Titolo Contributo DIDAMATICA 2009
                   Primo Autore, Secondo Autore1, Terzo Autore2
                        ...
DIDAMATICA 2008




mentre le pagine pari avranno allineato a sinistra DIDAMATICA 2008 (Arial, 8
pt) e per le pagine dispa...
Titolo Contributo DIDAMATICA 2009




3.4.2 Inserimento di figure e tabelle
          Lo spazio occupato da figure e tabel...
DIDAMATICA 2008




spazio pari a sei punti. Ogni articolo elencato nella bibliografia deve essere
citato almeno una volta...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Istruzioni Contributo Finale

391 views
320 views

Published on

descrizione

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
391
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Istruzioni Contributo Finale

  1. 1. Titolo Contributo DIDAMATICA 2009 Primo Autore, Secondo Autore1, Terzo Autore2 Affiliazione (Ente, Azienda, ecc.) Indirizzo (Via e numero civico), Indirizzo (Cap Città Provincia) E-mail 1 Affiliazione (Ente, Azienda, ecc.) Indirizzo (Via e numero civico), Indirizzo (Cap Città Provincia) E-mail 2 Affiliazione (Ente, Azienda, ecc.) Indirizzo (Via e numero civico), Indirizzo (Cap Città Provincia) E-mail Il sommario deve contenere una breve descrizione dei contenuti esposti nel contributo. Questa pagina descrive le linee guida per la formattazione dei documenti da pubblicare negli atti di Didamatica 2008. Non far precedere il sommario da alcun titolo. 1. Introduzione Lo scopo delle istruzioni per la redazione dei contributi è quello di dare al volume degli atti un aspetto omogeneo e quindi una veste tipografica gradevole. Tutti gli autori che contribuiscono al volume sono quindi pregati vivamente di attenersi scrupolosamente alle seguenti istruzioni, il cui testo è formattato come suggerito e quindi ne costituisce un esempio. 2. Informazioni generali Il formato del foglio da utilizzare è pari a 15,5 cm x 23,00 cm. con margini di cm. 1,5 su ogni lato. Il contenuto dei paragrafi deve essere redatto utilizzando il carattere Arial 10 pt, con spaziatura singola tra le righe, e testo giustificato. Ogni paragrafo deve avere la prima riga rientrata a sinistra di 0,5 cm ed è consigliabile attivare il controllo delle righe isolate. Per evidenziare parti del testo è opportuno utilizzare lo stile grassetto. I paragrafi devono essere numerati in ordine crescente e gli stili che devono essere utilizzati sono indicati nei paragrafi successivi. 2.1 Margini, intestazione e piè di pagina I margini delle pagine devono avere tutti la dimensione di 1,5 cm. La distanza dal bordo dell’intestazione e del piè di pagina deve essere di 1,5 cm. Il piè di pagina della prima pagina conterrà le informazioni bibliografiche per il volume degli atti; nelle altre pagine, invece, conterrà solo il numero di pagina. La numerazione definitiva per l’intero volume sarà inserita dagli editori. Per ciò che concerne le intestazioni, invece, la prima pagina non avrà intestazione A. Andronico, L. Colazzo (Eds.): DIDAMATICA 2009 – ISBN 978-88-8443-277-3
  2. 2. DIDAMATICA 2008 mentre le pagine pari avranno allineato a sinistra DIDAMATICA 2008 (Arial, 8 pt) e per le pagine dispari il titolo del contributo formattato nello stesso modo. 3. Stili da utilizzare Di seguito sono indicati tutti gli stili da adottare per i paragrafi di primo, secondo e terzo livello. Si sconsiglia di utilizzare ulteriori livelli. 3.1 Titolo, autori e affiliazioni (titolo paragrafo secondo livello) I contributi devono avere un titolo (16 pt, grassetto, centrato, con uno spazio successivo di 18 pt) seguito dai nomi degli autori (10 pt, centrato) e dalle relative affiliazioni (9 pt, corsivo e centrato). Se gli autori hanno affiliazioni diverse devono essere riportate tutte le affiliazioni, una di seguito all'altra, e devono essere inseriti riferimenti numerici (come apice del testo) che associno l'autore alla sua affiliazione. 3.2 Sommario Il sommario non deve essere indicato da nessun titolo tipo “Sommario” o “Abstract” deve essere preceduto da uno spazio di 18 pt e seguito da uno di 6 pt. Il corpo del sommario (10 pt, corsivo) deve essere giustificato e rientrato sia sinistra che a destra di 1,5 cm. 3.3 Titoli di paragrafo e corpo del testo Tutti i titoli di paragrafo devono essere allineati a sinistra, preceduti da uno spazio di 12 pt e seguiti da uno spazio di 3 pt. Il formato dei titoli deve essere il seguente: − i titoli dei paragrafi di primo livello devono essere 12 pt, grassetto; − i titoli dei paragrafi di secondo livello devono essere 11 pt, grassetto; − i titoli dei paragrafi di terzo livello devono essere 11 pt, corsivo. 3.4 Inserimento di oggetti all’interno del testo 3.4.1 Inserimento di note Non è possibile inserire note nel contributo. 2
  3. 3. Titolo Contributo DIDAMATICA 2009 3.4.2 Inserimento di figure e tabelle Lo spazio occupato da figure e tabelle non deve superare la metà della lunghezza complessiva del contributo. Le dimensioni devono essere ragionevoli in relazione al contenuto della figura, cioè non tanto piccole da non essere leggibili, né tanto grandi da occupare più spazio di quello necessario. Le figure e le tabelle vanno numerate e devono essere corredate di didascalia (9 pt, grassetto, centrato). I riferimenti a tutte le figure e le tabelle devono essere inserite nel testo (vedi Fig.1). Fig.1 - Logo AICA 4. Organizzazione del contributo Il contributo completo deve essere organico e composto da un sommario di massimo 150 parole. Una introduzione che illustri le motivazioni e i riferimenti alla letteratura. Un corpo suddiviso in paragrafi e/o sottoparagrafi in cui si articola il lavoro e la proposta. Un paragrafo di conclusioni o sviluppi futuri in cui si riepilogano i risultati raggiunti e gli eventuali sviluppi futuri che si intendono realizzare. La bibliografia e sitografia che contenga i riferimenti bibliografici opportunamente citati e riferiti nel testo. 5. Invio del lavoro e formato file Il contributo completo deve essere sottoposto in forma elettronica all’indirizzo http://services.economia.unitn.it/didamatica2009/. 6. Riferimenti bibliografici La bibliografia deve essere riportata in fondo al testo, in ordine alfabetico. I riferimenti non sono indentati e sono separati l'uno dall'altro da uno 3
  4. 4. DIDAMATICA 2008 spazio pari a sei punti. Ogni articolo elencato nella bibliografia deve essere citato almeno una volta nel testo. I riferimenti bibliografici nel testo devono essere del tipo: [Rowntree, 1992] per autori singoli; [Mispelkamp e Sarti, 1994] per due autori; [Persico et al, 1985] per più di due autori. Nel caso di autori e anno di pubblicazione uguale, i riferimenti devono essere distinti con una lettera dopo l’anno: [Ferraris et al, 1984a]. − Il formato per libri e monografie è il seguente: Rowntree D., Exploring open and distance learning, Kogan Page, London, 1992. − Il formato per articoli apparsi su riviste è il seguente: Lewis, A. B., Training students to represent arithmetic world problems. Journal of Educational Psychology, 81, 4, 1989, 521- 531. − Il formato per articoli pubblicati su atti di convegni è il seguente: Persico D., Ferraris M., Midoro V., Olimpo G., Sissa G., Diagnostic evaluation in the learning process, in Duncan K. e Harris D. (eds) Proc. of the 4th World Conference on Computers and Education, Norfolk, VA, North Holland, Amsterdam, 1994, 31-38. 7. Conclusioni Il documento contiene tutte le indicazioni indispensabili per la realizzazione dei contributi definitivi. È opportuno che gli autori si attengano scrupolosamente a quanto indicato perché gli atti del congresso possano avere una coerenza stilistica. Bibliografia [RIF] Descrizione per esteso del riferimento bibliografico. Il corpo della bibliografia deve essere di 9 pt, giustificato, a interlinea singola. [RIF 2] La prima riga di ogni riferimento deve essere rientrata di 0,5 cm. Ogni riferimento deve essere seguito da uno spazio di 6 pt. 4

×