Imposte dirette

  • 1,759 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,759
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
46
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Imposte dirette Determinazione del carico fiscale
  • 2. Il sistema tributario
  • 3. Irap
    • Soggetti passivi:
      • chi esercita un’attività autonomamente organizzata di produzione e scambio di beni e servizi
    • Base imponibile
      • Differenza tra valore e costi della produzione
    • Aliquota proporzionale 3,90% + quota regionale
  • 4. Ires
    • Soggetti passivi:
      • Persone giuridiche (società di capitali, società cooperative, enti pubblici e privati) art. 55 Tuir
      • Esercitano attività commerciale
    • Aliquota 27.50%
    • Base imponibile
      • Reddito d’impresa: somma di tutti i redditi provenienti da qualsiasi fonte
    Reddito di bilancio + o - variazioni fiscali = Reddito fiscale
  • 5. Variazioni fiscali
    • Criteri civilistici
      • Principio della prudenza
        • Criterio del costo
        • Criteri elastici in relazioni alla particolare situazione dell’impresa
    • Criteri fiscali
      • Il reddito è determinato in base a regole univoche in maniera uniforme, certa e oggettivamente verificabile
  • 6. Principi tributari art. 109 Tuir
    • Inerenza
      • Costi connessi all’attività aziendale
    • Competenza fiscale
      • Beni mobili consegna o spedizione
      • Beni immobili stipula contratto
      • Servizi ultimati o maturazione corrispettivi
    • Certezza
      • documentabili
    • Iscrizione in bilancio
    • Imputabilità fiscale
      • I costi iscritti in bilancio sono deducibili se si riferiscono ad attività che hanno creato ricavi o proventi
  • 7. Costi deducibili Ricavi imponibili
  • 8. Svalutazione dei crediti
    • Calcolo quota svalutazione deducibile
      • Crediti commerciali x 0,5%
      • Svalutazione cont. – svalut. Deducibile = ripresa fiscale
    • Ammontare max dei fondi perdite su crediti e svalutazione crediti
      • Crediti commerciali x 5%= f.do fiscale
      • f.do contabile prima dell’accantonamento + svalutazione fiscale > f.do fiscale = ripresa fiscale per la differenza
    • Non si considerano crediti commerciali le cessioni di immobilizzazioni
  • 9. Perdite su crediti
    • Le perdite su crediti
      • Sono deducibili solo se risultano da elementi certi e precisi
      • Se il debitore è assoggettato a procedure concorsuali
  • 10. Valutazione rimanenze
    • Metodo Lifo a scatti annuale
      • es n1 attività: costo medio ponderato
      • es n 2 attività: se
        • Rim n 2 > rim n 1
        • Le rimanenze eccedenti l’es precedente sono valutate a costo medio ponderato d’es. e sommate al valore delle rim. dell’es. precedente
        • Rim n 2 < rim n 1
        • Le rimanenze vengono valutate al costo medio dell’es. precedente
    • Il fisco accetta comunque la valutazione delle rimanenze effettuata con i principi civilistici
    • Se la vlautazione al valore normale medio dell’ultimo mese è inferiore a quella dei punti 1 o 2 si deve adottare questa valutazione
  • 11. Lavori in corso ultrannuali
    • Per la parte eseguita a partire dall’esecuzione del contratto
      • Valutazione in base ai corrispettivi pattuiti
  • 12. Amm. immobilizzazioni immateriali 5 es. a partire da quello in corso Spese relative a + es. (impianto e ampliamento Interamente nell’es. se di valore inf. 50€ Spese di rappresentanza (gadget) Interamente deducibili nell’es. in cui sono sostenute se sono interamente inerenti alla produzione del reddito Spese di rappresentanza
    • Interamente nell’esercizio
    • o in 5 es. a partire da quello in corso
    Spese di pubblicità e propaganda
    • Interamente nell’esercizio
    • o in 5 es. a partire da quello in corso
    Spese per studi e ricerche Non + di 1/18 del costo Avviamento Durata del contratto di utilizzazione Diritti di concessione Non + di 1/18 del costo Marchi d’impresa Non + del 50% del costo Diritti di utilizzazione di opere d’ingegno, brevetti, processi, formule ecc. Calcolo quota ammortamento Bene
  • 13. Amm. beni strumentali
    • A partire dall’es. di entrata in funzione
    • Calcolo:
      • In base alla % stabilita dal ministero per quella categoria di beni e per la tipologia di attività svolta dall’impresa
      • Esercizio di entrata in funzione: metà coefficiente (%)
      • Beni di valore inferiore a 516,46€ amm. Integrale
      • Base di calcolo per amm. Fabbricati = costo storico bene al netto del valore area, se non conosciuto si intende pari al 20% e del 30% se fabbricati industriali
      • Se l’amm. civilistico è inferiore a quello fiscale non si può detrarre l’eccedenza e la durata in anni dell’amm. fiscale sarà più lunga di quello civilistica
  • 14. Canoni leasing
    • Le quote sono deducibili se:
      • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 < durata contratto
      • Automezzi ad uso non esclusivo dell’impresa
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale < durata contratto
      • Beni immobili
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 < 11 anni ≤ durata contratto
        • 11 anni ≤ Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 ≤ durata contratto < 18 anni
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 > 18 anni = durata contratto non deve essere superiore
        • Se fabbricati la quota di canone è deducibile per la quota al netto della parte per l’area (20% o 30%)
  • 15. Interessi passivi
    • Società di persone interamente se non ha percepito proventi esclusi da tassazione
    • Società di capitali
      • Interessi passivi netti = interessi pass. + quota interessi su canoni leasing – interessi attivi
      • Rol =(differenza tra valore e costi produzione) + ammortamenti + canoni leasing
      • Rol x 30% ≥ interessi pass. netti
      • Se Rol x 30% ≤ interessi pass. netti l’eccedenza non è deducibile
      • Quota interessi deducibile = interessi attivi + quota interessi pass. netti se ≤ Rol x 30%
  • 16. Plusvalenza
    • Nell’esercizio
    • Se derivante dalla vendita di un bene posseduto da almeno 3 anni
      • Si ripartisce il ricavo sui 5 anni compreso quello in corso
    • Se derivante da partecipazioni e rispetta i requisiti della participation exemption esenti per il 95% altrimenti si ripartiscono nei 5 anni