Creative commons
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Creative commons

on

  • 722 views

 

Statistics

Views

Total Views
722
Views on SlideShare
664
Embed Views
58

Actions

Likes
0
Downloads
14
Comments
0

1 Embed 58

http://www.scoop.it 58

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Creative commons Creative commons Presentation Transcript

  • ECONOMIA DELL’INNOVAZIONE CLEMENTE LUCIO DE GIGLIO ROBERTA PORCELLI DANIELE AMENDOLARA NICOLA PROF. SAVINO SANTOVITO www.company.com
  • Sezione 1 INTRODUZIONEwww.company.com
  • Cos’è il Copyright? Consente di proteggere dal plagio diverse categorie di opere creative (opere letterarie, musicali, disegni,Sezione 1 cinematografiche, fotografie, programmi per computer)INTRODUZIONE Ciò che si protegge è il modo in cui l’idea si esprime, la sua forma di attuazione tangibile. www.company.com View slide
  • Lo sviluppo teconologico e l’avvento di internet Nel XX Secolo, lavvento dei riproduttori ed in particolare del computer e delle Rete internet, ha sottratto uno dei cardini alla base del copyright in senso classico: ovvero il costo e la difficoltà di riprodurre e diffondere sul territorio leSezione 1 opere, aspetti fino ad allora gestiti dalla corporazione degli editori dietro congruo compenso o cessione dei diritti daINTRODUZIONE parte degli autori. Ciò ha reso assai difficile la tutela del copyright come tradizionalmente inteso, e creato nuovi spazi per gli autori. Il file sharing (scambio e condivisione di file) di materiale protetto dal copyright, si è sviluppato e diffuso con limporsi delle tecnologie informatiche e del web, e in particolar modo grazie al sistema del peer-to-peer. La velocità di questa diffusione e sviluppo, ha reso difficile per il diritto industriale internazionale aggiornarsi con la medesima prontezza. Molti analisti internazionali accusano infatti la presenza di vuoti normativi non omogeneamente colmati. www.company.com View slide
  • Internet e il CopyrightSezione 1INTRODUZIONE Lidea di un accesso universale alla ricerca, istruzione e cultura è resa possibile da Internet, ma i nostri sistemi giuridici e sociali non sempre supportano lidea che si vuol realizzare. Il Copyright è stato creato molto tempo prima della nascita di Internet, e può rendere difficile effettuare azioni legali che diamo per scontato in rete: copia, incolla, modificare fonti e link. Limpostazione di default del diritto dautore richiede tutte queste azioni per poter ricevere lautorizzazione esplicita concessa in anticipo se sei un artista, insegnante, scienziato, bibliotecario, creatore di licenza o semplicemente un utente normale. Per realizzare la visione di un accesso universale, qualcuno aveva bisogno di fornire una libera, pubbliche, e standardizzata infrastruttura che crea un equilibrio tra la realtà di Internet e la realtà delle leggi sul copyright. Quel qualcuno è Creative Commons. www.company.com
  • Sezione 2 INTRODUZIONE ALLE CCwww.company.com
  • Cos’è Creative Commons? Creative Commons (CC) è unorganizzazione non profit con sede a San Francisco (USA) dedicata ad ampliare la gamma di opere creative disponibili alla condivisione e allutilizzo pubblici in maniera legale.Sezione 2 Rende possibile il riuso creativo di opere dellingegno altrui nel pieno rispetto delle leggi esistenti.INTRODUZIONE Lorganizzazione ha pubblicato diversi tipi di licenze noteALLE CC come licenze Creative Commons (CC): queste licenze permettono ai creatori di scegliere e comunicare quali diritti riservarsi e a quali diritti rinunciare a beneficio dei destinatari. Le licenze forniscono un modo semplice e standardizzato per dare pubblicamente il permesso di condividere e utilizzare il lavoro creativo in base alle condizioni stabilite dai creatori. www.company.com
  • Sezione 3 STORIAwww.company.com
  • Storia Creative Commons è nato ufficialmente nel 2001 per volere del professore Lawrence Lessig, ordinario della facoltà diSezione 3 Giurisprudenza di Stanford (e in precedenza anche di Harvard) eSTORIA riconosciuto come uno dei massimi esperti di diritto dautore negli Stati Uniti. Lessig fondò lorganizzazione come metodo addizionale per raggiungere il suo scopo nel suo caso di fronte alla Corte Suprema degli Stati Uniti, Eldred versus Ashcroft. Il set iniziale delle licenze creative commons fu pubblicato il 16 dicembre 2002. Al progetto fu conferito il Golden Nica Award durante il Prix Ars Electronica nella categoria Net www.company.com Vision nel 2004. .
  • Creative Commons in Italia ll 18 novembre 2003 Lessig annuncia ufficialmente linizio del lavoro di traduzione e adattamento delle licenze CC da parte del team italiano. Viene nominato a capo del progetto il professore Marco Ricolfi,Sezione 3 docente presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche (DSG) dellUniversità degli Studi di Torino.STORIA Nel 2004 vengono pubblicate le prime versioni delle licenze Creative Commons tradotte dapprima nella versione 1.0 e in seguito nella versione 2.0 Nella primavera del 2003, in seguito al crescente interesse per le licenze Creative Commons, l’Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell’Informazione e delle Telecomunicazioni (IEIIT organo del CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche) contatta Creative Commons internazionale per offrirgli di trattare in modo più ampio e dettagliato il tema delle licenze CC in Italia. www.company.com
  • Sezione 4 FUNZIONAMENTOwww.company.com
  • Licenze Creative Commons Le licenze Creative Commons sono alcune licenze di diritto dautore redatte e messe a disposizione del pubblico a partire dal 16 dicembre 2002. Queste licenze si ispirano al modello copyleft (permessoSezione 4 dautore, esso individua un modello di gestione dei diritti dautore basato su un sistema di licenze attraverso le qualiFUNZIONAMENTO lautore indica ai fruitori dellopera che essa può essere utilizzata, diffusa e spesso anche modificata liberamente, pur nel rispetto di alcune condizioni essenziali), già diffuso negli anni precedenti in ambito informatico e possono essere applicate a tutti i tipi di opere dellingegno. www.company.com
  • Licenze Creative Commons Lo scopo delle licenze Creative Commons è, appunto, ben rappresentato dal logo dell’organizzazione (CC), il quale rappresenta una via di mezzo tra il rigido modello del copyright (All right reserved) e quello di dominio pubblicoSezione 4 (No right reserved) introducendo il nuovo concetto di "Some right reserved" (Alcuni diritti riservati); essi non sonoFUNZIONAMENTO unalternativa al copyright ma lavorano al suo fianco, consentendo di modificarne i termini per soddisfare al meglio le esigenze degli autori di opere creative. Le licenze di tipo Creative Commons permettono a quanti detengono dei diritti di copyright di trasmettere alcuni di questi diritti al pubblico e di conservare gli altri, per mezzo di una varietà di schemi di licenze e di contratti che includono la destinazione di un bene privato al pubblico dominio o ai termini di licenza di contenuti aperti (open content). Lintenzione è quella di evitare i problemi che le attuali leggi sul copyright creano per la diffusione e la condivisione delle informazioni. www.company.com
  • Video dimostrativoSezione 4FUNZIONAMENTO www.company.com
  • Prerequisiti di Licenza Il presupposto fondamentale per potere concedere un’ opera tramite licenza Creative Commons è di essere certi di avere la legittimazione giuridica per farlo. Questo può accadere in due casi: 1) essere titolari di tutti i diritti concessi con la licenza; 2) avere ottenuto una esplicita autorizzazione scritta dal titolare dei diritti. Tale presupposto va attentamente verificato, specie conSezione 4 riferimento ai casi in cui sull’opera concessa in licenza sussistono sia diritti d’autore, sia diritti connessi al diritto d’autore (artisti,FUNZIONAMENTO interpreti, esecutori, produttore, enti radiotelevisivi, eccetera eccetera...). Successivamente è necessario porsi tre domande fondamentali: • L’opera sarà di utilizzo commerciale? • Sono previste opere derivative? • Voglio permettere l’utilizzo della mia opera da parte di chiunque(licenzianti)? Chiamiamo questidea "ShareAlike" ed è uno dei meccanismi che (se scelto) aiuta i beni comuni digitali a crescere nel tempo. ShareAlike è ispirato dalla GNU GPL, usata da molti software gratuiti e progetti open source. www.company.com
  • Livelli di Licenza Le licenze pubbliche per i diritti dautore incorporano un unico ed innovativo design a "tre livelli": • Ogni licenza parte con un tradizionale strumento legale, registrato con un linguaggio ed una formattazione del testo che molti avvocati conoscono ed apprezzano. Lo chiamiamo livelloSezione 4 del Codice Legale per ogni licenza. • Dato che molti creatori, educatori e scienziati non sono infattiFUNZIONAMENTO avvocati, vi sono a disposizione licenze in un formato comunemente leggibile, chiamate Atti Comuni (conosciuto anche come licenze "umanamente leggibili"). E’ un utile riferimento per licenziatari e licenziati, riassumendo ed esprimendo alcuni dei più importanti termini e condizioni. Si pensi all’atto comune come uninterfaccia user-friendly del Codice Legale, anche se lAtto in sé non è una licenza, ed i suoi contenuti sono parte del Codice Legale stesso. • Al fine di rendere semplice la ricerca di unopera disponibile sotto licenza Creative Commons, viene fornita una versione «meccanicamente leggibile» della licenza, nonché un riassunto delle libertà chiave e degli obblighi scritti in un formato che i sistemi software, motori di ricerca, ed altri tipi di tecnologia www.company.com possono comprendere -> Metadati
  • Tipologie di Licenza • Attribuzione (CC BY): Questa licenza permette a terzi di distribuire, modificare, ottimizzare ed utilizzare l’opera come base, anche commercialmente, fino a che viene dato il credito per la creazione originale. Questa è la più accomodante delle licenze offerte. É raccomandata per la diffusione e luso massimo di materiali coperti da licenza.Sezione 4FUNZIONAMENTO • Attribuzione – Opere non derivate (CC BY-ND): Questa licenza permette la ridistribuzione, commerciale e non, fintanto che viene trasmessa interamente ed invariata, concedendo credito. • Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo (CC BY-NC-SA): Questa licenza permette a terzi di modificare, redistribuire, ottimizzare ed utilizzare la propria opera come base non commerciale, finche viene concesso il credito e finche licenziano le loro nuove creazioni mediante i medesimi termini. www.company.com
  • Tipologie di Licenza • Attribuzione - Condividi allo stesso modo (CC BY-SA): Questa licenza permette a terzi di modificare, ottimizzare ed utilizzare l’opera come base, anche commercialmente, finche viene concesso il credito per la creazione originale e autorizza le loro nuove creazioni con i medesimi termini. Questa licenza è spesso comparata con leSezione 4 licenze usate dai software opensource e "copyleft" gratuite. Tutte le opere basate su un’opera già licenziata porteranno laFUNZIONAMENTO stessa licenza, quindi tutte le derivate permetteranno anche un uso commerciale. Questa è la licenza usata da Wikipedia, ed è consigliata per materiali che potrebbero beneficiare dellincorporazione di contenuti da progetti come Wikipedia e similari. • Attribuzione - Non commerciale (CC BY-NC): Questa licenza permette a terzi di modificare, ottimizzare ed utilizzare l’opera come base per altre non commerciali, e benché le loro nuove opere dovranno accreditare l’opera in questione ed essere non commerciali, non devono licenziare le loro opere derivative con i medesimi termini. www.company.com
  • Tipologie di Licenza • Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CC BY-NC-ND): Questa licenza è la più restrittiva delle sei licenze principali, poiché permettono a terzi soltanto di scaricare le opere altrui e condividerle ad altri fino a che vien dato il giusto credito, ma non possono cambiarle in nessun modo od utilizzarle commercialmente.Sezione 4FUNZIONAMENTO www.company.com
  • Tipologie di LicenzaSezione 4FUNZIONAMENTO www.company.com
  • Servizi Aggiuntivi Vengono forniti anche strumenti che operano nello spazio “tutti i diritti garantiti” del pubblico dominio. • CC0 : La persona che associa un proprio lavoro conSezione 4 questa licenza dedica lOpera al pubblico dominio attraverso la rinuncia a tutti i suoi diritti protetti dalFUNZIONAMENTO diritto dautore, inclusi i diritti ad esso connessi, in tutto il mondo, nei limiti consentiti dalla legge. Si può copiare, modificare, distribuire ed eseguire lOpera, anche a fini commerciali, il tutto senza chiedere il permesso. In nessun modo la licenza CC0 riguarda brevetti e marchi di alcuna persona, né sono pregiudicati i diritti che terzi possono vantare sullOpera o sul modo in cui essa viene utilizzata, come, per esempio, il diritto di sfruttamento pubblicitario e il diritto alla riservatezza. www.company.com
  • Servizi Aggiuntivi • CC+ : è un protocollo che fornisce agli utilizzatori dellopera un semplice sistema per ottenere diritti ulteriori rispetto a quelli concessi da una licenza Creative Commons. Ad esempio, una licenza CreativeSezione 4 Commons potrebbe concedere diritti non commerciali su di unopera. Con CC+, la licenza può anche fornireFUNZIONAMENTO un link attraverso il quale un utilizzatore possa vedersi concessi diritti ulteriori rispetto a quelli non commerciali – generalmente diritti commerciali, ma anche autorizzazioni o servizi aggiuntivi, come, ad es., garanzie; autorizzazioni di utilizzo senza attribuzione della paternità dellopera; o anche laccesso alla comunicazione/rappresentazione/esecuzione/recitazio ne dellopera, o a physical media. www.company.com
  • Come operano le Licenze CC • Le licenze Creative Commons si applicano a qualsiasi opera tutelata dal diritto d’autore. (e.g. libri, siti Internet, programmi, blog, fotografie, film, video, canzoni, e altre opere audio e video; potrebbero essere inclusi anche i software, ma non sarebbe opportuno). Le licenze Creative Commons danno la possibilità di definire i modi in cui gli altri possono effettuare attività relativeSezione 4 allopera - come ad esempio copiare l’opera, realizzare opere derivate, distribuire lopera e/o farne un uso commerciale. NonFUNZIONAMENTO danno la possibilità di regolare gli usi permessi da eccezioni o limitazioni al diritto dautore né danno la possibilità di regolare luso di ciò che non è protetto dal diritto dautore, come ad esempio fatti e idee. Le licenze Creative Commons sono allegate allopera e autorizzano chiunque venga in contatto con lopera ad usarla secondo le disposizioni della licenza. Questo significa che se Tizio ha una copia di una tua opera soggetta ad una licenza Creative Commons, Tizio può darne una copia a Caia, e Caia sarà autorizzata a usare lopera secondo le disposizioni della particolare licenza Creative Commons. Come risultato, avrai quindi due diversi accordi di licenza con Tizio e Caio. www.company.com
  • Come operano le Licenze CC • E molto importante capire che le licenze Creative Commons sono “non esclusive”. Ciò significa che puoi permettere a chiunque di usare le tue opere con una licenza CreativeSezione 4 Commons e stipulare un altro accordo diFUNZIONAMENTO licenza non esclusivo con qualcun altro. Puoi anche concedere una licenza esclusiva avente ad oggetto i diritti che non avevi concesso tramite la licenza Creative Commons da te utilizzata (per esempio, se rilasci le tue opere con clausola non-commercial, puoi in un secondo momento negoziare un accordo esclusivo ad-hoc con una discografica per lo sfruttamento commerciale). www.company.com
  • Come applicare le licenze? Per ciò che riguarda le opere pubblicate online, si può applicare una delle licenze Creative Commons selezionando quella che meglio si adatta alle proprie esigenze. Una voltaSezione 4 selezionata la licenza opportuna, se si intendeFUNZIONAMENTO applicarla a unopera distribuita online, bisogna seguire le istruzioni per includere il codice HTML. Questo codice genera automaticamente il pulsante "Some rights reserved" e una dichiarazione che lopera è soggetta a una licenza Creative Commons. Il pulsante segnala ai fruitori dell’opera che l’opera è soggetta ad una licenza Creative Commons. Il codice HTML include anche dei metadati grazie ai quali il tuo lavoro può essere trovato dai motori di ricerca abilitati. www.company.com
  • Come applicare le licenze?Sezione 4FUNZIONAMENTO www.company.com
  • Licenze per opere Offline Per le opere offline, dopo aver scelto quale licenza Creative Commons applicare alla propria opera, possono essere utilizzate dichiarazioni del tipo "Questopera è soggetta alla licenza CreativeSezione 4 Commons [inserisci la descrizione, es.FUNZIONAMENTO "Attribuzione-CondividiAlloStessoModo"] con il rinvio alla URL della licenza, specificando la versione di licenza utilizzata. Lunica differenza tra lapplicazione di una licenza ad unopera offline e ad unopera online è che nel caso di unopera offline i metadati non sono presenti e, di conseguenza, essa non sarà trovata dai motori di ricerca abilitati. www.company.com
  • Rispetto delle Licenze Pur non essendo necessaria alcuna registrazione ad un sito, circoli o associazioni per utilizzare le licenze, sono state progettate per essere utilizzate attraverso l’uso del logo Creative Commons, della dicitura "Some rights reserved" e della dichiarazione del fatto che lopera è distribuita con licenza Creative Commons. Con riferimento al diritto italiano, la trasmissione dei diritti diSezione 4 utilizzazione dell’opera deve essere provata per iscritto. La valutazione di cosa si intenda per “prova scritta” compete di volta inFUNZIONAMENTO volta all’eventuale giudice che fosse chiamato a pronunciarsi al riguardo: allo stato, vi sono pareri discordi sul valore di “prova scritta” del documento elettronico non firmato digitalmente. L’eventuale difficoltà probatoria si porrebbe per il licenziatario che dovesse dimostrare di avere acquisito i diritti concessi con la licenza Creative Commons a fronte di una dichiarazione in senso contrario del licenziante, e non per il licenziante. (Si noti, comunque, che questo tipo di difficoltà non è specifico delle licenze Creative Commons e può presentarsi con qualsiasi tipo di licenza priva di firma.) Creative Commons non tiene traccia né registra le opere licenziate con le sue licenze. Creative Commons si limita a fornire le licenze, i codici e gli strumenti perché tu possa utilizzarle. www.company.com
  • Diritti sulle opere • Creative Commons non fornisce pareri legali o servizi legali allo scopo di assisterti nel far valere i diritti sulle opere, poiché esso fornisce esclusivamente un servizio grazie al quale si può autonomamente ottenere gratuitamente la modulistica da utilizzare nel modo che si ritiene più opportuno. Ad esempio, i residenti in America possono rivolgersi ad una lista diSezione 4 volontari elencati nel sito web; i residenti in Italia, invece, ci si può rivolgere al servizio Licenze Libere offerto dal Politecnico di Torino.FUNZIONAMENTO • Le licenze Creative Commons cessano immediatamente di essere efficaci nei confronti di colui che utilizza lopera in violazione dei termini delle licenze medesime. Questo significa che se una persona utilizza una opera rilasciata usando una licenza Creative Commons e - per esempio - non attribuisce la paternità dellopera nel modo selezionato, non ha più il diritto di utilizzare quell’opera. Questo si applica unicamente in relazione alla persona che viola la licenza; non si applica a tutte le persone che utilizzano la tua opera in modo corretto. Si hanno a disposizione diverse opzioni per assicurarsi che la licenza venga rispettata; ad esempio contattare la persona e chiedere di rettificare la situazione e/o decidere di consultare un avvocato. • Se non ti piace il modo in cui una persona ha usato la tua opera per fare unopera derivata o lha inclusa in unopera collettiva, ai sensi della licenza Creative Commons, puoi contattare lautore dellopera e www.company.com chiedere che il tuo nome venga rimosso dallopera derivata o collettiva.
  • Utilizzo delle opere Un’opera sottoposta a licenza CC può essere utilizzata secondo i termini della licenza in oggetto. Bisogna prima accertarsi che la licenza permetta gli utilizzi che si hanno in mente. Poiché esistono varie licenze Creative Commons, bisogna leggere attentamente la specifica licenza, per assicurarsi che essa corrisponda alle proprie necessità. Tutte le licenze Creative Commons richiedono che siSezione 4 specifichi: • AutoreFUNZIONAMENTO • titolare dei diritti oggetto della licenza • tutte le altre parti indicate dallautore/titolare dei diritti oggetto della licenza(opzionale) • Le opere rilasciate con le licenze Creative Commons sono rilasciate a titolo gratuito, tranne casi in cui le legislazioni nazionali riservano a favore dei titolari dei diritti d’autore o dei titolari di diritti connessi dei compensi non rinunciabili: in questi casi, anche se tali facoltà sono concesse e menzionate espressamente con la licenza, sarà necessario provvedere al pagamento di tali compensi. www.company.com
  • Cosa succede se si cambia idea? Le licenze Creative Commons non sono in linea di principio revocabili nei confronti dei licenziatari, in quanto i diritti sono concessi per tutta la durata del diritto d’autore applicabile. Ciò significa che non puoi impedire a chi ha ottenuto unoperaSezione 4 soggetta ad una licenza Creative Commons di usarla secondo i termini della licenza. Puoi smettere di distribuire lopera conFUNZIONAMENTO licenza Creative Commons quando vuoi. Tutti i licenziatari, però, che fino a quel momento hanno ricevuto l’opera in licenza, continueranno a godere dei diritti da questa concessi, incluso quello di distribuire l’opera a terzi sulla base della medesima licenza. Quando scegli una licenza Creative Commons, devi quindi riflettere attentamente ed assicurarti che per te sia accettabile il fatto che tutti possano usare la tua opera secondo i termini della licenza scelta, anche se dovessi cessare in un momento successivo di distribuire lopera con una licenza Creative Commons. www.company.com
  • Sezione 5 GESTIONEwww.company.com
  • Sovvenzionamento e donazioni Creative Commons è stata fondata grazie ad una cospicua donazione del "Center for the Public Domain" e riceve continue donazioni da parte della fondazione John D. e Catherine T. MacArthur, la fondazione Hewlett e lOmidyarSezione 5 Network.GESTIONE CC sopravvive grazie a donazioni da parte di qualsiasi fonte (tra cui fondazioni, privati e sovvenzioni statali), mettendo a disposizione sul proprio sito web diverse modalità. www.company.com
  • DonazioniSezione 5GESTIONE www.company.com
  • DonazioniSezione 5GESTIONE www.company.com
  • DonazioniSezione 5 • Corporate Giving ProgramGESTIONE • Matching Challenge Sponsorship • Employee Matching Gifts Program • Gifts of Stock www.company.com
  • Come vengono utilizzate le donazioni?Sezione 5GESTIONE PROGRAMS: le aree del programma messe a fuoco da Creative Commons sono Educazione, Scienza e dati, Cultura, Governo, filantropia, e piattaforme multimediali. Da governi internazionali alle scuole, dalle imprese agli individui, sostengono luso di licenze aperte e ladozione di politiche aperte. I programmi sono supportati e allineati da una funzione politica condivisa, e in tutto il mondo con effetto leva attraverso una rete mondiale di affiliati. RESEARCH & DEVELOPMENT: Ricerca e Sviluppo consente di migliorare continuamente i propri strumenti già esistenti e di svilupparne di nuovi. R & S rappresenta le risorse centralizzate legali e tecnologiche che guidano linnovazione, il cambiamento e il progresso. OPERATIONS & FUNDRASING: Operazioni & Raccolta fondi di Creative Commons sostiene lorganizzazione con il supporto di base e le funzioni delle risorse amministrative, www.company.com finanziarie, di sviluppo, di comunicazione e Partnership..
  • Donazioni Maggiori donatori in Europa nel 2007:Sezione 5GESTIONE www.company.com
  • Staff di CC A fianco del personale CC c’è un gruppo di volontari in tutto il mondo che consiste di 100+ affiliati che lavorano in oltre 70 giurisdizioni al fine di sostenere e promuoverne le attività in tutto il mondo. Questi affiliatiSezione 5 e volontari sono una parte vitale del successo diGESTIONE Creative Commons, sia a livello locale che a livello globale. Chiunque fosse interessato a diventare volontario dello staff CC deve semplicemente contattare la filiale della propria giurisdizione. Sul sito web CC sono disponibili degli elenchi di affiliati suddivisi per giurisdizione. Nel caso in cui non vi siano affiliati nella giurisdizione di interesse, è possibile creare una nuova affiliazione. www.company.com
  • Sezione 6 UTENTIwww.company.com
  • Sostegno degli utenti Al fine di realizzare la visione di un mondo pieno di contenuti aperti, in cui gli utenti sono i partecipanti nella cultura innovativa, nelleducazione e nella scienza, Creative Commons si affida al supporto degliSezione 6 utenti e di coloro che credono nelle potenzialità di unUTENTI bene comune globale. CC prospera, appunto, grazie al generoso supporto degli utenti, spargendo la voce e donando per aiutare a mantenere una robusta organizzazione stabile e di lunga durata. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Creative Commons ha messo in evidenza i maggiori utilizzatori delle proprie licenze. Essi sono: Al Jazeera Allinizio del 2009 ha lanciato un repository diSezione 6 Creative Commons , una sezione del loro sito web dedicato alla pubblicazione di videoUTENTI sotto la licenza CC Attribution. Questi video sono stati girati a Gaza, mettendo in evidenza il conflitto israelo / palestinese. Considerando che la maggior parte dei media occidentali non avevano accesso alla zona, a differenza di Al Jazeera. Di conseguenza, il filmato era anch’esso visibile a tutti ed altamente funzionale, infatti chiunque poteva vederlo ed utilizzarlo liberamente, dal servizio pubblico alle reti private concorrenti, fino a quando Al Jazeera è stato accreditato. Di recente ha lanciato un suo Blog contenente messaggi scritti da importanti giornalisti e corrispondenti dalla rete televisiva Al Jazeera, tutti pubblicati sotto una licenza CC BY-NC-ND. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Flickr Flickr è stata una tra le prime e principali comunità online per incorporare le opzioni di licenza creative Commons nella sua interfaccia utente, dando ai fotografi di tutto il mondo la possibilità diSezione 6 condividere facilmente le foto alle condizioni daUTENTI loro scelte. Mentre la comunità Flickr è cresciuta, così come il numero di immagini con licenza CC (attualmente ci sono oltre 200 milioni di foto sul sito) Flickr è considerata come lunica fonte più grande del web con licenza CC sui contenuti. I servizi di Flikr sono cresciuti fino ad includere un portale immagine e avanzate funzioni di ricerca CC, rendendolo uno dei siti più utili mondo per la scoperta della creatività, disponibile per la condivisione gratuita e legale, lutilizzo e remix. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Google Google ha utilizzato licenze CC in svariati casi nel corso dei loro servizi digitali. Da sia la possibilità di consentire funzionalità di ricerca CCSezione 6 attraverso il loro motore di ricerca principale, motore di ricerca di immagini, e motore di ricercaUTENTI di libri, sia di consentire agli utenti una licenza CC sui propri contenuti in Picasa, Google Knol, e nella documentazione di Google Code. YouTube, che è di proprietà di Google, ha aggiunto lopzione di licenza CC-BY per il caricamento di video e utilizza le licenze CC per il loro programma di scambio audio, consentendo agli utenti di scambiare «tutti i diritti riservati» su tracce con suoni simili; inoltre ha consentito licenze CC per le istituzioni selezionate. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Nine Inch Nails Quando Trent Reznor ha deciso di rivoluzionare lindustria della musica attraverso un nuovo modello distributivo, l’uomo di punta della NineSezione 6 Inch Nails ha utilizzato CC come punto di ancoraggio, rilasciando la nomina Grammy aiUTENTI Ghosts I-IV sotto una licenza CC Attribution- NonCommercial-ShareAlike. Mentre Reznor ha rilasciato il primo disco digitale gratis, NIN ha incrementato i suoi introiti da 5 $ per scaricare l’intero album a $ 300 per scaricare il cofanetto premium. Limitato a 2.500 unità, il cofanetto ha fruttato $ 750.000 netti per la band. I Ghosts sono arrivati al primo posto grazie al download in formato MP3 su Amazon.com nel 2008. Il prossimo album dei NIN, The Slip, è stato rilasciato gratuitamente sotto la stessa licenza, www.company.com favorendo il sold-out nel tour.
  • Chi utilizza CC? OpenCourseWare MIT OpenCourseWare ha cominciato a pubblicare i suoi materiali sotto una licenza CC BY-NC-SA dal 2004. Oggi, MIT OCW ha oltreSezione 6 1900 corsi online disponibili gratuitamente e liberamente a tutti coloro che adattano,UTENTI traducono, e ridistribuiscono questi materiali. Per ulteriori informazioni su MIT e OCW, vedere "OCW as a transition to college" e "Two MIT OCW Courses Reach Milion Visit Milestone." Il concetto di OpenCourseWare è ora diffuso in decine di università di tutto il mondo. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Public Library of Science Gli open Access journals sono la componente chiave del ciclo di conoscenza condiviso nella comunità scolastica. Ci sono diverse riviste cheSezione 6 sono il modo principale per assicurare e abilitare la condivisione e il riuso dei contenuti scolastici,UTENTI in particolare il Public Library of Science (PLoS), BioMed Central, and Hindawi. PLos, per esempio, pubblica 7 riviste scientifiche, incluse il high-impact PLoS Biology, PLoS Medicine e PLoS ONE, come un ripensamento delle riviste scientifiche basate sul web. Tutti i contenuti del PLoS sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution - la licenza più libera nella suite della Creative Commons, oltre ad essere conforme con la definizione di Open Access. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Wikipedia Wikipedia ha recentemente migrato la sua struttura inerente alle licenze, dalla GNU Free Documentation License alla Creative CommonsSezione 6 Attribution-ShareAlike license. La più grande enciclopedia collaborativa più citata al mondo haUTENTI deciso di fare questo passo attraverso un voto comunitario e per giusti motivi. Cambiando dalla CC BY-SA license, Wikipedia (e lintera totalità di siti collegati a Wikipedia) permette ai contenuti di essere legalmente esportati dal sito con facilità, permettendo ad una delle più grandi risorse culturali della rivoluzione digitale, di interagire legalmente con uninfinità di istituzioni culturali. www.company.com
  • Chi utilizza CC? Whitehouse.gov Lamministrazione Obama ha utilizzato le licenze Creative Commons in diversi modi, dalle foto per il licenziamento della campagna presidenziale,Sezione 6 dal rilascio delle informazioni sulle transazioni del sito Change.gov attraverso la licenzaz CCUTENTI Attribution, alla richiesta dei contenuti postate da terze parti su Whitehouse.gov al fine di essere disponibili solo attraverso la CC Attribution. La posizione del governo degli Stati Uniti in materia di trasparenza è sorprendente, cosi come il CTO, Aneesh Chopra, ha affermato che le licenze CC hanno direttamente modificato le sue prospettive su come una proprietà intellettuale possa essere accessibile, condivisa e riusata - nessuna menzione sulla derivabilità, adattabilità e remixaggio. www.company.com
  • Sezione 7 ALTERNATIVEwww.company.com
  • Istituzioni simili a Creative Commons Copyzero è un progetto promosso dal Movimento Costozero, un’associazione senza scopo di lucro che si batte per la gratuità del diritto alla comunicazione. Lo scopo di Copyzero è quello di tutelare il diritto dautore (copyright), l’open content e soprattutto ilSezione 7 permesso d’autore (copyleft) a costo zero; un’idea interamente italiana, che nasce a Milano per poiALTERNATIVE diffondersi rapidamente in tutto il Web. Copyzero è un meccanismo di tutela delle opere dellingegno che opera attraverso lutilizzo della firma elettronica qualificata e della marca temporale. Quest’ultima in particolare permette di ottenere la prova della creazione di una determinata opera e quindi di poter stabilire un ordine cronologico con le altre e può essere fatta valere in giudizio fino a 20 anni[1] dalla data della sua emissione. La firma elettronica invece individua lautore dellopera e ne tutela i diritti patrimoniali e morali. È inoltre economicamente conveniente in quanto la www.company.com certificazione presso SIAE risulta decisamente più costosa.
  • Istituzioni simili a Creative CommonsSezione 7 My Free Copyright è un servizio grazie al quale è possibileALTERNATIVE tutelare la proprietà intellettuale delle proprie opere. MyFreeCopyright consente infatti di caricare online in formato digitale immagini, video, testi e quantaltro, inserendo titoli e descrizioni, certificarne la registrazione attraverso il ricevimento via e-mail di un codice (Fingerprint) di identificazione da tenere come prova temporale. Tale codice in caso di necessità sarà comparato con il dato che risulta archiviato per dimostrare con certezza la data di creazione dellopera (o comunque la data della certificazione). MyFreeCopyright propone una soluzione gratuita limitata alla protezione di 100 risorse, non poche per la maggior parte delle persone. www.company.com
  • Istituzioni simili a Creative CommonsSezione 7ALTERNATIVE www.company.com
  • Fine della presentazioneSezione 8CONCLUSIONE GRAZIE PER L’ATTENZIONE ☺ www.company.com