Your SlideShare is downloading. ×
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Operazioni di gestione 01
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Operazioni di gestione 01

469

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
469
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Add Your Company SloganOperazioni di gestione Aspetti contabili e fiscali Rilevazione in Bilancio Logo
  • 2. a Analisi del h Principi fatto di gestione contabili b Competenza internazionali economica e finaziaria Analisig Competenza operazioni difiscale TUIR gestione c Rilevazione in PD f Iscrizione in Bilancio d Obblighi e Valutazione di civilistici e fiscali fine esercizio Logo
  • 3. Operazioni di gestione1 Immobilizzazioni2 Personale3 Acquisti e vendite4 Outsourcing e subfornitura5 Smobilizzo dei crediti6 Sostegno pubblico alle imprese Logo
  • 4. Immobilizzazioni • Cosa sono? Beni o servizi (a) • Elementi del patrimonio • Durevolmente utilizzati • Detenuti per esigenze strategiche Sono inseriti alla lettera B nell’Attivo dello SP (f) Si distinguono in:  Immateriali  Materiali  Finanziarie Logo
  • 5. Immobilizzazioni Immateriali • Sono costi pluriennali relativi a beni non tangibili. (a) • Si identificano in • Oneri pluriennali • Beni immateriali • Avviamento Logo
  • 6. Quando un costo per servizi è pluriennale? Quando gli amministratori hanno verificato che • Vi sia stata una acquisizione a titolo oneroso  da terzi (del diritto di proprietà o di godimento)  tramite una realizzazione interna • Il costo abbia una utilità pluriennale • Sia specificatamente identificabile e quantificabile Obbligatoria Facoltativa Iscrizione tra leimmobilizzazioni Beni immateriali Oneri pluriennali (Consenso Collegio Sindacale) Avviamento (Consenso Collegio Sindacale) Logo
  • 7. Quando effettuare la rilevazione? Acquisto Creazione Da terzi in economia Al ricevimento della fattura Vengono Acquisizione titolarietà patrimonializzati i costi (brevetti) diretti e indiretti Stipula contratto (licenze) sostenuti per la realizzazione. PD PD Costo pluriennale X Iva ns. credito X Costo pluriennale X Debiti v/ f. X Costi d’es. rinviati X Logo
  • 8. Scritture d’assestamento • Piano d’ammortamento (art. 2426 c.c.) • Oneri pluriennali: non superiore a 5 anni • Avviamento: non superiore a 5 anni, più lungo se motivato nella Nota integrativa • Beni immateriali: in relazione alla vita economica o al massimo tutela legale • IAS/IFRS: beni immateriali e avviamento con durata illimitata vanno valutati con il metodo dell’impariement test Logo
  • 9. In Bilancio • Art. 2426 c.c. non consente la distribuzione di utili in presenza di oneri pluriennali se non coperti da riserve • I principi contabili internazionali non consentono l’iscrizione degli oneri pluriennali tra le immobilizzazioni Logo
  • 10. Immobilizzazioni materiali • Sono i beni a disposizione dell’imprenditore che ne caratterizzano l’attività aziendale • Il manager deve valutare al momento dell’acquisizione: • Modalità di acquisizione • Programma di utilizzo e stesura Piano d’ammortamento • Previsione interventi di manutenzione Logo
  • 11. Modalità di acquisizione 1 Bene pluriennale X1. Acquisto Iva ns. credito X Debiti v/ f. X2. Apporto 2 Bene pluriennale X3. Costruzione in Azionisti c/ sottoscrizione X economia 3 Bene pluriennale X Costruzioni interne X4. Locazione 4 Fitti passivi X Crediti per cauzioni X5. Leasing Iva ns. credito X Rilevazione: Debiti v/ f. X - metodo patrimoniale - metodo finanziario (Nota 5 Impegni per beni in leasing X integrativa) Creditori c/ leasing X Canoni di leasing X6. Costi accessori Iva ns. credito X Debiti v/ f. X 6 In aumento del bene X Logo
  • 12. Cosa accade al termine della vita del bene? Dismissione per Dismissione per eliminazione alienazione Se il bene non è completamente L’azienda può decidere di ammortizzato e la procedere ad una dismissione è cessione del bene o ad • volontaria si ha una sua permuta. una insussitenza pas. Il sorgere di una ordinaria plusvalenza o di una • involontaria si ha minusvelnza verrà una insussitenza pas. determinato straordinaria confrontando il valore contabile del bene con il prezzo di vendita Logo
  • 13. Contabilità dei beni strumentali (d) • La contabilità sezionale è costituita da • Archivio delle immobilizzazioni • Registro dei bei ammortizzabili non è più obbligatorio ai fini fiscali tenere questo registro perché le informazioni in esso contenute posso essere ricavate o dal Libro degli Inventari o dal Libro Giornale. Se l’azienda non tiene il Libro Giornale le annotazioni possono essere effettuate nel Registro delle fatture d’acquisto Logo
  • 14. Scritture d’assestamento • Risconti relativi ai canoni di locazione • Ammortamenti calcolati in base al Piano d’Ammortamento che è stato redatto tenendo in considerazione: • Il valore da ammortizzare • Il valore residuo del bene • La vita utile del bene • La partecipazione alla gestione dell’esercizio Logo
  • 15. Variazioni durevoli di valore Svalutazioni Rivalutazioni Se il valore del bene è L’incremento di valore può durvolmente inferiore al valor essere effettuato solo in contabile per cause gravi e base ad una legge. straordinarie si procede alla svalutazione. Se condizioni vengono meno il valore orginario viene Bene pluriennale X ripristinato (CE B 10)c ) Saldo di rivalutazione X Saldo di rivalutazione XSvalutazione bene pl. X Imposta sostitutiva Xf.do svalutazione bene p X Riserve di rivalutazione X Logo
  • 16. Impairment test e fair value (IAS/IFRS) • Impairment test (amm. Beni imm. E avviamento o perdite durature/svalutazioni imm.): • si procede alla valutazione del valore residuo del bene, si confronta il valore contabile con il valore di cessione o il valore d’uso. Si contabilizza la perdita durevole di valore. • Fair value (rivalutazioni): • i principi contabili internazionali prevedono la valutazione delle immobilizzazioni a valore corrente e conseguenti rivalutazioni periodiche. Logo
  • 17. Immobilizzazioni finanziarie 1. Crediti a medio/ 1 Prestiti a … X lungo termine Banca c/c X 2 Azioni proprie X Banca c/c X 2. Azioni proprie Riserva straordinaria X (art. 2357 c.cc) Riserva azioni proprie X 3 Partecipazioni in … X 3. Partecipazioni Banca c/c X 4 Titoli immobilizzati X Banca c/c X 4. Altri strumenti finanziari Logo
  • 18. Valutazione partecipazioni a fine esercizio • Art. 2426 c.c. - Criterio di costo: • Costo d’acquisto:  Prezzo d’acquisto + commissioni  Svalutazione a fine es. se il loro valore è durevolmente inferiore • Metodo del patrimonio netto (equity method):  Il valore è proporzionale al patrimonio netto dell’ultimo bilancio Patrimonio n. : valore part. = azioni partecipata : azioni in possesso • Costo acquisto › valore metodo patrim. n. 1. Iscrizione a costo e spiegazione in Nota integrativa 2. Iscrizione con metodo patrimonio netto • Successivi incrementi di valore vanno assegnati a riserva Logo
  • 19. Scritture in PDSvalutazioni in • Se la differenza dipartecipazioni X valore:Partecipazioni x 1. È considerata una perdita la svalutazione è pariPartecipazioni X all’intera perditaRiserva RivalutazionePartecipazioni X 2. È attribuita all’avviamento, il valore iscritto nel conto svalutazioni è pari al massimo ad 1/5 dell’importo della perdita. Al momento della eventuale rivalutazione, questa terrà conto delle quote di avviamento ammortizzate. Logo
  • 20. IAS/IFRS • Partecipazioni strategiche valuta criteri previsti: • Costo • Metodo del patrimonio netto • Valore corrente (fair value) • Attività finanziarie valutate a: • Costo • Impairment test per rilevare le perdite durevoli Logo
  • 21. Amministrazione del personale Logo
  • 22. Conti del personale Conti finanziari Personale c/ acconti (SP Att. C II 5) Personale c/ retribuzione (SP Pass. D 14) Istituti previdenziali (SP Att. C II 5) Istituti previdenziali (SP Pass. D 13) Debiti per ritenute da versare (SP Pass. D 12) Debiti per TFR (SP Pass. C) Personale c/ liquidazioni (SP Pass. D 14) Conti Economici Salari e stipendi (CE B 9 a) Prodotti c/ vendite interne (CE A 1) Oneri sociali (CE B 9 b) TFR (CE B 9 c) Costi lavoro interinale (CE B 9 e) Costi agenzia lavoro (CE B 9 e) Logo
  • 23. Calcolo del TFR • La destinazione della quota del TFR maturato nell’esercizio può avvenire: Fino a 49 Con almeno 50 dipendendenti dipendenti Aderisce Al fondo pensione Al fondo pensione Non aderisce Resta in azienda Al fondo INPS Non si esprime Al fondo pensione Al fondo pensione • Modalità di calcolo: 1. Quota maturata = Salari e stipendi : 13,5 - Quota capitale 2. Rivalsa = Salari e stipendi x 0,50% +3. Rivalutazione =Debiti per TFR x (1,5 + Istat x75%)% Quota - Finanziaria 4. Ritenuta fiscale = Rivalutazione x 11% = Quota TFR Logo

×