Imposte dirette
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Imposte dirette

on

  • 2,237 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,237
Views on SlideShare
2,224
Embed Views
13

Actions

Likes
0
Downloads
46
Comments
0

2 Embeds 13

http://igeomostri.blogspot.it 7
http://igeomostri.blogspot.com 6

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Imposte dirette Presentation Transcript

  • 1. Imposte dirette Determinazione del carico fiscale
  • 2. Il sistema tributario
  • 3. Irap
    • Soggetti passivi:
      • chi esercita un’attività autonomamente organizzata di produzione e scambio di beni e servizi
    • Base imponibile
      • Differenza tra valore e costi della produzione
    • Aliquota proporzionale 3,90% + quota regionale
  • 4. Ires
    • Soggetti passivi:
      • Persone giuridiche (società di capitali, società cooperative, enti pubblici e privati) art. 55 Tuir
      • Esercitano attività commerciale
    • Aliquota 27.50%
    • Base imponibile
      • Reddito d’impresa: somma di tutti i redditi provenienti da qualsiasi fonte
    Reddito di bilancio + o - variazioni fiscali = Reddito fiscale
  • 5. Variazioni fiscali
    • Criteri civilistici
      • Principio della prudenza
        • Criterio del costo
        • Criteri elastici in relazioni alla particolare situazione dell’impresa
    • Criteri fiscali
      • Il reddito è determinato in base a regole univoche in maniera uniforme, certa e oggettivamente verificabile
  • 6. Principi tributari art. 109 Tuir
    • Inerenza
      • Costi connessi all’attività aziendale
    • Competenza fiscale
      • Beni mobili consegna o spedizione
      • Beni immobili stipula contratto
      • Servizi ultimati o maturazione corrispettivi
    • Certezza
      • documentabili
    • Iscrizione in bilancio
    • Imputabilità fiscale
      • I costi iscritti in bilancio sono deducibili se si riferiscono ad attività che hanno creato ricavi o proventi
  • 7. Costi deducibili Ricavi imponibili
  • 8. Svalutazione dei crediti
    • Calcolo quota svalutazione deducibile
      • Crediti commerciali x 0,5%
      • Svalutazione cont. – svalut. Deducibile = ripresa fiscale
    • Ammontare max dei fondi perdite su crediti e svalutazione crediti
      • Crediti commerciali x 5%= f.do fiscale
      • f.do contabile prima dell’accantonamento + svalutazione fiscale > f.do fiscale = ripresa fiscale per la differenza
    • Non si considerano crediti commerciali le cessioni di immobilizzazioni
  • 9. Perdite su crediti
    • Le perdite su crediti
      • Sono deducibili solo se risultano da elementi certi e precisi
      • Se il debitore è assoggettato a procedure concorsuali
  • 10. Valutazione rimanenze
    • Metodo Lifo a scatti annuale
      • es n1 attività: costo medio ponderato
      • es n 2 attività: se
        • Rim n 2 > rim n 1
        • Le rimanenze eccedenti l’es precedente sono valutate a costo medio ponderato d’es. e sommate al valore delle rim. dell’es. precedente
        • Rim n 2 < rim n 1
        • Le rimanenze vengono valutate al costo medio dell’es. precedente
    • Il fisco accetta comunque la valutazione delle rimanenze effettuata con i principi civilistici
    • Se la vlautazione al valore normale medio dell’ultimo mese è inferiore a quella dei punti 1 o 2 si deve adottare questa valutazione
  • 11. Lavori in corso ultrannuali
    • Per la parte eseguita a partire dall’esecuzione del contratto
      • Valutazione in base ai corrispettivi pattuiti
  • 12. Amm. immobilizzazioni immateriali 5 es. a partire da quello in corso Spese relative a + es. (impianto e ampliamento Interamente nell’es. se di valore inf. 50€ Spese di rappresentanza (gadget) Interamente deducibili nell’es. in cui sono sostenute se sono interamente inerenti alla produzione del reddito Spese di rappresentanza
    • Interamente nell’esercizio
    • o in 5 es. a partire da quello in corso
    Spese di pubblicità e propaganda
    • Interamente nell’esercizio
    • o in 5 es. a partire da quello in corso
    Spese per studi e ricerche Non + di 1/18 del costo Avviamento Durata del contratto di utilizzazione Diritti di concessione Non + di 1/18 del costo Marchi d’impresa Non + del 50% del costo Diritti di utilizzazione di opere d’ingegno, brevetti, processi, formule ecc. Calcolo quota ammortamento Bene
  • 13. Amm. beni strumentali
    • A partire dall’es. di entrata in funzione
    • Calcolo:
      • In base alla % stabilita dal ministero per quella categoria di beni e per la tipologia di attività svolta dall’impresa
      • Esercizio di entrata in funzione: metà coefficiente (%)
      • Beni di valore inferiore a 516,46€ amm. Integrale
      • Base di calcolo per amm. Fabbricati = costo storico bene al netto del valore area, se non conosciuto si intende pari al 20% e del 30% se fabbricati industriali
      • Se l’amm. civilistico è inferiore a quello fiscale non si può detrarre l’eccedenza e la durata in anni dell’amm. fiscale sarà più lunga di quello civilistica
  • 14. Canoni leasing
    • Le quote sono deducibili se:
      • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 < durata contratto
      • Automezzi ad uso non esclusivo dell’impresa
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale < durata contratto
      • Beni immobili
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 < 11 anni ≤ durata contratto
        • 11 anni ≤ Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 ≤ durata contratto < 18 anni
        • Calcolo della durata dell’amm. Fiscale x 2/3 > 18 anni = durata contratto non deve essere superiore
        • Se fabbricati la quota di canone è deducibile per la quota al netto della parte per l’area (20% o 30%)
  • 15. Interessi passivi
    • Società di persone interamente se non ha percepito proventi esclusi da tassazione
    • Società di capitali
      • Interessi passivi netti = interessi pass. + quota interessi su canoni leasing – interessi attivi
      • Rol =(differenza tra valore e costi produzione) + ammortamenti + canoni leasing
      • Rol x 30% ≥ interessi pass. netti
      • Se Rol x 30% ≤ interessi pass. netti l’eccedenza non è deducibile
      • Quota interessi deducibile = interessi attivi + quota interessi pass. netti se ≤ Rol x 30%
  • 16. Plusvalenza
    • Nell’esercizio
    • Se derivante dalla vendita di un bene posseduto da almeno 3 anni
      • Si ripartisce il ricavo sui 5 anni compreso quello in corso
    • Se derivante da partecipazioni e rispetta i requisiti della participation exemption esenti per il 95% altrimenti si ripartiscono nei 5 anni