La gestione                                                                           Evoluzionidei patrimoni             ...
FIGURA 1                              A                                        B                                       C  ...
Real Estate.                                                    FIGURA 2                                                  ...
to accetta l’incarico rispondendo al messaggio. Entra-        nimetrie, coordinate geografiche, stato conservativo,...);  ...
•  Sistema di Business Intelligence, per avere una                   Con questa soluzione i Service Provider possono tro- ...
FIGURA 3       Lead to Contract                                                                  Contract to Program      ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Real estate 2.0 efm

649

Published on

Come le nuove tecnologie ed i social network possono influenzare e migliorare la gestione del Real Estate, quali sono le novità di eFM in tema di piattaforme informatiche immobiliari; sono questi alcuni degli argomenti che abbiamo trattato nell’articolo “La gestione dei patrimoni immobiliari: il ruolo di eFM”, pubblicato nel numero monografico di settembre di Quotidiano Immobiliare, volume dedicato interamente al mondo del Real Estate 2.0.
Nuovi modelli lavorativi reclamano organizzazioni degli spazi più flessibili che sono funzione del reale utilizzo degli stessi da parte degli utenti a beneficio dell’efficienza organizzativa e delle spese gestionali. Informazioni che attengono al medesimo immobile dislocate in diversi sistemi e in differenti soggetti se fatte convergere in un'unica struttura informatica conducono ad una migliore visibilità dei dati e quindi alla riduzione delle spese gestionali. Le nuove tecnologie quali Rfid, Augumented Reality, Cloud Computing possono portare significativi benefici in termini di riduzione dei costi, dei tempi e dei rischi di gestione. Nuove opportunità per i service provider di dimensioni minori possono incrementare la loro produttività e competitività.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
649
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Real estate 2.0 efm "

  1. 1. La gestione Evoluzionidei patrimoni nel mondo delleimmobiliari: piattaforme informaticheil ruolo di eFM Martinelli Nicola, Amministratore Unico eFMPANORAMICA La rivoluzione tecnologica e l’innovazione in generale,come in molti comparti industriali, si è imposta negli ultimitempi prepotentemente nel mondo del Real Estate, modi-ficando e creando nuove esigenze da parte dei costruttori,gestori, fornitori di servizi e degli utenti finali. Pensiamoad esempio come è cambiata l’organizzazione degli spaziall’interno degli uffici. Stiamo assistendo a nuovi modellidi realtà lavorative, non più semplicemente spazi fisici dacompartimentare sulla base dell’organizzazione e delle ge-rarchie, ma una gestione degli ambienti flessibile, che tieneconto del loro reale utilizzo, che favorisce la collaborazioneprofessionale attraverso la condivisione degli spazi e deglistrumenti messi a disposizione dalle Aziende. Il Real Estate nel tempo ha registrato una significativaevoluzione: dagli anni 70 in cui il Patrimonio Immobiliareera considerato un semplice investimento ed il sistema in-formativo censiva esclusivamente gli immobili ed i valoripatrimoniali, si è passati agli anni 80 in cui la crisi del mer-cato ha spinto le imprese a concentrasi fortemente sullariduzione dei costi di gestione. Sono gli anni in cui nascel’IFMA (International Facility Management Association) per grazione tra Persone, Spazi e Processi.guidare e standardizzare il Facility Management, inizialmen- Il mercato delle piattaforme tecnologiche per il Realte definito come la professionalità che abbraccia le diverse Estate, si è evoluto nel tempo innovando l’offerta mandiscipline atte a garantire la funzionalità degli immobili at- mano che gli operatori prendevano coscienza delle nuovetraverso l’integrazione delle 3 P: People, Place e Processes possibilità ed opportunità che la tecnologia rendeva pos-(Figura 1A). sibili per aumentare le capacità di gestione e la riduzione dei costi. Nel 1982 vede la luce il primo CAFM (Computer Aided Negli anni 90 IFMA ingloba nella definizione di FacilityFacility Management) che recepisce la ripartizione e l’inte- un quarto elemento: la Tecnologia (Figura 1B), e coerente- SETTEMBRE 2012 FocusQI 19
  2. 2. FIGURA 1 A B C People People People Process Place Strategy Place Process Place Technology Technology CAFM CIFM TIFM Departmental Multi Departmental Enterprisemente con tale evoluzione, i principali operatori del mer- e saranno sempre più autonomi. I prodotti collegati gene-cato delle piattaforme tecnologiche lanciano la seconda reranno dati facilmente accessibili via web. La tecnologiagenerazione di sistemi informativi i CIFM (Computer In- funzionerà in modo del tutto trasparente e autonoma.tegrated Management System), strutturati per consentire Gli esperti del settore prevedono che entro il 2020 sa-interazioni e integrazione tra più dipartimenti. ranno maggiori le informazioni presenti on the cloud piut- Dopo il 2000 il Real Estate comincia ad assumere la con- tosto che quelle presenti in locale (sul PC). Il Cloud sarànotazione di elemento strategico dell’Azienda e lo spazio predominante rispetto al desktop entro i prossimi 10 anni.di lavoro diventa il fulcro del sistema informativo: nasce il La possibilità di accedere alle informazioni anche al di fuoriTIFM (Total Infrastructure and Facilities Management). dei propri uffici sarà la norma. La connessione WEB è l’elemento chiave dell’evoluzione del mercato delle piattaforme per la gestione del patrimo- nio immobiliare (fig.2): il web 1.0 ha consentito di connet-LE BASI DELLA PROPOSTA EFM tere le informazioni, il 2.0 (social network) ha permesso la connessione delle persone, il 3.0 (web semantico) sta faci- Proseguendo in questa tendenza evolutiva del merca- litando la connessione della conoscenza, la prossima sfidato delle piattaforme, eFM propone agli operatori del RE è collegare l’intelligenza ovvero la trasformazione del datoe FM il primo mercato virtuale, riferimento del settore in conoscenza distribuita (meta web).immobiliare, dove concentrare e far convergere tutte leinformazioni sugli edifici al fine di ridurre i costi, i tempi e i Anche dal lato degli immobili si stanno verificandorischi integrando tutti gli operatori: proprietari immobiliari, grandi cambiamenti, oltre alla domotica che ormai da tem-utilizzatori, fornitori e costruttori. po consente l’automazione, il controllo e la supervisione Stiamo entrando in un’era in cui il mondo fisico e quel- degli elettrodomestici ed edifici, sta diventando realtà lalo virtuale convergono, ed i principali cambiamenti sono convergenza tra smart building e green building. Questila fusione degli ambienti interni ed esterni, l’accesso alle due concetti perdono di significato singolarmente e vannoinformazioni real time e l’abbattimento dei confini geogra- verso un’unica direzione: grande attenzione all’ambientefici. Le trasformazioni in atto possono essere inquadrate ed utilizzo nelle costruzioni di moduli con componentiprincipalmente sotto due categorie: quella tecnologica e elettronici affogati (tecnologia embedded). Ne sono esem-quella relativa agli immobili. pi i componenti elettronici (sensori e RFID) inseriti nei Dal lato della tecnologia, i principali trend sono iden- moduli prefabbricati, per cui più che costruire un edificio sitificabili nella convergenza tra lo spazio fisico e virtuale assemblano moduli a vantaggio della velocità di realizzazio-grazie ad una tecnologia sempre più pervasiva e nel pas- ne, mentre la presenza di tecnologia al loro interno facilitasaggio dagli applicativi fissi (PC) a quelli mobili (tablet e ed ottimizza la futura gestione e manutenzione. Altro ele-smartphone). La tecnologia sempre più potente in volu- mento innovativo è rappresentato dal Building Informationmi sempre più ridotti, diventa capillare e presente in ogni Modelling. La tecnologia 3D consente di avere in real timeoggetto (vedi RFID-Radio Frequency IDentification). I vari un modello di edificio a partire dai dati di progetto.apparecchi saranno tra di loro collegati in modo wireless20 FocusQI SETTEMBRE 2012
  3. 3. Real Estate. FIGURA 2 La piattaforma immobiliare raccoglie tutte le informa- zioni ed i dati relativi agli edifici, consentendo la gestio- ne integrata dell’intera filiera del Real Estate e del Facility 0 X. Management. La disponibilità dei dati gestionali storici e Web 3.0 eb in tempo reale, l’elaborazione di analisi multidimensionaliDegree of Information Connectivity eb Semantic Web W t aW che integrano fonti dati on the cloud, l’utilizzo di strumenti Me “mobile” che consentono di interagire con i sistemi ovun- que e minimizzare ritardi gestionali, sono solo alcuni degli elementi differenziali della soluzione innovativa di eFM. La peculiarità di questa iniziativa è l’integrazione di dif- ferenti informazioni e l’utilizzo di nuova tecnologia che consente di raggiungere una serie di obiettivi e benefici Web 1.0 Web 2.0 concomitanti: The Web Social Web •  Prendere decisioni consapevoli e ponderate, suppor- tate da disponibilità di tutti i dati coinvolti nei processi patrimoniali Degree of Social Connectivity •  Ridurre l’impatto ambientale e massimizzare il rispar- mio energetico, adeguando i consumi energetici e mo- FONTE: Blog Steve Wheeler, University of Plymouth, 2010 dulando gli impianti in base al profilo d’utenza degli immobili •  Mitigare i rischi per gli occupanti e operatori, monito- Una volta costruito l’edificio, i dispositivi affogati nei sin- rando l’aderenza alle normativegoli moduli comunicano in tempo reale i dati dei processi •  Massimizzare il valore del patrimonio, monitorando ledi edifici, fabbriche, intere città e i dati relativi all’ambiente, criticità e progettando i relativi interventi straordinariconsentendo monitoraggi e controlli, rappresentazioni in •  Ridurre i costi operativi, massimizzando l’efficienza de-3D, simulazioni. gli elementi tecnologici del patrimonio e progettando Come il peer to peer ha sviluppato i social network nel adeguate strategie di outsourcing dei servizimondo virtuale, così il building to building condurrà ad •  Incrementare l’efficienza della gestione, con conse-una nuova dimensione dell’universo degli edifici. Le comu- guente riduzione dei costi.nicazioni wireless, radio, i satelliti e gli altri device intelli-genti creano microambienti dove è possibile avere sotto Concretamente tutto questo determina nuovi modi econtrollo informazioni di vario tipo: dall’inquinamento, alla nuovi scenari di gestione 1) del patrimonio immobi-security, al safety, all’attenzione per l’ambiente, ai consumi liare e 2) degli Asset.energetici, al riscaldamento e raffreddamento... Questo of- 1.  Consideriamo come esempio la gestione innovativafrirà la possibilità di aggregare i dati micro regionali, in dati di un caso semplice: la temperatura degli ambientiglobali su larga scala per avere un punto di vista olistico e di lavoro di un edificio in inverno è troppo bassa. Alperseguire uno sviluppo socio-economico sostenibile. verificarsi di questo episodio anomalo si innescano automaticamente alert che vengono indirizzati al fa- cility manager dell’immobile. Quest’ultimo è in grado di attivare il fornitore del servizio di manutenzione,SOLUZIONI INNOVATIVE EFM PER LA semplicemente con l’ausilio di un applicativo “mobile”GESTIONE DEL REAL ESTATE (tablet o smartphone) e nello stesso tempo avvisare dell’intervento in corso il personale occupante gli im- Coerentemente con le tendenze precedentemente esa- mobili attraverso un post inserito nel social networkminate e la tecnologia disponibile, eFM ha progettato nuo- aziendale che genera l’invio automatico di un sms. Ilve soluzioni innovative che si fondano sulla ridefinizione fornitore del servizio riceve la richiesta e grazie alladelle modalità operative e dei processi organizzativi per la piattaforma integrata ed alla georeferenziazione, ha lagestione delle variabili dell’immobile. possibilità di affidare l’incarico al personale tecnico di- La proposta innovativa di eFM si basa sulla implemen- sponibile e più vicino al luogo di intervento con l’inviotazione di una piattaforma web dedicata all’universo del di un’email o sms. L’addetto alla manutenzione attiva- SETTEMBRE 2012 FocusQI 21
  4. 4. to accetta l’incarico rispondendo al messaggio. Entra- nimetrie, coordinate geografiche, stato conservativo,...); to nell’edificio, il tecnico potrà trovare agevolmente agli Impianti (tipologie, caratteristiche, ...); agli Spazi l’apparecchiatura su cui intervenire grazie alla Realtà (efficienze costruttive, progettuali, utilizzo, ...); all’Energia Aumentata disponibile nel suo device mobile che gli (consumi, impatti ambientali, ...); alle Variabili ambien- mostrerà esattamente il luogo in cui si trova l’apparec- tali interne (temperatura, umidità, ...); ai Servizi (inter- chiatura dal funzionamento anomalo e gli fornirà tutte venti, costi, ...); ai Fornitori (performance, SLA,...) e ad le informazioni di dettaglio per risolvere il problema. una serie di componenti tecnologiche innovative integrate Terminata l’operazione, l’addetto chiude il ticket attra- nella piattaforma immobiliare eFM. verso l’applicativo mobile, aggiorna il sistema informa- tivo centrale ed attraverso il social network avvisa gli Le principali componenti che caratterizzano la proposta utenti dell’edificio che il problema è stato risolto. di eFM sono: 2.  Nel caso degli Asset vediamo come si facilita la ge- •  Ubiquità dei dati, le informazioni sono on the stione. Gli asset legati all’immobile hanno una storia, cloud e disponibili in modalità diffusa su pc, tablet, questa storia, fatta di produzione, acquisto, interven- smarthphone, dai quali è possibile monitorare e ge- ti manutentivi, assegnazione, uso, etc., è presente in stire tutti gli immobili con la certezza di avere l’unicità diversi database disponibili via internet, sulla nuvola del dato, costantemente aggiornato e privo di errore. come si dice oggi. Pensiamo ad esempio al manua- •  Infrastruttura tecnologica, che permette lo scambio le di uso e manutenzione della casa produttrice, o la via web dei dati e delle informazioni tra gli oggetti ca- storia degli interventi eseguiti dalle diverse ditte che si ratteristici dell’immobile (impianti, arredi, componenti sono susseguite negli appalti, o le diverse assegnazioni infrastrutturali) che nel tempo si sono succedute. Questa storia può •  Sistema di Integrated Workplace Management essere assegnata a quell’asset semplicemente con un System (IWMS), che raccoglie, cataloga, e gestisce tag (etichette varie con codice a barre o qrcode, tag i dati relativi ai processi tipici del Facility e Property rfid attivi o passivi). Interrogando i tag posso rileggere Management. la storia, associando al tag l’evento posso archiviare la •  Le componenti integrate nativamente nella piattafor- storia. Oggi la collocazione dell’oggetto su planimetria ma: georeferenziata consente di identificarlo senza dover -- Sistema di georefenziazione, per conoscere attaccare nessuna targhetta. Inquadrando un apparec- l’esatta posizione degli immobili sul territorio, dei chiatura con un qualsiasi smartphone, vedo sovrappo- manufatti costituenti un complesso immobiliare sto alla realtà una serie di link ai siti dove è archivia- fino ai beni all’interno degli immobili civili e di ag- ta la storia. Aggiorno i siti e quindi aggiorno la storia, giornarne la posizione in caso di spostamenti, in senza alcun applicativo sul mio smartphone e senza maniera semplice. alcun tag sull’oggetto. Con la soluzione innovativa di -- Sistema CAD, che mappa graficamente i dati eFM ogni asset è posizionato nella planimetria ed è dimensionali e le caratteristiche degli spazi dei georeferenziato. Quindi ogni oggetto è rintracciabile vani presenti nelle planimetrie e di ogni oggetto solo attraverso l’inquadramento ottico dello stesso: un (arredo, apparecchiatura,...) collocato negli spazi. semplicissimo gesto mi consente di vedere la storia -- Sistema di gestione documentale, che con- dell’oggetto. Grazie alla Realtà Aumentata è possibi- sente di raccogliere, gestire e storicizzare docu- le inoltre il riconoscimento degli oggetti. Ogni asset è menti e versioni. identificabile agevolmente con l’inquadramento otti- -- Sistema di Augmented Reality, che sovrap- co di un tablet o smartphone. Ulteriori informazioni pone, all’esperienza reale, ulteriori livelli informa- possono essere gestite attraverso tag posizionati sugli tivi (elementi virtuali e multimediali, dati geoloca- Asset. lizzati, etc.) tramite dispositivi mobili (smartphone, tablet, occhiali VR, ...). •  Sistema di Building Automation, che permette laELEMENTI DISTINTIVI E FATTORI gestione coordinata, integrata e computerizzata de- gli impianti tecnologici (climatizzazione, distribuzioneABILITANTI acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), e delle reti allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, Gli esempi sopra descritti si concretizzano grazie all’in- il comfort, la sicurezza, il risparmio energetico deglitegrazione delle informazioni relative agli Immobili (pla- immobili.22 FocusQI SETTEMBRE 2012
  5. 5. •  Sistema di Business Intelligence, per avere una Con questa soluzione i Service Provider possono tro- reportistica avanzata in grado di rappresentare i fe- vare un valido supporto alle loro attività tipiche con un nomeni che riguardano l’immobile e che interessano investimento modesto. Le PMI vengono aiutate nel loro congiuntamente dati numerici di differente natura (ad processo di crescita commerciale, nell’acquisizione e ge- es. tecnici, economici, finanziari, contrattuali). stione dei servizi di facility management attraverso un mo- •  Sistema di Enterprise Resource Planning, per ef- dello di servizio standard e l’implementazione di processi ficientare la gestione amministrativo-contabile dell’a- stabili frutto dell’analisi delle esigenze del mercato target. zienda tramite la gestione integrata di contratti di ser- vizio, ordini d’acquisto, entrate merce. Grazie all’erogazione via web ed ai costi più contenu- •  Sistema di Project Management, per gestire i lavori ti rispetto a quelli necessari per acquistare una soluzione complessi monitorando requisiti, risorse, tempi e costi. personalizzata per il proprio contesto, anche gli operatori •  Public Internet Web Site, disponibilità di siti e por- di dimensioni inferiori potranno godere di un sistema in- tali della pubblica amministrazione o di enti governativi formativo per la gestione delle proprie commesse. Infatti, dove sono disponibili dati necessari per la gestione la soluzione si configura come PaaS (Platform as a Service) del patrimonio. L’integrazione di questi elementi con eliminando così i costi relativi all’infrastruttura tecnologica, il sistema IWMS consente di aumentare l’accuratezza al personale tecnico a presidio dell’Hardware e del Sof- delle informazioni e di prendere decisioni supportate tware, ed all’acquisto delle licenze applicative. da dati in real time. Con il web 2.0 è inoltre possibile concretizzare il concet- Grazie all’integrazione delle informazioni e agli elementi to di social networking, ovvero facilitare l’aggregazione diinnovativi è possibile ridurre i costi di gestione non solo nel PMI operanti nello stesso settore in modo da poter offrirebreve periodo, ma anche nel medio e lungo, tramite l’iden- servizi completi ed incrementare la competitività del sin-tificazione dei momenti più opportuni in cui effettuare in- golo. Infatti la creazione di network di aziende di dimensio-vestimenti a valenza pluriennale (ad esempio: sostituzione ni medio piccole permette a queste ultime di acquisire ildi caldaie caratterizzate da uno stato conservativo non più vantaggio concorrenziale di quelle di maggiori dimensioni.accettabile, con modelli a basso consumo). La disponibilitàdi informazioni e di dati immediatamente fruibili permette, Concretamente il fornitore di facility attiva il servizio conin caso di pianificazione di investimenti immobiliari connes- il semplice caricamento dei dati (con il livello di dettagliosi con la realizzazione di nuove strutture, di stimare in ma- desiderato) ed inizia ad amministrare e gestire il proprioniera precisa ed accurata anche le spese di gestione plu- patrimonio immobiliare in maniera intuitiva e veloce.riennali connesse al funzionamento dell’immobile stesso. Con l’ausilio della piattaforma i fornitori dei servizi possono offrire prestazioni qualitativamente superiori ai È possibile, infine, dall’analisi integrata dei dati disponi- propri clienti e migliorare il benessere e la soddisfazionebili, ottenere utili informazioni relative alle caratteristiche degli occupanti gli immobili, grazie all’ottimizzazione delleottimali degli elementi infrastrutturali ed impiantistici da scelte strategiche (come ad esempio la sostituzioneadottare nell’immobile al fine di minimizzare le spese di degli impianti in base allo stato conservativo) e gestio-gestione conseguenti all’utilizzo nel tempo e prendere de- nali (esempio ottimizzare le frequenze di intervento nellacisioni che siano più attente e rispettose dell’ambiente. manutenzione preventiva o le frequenze ed i percorsi nelle pulizie, anche con l’impiego di macchinari specifici - lava- sciuga, aspirapolveri).LA VERTICALIZZAZIONE PER I SERVICE I servizi offerti dalla piattaforma supportano i GlobalPROVIDER Service Provider in tutta la catena del valore facilitando il raggiungimento degli obiettivi di business. I servizi possono Per eFM innovare significa anche rendere economico ed essere raggruppati in 4 cluster che rappresentano le attivi-alla portata di tutte le aziende anche ciò che altrimenti tà tipiche di un Global Service Provider:non lo sarebbe. Innovazione è quindi progettare e metterea disposizione delle Piccole e Medie Imprese fornitrici di •  FASE 1: Da Contatto a Contratto - È l’attivitàservizi di facility una piattaforma informatica verticale de- finalizzata alla ricerca e selezione di possibili bandi didicata, in cui si ritrovano gli elementi utili per lo sviluppo gara e nella produzione di offerte vincenticommerciale e per la gestione operativa delle commesse. -- Monitoraggio Gare SETTEMBRE 2012 FocusQI 23
  6. 6. FIGURA 3 Lead to Contract Contract to Program (L2C) MARKET PLAN (C2P) Deliver to Cash CASH DELIVER Program to Deliver (D2C) (P2D) -- Verifica dei requisiti •  FASE 4: Rendicontazione - È la fase a valle dell’e- -- Redazione offerte secuzione delle attività, che operativamente si concre- -- Preparazione documentazione tizza con la fatturazione di quanto maturato nella Fase -- Esito 3 -- Fatturazione •  FASE 2: Da Contratto a Programma - Una vol- -- Customer Satisfaction ta acquisito un appalto è necessario dimensionare le -- Reporting risorse dedicate alle attività e procedere all’attività di start-up Fornire servizi di Facility Management è qualcosa in più -- Dimensionamento e definizione delle risorse che la mera erogazione di una prestazione. Nella configu- -- Caricamento a sistema delle informazioni (piani di razione più evoluta di esternalizzazione dei servizi si deve manutenzione, anagrafiche immobili, SLA, risorse, introdurre il concetto di servizi di governo, che han- modalità di fatturazione, ...) no l’obiettivo di gestire in forma integrata tutti i servizi operativi erogati nell’ambito di un appalto. Per ottenere •  FASE 3: Da Programma a Esecuzione - Questa la gestione integrata dei servizi è necessario datarsi di un è la fase vera e propria di Operation nella quale si sistema informativo e di un insieme di procedure concentra l’erogazione dei servizi e strumenti operativi comuni a tutti i servizi. -- Esigenza attività (manutenzioni a richiesta e pro- La piattaforma di eFM dedicata alle PMI fornisce un si- grammate) stema in grado di coprire tali esigenze proponendo uno . -- Assegnazione attività standard di riferimento di qualità per l’erogazione dei ser- -- Esecuzione vizi senza dover sostenere costi di installazione e gestione -- Chiusura di sistemi informativi complessi e da personalizzare -- Rendicontazione attività24 FocusQI SETTEMBRE 2012

×