Your SlideShare is downloading. ×
0
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Libertà culturale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Libertà culturale

1,872

Published on

Musei e accessibilità, piccole mosse per guadagnare un nuovo approccio alla gestione e progettazione di musei per tutti.

Musei e accessibilità, piccole mosse per guadagnare un nuovo approccio alla gestione e progettazione di musei per tutti.

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,872
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. I musei sono di tutti Ipotesi e buone pratiche per rendersi accessibili Eleonora Censorii Responsabile Sviluppo Progetti eleonora.censorii@vilau.net lunedì 24 maggio 2010
  • 2. Intervento presentato in occasione del convegno Musei e multisensorialità Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina (VT) 22 Maggio 2010 lunedì 24 maggio 2010
  • 3. questo è difficile (ma NON impossibile) lunedì 24 maggio 2010
  • 4. lunedì 24 maggio 2010
  • 5. lunedì 24 maggio 2010
  • 6. lunedì 24 maggio 2010
  • 7. lunedì 24 maggio 2010
  • 8. lunedì 24 maggio 2010
  • 9. questo è MOLTO più facile lunedì 24 maggio 2010
  • 10. lunedì 24 maggio 2010 rendersi accessibili è facile, e non comporta grandi spese, ma solo senso pratico ed un cambiamento di prospettiva, significa guardare il mondo attraverso altri occhi
  • 11. i musei accessibili sono MEGLIO degli altri lunedì 24 maggio 2010 lo sono perchè rendono la visita più godibile per tutti i visitatori, non solo per i disabili, perchè gli spazi ed i percorsi sono più agevoli da percorrere, si comunica meglio, i contenuti sono alla portata di tutti. quindi rendersi accessibili diventa una risorsa perchè comporta ripensare tutta la fruizione e la comunicazione ed i rapporti con il pubblico, significa mettere il visitatore veramente al centro del museo.
  • 12. come si fa? lunedì 24 maggio 2010
  • 13. cambiando prospettiva lunedì 24 maggio 2010
  • 14. lunedì 24 maggio 2010 il ruolo dei musei, la loro missione, è comunicare al pubblico, ed il pubblico va inteso nel senso più ampio possibile: i musei parlano agli uomini, alle donne, ai bambini, alle persone con disabilità, a persone di tutte le misure
  • 15. lunedì 24 maggio 2010
  • 16. universal design lunedì 24 maggio 2010
  • 17. 1 2 34 THE PRINCIPLES OF UNIVERSAL DESIGN 1 4 Version 2.0 (4/1/97) EQUITABLE USE PERCEPTIBLE INFORMATION The design is useful and marketable to people with diverse abilities. 2 FLEXIBILITY IN USE The design accommodates a wide range of 3 SIMPLE AND INTUITIVE USE The design communicates necessary information effectively to the user, regardless of ambient conditions or the user’s sensory abilities. Use of the design is easy to understand, individual preferences and abilities. regardless of the user’s experience, knowledge, language skills, or current concentration level. 56 7 GUIDELINES 1a. Provide the same means of use for all users: identical whenever possible; equivalent when not. GUIDELINES 4a. Use different modes (pictorial, verbal, tactile) for redundant presentation of essential information. 1b. Avoid segregating or stigmatizing any users. GUIDELINES 2a. Provide choice in methods of use. GUIDELINES 3a. Eliminate unnecessary complexity. 4b. Maximize “legibility” of essential information. 1c. Make provisions for privacy, security, and safety 2b. Accommodate right- or left -handed access and use. equally available to all users. 3b. Be consistent with user expectations and intuition. 4c. Differentiate elements in ways that can be 2c. Facilitate the user’s accuracy and precision. described (i.e., make it easy to give instructions 1d. Make the design appealing to all users. 3c. Accommodate a wide range of literacy and or directions). 2d. Provide adaptability to the user’s pace. language skills. EXAMPLES Power doors with sensors at entrances that are 4d. Provide compatibility with a variety of techniques convenient for all users EXAMPLES Scissors designed for right - or left-handed users 3d. Arrange information consistent with its importance. or devices used by people with sensory limitations. Integrated, dispersed, and adaptable seating in An automated teller machine (ATM) that has visual, 3e. Provide effective prompting and feedback assembly areas such as sports arenas and theaters tactile, and audible feedback, a tapered card during and after task completion. EXAMPLES Tactile, visual, and audible cues and instructions opening, and a palm rest on a thermostat EXAMPLES A moving sidewalk or escalator in a public space Redundant cueing (e.g., voice communications and An instruction manual with drawings and no text signage) in airports, train stations, and subway cars 5 TOLERANCE FOR ERROR 6 LOW PHYSICAL EFFORT 7 SIZE AND SPACE FOR APPROACH AND USE The design minimizes hazards and the adverse The design can be used efficiently and comfortably Appropriate size and space is provided for approach, THE PRINCIPLES WERE COMPILED BY ADVOCATES consequences of accidental or unintended actions. and with a minimum of fatigue. reach, manipulation, and use regardless of user’s OF UNIVERSAL DESIGN, IN ALPHABETICAL ORDER: body size, posture, or mobility. Bettye Rose Connell, Mike Jones, Ron Mace, Jim Mueller, Abir Mullick, Elaine Ostroff, Jon Sanford, Ed Steinfeld, Molly Story, and Gregg Vanderheiden. GUIDELINES 5a. Arrange elements to minimize hazards and errors: GUIDELINES 6a. Allow user to maintain a neutral body position. NOTE: most used elements, most accessible; hazardous elements eliminated, isolated, or shielded. GUIDELINES 7a. Provide a clear line of sight to important elements The Principles of Universal Design are not intended to 6b. Use reasonable operating forces. for any seated or standing user. constitute all criteria for good design, only universally 5b. Provide warnings of hazards and errors. 6c. Minimize repetitive actions. 7b. Make reach to all components comfortable for any usable design. Certainly, other factors are important, 5c. Provide fail safe features. seated or standing user. such as aesthetics, cost, safety, gender and cultural 6d. Minimize sustained physical effort. 7c. Accommodate variations in hand and grip size. appropriateness, and these aspects must also be 5d. Discourage unconscious action in tasks that EXAMPLES Lever or loop handles on doors and faucets require vigilance. taken into consideration when designing. 7d. Provide adequate space for the use of assistive Touch lamps operated without a switch devices or personal assistance. EXAMPLES A double-cut car key easily inserted into a recessed keyhole in either of two ways EXAMPLES Controls on the front and clear floor space around An “undo” feature in computer software that allows appliances, mailboxes, dumpsters, and other elements the user to correct mistakes without penalty © Copyright 1997 NC State University, Wide gates at subway stations that accommodate all users Center for Universal Design, College of Design lunedì 24 maggio 2010 Cambia il modo di vedere l’accessibilità, non lavoriamo per creare supporti aggiuntivi per le persone con disabilità, lavoriamo per l’inclusione, per creare spazi fruibili da tutti insieme
  • 18. lunedì 24 maggio 2010 Non più postazioni “differenziate”
  • 19. lunedì 24 maggio 2010 ma postazioni ad altezze diverse, semplicemente (Museo Igartubeiti)
  • 20. come si fa? lunedì 24 maggio 2010
  • 21. lavorando dietro le quinte lunedì 24 maggio 2010
  • 22. lunedì 24 maggio 2010 Lavorando con le associazioni dei disabili, che sanno meglio di chiunque di cosa si ha bisogno
  • 23. lunedì 24 maggio 2010 mettere insieme le associazioni dei disabili con i musei, per progettare insieme, per allargare la fruizione dei musei che si rendono progressivamente accessibili ai destinatari del lavoro fatto.
  • 24. lunedì 24 maggio 2010 l’accessibilità è una “impostazione di default”
  • 25. lunedì 24 maggio 2010 In tutti questi I like... non si parla di accessibilità perchè...
  • 26. lunedì 24 maggio 2010 In ogni sito del circuito dei musei dell’Inghilterra del Nord Est...
  • 27. lunedì 24 maggio 2010 ma proprio in ognuno di questi siti
  • 28. lunedì 24 maggio 2010 ci sono le istruzioni per l’accesso e i servizi a disposizione
  • 29. lunedì 24 maggio 2010 anche una ciotola d’acqua a disposizione all’ingresso per i cani guida...
  • 30. come si fa? lunedì 24 maggio 2010
  • 31. identifica i bisogni lunedì 24 maggio 2010 contenuti, struttura del percorso, formazione dello staff, orari di apertura, prenotazioni, una cosa che non abbiamo mai fatto , ripensare l’accessibilità del musei ci costringe a pensare in termini di bisogni del visitatore
  • 32. cosa si può fare in un museo? lunedì 24 maggio 2010 approccio ergonomico- parliamo di come mettere i visitatori in condizione di fruire dei contenuti.
  • 33. emozionarsi lunedì 24 maggio 2010
  • 34. lunedì 24 maggio 2010 Museo memoriale (provvisorio) dell’11 Settembre
  • 35. lunedì 24 maggio 2010
  • 36. mangiare/bere lunedì 24 maggio 2010
  • 37. lunedì 24 maggio 2010
  • 38. essere coccolati lunedì 24 maggio 2010
  • 39. lunedì 24 maggio 2010
  • 40. muoversi/riposarsi lunedì 24 maggio 2010
  • 41. lunedì 24 maggio 2010
  • 42. lunedì 24 maggio 2010
  • 43. leggere lunedì 24 maggio 2010
  • 44. lunedì 24 maggio 2010
  • 45. ascoltare lunedì 24 maggio 2010
  • 46. lunedì 24 maggio 2010
  • 47. sposarsi... lunedì 24 maggio 2010 la visita al museo come occasione di socialità
  • 48. lunedì 24 maggio 2010
  • 49. quindi... lunedì 24 maggio 2010
  • 50. spazio lunedì 24 maggio 2010 per muoversi, per girare, per far sedere i ragazzi delle visite scolastiche, per sedersi di fronte ad un contenuto audiovisivo o sonoro che merita di stare qualche minuto fermi a guardare, ascoltare, spazio per far posizionare le persone di fronte alle postazioni interattive, spazio per far muovere persone in carrozzella, e spazio per le persone che li accompagnano per leggere insieme o guardare insieme i contenuti. spazio per l’ingresso, per stare comodi mentre si aspetta per fare il biglietto. organizza il percorso in modo da rendere il movimento agevole anche in spazi piccoli
  • 51. aree di sosta lunedì 24 maggio 2010 visitare un museo può essere fisicamente stancante: panchine, sedie, punti per sedersi legati a postazioni o pannelli di approfondimento che si possono leggere proprio stando seduti, bagni accessibili e ben segnalati, un bar per mangiare e prendere un caffè, per bere dell’acqua.
  • 52. lunedì 24 maggio 2010
  • 53. lunedì 24 maggio 2010 sedili comodi per un video lungo: i 12 minuti che raccontano la vita dell’etnologo Barandiaràn nel museo a lui dedicato ad Ataun.
  • 54. lunedì 24 maggio 2010 area di sosta per i bambini nel centro visite di Lizarrusti
  • 55. istruzioni per l’uso lunedì 24 maggio 2010 le indicazioni devono essere chiare e immediate
  • 56. lunedì 24 maggio 2010 Guardando negli alberi si trovano dei contenuti, ma per capire che bisogna guardarci dentro....
  • 57. lunedì 24 maggio 2010 è comunque meglio spiegare in modo semplice come si fa...
  • 58. lunedì 24 maggio 2010 e mettere le postazioni ad altezze diverse (Centro visite del parco a Lizarrusti)
  • 59. sottotitoli lunedì 24 maggio 2010 sottotitolate TUTTO, tutti i contenuti audiovisivi (meglio se con scritte bianche su sfondo nero in fondo all’inquadratura a caratteri grandi) tutti i contenuti sonori parlati. i sottotitoli aiutano anche chi può ascoltare l’audio, perchè a volte non si sente bene e si perdono delle cose.
  • 60. lunedì 24 maggio 2010 festival di massenzio 2009, l’autore legge il suo brano in lingua originale e le scritte in sovraimpressione ce lo traducono in italiano
  • 61. visite virtuali lunedì 24 maggio 2010 una soluzione per gli spazi che non saranno mai accessibili : una postazione interattiva con una riproduzione della mappa del museo che include contenuti testuali e audiovisivi per raccontare le sale non accessibili
  • 62. lunedì 24 maggio 2010
  • 63. lunedì 24 maggio 2010 Visita virtuale per il Topic, Museo della marionetta di Tolosa
  • 64. dove metto le informazioni? lunedì 24 maggio 2010
  • 65. lunedì 24 maggio 2010 Non troppo in alto, di solito le teche e i pannelli sono troppo in alto e le persone non vedono bene, non riescono a leggere le didascalie..
  • 66. Italiano Inglese lunedì 24 maggio 2010 in questo caso....sono lontane o troppo basse
  • 67. lunedì 24 maggio 2010 Mostrare gli spazi: al futuro museo del Santuario di Arantzasu
  • 68. lunedì 24 maggio 2010 il parapetto è in vetro e in muratura per permettere ai bambini ed alle persone in carrozzella di guardare la spettacolare proiezione della sala sottostante ed il plastico nella sua interezza
  • 69. lunedì 24 maggio 2010
  • 70. lunedì 24 maggio 2010 Anche le scritte sulla scala (per i disabili c’è un ascensore) sono visibili attraverso il vetro
  • 71. lunedì 24 maggio 2010 Museo dei Grammy’s: postazioni interattive ad altezze “umane”
  • 72. lunedì 24 maggio 2010 Cuffie con audio regolabile
  • 73. lunedì 24 maggio 2010 Oggetti alla giusta altezza
  • 74. caratteri grandi lunedì 24 maggio 2010 da 13 a 26 (extra large) molti musei come misura “di supporto” per le mostre temporanee mettono in distribuzione le didascalie stampate in large print - ma si possono anche ristampare tutte le didascalie in caratteri più gradi, facilitando la lettura a tutti.
  • 75. lunedì 24 maggio 2010 grande...
  • 76. lunedì 24 maggio 2010 grandissima...
  • 77. lunedì 24 maggio 2010 anche noi possiamo rendere i testi nei nostri musei più leggibili, se ci riescono quelli che scrivono con le bombolette sui muri!
  • 78. supporti audio lunedì 24 maggio 2010
  • 79. audiolibri lunedì 24 maggio 2010 la guida del museo in formato audiolibro, si può fare anche in casa e distribuire come podcast, inserendo la notizia ed il link ai contenuti nei siti per persone non vedenti
  • 80. descrizioni visuali lunedì 24 maggio 2010
  • 81. lunedì 24 maggio 2010 Il MOMA di New York ha realizzato una serie di descrizioni visuali di opere d’arte della sua collezione....
  • 82. lunedì 24 maggio 2010 ci descrivono l’aspetto del quadro, la sua consistenza, la tecnica dell’autore...come in questa immagine di Jackson Pollock al lavoro
  • 83. Jackson Pollock One: Number 31, 1950, 1950. Oil and enamel on unprimed canvas, 8' 10" x 17' 6 5/8" (270 x 531 cm) lunedì 24 maggio 2010 ed il risultato... raccontato nella descrizione visuale del MOMA http://www.moma.org/explore/multimedia/audios/14
  • 84. regoliamoci lunedì 24 maggio 2010 Grandezze delle immagini e volumi dei contenuti audio devono poter essere regolabili
  • 85. testa il tuo museo lunedì 24 maggio 2010 Portaci gruppi o singoli per metterlo alla prova, collabora con le associazioni dei disabili per fare dei focus group per chiedere cosa vorrebbero, fatti aiutare a trovare e realizzare soluzioni
  • 86. “Le istituzioni governative, culturali e ricreative dovrebbero sviluppare strategie di accesso globale e programmi specifici elaborati per portare significativi e duraturi miglioramenti per tutte le persone con disabilità” Consiglio Europeo !Libertà culturale? ! Come rendere i musei realmente accessibili Diventa accessibile Metti alla prova i tuoi contenuti Diventare accessibili significa comprendere in quanti Chiedi ai visitatori la loro opinione dopo la visita. modi diversi le persone accedono ai contenuti. Coinvolgi il tuo pubblico di riferimento in una valutazione dei risultati. Per cominciare Identifica le informazioni chiave che devono essere Spargi la voce accessibili alle persone che visitano il tuo museo o Per raggiungere un pubblico più ampio, pubblicizza i accedono ai tuoi contenuti. tuoi eventi accessibili attraverso le associazioni dei Scegli con attenzione il progetto grafico, i colori ed i disabili. caratteri da utilizzare. Pubblicizza i formati alternativi che metti a disposizione. Sviluppa una strategia Assicurati che i tuoi contenuti siano appropriati per il Libertà culturale? é un!iniziativa Simbdea sulla tuo pubblico di riferimento. diffusione di “buone pratiche” per aumentare il livello Includi nella progettazione utenti ed esperti con di accessibilità nei musei. disabilità. Fissa degli obiettivi raggiungibili e chiari. L!iniziativa è in collaborazione con la Commissione Tematica per l!Accessibilità di Icom-Italia, e le attività organizzate nell!ambito del progetto e le modalità Crea formati alternativi per aderire saranno pubblicate nelle sezioni Presenta i tuoi contenuti in formati diversi: in Braille sull!accessibilità del sito Simbdea e Icom-Italia. " o con caratteri grandi, video sottotitolati, audio, Per informazioni scrivi poster, linguaggio dei segni. all"indirizzo email accessibilita@icom-italia.org "" Usa le parole giuste Scegli termini che dimostrino rispetto per le disabilità Visita i nostri siti e l!orientamento sessuale, le differenze di genere, di www.simbdea.it provenienza culturale e geografica e d!età. www.icom-italia.org Usa il tuo sito web Aggiungi descrizioni visive delle mostre e degli eventi nel tuo sito: aiuterai le persone a trovare le informazioni che cercano. Sponsor tecnico Pubblicizza nel tuo sito eventi e servizi per i disabili. Ideazione e testi a cura di James Edge lunedì 24 maggio 2010
  • 87. Musei più accessibili per TUTTI lunedì 24 maggio 2010 sono più facili da fruire per ogni tipo di visitatore, sono più divertenti, sono luoghi di democrazia
  • 88. grazie per l’attenzione lunedì 24 maggio 2010
  • 89. Credits e info Le foto iniziali di atleti disabili vengono dal POOL di Flickr http://www.flickr.com/groups/xadis_now/ dedicato allo sport e disabilità. Ringrazio tutti gli autori delle bellissime foto che vi ho trovato. Alcune foto di allestimenti museali sono tratte da progetti allestiti ed in allestimento a cura di Vilau (Museo Barandiaran, Museo Igartubeiti, Centro visite Lizarrusti), per info www.vilau.net (oppure potete scrivere a italy@vilau.net) Alcune foto sono di Eleonora Censorii e di Erminia Censorii Il manifesto “Libertà culturale” si può scaricare al seguente link: www.simbdea.it (sezione Accessibilità). Il testo Virtual Tour Guide si puo scaricare a questo link: http://www.cae.org.uk/pdf/ virtualtourguide.pdf Il poster Universal Design può essere scaricato qui http://www.design.ncsu.edu/cud/pubs_p/docs/poster.pdf Questa presentazione è tutelata da licenza Creative Commons, http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ Può essere scaricata e condivisa citandone l’autore ma non può essere modificata e soprattutto non può essere utilizzata per scopi commerciali. lunedì 24 maggio 2010

×