto/etta Esempio: palazzone, casona Esempio stanzetta ‐ello/ella Esempio ponticello
  • 13. La nostra casa Lessico nuovo: in cima al mondo 1. Volevo chiederti/Le … un favore Pino Donaggio - Claudio Villa 2. Ho saputo che …. Davvero? 3. Non lo sapevo! Amor, non piangere perché 4. Eh, magari! Ma non mi dire! Se questo mondo non ha sorrisi per me 5. Ma dai! Roba da matti!  Ringrazio il cielo di avermi dato già te, già te 6. Dici sul serio? Vedrai, che un giorno cambierà 7. Che disastro! Verrà un mattino e a svegliarti verrà 8. Che peccato! Andremo via nella mia casa io e te, io te 9. Che guaio! La nostra casa in cima al mondo 10. Che fortuna! E quando tu verrai Leggera se ne andrà Nel cielo volerà con noi
  • 14. La nostra casa in cima al mondo La nostra casa in cima al mondo La terra girerà “Confidenze Lontana più che mai E tu la scorderai con me troppo intime” Amor, non piangere mai più Film di Patrice Leconte Gli innamorati non sono poveri mai Amore mio devi sperare con me, con me Amore mio Andremo via nella mia casa io e te, io te La nostra casa in cima al mondo E quando tu verrai Leggera se ne andrà Nel cielo volerà con noi Con noi, con noi, con noi.
  • 15. Confidenze troppo intime Un consulente fiscale si trova un giorno dinanzi una cliente  inattesa che gli racconta dei propri problemi di coppia. La  donna lo ha scambiato per uno psicoanalista che ha lo studio accanto. L`uomo è affascinato da questa situazione e non  rivela la verità. La donna la scoprirà da sola ma continuerà a  confessarsi con lui. Questo è il plot di base del film di Leconte  che, dopo L´uomo del treno torna a dirigere una coppia di  attori ad altissimo livello per una storia che tratta, ancora una  volta in modo originale, le attese, i sogni e i bisogni di uomini e donne. Lo fa grazie a un controllo totale della sceneggiatura e a una luce che rende gli spazi difficili da abitare ma al  contempo "intimi". Il finale è, come spesso accade a questo autore, un po` troppo spiegato ma si tratta di un peccato veniale. Ancora una volta Leconte ha saputo colpire al cuore.

×