• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Telecom
 

Telecom

on

  • 1,504 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,504
Views on SlideShare
1,504
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
14
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Telecom Telecom Presentation Transcript

    • Digiovanni MauroDecaro VincenzoSimone RominaRicchiuti Vincenzo
    • Telecom ItaliaIl Gruppo Telecom Italia è una grande realtà dell’ICT(information and communication technology) in Italia edopera nel settore delle telecomunicazioni, in particolarenelle reti fisse e mobili, internet e media, attraversomarchi noti per competenza, affidabilità e familiarità comeTelecom Italia, TIM, Alice e Virgilio, La7 e MTV Italia.Telecom Italia svolge anche un ruolo di carrier nel bacinoMediterraneo, gestendo il 50% del traffico internazionaledei paesi della zona. Telecom Italia possiedeun’importante presenza in America Latina, dove TIMBrasile è fra i principali operatori del paeseAd oggi, Telecom Italia S.p.A. è la principale aziendaitaliana che offre i servizi sul territori nazionale ed esterodi telefonia, internet e televisione via cavo con il marchioAlice.
    • L’11 settembre 2006 il consiglio di amministrazione dell’azienda Telecom decide di organizzare Telecom Italia in quattro settori distinti:• Telecom Italia – Telefonia Fissa• Telecom Italia Mobile (TIM) – Telefonia Mobile• Telecom Italia Rete – Rete telefonica• Telecom Italia Net – Internet e Media
    • Struttura del gruppo al 30/09/2010
    • Il gruppo Telecom Italia... Telecom Italia è il brand che identifica da un lato l’intero Gruppo, dall’altro i servizi di telecomunicazioni fisse. Le tecnologie, l’innovazione, i servizi e i prodotti del Gruppo Telecom Italia mirano a sviluppare l’uso delle telecomunicazioni di oggi e di domani, contribuendo a diffondere la conoscenza e la partecipazione di tutti al mondo digitale. Oggi, ancora più che in passato, i nuovi strumenti a disposizione ci confermano che, come dice il nostro claim, “comunicare è vivere”.
    • ...Il gruppo Telecom ItaliaLa marca Telecom Italia garantisce le offerte di servizi eprodotti di telecomunicazioni fisse (voce, internet, iptv,etc) per i clienti privati ma anchele soluzioni integrate per aziende, esercizi commerciali,professionisti e ufficii servizi per operatori di telecomunicazionil’offerta per i grandi clienti e la Pubblica AmministrazioneLe parole chiave per Telecom Italia sono vicinanza alcliente e innovazione tecnologica.Telecom Italia, TIM, Virgilio, La7 e MTV Italia, Olivettisono i principali marchi del Gruppo, icone familiari aiconsumatori e garanzia di affidabilità e competenza
    • TIM è il marchio commerciale di Telecom Italiaper le offerte di telefonia mobile e di internet inmobilità.Garanzia di innovazione, dinamismo e competenzaper decine di milioni di persone dal 1995, il brandTIM è anche presente in Brasile con Tim Brasil, ilsecondo operatore mobile del Paese.Le proposte commerciali di TIM sono sempre piùorientate al valore per il cliente, all’innovazione,alla qualità del servizio di vendita e assistenza.
    • Struttura OrganizzativaLa struttura organizzativa del gruppo Telecom Italia risulta così articolata:• Organi di Governo: Responsabili del Governo del Funzionamento del Gruppo.• Struttura Operativa: Responsabili dello sviluppo del Business e del Coordinamento delle attività per il mercato di riferimento.
    • MACRO STRUTURA ORGANIZZATIVA AL DICEMBRE 2009
    • Consiglio di amministrazioneLe due principali figure del Consiglio di Amministrazione sono:• Il Presidente: ad esso compete la supervisione degli Assetti Organizzativi, dell’Elaborazione dei Piani Strategici, industriali e finanziari, nonché dell’andamento economico e finanziario.• L’Amministratore Delegato: ad esso è attribuita la Responsabilità del Governo Complessivo della Società e del Gruppo.
    • Organi di governo:finalitàLe finalità dell’Organo di Governo sono:• Assicurare la sopravvivenza dell’impresa (mediante il perseguimento del fondamentale equilibrio economico tra costi e ricavi);• Affermarsi nell’ambito della classe sociale di appartenenza;• Assumere una posizione di leadership nel mercato.
    • Gli obiettivi sul mercatoL’obiettivo principale di Telecom Italia è quello di essereun’azienda competitiva all’interno del mercato globale nelsettore delle telecomunicazioni.Per far ciò, si impegna a fornire servizi di comunicazionesempre più evoluti all’interno del mercato nazionale edinternazionale, contribuendo, quindi, alla diffusione dinuove tecnologie, e allo sviluppo del Sistema Paese a cuigarantisce la fornitura dei suoi servizi, nonché lasoddisfazione del Cliente, essendo questo uno degliobiettivi più importanti dell’azienda.
    • I principi di Telecom ItaliaPer perseguire un consistente successo economico, ma soprattutto sociale, l’azienda ha deciso di applicare questi principi:• Trasparenza, chiarezza e tempestività: facile comprensione di procedure e contratti da parte del Cliente;• Partecipazione: interagire con la clientela e le principali Associazioni dei Consumatori per soddisfare al meglio le esigenze dei clienti;• Continuità: costante erogazione dei servizi;
    • • Efficienza ed efficacia: garantire risposta immediata, qualificata e competente alle esigenze dei clienti;• Obiettività e giustizia: riguardanti le clausole contrattuali;• Uguaglianza e imparzialità;• Cortesia e disponibilità: il personale è a disposizione dei clienti.
    • • Efficienza ed efficacia: garantire risposta immediata, qualificata e competente alle esigenze dei clienti;• Obiettività e giustizia: riguardanti le clausole contrattuali;• Uguaglianza e imparzialità;• Cortesia e disponibilità: il personale è a disposizione dei clienti.
    • Schema di coda
    • Concorrenza – Le mosse finanziarieNegli ultimi tempi, si sta assistendo ad una convergenza trai mercati di Telecomunicazioni dell’Information Technology,dei Media e della Consumer Electronics; questo staprovocando il cambiamento dello scenario competitivo delletelecomunicazioni in Italia e a livello globale. Tutto ciòprovoca una competizione ‘’laterale’’ che allarga laconcorrenza nei mercati e dà l’opportunità agli operatoridelle telecomunicazioni opportunità di crescita ma allostesso tempo ulteriori minacce competitive.Un’altra importante evoluzione è rappresentata daglioperatori over the top (esempio Google) caratterizzatidalla capacità di competere su più mercati.
    • Uno dei fattori principali del successo sociale di Telecom,sul mercato italiano e internazionale, è la sua competitività.Considerando il settore della rete interna, ADSL, c’è dachiedersi che tipo di concorrenza si è formata in Italia e sesia conveniente o meno per il cliente; questo perché inItalia la concorrenza è praticamente quasi inesistente datala grande sproporzione tra i collegamenti adsl di Telecom equelli dei suoi concorrenti; questo è dovuto per vie delleforze finanziarie, commerciali e delle relazioni con i clientidi cui Telecom dispone rispetto alle new entry.Un esempio di ciò è la concorrenza di Tiscali e Wind, lequali rivendono la connessione ADSL acquistata dallaTelecom, diventando quindi ‘’acquirenti’’ della stessa.Negli ultimi anni, una reale concorrenza nel mercatodell’ICT si è concretizzata con l’avvento di Fastweb, poichédispone di una sua rete alternativa, che offre collegamentoa fibre ottiche.
    • Fastweb, in riferimento allo schema di Porter, puòessere vista come una forza competitiva entrata sulmercato offrendo prodotti e servizi più efficienti edesclusivi, come la fibra ottica.Telecom Italia ha annunciato un nuovo servizio chepermetterà di connettersi ad Internet ad una velocità di50 Mbit grazie alla fibra ottica: iniziativa chiamata AlicePhibra (progetto in fase di sviluppo).Telecom per contrastare la ‘’concorrenza’’ ha messo incampo un’offerta, Alice Casa Internet, con la quale silancia ad un attacco frontale con la concorrenzaattaccando lei per la prima volta con offerte ‘’bundle’’,punto di forza delle concorrenti, le quali offronopacchetti col solo scopo di diventare operatori unici per iservizi di banda larga e linea telefonica
    • I fornitori del gruppo Telecom Italia sono selezionati inbase a un processo di qualificazione segmentato secondo aduna classificazione merceologica degli acquisti, coninserimento nell’albo dei Fornitori, e sono sottoposti ad unmonitoraggio di vendor rating (valutazione sulla base delleprestazioni in termini di qualità, prezzi, eventuali consegneo una combinazione di più variabili).
    • Telecom Italia in BorsaI Titoli di Telecom Italia sono quotati sulla borsa di Milanoe di New York (NY Stock Exchange).Il lotto minimo è di un’azione e l’azionariato di Telecom ècostituito in larga parte da investitori individuali (oltre i500.000). Struttura azionaria di Telecom Italia al 30 Settembre 2010
    • Investire nel futuro e nelle nuove tecnologie‘’Previsti investimenti per circa 12 miliardi di euro nei treanni, di cui circa 9 miliardi di euro in Italia per lo sviluppocompetitivo della fibra, il forte impulso all’innovazione e ilmiglioramento delle performance della rete radio’’(comunicato stampa di Telecom Italia).In una intervista rilasciata da Calabrò, presidentedell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni,(AGICOM), chiarisce che se non si vuol perdere terreno, inEuropa e nel mondo, sono necessari investimenti a bandalarga. In questo scenario, Telecom vuole investire sullatrasformazione della rete mobile e, contemporaneamente,sviluppare la rete in fibra ottica iniziando dalle grandicittà.
    • La nuova piattaforma permetterà di ospitare, in formatoePub e PDF, gli e-book che saranno protetti da un sistemaDigital Rights Management (DRM), dando così agli editori ladiretta gestione e amministrazione dei diritti digitalirelativi ai titoli pubblicati. I libri elettronici possono essereacquistati e visualizzati sui diversi modelli di e-reader, oPersonal Computer, con una applicazione softwarepreinstallata o che potrà essere scaricata gratis dall’e-book store di Telecom Italia.Il cliente della library digitale, dopo l’iscrizione al portale,avrà la possibilità di accedere all’area personale e gestire ititoli da lui acquistati per mezzo di diverse modalità apagamento a scelta, con carta di credito o con addebito suSIM Card TIM ricaricabile.
    • Telecom in questi mesi ha pensato di investire 50 milioni dieuro nel settore dei trasporti, in particolare hasottoscritto un accordo con le Ferrovie dello Stato. Inparticolare il freccia rossa, grazie a questo accordo, sarà ingrado di offrire dal prossimo 12 Dicembre, una connessioneinternet per lavoro e tempo libero, una migliore ricezionetelefonica anche all’interno delle gallerie.Una nuova sfida per Telecom Italia è E-Book. Nell’era delweb 2.0, ormai in sviluppo verso il 3.0, il mondo del libro staattraversando una rivoluzione. Telecom Italia si dedicheràalla distribuzione dei contenuti digitali curandone ogniaspetto: dai terminali alle piattaforme, dai processi didistribuzione a quelli di pagamento, dalla gestione dellaconnettività alla gestione dello store, dal carning allagestione degli acquisti online dei lettori.
    • Il 14 Ottobre tutte le testate giornalistiche annuncianol’accordo siglato con il presidente dell’argentina, al fine ditornare a comandare in Telecom Argentina. Grazie a questoaccordo Telecom Italia ora possiede il 58% di Sofora checontrolla il gruppo telefonico Telecom Argentina. Questaoperazione ha consentito di ridare a Telecom Italia unadimensione internazionale. La mossa è strategica anche dalpunto di vista finanziario, infatti Telecom Italia con il solo58% potrà consolidare nei propri numeri il fatturato diTelecom Argentina, circa il 2,5 miliardi di euro, masoprattutto il margine operativo lordo 800 milioni di euroche permetterà di portare a 2,5 volte il rapporto tradebito netto e margini del gruppo Telecom Italia.Secondo le dichiarazioni di Bernabè risalenti al 4novembre, i conti di Telecom migliorano soprattutto grazieal contributo dell’America del sud e in particolare grazie alpax argentina.
    • Principali dati economico-finanziari del gruppo Telecom ItaliaRicavi ed Ebitda:Nei primi mesi del 2010, l’impegno del gruppo TelecomItalia nel percorso di trasformazione del business sia inItalia che in Brasile. L’andamento del fatturato confermanel terzo trimestre il trend di progressivo miglioramento,favorito dall’apprezzamento del cambio real/euro e aipositivi risultati del Brasile e del segmento Fisso in ambitoDomestico.Un attento controllo dei costi e i benefici dei progetti diefficienza hanno consentito di raggiungere nei primi 9 mesidel 2010 un EBITDA di gruppo pari a 8475 milioni di euro,un EBITDA margin del 42,6% e di garantirne lastabilizzazione sia in termini reported che organici.
    • Cosa è l’EBITDA?L’EBITDA è:• Un indicatore di redditività che evidenzia il reddito di una azienda basato solo sulla gestione caratteristica al lordo, quindi di gestione finanziaria, gestione fiscale e deprezzamento di bene e ammortamenti.• Rappresenta l’utile prima degli interessi passivi, imposte e ammortamenti su beni materiali e immateriali.
    • A cosa è utile?È utile per:• Comparare i risultati di diverse aziende che operano in uno stesso settore.• Può essere utilizzato per calcolare il risultato operativo di un’azienda, partendo dall’utile lordo, togliendo le imposte, gli ammortamenti, i deprezzamenti e gli interessi dell’azienda. Se i costi sono maggiori dei ricavi, si avrà una perdita, altrimenti si avrà un utile.
    • Disciplina finanziaria e riduzione indebitamentoL’indebitamento finanziario netto rettificamento si riducedi 964 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009 e di594 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2010.Aggiornamento 4 novembre 2010Dati economici e finanziari consolidati (milioni di euro) Settembre 2010 Settembre 2009 Settembre 2008 (*) (*)Ricavi 19.899 19.995 21.324EBITDA 8.475 8.526 8.398EBIT 4.304 4.293 4.145Utile prima delle imposte derivante dalle attività in funzionamento 2.803 2.668 2.250Utile derivante dalle attività in funzionamento 1.904 1.699 1.729Utile (perdita) da attività cessate/attività non correnti destinate ad essere cedute (2) (559) (33)Utile netto del periodo 1.902 1.140 1.696Utile netto del periodo attribuibile ai Soci della Controllante 1.819 1.157 1.736Investimenti:Industriali 2.938 2.998 3.728Finanziari 35 4 1
    • Dati patrimoniali consolidati (milioni di euro) 30.09.2010 31.12.2009 31.12.2008 (*)Totale Attività 82.834 86.181 86.223Totale Patrimonio Netto 28.518 27.120 26.328- attribuibile ai Soci della Controllante 27.171 25.952 25.598- interessenze di pertinenza di Terzi 1.347 1.168 730Totale Passività 54.316 59.061 59.895Totale Patrimonio netto e Passività 82.834 86.181 86.223Capitale 10.600 10.585 10.591Indebitamento finanziario netto contabile 33.773 34.747 34.039Indebitamento finanziario netto rettificato 32.985 33.949 34.526Debt Ratio (Indebitamento finanziario netto contabile /Capitale investito netto(¹)) 54,2% 56,2% 56,4%Debt Ratio (Indebitamento finanziario netto rettificato /Capitale investito netto rettificato(¹) 53,6% 55,6% 56,7%
    • Aggiornato al 31/12/2009
    • Gestione dei rischiIl gruppo Telecom Italia, nell’ordinariosvolgimento delle proprie attivitàoperative, risulta esposto a rischioperativi e finanziari.
    • I rischi finanziariSi distinguono in:• rischi di mercato: derivante dalle variazioni dei tassi di interesse e dei tassi di cambio, connessi alle attività finanziarie originate e alle passività finanziarie assunte ; il Gruppo Telecom Italia è esposto ai rischi di mercato derivanti da variazioni nei tassi d’interesse e nei tassi di cambio, nei mercati in cui esso opera o è presente con emissioni obbligazionarie, principalmente Europa, Stati Uniti, Gran Bretagna e America Latina.• rischi di credito: rappresentato dal rischio di inadempimento di obbligazioni assunte dalla controparte in relazione agli impieghi di liquidità del Gruppo;• rischi di liquidità: connesso alla esigenza di far fronte agli impegni finanziari nel breve termine.
    • Tali rischi vengono fronteggiati mediante:• la definizione, a livello centralizzato, di linee guida alle quali deve essere ispirata la gestione operativa;• l’attività di un comitato interno che monitora il livello di esposizione ai rischi di mercato in coerenza con i predefiniti obiettivi generali;• l’individuazione di strumenti finanziari più idonei a soddisfare gli obiettivi prefissati;• il monitoraggio dei risultati conseguiti;• l’esclusione di ogni operatività con strumenti finanziari derivati di tipo speculativo.
    • Le politiche di gestione dei rischi finanziari del Gruppo Telecom Italia tendono:• alla diversificazione dei rischi di mercato;• alla integrale copertura del rischio di cambio;• e alla minimizzazione dell’esposizione ai tassi di interesse attraverso opportune diversificazioni di portafoglio.Il Gruppo definisce una composizione ottimale della struttura di indebitamento tra componente a tasso fisso e componente a tasso variabile. Tenuto conto dell’attività operativa del Gruppo, la combinazionepiù idonea di medio-lungo termine delle passività finanziarie è stata individuata nel range 60% - 70% per la componente a tasso fisso e del 40% - 30% per la componente a tasso variabile.
    • Rischi operativiSi distinguono in:•Andamento macroeconomico:La crisi che sta interessando l’economia mondiale è caratterizzatada un generale crollo dei consumi rapportati delle localizzazionigeografiche.Per il mercato Italiano la recessione ha inciso maggiormente: • sulla domanda di investimenti; • sugli acquisti di beni durevoli e di beni di largo consumo; • sui servizi come le telecomunicazioni (in modo limitato).
    • Rischi operativi•Andamento delle telecomunicazioni:le telecomunicazioni si stanno rivelando uno dei comparti industrialimeno soggetti ad un andamento altalenante, in virtù del continuoincremento del bisogno di comunicare della nostra società; ciò èconfermato anche dalla continua crescita della domanda di servizidati tramite telefonia mobile, quali l’accesso all’e-mail o lapossibilità di usare il web via cellulare, abilitata dall’espansionedella tecnologia 3G.Il mercato delle telecomunicazioni in Sud America e piùsegnatamente in Brasile è atteso in ulteriore crescita, soprattuttonei comparti della telefonia mobile e della banda larga.
    • In quest’ultimo segmento, il mobile broadband rappresenta semprepiù un’alternativa particolarmente competitiva al fixed broadband,posto che l’upgrade richiesto alla rete fissa per erogare livelli diservizio comparabili a quelli delle reti HSDPA (quale quella di TimBrasil) potrebbe risultare particolarmente oneroso.In questo senso Tim Brasil concentrerà una quota significativa deipropri investimenti su uno sviluppo geograficamente selettivo dellarete mobile broadband al fine di incrementare la propria quota dimercato nel segmento della Banda Larga pur mantenendoun’attenzione particolare all’equilibrio tra investimenti e relativiritorni sul capitale.
    • Realizzato da:  Digiovanni Mauro  Decaro Vincenzo  Simone Romina  Ricchiuti Vincenzo GRAZIE PER LATTENZIONE