Footprint
Forum
2010
Carbon Footprint dei
BioPannolini W.I.P. mediante LCA
Department of
Environmental Science
University ...
Footprint
Forum
2010
Contenuti
• Obiettivi dello studio e metodologia LCA
• Analisi del processo produttivo e degli impatt...
Footprint
Forum
2010
La Missione di W.I.P
Mediamente il 50% di un pannolino monouso in commercio è composto
da derivati da...
Footprint
Forum
2010
La composizione dei pannolini WIP
Footprint
Forum
2010
Obiettivo dello Studio e metodologia LCA
Definire l’Impronta di Carbonio dei pannolini W.I.P al fine ...
Footprint
Forum
2010
Metodologia LCA: fasi del ciclo di vita dei
pannolini WIP
Aquisizione
materie
prime
Trasporto
delle m...
Footprint
Forum
2010
Acquisizione di materie prime
Materia prima
Quantità in peso
per pannolino (g)
GWP100
kg CO2eq/kg
GWP...
Footprint
Forum
2010
Trasporto delle materie prime
MATERIALI TRASPORTATI Distanza (km) MEZZO DI TRASPORTO
Raumacel TCF Cel...
Footprint
Forum
2010
Trasporto delle materie prime
Emissioni GWP100
Fattore di emissione
(g/kg combustibile)
GWP100 per em...
Footprint
Forum
2010
Processo produttivo: consumo di energia
Scenario 1: 70% idroelettrico + 30% fotovoltaico
Emissioni
GW...
Footprint
Forum
2010
Processo produttivo: consumo di energia
Considerando con uguale probabilità i due scenari è stato cal...
Footprint
Forum
2010
Trasporto del prodotto ai rivenditori
Lunghezza tratta Italia-Danimarca-Svezia = 2769 km
Consumo tota...
Footprint
Forum
2010
Impronta di carbonio dei pannolini W.I.P
GWP100 totale di 1 bio-pannolino
Fase del ciclo di vita GWP1...
Footprint
Forum
2010
Bio-pannolini VS pannolini convenzionali
Footprint
Forum
2010
Conclusioni
L’ impatto più significativo è generato dal consumo di energia nel sito
produttivo: 2,62 ...
Footprint
Forum
2010
Conclusioni
W.I.P ha individuato 2 scelte strategiche per ridurre ulteriormente
l’impronta di carboni...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'impronta di carbonio dei Biopannolini Naturaè

1,475 views

Published on

Mediamente il 50% di un pannolino monouso in commercio è composto da derivati dal petrolio non
biodegradabili e non sostenibili, il restante da cellulosa ricavata da alberi.
W.I.P. si propone - sebbene per una minima fetta di mercato - quale alternativa sostenibile al pannolino
monouso tradizionale da fonti fossili, utilizzando prodotti innovativi derivati da biopolimeri, conosciuti
come bioplastiche.
W.I.P. ha utilizzato per la prima volta al mondo diversi derivati da biopolimeri quali PLA e MATER-BI, combinandoli assieme a seconda dello scopo di impiego e delle loro performances, individuando nei prodotti igienici monouso l’impiego più sostenibile e al contempo salutare per i consumatori.
Oggi il pannolino per bambini a marchio Naturaè è il pannolino monouso con il più alto indice di biodegradabilità al mondo – mediamente pari almeno all’80%.
L’impegno di WIP però non si esaurisce nella progettazione del prodotto ma, consapevole della
necessità di allargare l’orizzonte di valutazione, valutando la sostenibilità in un’ottica di ciclo di vita,
l’azienda si è impegnata a ridurre i propri impatti a partire dal sito di produzione fino ad arrivare alla
propria rete di distribuzione.
Per questo motivo, al fine di quantificare i benefici delle proprie scelte e di individuare i possibili
ambiti di miglioramento, ha commissionato – attraverso il suo partner Danese Ecopeople - uno studio di carbon footprint (per misurare l’impronta di carbonio, ovvero l’emissione di gas climalteranti, GHGs) lungo tutto il processo produttivo, dalle materie prime alla distribuzione del prodotto finito.

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,475
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
219
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'impronta di carbonio dei Biopannolini Naturaè

  1. 1. Footprint Forum 2010 Carbon Footprint dei BioPannolini W.I.P. mediante LCA Department of Environmental Science University of Milano Bicocca
  2. 2. Footprint Forum 2010 Contenuti • Obiettivi dello studio e metodologia LCA • Analisi del processo produttivo e degli impatti associati • Risultati: impronta di carbonio dei bio-pannolini W.I.P. • Bio-pannolini VS pannolini convenzionali • Conclusioni
  3. 3. Footprint Forum 2010 La Missione di W.I.P Mediamente il 50% di un pannolino monouso in commercio è composto da derivati dal petrolio non biodegradabili e non sostenibili, il restante da cellulosa ricavata da alberi. W.I.P. si propone come alternativa sostenibile al pannolino monouso tradizionale da fonti fossili, utilizzando prodotti innovativi derivati da biopolimeri, conosciuti come bioplastiche. L’impegno di WIP però non si esaurisce nella progettazione del prodotto ma, consapevole della necessità di allargare l’orizzonte di valutazione, valutando la sostenibilità in un’ottica di ciclo di vita, l’azienda si è impegnata a ridurre i propri impatti a partire dal sito di produzione fino ad arrivare alla propria rete di distribuzione.
  4. 4. Footprint Forum 2010 La composizione dei pannolini WIP
  5. 5. Footprint Forum 2010 Obiettivo dello Studio e metodologia LCA Definire l’Impronta di Carbonio dei pannolini W.I.P al fine di documentare gli impatti ambientali derivanti dall’intero ciclo di vita del prodotto. Calcolo del Global Warming Potential (GWP100) associato alle emissioni derivanti da ogni fase del ciclo di vita del prodotto. Il GWP è la misura di quanto un dato gas serra contribuisce al riscaldamento globale. Questo indice è basato su una scala relativa che confronta il gas considerato con un'uguale massa di CO2, il cui GWP è per definizione pari a 1. Ogni valore di GWP è calcolato per uno specifico intervallo di tempo (GWP100 è calcolato su 100 anni) I GWP100 relativi ad ogni fase del ciclo di vita del pannolino sono sommati al fine di ottenere un valore di GWP100 totale, indicativo dell’impronta di carbonio del prodotto.
  6. 6. Footprint Forum 2010 Metodologia LCA: fasi del ciclo di vita dei pannolini WIP Aquisizione materie prime Trasporto delle materie prime Processo produttivo Indicatori di Global Warming: • Anidride carbonica (CO2) • Metano (CH4) • Ossido di diazoto (N2O) • CFCs (CFC-11, -12, -113, -114, -115) • HCFCs (HCFC-22, -123, -124,-141b,-142b) • HFCs (HFC-125,-134a-152a) • Halons • Tetracloruro di carbonio (CCl4) • 1,1,1 – tricloroetano (CCl3CH3) • Monossido di carbonio (CO) Trasporto del prodotto
  7. 7. Footprint Forum 2010 Acquisizione di materie prime Materia prima Quantità in peso per pannolino (g) GWP100 kg CO2eq/kg GWP100 totale (kg CO2eq) Cellulose 37,27 1,20 0,0447 Super Absorbent Polymers (SAP) 11 3,70 0,0407 PLA 5,5 0,30 0,00165 Mater-Bi 3,71 0,30 0,001113 Hot melt 1,23 0,00 0,00 Polyethylene 1,12 2,60 0,00291 Filament yarn 0,15 0,00 0,00 Polypropylene 0,12 3,90 0,000468 Totale 60,1 0,0915 (KgCO₂eq/pannolino)
  8. 8. Footprint Forum 2010 Trasporto delle materie prime MATERIALI TRASPORTATI Distanza (km) MEZZO DI TRASPORTO Raumacel TCF Cellulose 2315 Camion Ahlstrom Spunbond 2122 Camion 2063,4 km/ treno 58,6 km Polycart, Mater-Bi backsheet 137 Camion TenotexTopsheet and Acquisition Layer 397 Camion Koester closure tape 923 Camion Pantex waist bands 394 Camion Henkel hot melt 385 Camion Tissue 103 Camion Frontal tape 389 Camion SAP Basf 471 Camion external box 4,5 Camion Bags 273 Camion Asahi Kasei elastic yarn 1212 Camion Totale 9125,5
  9. 9. Footprint Forum 2010 Trasporto delle materie prime Emissioni GWP100 Fattore di emissione (g/kg combustibile) GWP100 per emissione (kgCO2 eq) Total GWP100 CO₂ 1 3140 6672,310 6729,47 KgCO₂eq/viaggio CO 3 6,80 43,349 CH₄ 25 0,26 13,812 Si considera che con la quantità di materia prima acquisita in 5 giorni lavorativi si producano 250.000 pannolini. Totale GWP100 per 1 pannolino 0,0269 kg CO2eq Consumo totale di combustibile = 2590,54 L (= 2176 kg )
  10. 10. Footprint Forum 2010 Processo produttivo: consumo di energia Scenario 1: 70% idroelettrico + 30% fotovoltaico Emissioni GWP100 GWP100 per emissione kg/kWh GWP100 totale CO₂ 1 44,0001 44,573 KgCO₂eq/kWh CH₄ 25 0,000229 Scenario 2: 70% geotermico + 30% fotovoltaico Emissioni GWP100 GWP100 per emissione kg/kWh GWP100 totale CO₂ 1 46,866 46,866 KgCO₂eq/kWh DUE POSSIBILI SCENARI DI APPROVVIGIONAMENTO: attualmente il 100% di energia è acquistata da Enel Green Power e proviene da geotermico e idroelettrico. È prevista l’installazione di pannelli fotovoltaici in grado di fornire il 30% dell’energia attualmente consumata.
  11. 11. Footprint Forum 2010 Processo produttivo: consumo di energia Considerando con uguale probabilità i due scenari è stato calcolato il GWP100 medio relativo al consumo energetico. GWP100hydro/solar = 44,573 KgCO₂eq/kWh GWP100geoth./solar= 46,866 KgCO₂eq/kWh GWP100 medio = 45,720 kg CO2 eq/kWh Consumo energetico per 1 pannolino = 0,0573 kWh GWP100 = 2,620 kg CO2 eq / pannolino
  12. 12. Footprint Forum 2010 Trasporto del prodotto ai rivenditori Lunghezza tratta Italia-Danimarca-Svezia = 2769 km Consumo totale di combustibile = 791,143 L (664,56 kg) Emissioni GWP100 Fattore di emissione (g/kg combustibile) GWP100 per emissione GWP100 totale CO₂ 1 3,14 2086,72 2104,6 KgCO₂eq/viaggio CO 3 6,80 13.557 CH₄ 25 0,26 4,320 Numero di pannolini trasportati per ogni viaggio = 40.500 GWP100 = 0,052 kg CO2 eq / pannolino
  13. 13. Footprint Forum 2010 Impronta di carbonio dei pannolini W.I.P GWP100 totale di 1 bio-pannolino Fase del ciclo di vita GWP100 (kg CO2 eq/ pannolino) Materie prime 0,0915 Trasporto materie prime 0,0269 Processo produttivo 2,6203 Trasporto ai rivenditori 0,0520 TOTALE 2,7907 kg CO2 eq/ pannolino
  14. 14. Footprint Forum 2010 Bio-pannolini VS pannolini convenzionali
  15. 15. Footprint Forum 2010 Conclusioni L’ impatto più significativo è generato dal consumo di energia nel sito produttivo: 2,62 kg CO2 eq/pannolino. 0.091 0.027 0.053 2.62 0 0.5 1 1.5 2 2.5 3 materie prime trasp mat prime trasporto rivenditori consumi elettrici GWP delle fasi del ciclo di vita (kg CO2 eq/pannolino) Non è possibile ridurre ulteriormente le emissioni di gas climalteranti agendo sull’approvvigionamento energetico poiché W.I.P. utilizza energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili.
  16. 16. Footprint Forum 2010 Conclusioni W.I.P ha individuato 2 scelte strategiche per ridurre ulteriormente l’impronta di carbonio dei pannolini: 1. Aumentare il numero di pannolini prodotti: questa soluzione permetterebbe di utilizzare le macchine in modo più efficiente poiché lavorerebbero a pieno carico, distribuendo il consumo di energia su un numero maggiore di unità di prodotto. 2. Incrementare la distribuzione dei bio-pannolini sul territorio italiano, aumentando la quota di trasporto su percorsi a kilometraggio ridotto che permettano un ulteriore risparmio in termini di CO2 eq/pannolino. W.I.P prevede inoltre di estendere il presente studio ad una LCA completa del pannolino che consideri la biodegradabilità/compostabilità delle materie prime, la produzione e il riciclo di rifiuti e di materiali destinati al packaging dei prodotti.

×