• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
File sharing & file hosting in web 2.0
 

File sharing & file hosting in web 2.0

on

  • 1,625 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,625
Views on SlideShare
1,625
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
11
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    File sharing & file hosting in web 2.0 File sharing & file hosting in web 2.0 Presentation Transcript

    • FILE SHARING & FILE HOSTING IN WEB 2.0
      • Michele Nuzzolese
      • Gianluca Cecinato
      • Raffaele Tetta
      • Michele Carella
      Economia dell’Innovazione Savino Santovito Informatica e T.P.S. 2010/11 Corso: Prof.: CdL: A.A.: GRUPPO:
      • Condivisione di file sul web tramite browser, operazione inizialmente possibile solo ai webmaster o a chiunque fosse proprietario di un dominio e quindi di una "fetta di server" in cui poter depositare i propri files per renderli fruibili a tutto il web.
      • File Hosting & File Sharing in Web 2.0
      OVERVIEW
      • Oggi quest'operazione è diventata più semplice che mai, grazie alle numerose aziende che offrono servizi di file hosting e di storage online , rendendo possibile a chiunque il caricamento di file su internet, anche senza disporre delle competenze di un webmaster e spesso senza doversi nemmeno registrare.
      OVERVIEW
      • Tra i principali fornitori di questo servizio, aziende quali MegaUpload, 4shared.com, RapidShare, MediaFire, HotFile e molte altre aziende minori.
      OVERVIEW
      • Chi utilizza i servizi di file upload e file hosting?
      TARGET Potenzialmente tutti: milioni di persone di tutti i tipi in oltre 250 paesi. Studenti, professionisti, madri, padri, medici, idraulici, assicuratori, agenti immobiliari e molti altri. Chiunque nell'era del Web 2.0 può avvertire la necessità di condividere i propri file su Internet. Ecco la forza della .com economy : la possibilità di operare in un mercato globale, abbattendo i costi di gestione e consentendo alle imprese di non essere vincolate a uno spazio definito quale può essere la sede fisica, in quanto lo spazio di una società è nella rete ed è virtuale.
      • Una delle dieci regole del saggista statunitense Kevin Kelly , autore del best-seller “New Rules for a New Economy” nonché coniatore del termine “New Economy” è proprio questa:
      • “ Cercare l'abbondanza, non la scarsità” .
      • E sul web di abbondanza ce n'è parecchia, difatti in un'altra regola lo stesso autore dice chiaramente di “Privilegiare il Web” .
      TARGET Kevin Kelly, autore di “New Rules for a New Economy”
    • Ci sono molti modi per offrire un servizio come quello del file hosting.
      • I parametri di valutazione fondamentali sono:
        • Spazio messo a disposizione per l'utente;
        • Dimensione massima di un file;
        • Possibilità di effettuare download tramite link diretto;
        • Quantità di banda mensile disponibile;
        • Scadenza dei file caricati;
        • Software di supporto (Uploader, Download Manager, etc..);
        • Possibilità di caricare file tramite browser, FTP, software di supporto;
        • Disponibilità di servizi aggiuntivi (Backup service, protezione file con password, possibilità di creare gruppi di condivisione e di interagire con una ristretta cerchia di utenti);
        • Presenza / assenza di pubblicità;
        • Ricompense per l'utente e campagna di premi.
      SERVIZI OFFERTI
      • Inoltre è doveroso precisare che la maggior parte delle aziende offre tre diversi livelli di utilizzo dei servizi, a seconda che siano rivolti a:
        • utenti non registrati
        • possessori di account gratuiti ( free )
        • possessori di account a pagamento ( premium )
      SERVIZI OFFERTI
    • MegaUpload è indubbiamente una delle aziende di file hosting più conosciute, nonché una delle aziende leader del settore, che opera nel campo del file hosting dal 2005 e detiene attualmente una buona fetta di mercato: con un fatturato annuo di 94.500.000,00 $ (stimato da websiteworths.com * ) detiene una quota pari al 12% del mercato, in un settore competitivo nel quale vi sono moltissime aziende che ne ricoprono meno dell'1%, e le cinque aziende più grandi messe insieme occupano da sole il 70% del mercato. MEGAUPLOAD L’AZIENDA * Dalla sezione "About" del sito: “ Website Worths is a precise estimation but not the actual data. So ads publishers can get a sense of website's page views before contacting the owner, as well as potential investors can have another source of information before buying a website. People who are just curious are also very welcome here.”
    • MEGAUPLOAD L’AZIENDA
    • MEGAUPLOAD L’AZIENDA
    • MegaUpload mette a disposizione tre tipi di servizio: MEGAUPLOAD L’AZIENDA
      • Le principali differenze tra un account premium ed un account free consistono nella velocità di scaricamento, nei limiti nelle dimensioni dei file e nel tempo di attesa prima di poter scaricare un file; inoltre l'account premium dispone di una serie di servizi aggiuntivi quali ad esempio la possibilità di utilizzare un client FTP, di supportare un download-accelerator, di proteggere i file con password.
      • MegaUpload offre diversi tipi di abbonamento Premium, in base alla durata dello stesso:
        • Abbonamento Premium 1 mese € 9,99
        • Abbonamento Premium 3 mesi € 19,99
        • Abbonamento Premium 1 anno € 59,99
        • Abbonamento Premium 2 anni € 79,99
        • Abbonamento Premium a vita € 199,99
      MEGAUPLOAD L’AZIENDA
      • E' possibile inoltre utilizzare il servizio anche senza effettuare una registrazione; i vantaggi di quest'ultima però sono molteplici: viene ridotto il tempo di attesa per poter scaricare file e vengono abilitati alcuni servizi utili, quali la possibilità di utilizzare il software di supporto Mega Manager, poter riprendere download e upload interrotti, e la possibilità di guadagnare punti da poter convertire in abbonamenti premium o denaro.
      MEGAUPLOAD L’AZIENDA
      • E' importante notare come la presenza di pubblicità sul sito sia inversamente proporzionale alla qualità del servizio scelto dall'utente. Pertanto anche se l'azienda non guadagna direttamente tramite la sottoscrizione di un abbonamento, potrà sempre contare sugli introiti derivanti dalle pubblicità.
      MEGAUPLOAD L’AZIENDA
      • Megaupload offre agli utenti la possibilità di guadagnare dei punti premio. Tramite la raccolta punti è possibile accedere a premi quali un abbonamento Premium o denaro.
      • Per poter riscuotere premi in denaro, tuttavia, è necessario disporre di un abbonamento Premium.
      • Ecco tutte le “Reward Rules” , ovvero le regole per la raccolta punti:
        • Conformità TOS: Non saranno assegnati premi agli utenti i cui file violano i termini di servizio di MegaUpload.
        • Abbonamento Premium necessario: La conversione in soldi con il programma premi Megaupload Rewards è riservata solo ai membri Premium paganti. Gli utenti non Premium possono raccogliere punti e convertirli in abbonamenti Premium, tuttavia per trasformare i punti i denaro, bisogna ottenere un abbonamento Premium pagandolo tramite PayPal o sistema simile che accetta carte di credito.
        • Qual è un download valido? Sarà contato un solo download per file per ogni indirizzo IP al giorno. I download da alcuni paesi o territori non sono validi.
        • Nessuna frode: Chi prova a manipolare i risultati sarà squalificato. Download in massa automatizzati sono facilmente rilevabili e severamente vietati.
        • Solo file fino a 100 MB: I file più grandi di 100 MB non sono validi per il programma premi.
      MEGAUPLOAD CAMPAGNA PREMI
      • Inoltre è possibile guadagnare punti utilizzando FileBox , uno strumento messo a disposizione da MegaUpload:
      • Se il titolare di un account possiede un proprio sito internet, quest'ultimo può guadagnare punti tramite l'utilizzo di un FileBox.
      • Quando altri utenti uploadano file su MegaUpload tramite il suo FileBox, gli viene assegnato un punto.
      MEGAUPLOAD CAMPAGNA PREMI
      • Il punto 8.4 "Violazione di copyright o di marchi registrati" dei Termini di Servizio di MegaUpload recita:
      • “ I Servizi Megaupload possono essere utilizzati unicamente per scopi consentiti dalla legge. E' proibita la trasmissione, distribuzione o memorizzazione di qualunque materiale che violi leggi o regolamenti applicabili, comprese le leggi sull'esportazione. Ciò include, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: materiale protetto da brevetto, copyright, marchio registrato, marchio depositato di servizi, segreto commerciale od altri diritti sulla proprietà intellettuale. Se il Cliente usa materiale di terzi, egli deve essere munito di previa autorizzazione. Nell'utilizzare il Servizio, il Cliente dichiara e garantisce di essere l'autore ed il titolare del copyright e/o di essere il licenziatario dei contenuti ospitati; egli inoltre dichiara e garantisce che nessuno dei contenuti ospitati violi un marchio registrato o diritti di terze parti . Megaupload si riserva il diritto di sospendere od interrompere le trasmissioni del Cliente che, a discrezione di Megaupload, violino le presenti politiche o violino leggi o regolamenti.”
      • Dunque in definitiva la responsabilità dei contenuti viene delegata all'utente finale; dati l'elevato numero di utenti e la grossissima mole di contenuti, diventa estremamente difficile effettuare controlli specifici sugli stessi, ragion per cui spesso i siti di file hosting sono diventati una nuova frontiera della pirateria.
      MEGAUPLOAD COPYRIGHT
      • L'art. 2 della legge n. 633/1941 fornisce un elenco (esemplificativo e non esaustivo) di opere protette, e cioè opere appartenenti:
        • alla letteratura: opere letterarie, drammatiche, scientifiche, didattiche e religiose, sia in forma scritta che orale
        • alla musica: opere e composizioni musicali, con o senza parole, opere drammatico-musicali e variazioni musicali purché costituiscano un'opera originale in sé
        • alle arti figurative: opere di scultura, pittura, disegni, incisioni o appartenenti ad arti figurative similari, compresa la scenografia
        • all'architettura: i disegni e le opere dell'architettura, le opere del disegno industriale che presentino carattere creativo e valore artistico
        • al teatro: opere coreografiche e pantomimiche (con o senza traccia scritta)
        • alla cinematografia: opere cinematografiche, mute o con sonoro, fotografiche.
      • Inoltre sono protette anche le cosiddette "elaborazioni di carattere creativo", come ad esempio le traduzioni in un'altra lingua, le trasformazioni da una forma letteraria o artistica in un'altra, gli adattamenti, le riduzioni, ecc.
      • A seguito del recepimento delle direttive 96/9/CEE e 91/250/CEE inoltre, sono ricompresi nell'elenco:
        • i programmi per elaboratore
        • le banche di dati
      MEGAUPLOAD COPYRIGHT IN ITALIA
      • Nell'articolo “Lotta senza confini ai pirati” del 30 Settembre 2010 de “Il Sole 24 Ore”, Alessandro Longo scrive:
      MEGAUPLOAD COPYRIGHT IN ITALIA Enzo Mazza, presidente della FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) “ [...] Venti di guerra anche in Italia, in particolare contro le nuove forme di pirateria (streaming e siti di hosting come Rapidshare e Megaupload). «Da giugno 2009 a oggi la Federazione contro la pirateria musicale ha fatto rimuovere 170mila tra contenuti e link – continua Mazza –. In particolare, negli ultimi tre mesi, 36mila link a opere protette su siti di hosting e 12mila video non autorizzati su servizi di streaming».”
      • Registrazione indirizzi IP
      • Per ogni visitatore che giunge su una pagina web di MegaUpload, il server non riconosce alcun dato riguardante il dominio o l'indirizzo e-mail. Gli indirizzi IP vengono registrati ed usati da Megaupload unicamente a fini statistici.
      • Raccolta indirizzi E-mail
      • MegaUpload raccoglie gli indirizzi e-mail dei mittenti e dei destinatari del servizio a fini statistici e di registrazione. Megaupload non affitta, vende o condivide informazioni personali sugli utenti con aziende non affiliate.
      • Divulgazione in casi eccezionali
      • Se necessario vengono rivelati i dati dell'utente per proteggere i diritti legali dell'azienda o se l'informazione è connessa a comportamenti lesivi, messi in pratica o solo intenzionali, o minacce potenziali alla sicurezza fisica delle persone. La divulgazione può essere imposta per legge o per azione legale nei confronti di MegaUpload.
      MEGAUPLOAD PRIVACY
      • Uso dei cookie
      • Megaupload utilizza i cookie per registrare le preferenze dell'utente.
      • Sicurezza trasferimento file
      • Le strutture del servizio sono dotate di adeguati sistemi di sicurezza per proteggersi contro la perdita, l'abuso o l'alterazione dei dati che l'azienda ha raccolto dagli utenti attraverso il proprio sito. I file memorizzati per la consegna sono accessibili unicamente da Megaupload ed attraverso il link cliccabile dal tuo destinatario. Tutti i file memorizzati per la consegna sono eliminati una volta scaduti.
      • Pubblicità di terze parti
      • MegaUpload utilizza aziende pubblicitarie terze per pubblicare annunci sul proprio sito web. Queste aziende possono usare le informazioni (ad esclusione del nome, l'indirizzo, l'indirizzo email ed il numero di telefono) riguardanti la visita dell'utente su megaupload.com ed altri siti web ai fini di fornire annunci su questo ed altri siti web che possano incontrare l'interesse dell'utente.
      • Cookie di terze parti
      • Nel corso dell'esposizione dell'annuncio sul sito MegaUpload, l'inserzionista terzo potrebbe registrare o riconoscere un "cookie" univoco sul browser dell'utente.
      MEGAUPLOAD PRIVACY
      • Il sistema pubblicitario di MegaUpload è gestito dal sito MegaClick.com , sul quale bisogna accedere con un account MegaUpload valido.
      • E' possibile inserire quattro diversi tipi di pubblicità:
        • Text Ad: una semplice pubblicità in forma testuale, composta da una Headline (max 25 caratteri), una descrizione (max 70 caratteri) ed il link del sito da pubblicizzare;
        • Banner Ad: è possibile utilizzare un'immagine (max 300 x 250 pixel) contenente un link al sito da pubblicizzare;
        • Full Banner Ad: è possibile utilizzare un'immagine (max 993 x 270 pixel) contenente un link al sito da pubblicizzare;
        • Popunder Ad: il sito da pubblicizzare verrà aperto direttamente in una nuova finestra del browser, inizialmente posizionata in secondo piano.
      MEGAUPLOAD PUBBLICITA’
      • Per ognuna delle quattro opzioni è possibile creare e salvare fino ad un massimo di 100 diversi annunci: MegaClick proverà ognuno di essi per poi mostrare i migliori più frequentemente.
      • Inoltre è possibile selezionare in quali paesi o in quali continenti la pubblicità sarà visibile.
      • Il prezzo viene stabilito dall'utente stesso, il quale effettua un'offerta relativamente ai seguenti parametri:
        • CPM (Cost Per Mille): anche detto cost per thousand (CPT), sta ad indicare il costo della pubblicità per 1.000 visualizzazioni del proprio annuncio (offerta minima: $ 0,07)
        • Daily Budget: indica la soglia massima di spesa giornaliera, superata la quale l'annuncio non verrà più mostrato fino alla fine della giornata (offerta minima: $ 100,00)
        • Total Budget: indica quanto si vuole spendere per l'intera campagna pubblicitaria; una volta raggiunta questa somma l'annuncio non sarà più visualizzato (offerta minima pari al Budget Giornaliero inserito)
        • Rate: indica la percentuale di visite effettuate dall'utente in cui verrà mostrato l'annuncio.
      MEGAUPLOAD PUBBLICITA’
      • Il modello di Porter (anche detto modello delle cinque forze competitive o analisi della concorrenza allargata ) è uno strumento utilizzabile dalle imprese per valutare la propria posizione competitiva.
      • Il modello si propone di individuare le forze (e di studiarne intensità ed importanza) che operano nell'ambiente economico e che, con la loro azione, erodono la redditività a lungo termine delle imprese. Tali forze agiscono infatti con continuità e, se non opportunamente monitorate e fronteggiate, portano alla perdita di competitività.
      • Tali forze sono:
        • Concorrenti diretti: soggetti che offrono la stessa tipologia di prodotto sul mercato;
        • Fornitori: coloro dai quali l'azienda acquista materie prime e semilavorati necessari per svolgere il processo produttivo e che potrebbero decidere di integrarsi a valle;
        • Clienti: i destinatari dell'output prodotto dall'impresa che potrebbero eventualmente decidere di integrarsi a monte;
        • Potenziali entranti: soggetti che potrebbero entrare nel mercato in cui opera l'azienda;
        • Produttori di beni sostitutivi: soggetti che immettono sul mercato dei prodotti diversi da quelli dell'impresa di riferimento, ma che soddisfano, in modo diverso, lo stesso bisogno del cliente/consumatore.
      MODELLO DI PORTER IL MODELLO DI PORTER
    • MODELLO DI PORTER IL MODELLO DI PORTER
      • Per ogni impresa è di vitale importanza conoscere la concorrenza . Capire quali sono i concorrenti, come agiscono, conoscere i loro punti di forza e di debolezza è indispensabile per poter definire delle strategie di marketing competitive.
      • Come abbiamo già avuto modo di vedere, le aziende che operano nel settore del file hosting sono moltissime; il numero di concorrenti -che rappresenta il grado di concentrazione della concorrenza - è molto elevato.
      • Esistono degli indici di concentrazione statistici per quantificare il suddetto parametro, ad esempio l'indice di Herfindahl-Hirschman (HHI) , calcolato come somma dei quadrati delle quote di mercato (espresse in percentuale) detenute da ciascun agente.
      • Per definizione quest'indice è sempre positivo e può assumere al massimo il valore 10.000, nel caso in cui nel mercato sia di tipo monopolistico.
      • Inoltre, esso tiene conto non solo di quante imprese operano nel mercato ma anche delle loro quote, assegnando un peso proporzionalmente più grande alle aziende che detengono quote maggiori.
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS
      • Chi sono i competitors dell'azienda MegaUpload?
      • Che tipo di concorrenza esiste nel settore?
      • Secondo le "US Merger Guidelines" , un valore di HHI compreso inferiore a 1.000 indica un mercato poco concentrato , uno compreso tra 1.000 e 1.800 indica un mercato moderatamente concentrato , mentre un valore superiore ne indica uno fortemente concentrato .
      • Nel settore del file hosting, l'indice HHI risulta pari a 1.315 .
      • Dunque il mercato risulta essere moderatamente concentrato, in accordo anche a quanto espresso da altri indici di concentrazione: ad esempio il four-firm concentration ratio ( rapporto di concentrazione delle quattro imprese , che consiste nel rapporto tra il fatturato delle quattro più grandi aziende del settore ed il fatturato totale dello stesso) è pari al 63%.
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS
      • Sebbene un dato di questo genere possa suggerire una situazione di oligopolio, in questo caso non è così. Vengono a mancare infatti gli altri principali requisiti affinché la concorrenza sia oligopolistica, ovvero:
        • presenza di poche aziende sul mercato
        • presenza di forti barriere all'entrata
      • Al contrario, come abbiamo visto il mercato è frammentato : ci sono moltissime aziende nel settore e questo è dovuto all' assenza di barriere all'entrata . Sembrerebbe trattarsi di una situazione di concorrenza perfetta, se non che il prodotto (rappresentato dai servizi offerti) non è in realtà omogeneo, bensì molto differenziato tra le varie aziende; questa struttura concorrenziale prende il nome di Concorrenza Monopolistica .
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS
      • Essendo MegaUpload una delle aziende leader, deve ovviamente competere direttamente e più da vicino con le altre grosse imprese del settore, in particolare con RapidShare , 4shared , HotFile e MediaFire , che rappresentano per MegaUpload le più grosse minacce.
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI Tabella comparativa dei competitors diretti di MegaUpload
      • RapidShare tuttavia è in forte calo , a causa del cambio di politica aziendale che ha deciso di attuare negli ultimi mesi nei confronti di chi viola i copyright ed utilizza il servizio come alternativa al P2P per diffondere file illegali. Di seguito qualche estratto di due articoli tratti dall'editoriale punto-informatico che chiariscono meglio questa situazione:
      • “ Il servizio di file hosting ha deciso di cambiare politica nei confronti di chi distribuisce contenuti protetti dal copyright. Le indiscrezioni parlano di un vero e proprio repulisti di account poco virtuosi
      • Roma - È forse la fine di un'epoca: RapidShare, il colosso del file hosting su web che attualmente ospita (a dire della società responsabile) 10 Petabyte di dati e offre casa alle necessità di condivisione di centinaia di milioni di utenti al mese (3 milioni dei quali attivi contemporaneamente), ha dichiarato guerra alla "pirateria" telematica. Gli insider parlano di una caccia al condivisore , mentre gli utenti riportano cancellazioni di account . Convitato di pietra l'industria dell'intrattenimento, a cui la mossa non dispiacerà senz'altro.
      • (continua)
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • Non è certo un mistero che la crescita esplosiva conosciuta in questi anni da RapidShare e servizi similari corrisponda a un utilizzo crescente del file hosting come alternativa alla condivisione di materiale "pirata" sui network di file sharing.
      • [...] Oltre alle indiscrezioni provenienti dall'interno, a confermare il cambiamento nella politica di RapidShare ci sarebbero le email di utenti imbufaliti per essersi visto l'account "terminato" a causa delle loro operazioni di upload. Gli utenti-condivisori si lamentano mentre si preparano (molto probabilmente) a migrare altrove il proprio "sharing", la società tedesca non si esprime ufficialmente, ma di certo a rallegrarsi del nuovo corso saranno i proprietari dei contenuti "piratati" sul network web da 10 Petabyte.”
      • (Alfonso Maruccia - 24 marzo 2010)
      • “ Attaccati una serie di siti che avrebbero abusato della fama del servizio di hosting utilizzando più o meno direttamente il suo marchio registrato: continua la strategia per legalizzare i contenuti ospitati
      • Roma - RapidShare, il servizio di file hosting che ha da poco deciso di adottare una politica a tutela del diritto d'autore, ha ora dichiarato guerra a quei raccoglitori di link e quei motori di ricerca che utilizzano il suo marchio per spingere gli utenti a scaricare contenuti protetti da copyright . La richiesta è di interrompere la loro attività e cedere i domini per evitare una dura battaglia legale a suon di tutela di marchio.”
      • (Claudio Tamburrino - 26 aprile 2010)
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • Questo spiega la notevole diminuzione di traffico verificatasi negli ultimi mesi, un dato che balza all'occhio guardando i grafici dei visitatori unici e delle visite durante l'ultimo anno:
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • Dall'altra parte, 4shared invece ha realizzato una notevole crescita rispetto all'anno precedente (+155,90% visitatori unici, +199,64% visite), tale da permettergli di superare MegaUpload (+23,20% visitatori unici, +33,74% visite).
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • In forte crescita anche gli altri due competitors HotFile e MediaFire (rispettivamente +197,49% e +100,24% di visitatori unici, +248,74% e +113,57% di visite nell'ultimo anno):
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • Per contrastare questa crescita, MegaUpload ha pensato di ampliare la sua offerta dando il via a tutta un'altra serie di servizi appartenenti alla famiglia MegaWorld , fornendo all'utente la possibilità di utilizzarli tutti con un unico account.
      MODELLO DI PORTER COMPETITORS DIRETTI
      • Sicuramente rientrano tra i fornitori le aziende produttrici di server e di tutto l' apparato strutturale informatico necessario alla MegaUpload per poter fornire il servizio di file storage.
      • In questo caso, l'ago della bilancia del potere contrattuale pende in favore dell'azienda, in quanto nel mercato attuale sono molti i produttori di questi beni.
      • Dall'altra parte, tuttavia, ci sono gli utenti stessi, che contribuiscono attivamente all'espansione del sito svolgendo inconsapevolmente il ruolo di fornitori di contenuti .
      MODELLO DI PORTER FORNITORI
      • Chi sono i fornitori dell'azienda MegaUpload? Che potere hanno?
      • Senza dubbio tra i clienti possiamo annoverare gli utenti che decidono di sottoscrivere un abbonamento Premium per usufruire dei servizi offerti dall'azienda.
      • Pertanto, in questo senso, tutti gli utenti di Internet sono potenziali clienti .
      • Tuttavia gli utenti ed i visitatori del sito giocano un ruolo ben più importante ai fini della crescita e del successo dell'azienda: quanti più quest'ultima riuscirà a convogliarne sul proprio sito, tanto più facile sarà per la stessa creare valore vendendo spazi pubblicitari .
      MODELLO DI PORTER CLIENTI
      • Chi sono i clienti dell'azienda MegaUpload? Che potere hanno?
      • In quest'ottica, l'utente si rivela per l'azienda una risorsa estremamente importante , non solo per la possibilità che diventi cliente, ma anche e soprattutto perché, se opportunamente stimolato da politiche aziendali mirate alla fidelizzazione (quali ad esempio la campagna premi), può inconsciamente entrare a far parte di un circolo vizioso che aumenta sempre di più la notorietà ( successo sociale ) e quindi la crescita dell'azienda, nonché l'opportunità di incrementare sempre di più gli utili grazie all' advertising .
      • Nella fattispecie, la campagna premi ha fondamentalmente due scopi : quello di fidelizzare l'utente , di dargli una ragione per continuare ad usare MegaUpload e non un sito della concorrenza; ma soprattutto quello di delegare all'utente il compito di generare traffico sul sito , svolgendo quindi una pubblicità gratuita all'azienda.
      MODELLO DI PORTER CLIENTI
      • E' questa la vera potenza di Internet e del web 2.0: la facilità della comunicazione . Il "passaparola" avviene in tempi estremamente rapidi e coinvolge un numero di persone elevatissimo in tutto il mondo , cosa impensabile per le attività riguardanti la old economy .
      • MegaUpload ha pensato bene di sfruttare questa caratteristica a proprio vantaggio, realizzando una sorta di crowdsourcing .
      • Curioso notare come il bisogno stesso dell'utente , ovvero in primo luogo quello di condividere i file su internet, sia in grado di innescare un meccanismo a catena da cui l'azienda riesce a creare valore grazie agli Advertisers.
      MODELLO DI PORTER CLIENTI
      • Possiamo quindi affermare che l'utente è a tutti gli effetti un prosumer , nell'accezione del termine utilizzata dal futurologo Alvin Toffler che, nel 1980, coniò questo parola macedonia ( producer + consumer ) e la utilizzò nel suo libro “ The Third Wave” per indicare come il ruolo di produttori e consumatori avrebbe cominciato a fondersi e confondersi (riprendendo un argomento già da lui stesso introdotto dieci anni prima, nel libro “Future Shock” ).
      MODELLO DI PORTER CLIENTI Alvin Toffler
      • La minaccia di potenziali entranti dipende dalle cosiddette “barriere all'entrata” , che sono quegli ostacoli che possono rendere difficile o impossibile l'ingresso di un'impresa in un mercato (quali ad esempio brevetti , economie di scala , fabbisogno di capitale , difficoltà di accesso ai canali di distribuzione , etc).
      • Questo settore è caratterizzato dall'assenza di barriere all'entrata, in quanto:
        • non è necessario un grosso investimento iniziale;
        • il canale di distribuzione è per definizione quello più libero e facilmente accessibile di tutti, ovvero Internet;
        • gli utenti sono in genere poco fedeli al brand : la maggior parte di essi bada principalmente alla qualità servizio offerto , soprattutto chi utilizza occasionalmente il servizio e dunque non sottoscrive un abbonamento a pagamento ma svolge unicamente il ruolo di fornitore di contenuti.
      MODELLO DI PORTER ENTRANTI POTENZIALI
      • Inoltre per MegaUpload possono rappresentare degli entranti potenziali anche alcune aziende che offrono servizi web hosting , le quali potrebbero pensare di entrare anch'esse nel settore del file hosting , destinando una parte dei loro server all'archiviazione di file degli utenti.
      MODELLO DI PORTER ENTRANTI POTENZIALI
      • Un altro tipo di minaccia esterna è rappresentato dall'esistenza di prodotti sostitutivi.
      • Dal punto di vista degli utenti che hanno bisogno di uploadare i propri file su internet , un'ottimo prodotto sostitutivo potrebbe essere rappresentato dal sito DropBox.com il quale, sebbene già offra il servizio di file hosting, è più incentrato sull'aspetto del backup dei file e della loro sincronizzazione , con la possibilità di creare delle sotto-reti collaborative, in modo da condividere dei file solo con determinati utenti e tante altre funzionalità che i normali siti di file hosting non hanno.
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • Quali possono essere dei prodotti sostitutivi nel settore del file hosting?
      • In questo senso DropBox fornisce una differenziazione dell'offerta che potrebbe sottrarre utenti a MegaUpload.
      • Generalizzando, tutte le aziende che offrono “online backup services” rappresentano una minaccia per le aziende di file hosting, in quanto i due ambiti, pur diversi, sono strettamente legati tra loro.
      • Inoltre bisogna anche considerare i siti che permettono l'upload e la visualizzazione di file multimediali , che essendo incentrati esclusivamente su particolari formati di file, possono offrire caratteristiche più specifiche e variegate.
      • In questo senso, MegaUpload è in competizione con:
        • siti di image hosting , che permettono il caricamento e la visualizzazione di immagini; su tutti imageShack.us , il più conosciuto
        • siti di streaming audio e/o video , tra cui il famosissimo YouTube.com
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • E' infatti proprio per ovviare a quest'ultimo problema che l'azienda ha deciso di dar vita al sito di video hosting MegaVideo.com , che offre gli stessi servizi di altri siti di streaming video affinché possa competere direttamente con questi ultimi.
      • Questa soluzione presenta un doppio vantaggio: da una parte evita che gli utenti possano scegliere di utilizzare servizi di aziende concorrenti, dall'altra amplia il bacino di utenti raggiungibili, dacché l'account di MegaUpload e MegaVideo è unico ed anche gli account premium permettono l'accesso e la fruizione di entrambi i servizi compresa anche la campagna premi, che è unica per entrabi i siti.
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • Estremamente recente inoltre è la nascita dei nuovi servizi raccolti sul sito MegaWorld.com , datata 30 novembre 2010 .
      • In questo modo MegaUpload ha pensato di estendere la sua offerta anche ad altri settori, quali ad esempio l'image hosting (con MegaPix.com ), lo streaming audio (con MegaBox.com ), soluzioni per pagamenti online ( MegaPay.com ), pubblicità ( MegaClick.com e MegaKey.com ) e molti altri.
      • Anche in questo caso, il grosso vantaggio è la possibilità di utilizzare lo stesso account per accedere automaticamente anche a tutti gli altri servizi della famiglia , con la possibilità di guadagnare punti laddove possibile.
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • Dal punto di vista degli utenti che utilizzano il servizio soprattutto per scaricare file di altri utenti , un altro prodotto sostitutivo è rappresentato dai vari software cosiddetti “peer-to-peer” , ad esempio eMule e uTorrent per citare i più famosi.
      • Tuttavia alla luce del trend attuale e dello sviluppo che ha avuto il settore del file hosting, forse sarebbe più corretto dire che sono questi ultimi ad aver rappresentato un prodotto sostitutivo -e più efficace- rispetto ai P2P .
      • Infatti gli utenti hanno trovato più comodo, più semplice e più immediato il sistema del file sharing tramite browser rispetto alle noiose o più difficili operazioni di download, installazione e configurazione di client peer-to-peer.
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • Ecco alcuni articoli che illustrano meglio questa situazione, comprendenti dei dati che mostrano la crescita dei cosiddetti cyberlockers (termine inglese che indica un sito internet che offre lo storage di file personali):
      • IL SOLE 24 ORE
      • “ «È ormai confermato dai numeri: il peer to peer è in calo in Italia anche in valori assoluti», spiega Enzo Mazza, presidente di Fimi (Federazione industria musicale italiana). Tra luglio 2009 e luglio 2010 gli utenti peer to peer sono diminuiti del 22 per cento .
      • Di contro aumentano quelli che usano sistemi alternativi, in un calderone dove il legale si confonde con il pirata: lo streaming di musica e video, il download legale (dove quasi il 90 per cento del fatturato in Italia e il 70 per cento negli Usa è fatto da iTunes), i siti "cyberlockers", dove si trovano file di vario tipo (spesso illegali) i cui link sono diffusi da blog e community.
      • Aumentano gli utenti di queste singole categorie. Quelli dei cyberlockers sono passati in un anno da 2,8 a 4,5 milioni (il più popolare in Italia è Megaupload, seguito da Rapidshare e Mediafire).”
      • (Alessandro Longo - 14 ottobre 2010)
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • LA REPUBBLICA
      • “ Il peer-to-peer, fino a oggi il sistema preferito dagli italiani per scaricare file da internet, è in caduta libera. Ma il download (legale e non) di film e musica dalla rete non è in crisi. Solo, sempre più utenti preferiscono altri modi per accedere a questi contenuti.
      • La conferma arriva dai dati dell'osservatorio di ricerca Nielsen: gli utenti peer-to-peer italiani sono passati dai 6,7 milioni di luglio 2009 ai 4,9 milioni di luglio 2010. La caduta colpisce in particolare il software più usato, eMule , che a luglio 2010 è stato usato da 2,9 milioni di persone, in calo del 43 per cento rispetto all'anno prima. Cresce invece uTorrent, altro software peer-to-peer (1,3 milioni di utenti, +50 per cento anno su anno).
      • Quella in atto è la prima crisi del peer-to-peer dalla fine degli anni Novanta, e segna una svolta importante nel modo di usare internet in Italia, visto che questi software hanno regnato per anni, diventando famosi anche tra i non esperti. Quello che succede ora è che gli utenti trovano più comodo accedere a musica e film con sistemi più facili, diretti e sicuri.
      • (continua)
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
      • [...]
      • Popolarissimi , inoltre, sono i "cyberlockers" , cioè siti di hosting come Rapidshare e Megaupload, da cui gli utenti scaricano direttamente film e album, con un solo clic su un link. Anche questo sistema è più facile, veloce e sicuro rispetto al peer-to-peer. Gli utenti trovano i link per scaricare i file da siti specializzati, blog, forum e community. La più popolare in italiano, con 140mila utenti (+178% in un anno) è Ddlfantasy.net: si occupa soprattutto di film e serie tv. Come altre community simili, è accessibile previa registrazione (gratuita).
      • I detentori di copyright al momento denunciano gli utenti che scaricano in questo modo, ma si limitano a ottenere la rimozione dei link. Un approccio che contribuisce a diffondere la percezione che i cyberlockers siano più sicuri del peer-to-peer. Ma le prime azioni contro le community che diffondono i link a contenuti illegali e, in generale, contro tutti gli eredi del peer-to-peer, sembrano solo questione di tempo.”
      • (Alessandro Longo - 15 ottobre 2010)
      MODELLO DI PORTER PRODOTTI SOSTITUTIVI
    • SCHEMA DI CODA SCHEMA DI CODA
      • E' un chiaro intento dell'impresa quello di sfociare pian piano in altri settori rivolti all'utenza del web 2.0 e basati sulla partecipazione di massa .
      • Di seguito una panoramica dei servizi che l'azienda sta attualmente avviando, alcuni dei quali sono stati messi online il 30 Novembre 2011 e pronti per essere utilizzati, altri ancora in beta-testing ed altri in attesa di prendere forma per essere avviati nel 2011:
      NUOVE PROSPETTIVE IL FUTURO DI MEGAUPLOAD
      • Verso quale direzione sta andando l'azienda?
    • IL FUTURO DI MEGAUPLOAD NUOVE PROSPETTIVE
    • IL FUTURO DI MEGAUPLOAD NUOVE PROSPETTIVE
    • IL FUTURO DI MEGAUPLOAD NUOVE PROSPETTIVE
    • IL FUTURO DI MEGAUPLOAD NUOVE PROSPETTIVE
    • IL FUTURO DI MEGAUPLOAD NUOVE PROSPETTIVE L’azienda dunque ha un progetto molto ambizioso: quello di diventare leader nella fornitura di servizi online di svariato tipo, cercando di espandere continuamente la sua rete di utenti e soddisfare tutte le necessità che un navigatore del Web 2.0 può avvertire. Tutto questo mantenendo sempre un occhio di riguardo verso le aziende che vogliono ottenere visibilità su Internet, offrendo loro numerosi spazi pubblicitari.
    • GRAZIE PER L’ATTENZIONE THE END Michele Nuzzolese Gianluca Cecinato Raffaele Tetta Michele Carella