2a parte: Emissione monetaria

1,200 views

Published on

Descrizione del funzionamento dell'emissione monetaria da parte delle banche centrali; differenza tra moneta-debito e moneta-credito; la natura del debito pubblico e privato

Published in: Economy & Finance
2 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,200
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
46
Comments
2
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2a parte: Emissione monetaria

  1. 1. IL MODERNO SISTEMA  ECONOMICO­FINANZIARIO “La creazione della moneta e la gestione del debito” Giovanni Morlino(giovanni.morlino@tos.arcipelagoscec.net)  in collaborazione con associazione Arcipelago Toscana associazione Altrarno Firenze ­ 9 Giu 2010
  2. 2. SOMMARIO• Cenni storici Dalla crisi del 29 ai giorni nostri, alcuni passaggi chiave nello sviluppo del sistema economico• La creazione della moneta e la gestione del debito La problematica dellinteresse I concetti di moneta-credito e moneta-debito Il funzionamento delle Banche Centrali• Prospettive per il futuro: verso una governance globale Il perché delle crisi La nuova funzione della finanza come strumento di controllo sociale e di esercizio del potere• Sistemi complementari per transire ad uneconomia equa Monete complementari Il caso Italia: lo SCEC
  3. 3. RIASSUNTO Ia PARTE• 30 La grande depressione• 40 II guerra mondiale e gli accordi di Bretton Wood• 50-70 La fine del colonialismo e linizio del neocolonialismo• 70 La crisi petrolifera; abbandono del Gold Standard• 80 Inizio dellera liberista• 90 Fine del comunismo e inizio della globalizzazione• 2000 Finanziarizzazione delleconomia e la grande crisi
  4. 4. SOMMARIO 2a PARTE:• Cosè la moneta?• La nascita della moneta• Il sistema bancario• Lemissione della moneta• Il concetto di moneta-debito e Il debito pubblico• Lo strano caso degli Stati Uniti dAmericaE un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistemabancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe unarivoluzione prima di domani mattina” Henry Ford (1863-1947)“... Pochi comprenderanno questo sistema (assegni e credito), coloro che locomprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo per fa soldi, il pubblico forsenon capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi.” Lettera spedita da uno dei Rothschild alla Ditta Kleheimer, Morton e Vandergould di New York in data 26 giugno 1863
  5. 5. COSÈ LA MONETA?La Moneta è una convenzione istituzionale, creata insostituzione del baratto per consentire lo scambio di beni eservizi in una società complessa. Metro Kg Kg Moneta Misura la lunghezza Misura il peso Misura il valoreLa Moneta, come vera misura, deve essere stabile cioèdeve sempre misurare il costo di produzione (lavoro)ed avere cambi fissi rispetto alle altre monete.
  6. 6. COME NASCE LA MONETA?BARATTOMONETE IN METALLI PREZIOSI MONETA CREDITO ATTAVERSO LE “NOTE DI BANCO” MONETA-DEBITO ATTRAVERSO IL PRESTITO
  7. 7. CHI CONFERISCE VALORE ALLA MONETA?• L’accettazione da parte dei cittadini che la usano per regolare i propri debiti/crediti : CIRCOLAZIONE FIDUCIARIA• Dal 1971 nessuna moneta al mondo ha più la copertura aurea (abolizione del Gold Standard). IMPOSIZIONE DEL CORSO FORSOSO Moneta fiduciaria (creata dal nulla) che ha valore solo perché accettata FORSOSAMENTE dal Popolo
  8. 8. Il problema dellinteresse Qualè leffetto del prestito a interesse sullintero sistema economico? Sistema economico integrato e chiusoGuadagni Spese € € € € € € € GuadagniAndamento del portafoglio di ogni individuo: Esempio: Capitale (t+1) = Capitale(t) + Guadagni – Spese P = 10.000 €Se Capitale < 0 → chiedo un prestito “P” tasso= 5% → Sa = 1000 + 50Assumiamo un ammortamento del prestito in 10 anni: → St = 10.500 €Spese annuali per il prestito Sa= P/10 + P*tassoDopo 10 anni spesa totale St= P*(1+tasso)
  9. 9. Il problema dellinteresseOgni individuo ha a disposizione lo stessocapitale iniziale (10.000 €)Le spese e i guadagni sono calcolati inmaniera casualeC(0) = 10.000 €C(t+1) = C(t) + G(t) – S(t)Se C(t)<0 chiedo prestito al 5%C(t+1) = C(t) + G(t) – S(t) - SaI capitali fluttuano nel tempoCalcolo il debito totale di tutti gli individui chehanno chiesto prestiti:D_Tot(t) = D(1,t) + D(2,t) + D(3,t) + ...
  10. 10. Il problema dellinteresse Tasso= 5% Tasso= 20%Tasso= 10%Con politica di rientro del debitodopo 30 anni
  11. 11. Il problema dellinteresse Il debito non può mai essere estinto, ma aumenta in continuazione → un sistema basato sullinteresse è SEMPRE instabile Per questo motivo molte culture considerano il prestito a interesse  una colpa o reato Crescita del rapporto debito/capitale  al tasso di interesse 5%In passato questo problema veniva risolto annullando il debito con cadenza periodica  (giubileo)Infatti il giubleo prevedeva sia la cancellazione dei peccati che dei debiti (debito = peccato)
  12. 12. CHI EMETTE OGGI LA MONETA?• La Zecca (Stato) → monete metalliche (la quantità la decidela BCE). Signoraggio va allo Stato• La BCE e Bankitalia → moneta cartacea. Signoraggio va allaBCE e Bankitalia (enti privati)• Le banche ordinarie → moneta scritturale (sulla base dellariserva frazionaria). Signoraggio va alle banche (enti privati)
  13. 13. CHI EMETTE OGGI LA MONETA?
  14. 14. PROPRIETÀ DELLA MONETA 1) da una parte abbiamo la moneta metallica coniata dallo Stato per la quale non si indebita con nessuno. Però come sappiamo tale moneta copre solo il 2% dell’intera massa monetaria.2) dall’altra, abbiamo: a) la moneta cartacea (banconote) che viene emessa da BCE e Bankitalia (due Enti privati) che di fatto ne rivendicano la proprietà. Per tale motivo la prestano (addebitandola) allo Stato con tanto di interesse che oggi è del 2.5% (il cd TUS). Per ripagare il Debito con gli Interessi, lo Stato tassa i cittadini. b) la moneta scritturale prestata dal sistema bancario (credito) ai cittadini ed alle imprese, sotto forma di conto corrente (c/c).Abbiamo visto che queste due monete coprono insieme il 98% dell’intera massa monetaria e per queste lo Stato, le imprese ed i privati cittadini si indebitano con le Banche Ordinarie.
  15. 15. QUANTA MONETA VIENE EMESSA?• Zecca (Stato). Lo decide la BCE. Oggi è circa il 2% della massa monetaria• BCE e Bankitalia. Discrezionale e potenzialmente illimitata• Banche. La creazione di denaro delle banche ordinarie è invece ufficialmente soggetta ad un limite basato sul cosiddetto coefficiente di riserva obbligatoria = 2% (per depositi e titoli con scadenza o rimborsabili fino a due anni); il coeff. scende allo 0% per depositi e titoli con scadenza o rimborsabili oltre i due anni.• Il meccanismo della riserva obbligatoria (2%) consente alle banche di creare denaro dal nulla per 50 volte il valore dei depositi con scadenza fino a 2 anni. E questo peraltro solo se si considera il sistema monetario statico. In un sistema monetario dinamico (come l’attuale), considerando la velocità di circolazione della moneta, la creazione di denaro è ben superiore a 50 volte. In pratica si può creare moneta all’infinito.
  16. 16. ATTUALE COMPOSOZIONE DELLA MONETA Moneta Moneta scritturale cartacea 90% 8% Moneta metallica E’ la moneta che 2%maggiormente crea inflazione
  17. 17. IL SISTEMA BANCARIOKarl Marx , 1855 ”Il Capitale”:“ Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionalinon sono state che società di speculatori privati che si affiancavano aigoverni e , grazie ai privilegi ottenuti , erano in grado di anticipar loroDenaro ."“... Pochi comprenderanno questo sistema (assegni e credito), coloro che locomprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo per fa soldi, il pubblico forse noncapirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi.”Lettera spedita da uno dei Rothschild alla Ditta Kleheimer, Morton e Vandergould di New York in data 26 giugno 1863
  18. 18. IL SISTEMA BANCARIO BCE La banca centrale Riserva fornisce la riserva monetaria base monetaria di base monetaria Col meccanismo della riserva frazionaria, le banche moltiplicano la riserva di base Somma totale della moneta circolante Tot= R*1/fR= 1000 €F = 10% → Tot = 1000 € /0.1= 10.000 €
  19. 19. COME FUNZIONANO LE BANCHE COMMERCIALI? LA BANCA NOI LE BANCHE GARANTIAMO CENTRALE ORDINARIE CREA CON CREANO IPOTECHE E FIDEJUSSIONI CONTANTI MONETA DENARO VIRTUALE SIMULATO DA FAR CIRCOLARE SOLO TRAMITE BONIFICI,GIROC 8% ONTI, ASSEGNI, ECC 90%SE SOLO IL 3% DELLE PERSONE VA A RITIRARE I SUOI SOLDI IN CONTANTI IN BANCA, IL TRUCCO SI SVELA ….ED IL SISTEMA CROLLA
  20. 20. Da chi prende i soldi lo Stato? BCERiservamonetaria base Buono del tesoro = Debito Pubblico I Buono del tesoro vengono venduti In aste pubbliche STATO
  21. 21. IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO
  22. 22. IL SISTEMA BANCARIO La BCE ha il potere di battere moneta, ma a chi appartiene? BANCA CENTRALE EUROPEA BANCA CENTRALE EUROPEABanche Quote di partecipazione Capitale versato Banche Quote di partecipazione Capitale versatoCentrali al capitale della BCE (in milioni di euro) Centrali al capitale della BCE (in milioni di euro)Nazionali (in percentuale) Nazionali (in percentuale)_______________________________________________________________ _______________________________________________________________Deutsche Bundesbank 18,9 1.090 Deutsche Bundesbank 18,9 1.090Bank of England 14,5 59 Bank of England 14,5 59Banque de France 14,2 819 Banque de France 14,2 819Banca d’Italia 12,5 719 Banca d’Italia 12,5 719Banco de España 8,3 478 Banco de España 8,3 478De Nederlandsche Bank 4,0 229 De Nederlandsche Bank 4,0 229Banque Nationale de Belgique 2,4 140 Banque Nationale de Belgique 2,4 140Banca di Grecia 2,0 113 Banca di Grecia 2,0 113Oesterreichische Nationalbank 1,9 112 Oesterreichische Nationalbank 1,9 112Banco de Portugal 1,8 101 Banco de Portugal 1,8 101Finlands Bank 1,3 72 Finlands Bank 1,3 72Central Bank and Financial Central Bank and FinancialServices Authority of Ireland 1,1 64 Services Authority of Ireland 1,1 64
  23. 23. IL SISTEMA BANCARIO La BCE ha il potere di battere moneta, ma a chi appartiene? BANCA CENTRALE EUROPEA BANCA CENTRALE EUROPEABanche Quote di partecipazione Capitale versato Banche Quote di partecipazione Capitale versatoCentrali al capitale della BCE (in milioni di euro) Centrali al capitale della BCE (in BANCA euro) milioni di dITALIANazionali (in percentuale) BANCA dITALIA Nazionali (in percentuale)_______________________________________________________________ Partecipante _______________________________________________________________ Quote Voti Partecipante Quote Voti ________________________________________________Deutsche Bundesbank 18,9 ________________________________________________ 1.090 Deutsche Bundesbank 18,9Intesa Sanpaolo S.p.A.1.090 30,3% 50Bank of England 14,5 Intesa Sanpaolo S.p.A. 59 30,3% 50 Bank of England 14,5UniCredito Italiano S.p.A. 59 15,7% 50Banque de France 14,2 UniCredito Italiano S.p.A. 819 15,7% 50 Banque de France 14,2Banco di Sicilia S.p.A. 819 6,3% 42Banca d’Italia 12,5 Banco di Sicilia S.p.A.719 6,3% 42 Banca d’Italia 12,5 Assicurazioni Generali S.p.A. 719 6,3% 42Banco de España 8,3 Assicurazioni Generali S.p.A. 478 6,3% 42 Banco de España 8,3 Cassa di Risparmio 478De Nederlandsche Bank 4,0 Cassa di Risparmio 229 De Nederlandsche Bank 4,0in Bologna S.p.A. 229 6,2% 41Banque Nationale de Belgique 2,4 in Bologna S.p.A. 140 6,2% 41 Banque Nationale de Belgique 2,4INPS 140 5,0% 34Banca di Grecia 2,0 INPS 113 5,0% 34 Banca di Grecia 2,0Banca Carige S.p.A. 113 4,0% 27Oesterreichische Nationalbank 1,9 Banca Carige S.p.A. 112 4,0% 27 Oesterreichische Nationalbank 1,9Banca Nazionale del112 Lavoro 2,8% 21Banco de Portugal 1,8 Banca Nazionale del Lavoro 101 2,8% 21 Banco de Portugal 1,8 Banca Monte dei Paschi di Siena 2,5% 101 19Finlands Bank 1,3 Banca Monte dei Paschi di Siena 2,5% 72 19 Finlands Bank 1,3Cassa di Risparmio 72Central Bank and Financial Cassa di Risparmio Central Bank and Financial di Biella e Vercelli 2,1% 16Services Authority of Ireland 1,1 di Biella e Vercelli 64 2,1% 16 Services Authority of Ireland 1,1Cassa di Risparmio 64 Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza 2,0% 16 di Parma e Piacenza 2,0% 16
  24. 24. BANKITALIA S.P.A.La Banca dItalia è un istituto di diritto pubblico come stabilito dalla legge bancariadel 1936, ribadita anche da una sentenza della Corte Suprema di Cassazione.Le quote di partecipazione al suo capitale sono per il 94,33% di proprietà di banchee assicurazioni private, per il 5,67% di enti pubblici (INPS e INAIL). • Questa situazione di fatto contravviene al dettato dell’art. 3 dello statuto di Bankitalia che, nell’ultimo comma, recita: “…dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della Banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici." Ma dato che Bankitalia è indipendente, questa situazione non può essere messa in discussione dal Governo. • Con l’avvento di Draghi a Governatore di Bankitalia questo articolo è stato eliminato. • Bankitalia per legge deve controllare i bilanci delle banche ordinarie (Vigilanza). Ma se queste sono le sue proprietarie vuol dire che i controllori ed i controllati sono le stesse persone.
  25. 25. IL CASO AMERICANOVedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione,mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i lorobiglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare néspendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Diconseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro incircolazione, cè sempre un debito fondamentale da restituire e unusura da pagare.Il risultato è che cè sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratoriuna piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochisoldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di undebito impagabile e usura.” Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)
  26. 26. IL CASO AMERICANO“Tutte le perplessità confusioni, e afflizioni in America sorgono non tanto dai difettidella Costituzione, né dalla mancanza donore o di virtù quanto dallassolutaignoranza della natura della moneta, del credito, e della circolazione.” John Adams, Padre Fondatore degli Stati Uniti dAmerica“Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà diquanto non lo siano gli eserciti permanenti. Essi hanno di già messo in piediunaristocrazia facoltosa che ha attaccato il Governo con disprezzo. Il potere diemissione deve essere tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale essoappartiene propriamente.” Thomas Jefferson (1776)“Davamo a questo popolo il maggior beneficio che abbia mai avuto: la sua propriacarta [moneta] per pagare i propri debiti.” John Adams
  27. 27. IL CASO AMERICANOArt. 1, Sezione 8. pp. 5 della Costituzione degli Stati Uniti dAmericaIl congresso avrà diritto di batter moneta, e di determinarne il valore (delleunità), e di fissare i criteri dei pesi e delle misure. Firmato George Washington, presidente e deputato della Virginia (17 settembre 1787)
  28. 28. IL CASO AMERICANO“Il Governo dovrà creare, emettere e far circolare tutta la valuta e ilcredito necessario a soddisfare il potere di spesa del Governo e ilpotere dacquisto dei consumatori. (...) Il privilegio del Governodella creazione e dellemissione del denaro è la sua più grandeopportunità creativa. (...) La Democrazia si ergerà al di sopra delpotere monetario.” Abraham Lincoln, documento del Senato degli Stati Uniti dAmerica numero 23, Pagina 91, anno 1865“Se questa malefica strategia finanziaria, che ha le sue origini nelnord America, perdurerà fino a mettere radici, allora il Governofornirà il proprio denaro senza alcun costo. Estinguerà i propri debitie rimarrà senza alcun debito. Avrà tutto il denaro necessario perportare avanti il proprio commercio. Diventerà prospero senzaprecedenti nella storia mondiale. Le menti e le ricchezze di tutti ipaesi andranno nel nord America. Questo paese deve esseredistrutto o distruggerà ogni monarchia sulla faccia della terra.” The Hazard Circular, rivista della Banca dInghilterra, citazioneapparsa sul London Times nellanno 1865, riferendosi alla pratica di emissione dei Green Backs di Abraham Lincoln
  29. 29. IL CASO AMERICANOIl 24 Dicembre 1913, sotto il presidente Wilson con il FederalReserve Act viene istituita la FED e il Congresso cede aquesta istituzione il potere di creare moneta.La FED è una banca privata creata dai Rothschild di Londra eBerlino, i Lazard Brothers di Parigi, Israel Moses Seif in Italia;Kuhn, Loeb e Warburg della Germania, e i Lehman Brothers,Goldman, Sachs e le famiglie Rockefeller di New York. Il 4 Giugno del 1963 con lordine esecutivo 11110, il presidente Kennedy dette al dipartimento del tesoro il potere esplicito: "di emettere certificati dargento a fronte di ogni lingotto di argento, dollari dargento della Tesoreria."

×