Linkedin

  • 1,622 views
Uploaded on

Descrizione del caso aziendale relativo ad Linkedin …

Descrizione del caso aziendale relativo ad Linkedin

Corso di Economia dell’Innovazione 2011/2012,
a cura del Professor Savino Santovito, del
Cdl in Informatica e Tecnologia per la Produzione del Software,
Facoltà di Scienza Matematica Fisica Naturali,
Università degli Studi di Bari

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,622
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
45
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. LinkedInUniversità degli Studi di Bari Il Social Network come punto di contatto con le Aziende"Prof: Savino Santovito Autori: Coletta Parsiphal David Polignano Giovanni Stefano Sportelli Albanese Francesco
  • 2. La Storia• Autunno 2002: chiacchierata informale nel salotto del suo fondatore, Reid Hoffman insieme agli altri cofondatori, Allen Blue, Jean-Luc Vaillant, Eric Ly e Konstantin Guericke;• 5 maggio del 2003: LinkedIn viene ufficialmente creato;• 13 ottobre 2004: LinkedIn annuncia di aver ottenuto 10 milioni di dollari. Linvestimento è stato condotto da Greylock. Delle oltre 250 aziende che Greylock ha finanziato, 120 sono ora quotate in borsa;• Marzo 2006: Linkedin raggiunge la redditivita;
  • 3. La Storia• 29 gennaio 2007: LinkedIn Corporation, annuncia di aver ottenuto 12,8 milioni di dollari in finanziamenti da Bessemer Venture Partners;• Febbraio 2008: viene lanciata la versione Mobile di LinkedIn che permette l’accesso al sito con funzionalita ridotte;• 18 giugno 2008: Linkedin si assicura 53 milioni di dollari di nuovi capitali in cambio della cessione del 5% del suo pacchetto azionario a una cordata guidata dalla Bain Capital Ventures. In questo modo il valore del social network per professionisti scavalla la soglia del miliardo di dollari attestandosi a 1,015 miliardi;
  • 4. La Storia• Metà 2008: LinkedIn lancia LinkedIn DirectAds come una forma di pubblicità sponsorizzata, permette infatti di creare contatti di lavoro attraverso professionali e mirati annunci all’interno della più grande rete commerciale Linkedln;• Ottobre 2008: LinkedIn abilita una piattaforma applicativa che permette di incorporare diversi servizi all’interno della pagina profilo. Tra le applicazioni iniziali è presente “Amazon Reading List” , un collegamento con “TripIt”, “Six Apart”, ”TypePad” e “WordPress” ;• Aprile 2010: Le versioni nazionalizzate del suo network va man mano completandosi: dopo l’inglese, francese, spagnolo e tedesco sono ora disponibili il sito portoghese da metà aprile e ora quello italiano;
  • 5. La Storia• Maggio 2010: Gli italiani su Linkedin sono quasi 1 milione, in prevalenza nella fascia 25-34 (60%) e uomini (62%). Anche nel nostro paese i settori con più addetti sono l’hi tech (22%), la manifattura (14%) e la finanza (10%), mentre i ruoli più presenti sono quelli ingegneristici;• Giugno 2010: LinkedIn ha annunciato lapertura di un quartier generale europeo a Dublino, Irlanda;• Luglio 2010: Tiger Global Management LLC ha acquistato una quota del 1% della società per $20 milioni a una valutazione di circa $ 2 miliardi;
  • 6. La Storia• Agosto 2010: LinkedIn annuncia lacquisizione di Mspoke. E la prima acquisizione della società per un importo non divulgabili. Questa acquisizione mira ad aiutare gli utenti LinkedIn fare di più che trovare un lavoro, aumentare lattività degli utenti e migliorare il suo 1% di rapporto di sottoscrizione premium;• Ottobre 2010: la Silicon Valley Insider classifica 10° sulla sua azienda Top 100 List dei più start up di valore. A partire dal dicembre 2010, la società è stata valutata 1,575 miliardi dollari nei mercati privati​​;• Novembre 2010: LinkedIn permette alle aziende di elencare i loro prodotti e servizi nelle pagine del profilo aziendale. permette ai membri di LinkedIn di "consigliare" i prodotti e i servizi e scriverne recensioni;
  • 7. La Storia• Gennaio 2011: LinkedIn acquista “CardMunch” , un produttore di unapplicazione mobile che esegue la scansione di biglietti da visita e lo converte in contatti. LinkedIn prevede di integrare questa funzionalità nei loro servizi in un prossimo futuro;• 19 Maggio 2011: LinkedIn accende le contrattazioni di Wall Street superando ogni aspettativa: Il prezzo di collocamento del social network era fissato a 45 dollari, ma le sue azioni hanno chiuso a 94,25 dollari, con il 109% in più di valutazione. La vendita di 7,84 milioni di azioni ha raccolto per Linkedin 352 milioni di dollari, il più grande collocamento della storia di una società internet dopo Google;• 30 giugno 2011: le iscrizioni di LinkedIn avanzano al ritmo di più di 2 membri al secondo;
  • 8. La Storia• Luglio 2011: lancia una nuova funzione che permette alle aziende di includere il pulsante “Candidati con LinkedIn” sulle pagine “annunci di lavoro”. Il nuovo plugin permetterà ai potenziali impiegati di candidarsi inviando automaticamente il proprio profilo professionale all’azienda che ha pubblicato l’annuncio con un semplice click;• 4 agosto 2011: linkedIn risulta essere il più grande e potente network professionale del mondo: la community conta 120 milioni di membri in più di 200 Paesi (26 milioni in Europa) in rappresentanza di 170 settori e di 200 Paesi in 7 continenti;• Agosto 2011: LinkedIn rinnova le sue applicazioni mobile per iPhone, Android e HTML5. L’accesso mobile aumenta del 400% all’anno;
  • 9. La RivoluzioneLinkedin fonde 3 importanti caratteristiche:• Esperienze• Relazioni• ToolLa fusione di queste 3 caratteristiche producepotere.
  • 10. Il Recruitment prima di LinkedinIl processo di recruitment prevede:• Pubblicazione di annunci• Valutazione dei curriculum• Contatto con le persone• Valutazione dei colloquiIl processo di ricerca del lavoro prevede:• La ricerca di offerte vantaggiose e produttive fra le centinaia di offerte sparse nel web• La creazione di un curriculum che possa essere interessante per l’azienda
  • 11. I Problemi del Recruitment per l’Azienda• Bassa qualità delle informazioni ottenute dai curriculum (Mancanza di Feedback)• Bassa qualità di preselezione ai colloqui (non si identifica all’istante la persona necessaria)• Grande Perdita di tempo• Costi Elevati
  • 12. I Problemi del Recruitment per il Professionista• Grande perdita di tempo per la ricerca di offerte.• Si ha una visione locale delle offerte.• Creazione di diversi curriculum, ognuno personalizzato per l’azienda alla quale si fa richiesta di lavoro.• Bassa qualità espressiva dei Curriculum, non sono presenti le relazioni, ovvero feedback lavorativi provenienti da colleghi.• Necessità di lottare contro la cattiva informazione che può essere creata dai Social Network che può rendere poco qualificante il profilo della persona.
  • 13. Il Recruitment con LinkedInLinkedIn nasce per risolvere tutti questi problemi ed è propriociò che lo ha portato ad arrivare nel 2011 a raggiungere i 100milioni di membri.LinkedIn ripara la reputazione delle persone dandone un valore equalifica e grazie alla rete di relazioni permette di fornireall’azienda Feedback sulle caratteristiche professionali dellapersona.
  • 14. LinkedIn – Le Innovazioni• Migliora la visibilità del brand Aziendale• Snellisce l’attività di recruitment attraverso tool di ricerca intelligenti• Permette di intercettare risorse preziose: i candidati passivi ovvero quelle figure che non stanno cercando attivamente un nuovo impiego ma che potrebbero essere interessati a cambiare lavoro se tentati nel modo giusto.
  • 15. • Il profilo è un vero curriculum digitale contenente la carriera professionale ma anche le affiliazioni, le collaborazioni.
  • 16. LinkedIn – Le Innovazioni• I Profili sono indicizzati dai motori di Ricerca e posizionati come primo risultato.
  • 17. LinkedIn – Le Innovazioni• Permette di avere una visione globale delle offerte di lavoro.• Filtra le offerte mostrandoti solo quelle che possono essere di tuo interesse
  • 18. ConAgra Foods• È una delle maggiori aziende alimentari del Nord America• Impiega circa 25000 persone• Produce cibi venduti in tutti i maggiori canali di distribuzione con marchi presenti nel 97% delle case americane.• Tim Jones è il vice presidente del Talent Management di ConAgra Foods e gestisce un reparto di 25 persone che lavorano esclusivamente sull’acquisizione di talento• Ognuna di queste persone gestisce in media 25-30 “acquisizioni” contemporaneamente per conto dei reparti di finanza, risorse umane, IT, ecc
  • 19. ConAgra Foods• Essendo un’azienda alimentare cercano in particolare i profili come ‘food scientist’, ‘food technologist’ oltre a profili relativi alla produzione e agli acquisti.• Il loro obiettivo principale è quello di assumere persone di qualità (piuttosto che focalizzarsi sulla quantità) all’interno della propria nicchia
  • 20. Linkedin nel processo di Recruitment di ConAgra Foods• Per raggiungere gli obbiettivi precedenti, ConAgraFoods ha iniziato, circa due anni fa, ad usare Linkedin Recruiter• Questa funzionalità di Linkedin permette ai datori di lavoro di cercare personale con un profilo Linkedin grazie all’uso di parole chiave pertinenti ad una particolare figura professionale.• I risultati della ricerca possono essere poi filtrati ulteriormente per arrivare ad un elenco delle persone che rispondono meglio ai criteri ritenuti importanti da ConAgra Foods.
  • 21. Le Attività di ConAgra Foods
  • 22. Le opinioni di ConAgra Foods• Tim Jones afferma che il suo reparto sta lasciando metodi più tradizionali, come ad esempio motori di ricerca del personale alla Monster, perché non interessati alla “massa” di gente presente su di essi. Sono invece interessati a canali più di “qualità” come Linkedin dove possono trovare persone il cui profilo combaci al massimo con i requisiti del posto di lavoro disponibile.• In questo modo il personale delle risorse umane passa più tempo a cercare i candidati “giusti” piuttosto che ad eliminare i candidati “sbagliati”.
  • 23. I risultati• Le funzionalità di Linkedin hanno permesso di entrare più efficacemente in contatto con persone che magari non stanno cercando lavoro ma che hanno le qualità giuste• Con questo tipo di approccio alla selezione del personale, il reparto di Tim Jones ha risparmiato un milione di dollari statunitensi all’anno in costi relativi all’uso di agenzie di collocamento e alle spese di trasporto dei candidati.
  • 24. Da dove provengono gli introiti di LinkedIn?Uno schema messo a punto da Silicon Valley Insider consente dicapire cosa sia LinkedIn dal punto di vista finanziario e come gliintroiti siano cresciuti negli anni. Anno Introiti 2008 75 milioni di dollari 2009 120 milioni di dollari 2010 243 milioni di dollari 2011 4,5 miliardi di dollari
  • 25. Le principali fonti di guadagno di LinkedinLe principali fonti di guadagno sono: – La vendita di abbonamenti premium (circa il 27%) – Le hiring solutions (41%) : racchiude servizi di consulenza(in particolare LinkedIn Corporate Solutions) e pubblicità (LinkedIn Jobs) che aiutano le aziende a individuare i migliori candidati da assumere – Marketing Solutions (32%) : è pensata per offrire ai marketer nuove occasioni per entrare in contatto con partner e consumatori (attraverso advertising, anche fai da te, sondaggi di opinione, emailing mirato, test di campagne su gruppi selezionati, ecc…).
  • 26. Le principali fonti di guadagno di LinkedinLinkedin grazie alla sua grande rete mette a disposizione degliinserzionisti una grande mole di dati per le campagnepubblicitarie business to business.La possibilità di selezionare il target pubblicitario con precisioneha reso linkedin un terreno fertile.Gli introiti provenienti dalle campagne pubblicitarie sonoall’incirca un terzo del suo fatturato, ovvero 30 miliardi di dollaril’anno.
  • 27. Le principali fonti di guadagno di LinkedinUn altro introito importante èderivato dal DirectAds diLinkedIn, una sorta di pay perclick per migliorare la visibilitàdella propria azienda, legata omeno alla ricerca di una figuraprofessionale.
  • 28. I benefici economici per le aziendeCreare un profilo aziendale su LinkedIn è semplice: ci siregistra, si crea un profilo personale e da qui, si può creare lapagina dell’azienda.I benefici di creare un profilo aziendale sono :• Miglioramento della presenza e dell’esposizione online della propria azienda• Miglioramento dell’ indicizzazione della propria azienda sui motori di ricerca• Aiuto nella ricerca di nuove figure professionali da inserire
  • 29. I benefici economici per le aziendeRecentemente LinkedIn ha aggiunto la nuova funzione “Servizi”:si tratta di una scheda che permette alle aziende di promuovere iloro prodotti o servizi tramite un questionario applicabile ad ogniarticolo, completandolo tramite un’immagine, il tuttocondivisibile con gli utenti connessi alla pagina dell’azienda e alprofilo personale.
  • 30. Linkedin entra nel mercatoLinkedIn è stata la prima piattaforma di social network a fare ilsuo debutto in Borsa. La società è arrivata sul mercato azionariomercoledì 18 maggio 2011 al prezzo di 45 dollari e già il giornoseguente è stata trattata a 90 dollari.
  • 31. Partner• Amazon• American Express OPEN• Box• CNBC• Google• Twitter
  • 32. Partner 1/3• Amazon offre ai clienti di tutto il mondo la possibilità di trovare e scoprire online tutti i prodotti di cui hanno bisogno, compresi milioni di articoli nuovi, usati o rimessi a nuovo in categorie come libri, film, musica e giochi, download digitale ed elettronica. Il sito ha sviluppato lapplicazione Reading List su LinkedIn che ti permette di condividere quello che stai leggendo con la tua rete e di scoprire i libri che i tuoi collegamenti o altri professionisti del tuo settore stanno leggendo.• American Express OPEN sostiene i titolari di aziende con prodotti e servizi che possono incentivare la crescita delle loro aziende. OPEN Forum, la comunità online di titolari di aziende, ha dato la possibilità ai membri di LinkedIn di commentare attraverso la piattaforma API. Utilizzando le credenziali LinkedIn, ora è possibile partecipare a discussioni con migliaia di imprenditori ed esperti del settore su OPENForum.com.
  • 33. Partner 2/3• Box abilita gli utenti a collaborare, accedere e condividere file di ogni tipo. Con lapplicazione dei file Box puoi caricare e gestire il tuo file direttamente su LinkedIn, pubblicare il tuo percorso professionale sul tuo profilo, condividere e collaborare con le persone della tua rete. Box.net ti consente di creare profili validi con un portfolio di contenuti.• CNBC e LinkedIn si sono uniti in una strategica alleanza che include una vasta distribuzione dei contenuti di CNBC attraverso la rete LinkedIn, unintegrazione della funzionalità di LinkedIn in CNBC.com, e uno sviluppo di prodotti e contenuti per CNBC. Le iniziative includono sondaggi e indagini da parte di LinkedIn con analisi integrata su CNBC. Scopri le ultime attività sulla pagina di CNBC.
  • 34. Partner 3/3• Google e LinkedIn sono diventati partner per consentire agli utenti di creare un profilo più ricco. Lapplicazione Google Presentation ti consente di inserire portfolio e presentazioni e mostrare così il tuo lavoro direttamente sul tuo profilo. Aggiungi una presentazione al tuo profilo per mostrare la tua identità professionale ad altri contatti professionali.• Twitter è un servizio di social messaging che ti consente di restare in contatto in tempo reale. Quando imposti il tuo stato su LinkedIn, puoi anche condividerlo su Twitter, raggiungendo i tuoi follower e i servizi di ricerca come la ricerca di Twitter e Bing. Allo stesso modo quando condividi un messaggio su Twitter, puoi inviare lo stesso messaggio ai tuoi collegamenti LinkedIn, da qualsiasi servizio o strumento Twitter. Scopri i dettagli di questa partnership sul nostro blog!
  • 35. Competitors• Facebook• Twitter• Google +
  • 36. FacebookFacebook è un sito web di reti sociali, di proprietà diFacebook, Inc., ad accesso gratuito. È il secondo sito più visitato almondo, preceduto solo da Google.Il nome del sito si riferisce agli annuari con le foto di ogni singolosoggetto (facebook) che alcuni college e scuole preparatoriestatunitensi pubblicano allinizio dellanno accademico edistribuiscono ai nuovi studenti ed al personale della facoltà comemezzo per conoscere le persone del campus.Secondo i dati forniti dal sito stesso, nel 2011 il numero degli utentiattivi ha raggiunto e superato quota 800 milioni in tutto il mondo. Ilsito nel 2009 è divenuto profittevole segnando il primo bilancio inattivo.
  • 37. Il SuccessoProbabilmente il successo di facebook sta nel fatto che lamaggior parte delle persone iscritte mostrano a tutti il lorovero nome e cognome. In questo modo è facile trovare unamico o un familiare di cui si erano persi i contatti.Facebook è un social network in grado di raccogliere tutte leesperienze fatte dal popolo di internet sui vari siti, e diriportarle al suo interno, assicurandosi così che buona partedelle operazioni che prima si facevano sui più disparati sitiadesso vengono svolte su facebook .
  • 38. Facebook e LinkedinFacebbok come Linkedin sta offrendo la possibiltità haiprofessionisti di trovare contatti lavorativi; in oltre se purLinkedin rimane la piattaforma ufficiale dove avvengonoscambi tra professionisti, dove trovare i curriculum edove ampliare le possibilità di business, su Facebook sipossono fare delle vere campagne di employer brandinge di “attrazione” dei talenti, soprattutto tra gli studenti e ilaureati; in più i recruiter si sono accorti che studenti eneo-laureati aggiornano con meno frequenza i loro profiliin LinkedIn, mentre sono molto attivi su Facebook.
  • 39. TwitterTwitter è il terzo social network in America pernumero di iscritti anche se considerato gli ultimi datistatistici il numero di iscritti a twitter sta salendo.Twitter è diventato popolare per la sua estremasemplicità ed immediatezza di utilizzo , inoltre è unpotente mezzo per diffondere notizie talvolta anchepiù veloce dei media. Molti personaggi famosi sonoregistrati su twitter e si fanno pubblicità e talvoltahanno un numero di followers più basso di utentinormali.
  • 40. Twitter in ItaliaTwitter essendo un social network basato sumicroblogging potrebbe non essere ben apprezzato dalpopolo italiano che fa uno scarso uso dei blog. Sonoqueste le motivazioni che fanno pensare da un possibileinsuccesso di twitter in Italia. Nonostante tutto è statoproprio questo il motivo che ha spinto twitter a tradursiproprio in italiano piuttosto che in altre lingue. Infatti ilmanagement di twitter ha pensato di diffondere il SN inItalia proprio per far conoscere e diffondere i Blog cheper molti italiani sono ancora sconosciuti.
  • 41. Twitter e LinkedinTwitter e Linkedin due socila network, nati e sviluppati confinalità differenti hanno deciso di unire le utenze perpermettere ai propri iscritti di usufruire di entrambe lepiattaforme da un solo account.Una fusione di convenienza, questo tra le due reti sociali, chesembra poter portare vantaggi a entrambe. Da un latoLinkedin accede a elementi ludici e alla freschezza dellaproposta di Twitter, cioè i tweets e dall’altro lato, Twitteracquista credibilità grazie all’abbinamento con Linkedin egarantisce un ascolto motivato e attento. Inoltre questaalleanza è molto utile per contrastare l’ormai affermatofacebook.
  • 42. Google+Google+ è un social network gratuito fondato daGoogle. Il servizio è stato lanciato il 28 giugno 2011,in fase test e solo su invito. Il giorno seguente, gliutenti esistenti sono stati autorizzati a invitare gliamici al servizio per creare il proprio account, questoè stato rapidamente sospeso il giorno successivo acausa delle numerose richieste. Il 20 settembre 2011apre la beta pubblica, non è quindi più necessariolinvito.
  • 43. Google+ e FacebookSi presenta come rivale di Facebook con dellevarianti e funzionalità in fase di sviluppo. Il socialnetwork fornisce la possibilità di poter suddividere icontatti tramite “Circle” (cerchia), decidendo traamici, conoscenti, lavoro, famiglia con la possibilità dicreare altre categorie, puntando ad un buon livello diprivacy. Agendo sulle impostazioni è quindi possibilelimitare la diffusione dei dati personali, di qualsiasinotizia o pubblicazione, alle varie cerchie.
  • 44. Le innovazioni di Google+Google+ include importanti novità rispetto ad altrisocial network più affermati, introducendo nuovicontenuti multimediali, ossia la possibilità di avviaresessioni audio, video ed entrare a far parte di videoritrovi, stanze virtuali dove è possibile condividerevideo e parlare allo stesso tempo con tutti icomponenti presenti all’interno, tramite microfono ewebcam. Sempre tramite la chat gli utenti hanno lapossibilità di scambiarsi file.
  • 45. La diffusione di Google+Il 14 luglio 2011, dopo solo due settimane dallancio, Larry Page annuncia il superamento di quota10 milioni di utenti registrati. Il 13 agosto 2011, dopo43 giorni dal lancio, vengono stimati più di 25 milionidi utenti. Il 29 settembre 2011 vengono raggiunti i 50milioni di utenti.
  • 46. Google+ e Linkedin Gli ultimi cambiamenti di Google+ dimostrerebbero la "candidatura" del Social Project a diventare il sostituto di LinkedIn molto di più che di Facebook o Twitter. Le due osservazioni che portano al perché di questa idea sono le seguenti :• Google Plus non può essere un social network di massa perchè le persone comuni non sono abituate a ragionare "in cerchie" come i marketers. In effetti appare quanto meno egoistico pensare che lutente base ragioni in termini quali target, audience, share e engagement, tipici del mondo "markettaro".• Linkedin è una buona piattaforma ma nonostante le tante modifiche lidea di dinamicità non sembra prendere piede