2-emissione monetaria

625 views
511 views

Published on

Come funzionano l'interesse e l'emissione monetaria

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
625
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
29
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2-emissione monetaria

  1. 1. EDUCARE AL PRESENTE Il moderno sistema economico-finanziario2 - “La creazione della moneta e la gestione del debito” Giovanni Morlino giovanni.arcipelagoscec@gmail.com in collaborazione con Centro di Cultura Contemporanea Strozzina
  2. 2. SOMMARIO1) Cenni storici sullorigine della moneta Cosè la moneta? Dal baratto alla moneta elettronica Dai gioiellieri ai banchieri Passaggio dal Gold-standard al Dollar-standard2) La creazione della moneta nel moderno sistema bancario La problematica dellinteresse I concetti di moneta-credito e moneta-debito Il funzionamento delle Banche Centrali Il concetto di crescita3) Denaro come strumento di potere Dalla crisi del 29 ai giorni nostri Il perché delle crisi La nuova funzione della finanza come strumento di controllo sociale e di esercizio del potere
  3. 3. Il problema dellinteresse Qualè leffetto del prestito a interesse sullintero sistema economico? Sistema economico integrato e chiusoGuadagni Spese € € € € € € € GuadagniAndamento del portafoglio di ogni individuo: Esempio: Capitale (t+1) = Capitale(t) + Guadagni – Spese P = 10.000 €Se Capitale < 0 → chiedo un prestito “P” tasso= 5% → Sa = 1000 + 50Assumiamo un ammortamento del prestito in 10 anni: → St = 10.500 €Spese annuali per il prestito Sa= P/10 + P*tassoDopo 10 anni spesa totale St= P*(1+tasso)
  4. 4. Il problema dellinteresseOgni individuo ha a disposizione lo stessocapitale iniziale (10.000 €)Le spese e i guadagni sono calcolati inmaniera casualeC(0) = 10.000 €C(t+1) = C(t) + G(t) – S(t)Se C(t)<0 chiedo prestito al 5%C(t+1) = C(t) + G(t) – S(t) - SaI capitali fluttuano nel tempoCalcolo il debito totale di tutti gli individui chehanno chiesto prestiti:D_Tot(t) = D(1,t) + D(2,t) + D(3,t) + ...
  5. 5. Il problema dellinteresse Tasso= 5% Tasso= 20%Tasso= 10%Con politica di rientro del debitodopo 30 anni
  6. 6. Cosa succedeva in passato? Il debito non può mai essere estinto, ma aumenta in continuazione → un sistema basato sullinteresse è SEMPRE instabile Per questo motivo molte culture considerano il prestito a interesse una  colpa o reato Crescita del rapporto debito/capitale  al tasso di interesse 5%In passato questo problema veniva risolto annullando il debito con cadenza periodica:  (giubileo, anno sabbatico)
  7. 7. Chi emette oggi la moneta? Prodotta dalla Prodotta dalla BCE Zecca di Stato In quantità discrezionale. (ma deciso dalla BCE) Viene prestata alle altre Non produce debito perbanche sotto interesse TUS lo Stato Moneta cartacea 8% Moneta metallica 2% Moneta metallica Moneta cartacea Moneta scritturale Moneta scritturale 90% Prodotta dalle banche commerciali in base alla richiesta di prestiti di cittadini e imprese. È la moneta che produce maggiore inflazione
  8. 8. IL MODERNO SISTEMA BANCARIO“Se la gente conoscesse il processo attraverso cui il denaro vienecreato, il sistema non durerebbe più di 24 ore." Henry Ford
  9. 9. IL MODERNO SISTEMA BANCARIO BCE La banca centrale Riserva fornisce la riserva monetaria base monetaria di base monetaria Col meccanismo della riserva frazionaria, le banche moltiplicano la riserva di base Somma totale della moneta circolante Tot = R/FR= 1000 €F = 10% → Tot = 1000 € /0.1= 10.000 €
  10. 10. Da chi prende i soldi lo Stato? BCERiservamonetaria base Buono del tesoro = Debito Pubblico I Buoni del tesoro vengono venduti in  aste pubbliche STATO
  11. 11. Da chi prende i soldi lo Stato? BCERiservamonetaria base Buono del tesoro = Debito Pubblico I Buoni del tesoro vengono venduti in  aste pubbliche Lo scambio Stato­Cittadini  non crea vero debito, ma è  STATO solo una partita di giro Cittadini
  12. 12. IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO
  13. 13. DEBITO PUBBLICO DEBITO PRIVATO Per una corretta valutazione della situazione economica di un Paese  bisogna sempre considerare la somma di debito pubblico + debito privato Rapporto PUBBLICO PRIVATO TOTALE debito/PIL (2007) ITALIA 105% 49% 154% GERMANIA 66% 109% 175% INGHILTERRA 42% 162% 204% USA 70% 142% 212% GIAPPONE 150% 136% 286%ALLORA PERCHÈ LITALIA È CONSIDERATO UN PAESE PIÙ A RISCHIO DEGLI ALTRI?
  14. 14. Chi possiede il debito italiano? 100% 90% Stranieri Fondi 43,6% 80% 53,2% 70% Istituzioni Fondi 60% 87,3% Banche Istituzioni 50% Famigie Stranieri 40% Italiani Italiani Banche 56,4% 30% 46,8% 20% 10% 12,7% Famiglie 0% Nazionalità Tipologia giuridica Banche/FondiDati 2011- Fonti: Elaborazione dati Banca dItalia, Supplemento al bollettino statistico 14 ottobre 2011 n. 51;- Morgan Stanley, “Who owns Italys government debt?”
  15. 15. IL SISTEMA BANCARIO La BCE ha il potere di battere moneta, ma a chi appartiene? BANCA CENTRALE EUROPEA BANCA CENTRALE EUROPEABanche Quote di partecipazione Capitale versato Banche Quote di partecipazione Capitale versatoCentrali al capitale della BCE (in milioni di euro) Centrali al capitale della BCE (in milioni di euro)Nazionali (in percentuale) Nazionali (in percentuale)_______________________________________________________________ _______________________________________________________________Deutsche Bundesbank 18,9 1.090 Deutsche Bundesbank 18,9 1.090Bank of England 14,5 59 Bank of England 14,5 59Banque de France 14,2 819 Banque de France 14,2 819Banca d’Italia 12,5 719 Banca d’Italia 12,5 719Banco de España 8,3 478 Banco de España 8,3 478De Nederlandsche Bank 4,0 229 De Nederlandsche Bank 4,0 229Banque Nationale de Belgique 2,4 140 Banque Nationale de Belgique 2,4 140Banca di Grecia 2,0 113 Banca di Grecia 2,0 113Oesterreichische Nationalbank 1,9 112 Oesterreichische Nationalbank 1,9 112Banco de Portugal 1,8 101 Banco de Portugal 1,8 101Finlands Bank 1,3 72 Finlands Bank 1,3 72Central Bank and Financial Central Bank and FinancialServices Authority of Ireland 1,1 64 Services Authority of Ireland 1,1 64
  16. 16. IL SISTEMA BANCARIO La BCE ha il potere di battere moneta, ma a chi appartiene? BANCA CENTRALE EUROPEA BANCA CENTRALE EUROPEABanche Quote di partecipazione Capitale versato Banche Quote di partecipazione Capitale versatoCentrali al capitale della BCE (in milioni di euro) Centrali al capitale della BCE (in BANCA euro) milioni di dITALIANazionali (in percentuale) BANCA dITALIA Nazionali (in percentuale)_______________________________________________________________ Partecipante _______________________________________________________________ Quote Voti Partecipante Quote Voti ________________________________________________Deutsche Bundesbank 18,9 ________________________________________________ 1.090 Deutsche Bundesbank 18,9Intesa Sanpaolo S.p.A.1.090 30,3% 50Bank of England 14,5 Intesa Sanpaolo S.p.A. 59 30,3% 50 Bank of England 14,5UniCredito Italiano S.p.A. 59 15,7% 50Banque de France 14,2 UniCredito Italiano S.p.A. 819 15,7% 50 Banque de France 14,2Banco di Sicilia S.p.A. 819 6,3% 42Banca d’Italia 12,5 Banco di Sicilia S.p.A.719 6,3% 42 Banca d’Italia 12,5 Assicurazioni Generali S.p.A. 719 6,3% 42Banco de España 8,3 Assicurazioni Generali S.p.A. 478 6,3% 42 Banco de España 8,3 Cassa di Risparmio 478De Nederlandsche Bank 4,0 Cassa di Risparmio 229 De Nederlandsche Bank 4,0in Bologna S.p.A. 229 6,2% 41Banque Nationale de Belgique 2,4 in Bologna S.p.A. 140 6,2% 41 Banque Nationale de Belgique 2,4INPS 140 5,0% 34Banca di Grecia 2,0 INPS 113 5,0% 34 Banca di Grecia 2,0Banca Carige S.p.A. 113 4,0% 27Oesterreichische Nationalbank 1,9 Banca Carige S.p.A. 112 4,0% 27 Oesterreichische Nationalbank 1,9Banca Nazionale del112 Lavoro 2,8% 21Banco de Portugal 1,8 Banca Nazionale del Lavoro 101 2,8% 21 Banco de Portugal 1,8 Banca Monte dei Paschi di Siena 2,5% 101 19Finlands Bank 1,3 Banca Monte dei Paschi di Siena 2,5% 72 19 Finlands Bank 1,3Cassa di Risparmio 72Central Bank and Financial Cassa di Risparmio Central Bank and Financial di Biella e Vercelli 2,1% 16Services Authority of Ireland 1,1 di Biella e Vercelli 64 2,1% 16 Services Authority of Ireland 1,1Cassa di Risparmio 64 Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza 2,0% 16 di Parma e Piacenza 2,0% 16
  17. 17. BANKITALIA S.P.A.La Banca dItalia è un istituto di diritto pubblico come stabilito dalla legge bancariadel 1936, ribadita anche da una sentenza della Corte Suprema di Cassazione.Le quote di partecipazione al suo capitale sono per il 94,33% di proprietà di banchee assicurazioni private, per il 5,67% di enti pubblici (INPS e INAIL). • Questa situazione di fatto contravviene al dettato dell’art. 3 dello statuto di Bankitalia che, nell’ultimo comma, recita: “…dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della Banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici." Ma dato che Bankitalia è indipendente, questa situazione non può essere messa in discussione dal Governo. • Con l’avvento di Draghi a Governatore di Bankitalia questo articolo è stato eliminato. • Bankitalia per legge deve controllare i bilanci delle banche ordinarie (Vigilanza). Ma se queste sono le sue proprietarie vuol dire che i controllori ed i controllati sono le stesse persone.
  18. 18. Perchè bisogna crescere?Come abbiamo visto il debito non può essere mai estinto, ma aumenta inmodo esponenziale fino a causare la “rottura” del sistema.Un singolo Paese, o una singola azienda, hanno un solo modo per evitarele crisi e il fallimento: aumentare i profitti oltre il livello del tasso diinteresse.Questa è lorigine della necessità della crescita come oggi viene presentataLa crescità, però, non può rappresentare una soluzione globale per illungo periodo.
  19. 19. Cosa ha prodotto questo sistema?Il mondo visto in base al suo sfruttamento (fonte WWF: Living Planet Report­2006)
  20. 20. Ci sono alternative?La finanza islamicaLa finanza islamica è basata su alcune interpretazioni del Corano. I suoi duepilastri centrali consistono nel fatto che non si possono ottenere interessi suiprestiti e che bisogna effettuare investimenti socialmente responsabili.In pratica quando una banca islamica presta soldi ad unazienda ne diventaazionista. Se lazienda va bene la banca prenderà parte degli utili. Al contrariose lazienda va male e perde, anche la banca perderà parte del capitale prestato.Il caso argentinoLArgentina, dopo il crollo del 2001, ha sostituito la natura dei titoli di statocon titoli di tipo warrant, che pagano linteresse solo se il PIL è effettivamentecresciuto alla fine dellanno (mentre il capitale è garantito al 100%)È una concetto simile a quello adottato dalla finanza islamica

×