Your SlideShare is downloading. ×
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
202 Stefano Corro (17)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

202 Stefano Corro (17)

751

Published on

Presentazione nell'evento "Ecosistemi aumentati: reti che attivano territori", al Veneziacamp2010, il 2 Luglio 2010

Presentazione nell'evento "Ecosistemi aumentati: reti che attivano territori", al Veneziacamp2010, il 2 Luglio 2010

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
751
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Una RETE di PE RSONE, IDEE, PROGETT I per PRODURRE e UTILIZZARE IN SIEME ENERGIE www.retenergie.it
  • 2. nasce R ETENERGIE Retenergie Società Cooperativa nasce il 19 dicembre 2008 a Fossano (Cuneo) per iniziativa di un gruppo di persone impegnate nel campo delle AUTOPRODUZIONI di energia da fonti RINNOVABILI. www.retenergie.it
  • 3. l’IDEA di R ETENERGIE struttura per costruire impianti di produzione di energia rinnovabile attraverso la forma dell'azionariato popolare allargamento dell‘esperienza “ADOTTA UN kW” di Solare Collettivo Onlus culminata nel 2008 nella costruzione di un impianto fotovoltaico collettivo da 20 kW www.retenergie.it
  • 4. una COOPERATIVA la forma scelta è la cooperativa perché gli obiettivi devono essere coerenti con i mezzi utilizzati per raggiungerli:  partecipazione  autogestione  solidarietà obiettivo MUTUALISTICO NON è il PROFITTO fine a se stesso www.retenergie.it
  • 5. inostri PROGETTI impianti collettivi a fonti rinnovabili con BASSO IMPATTO AMBIENTALE www.retenergie.it
  • 6. 4 line e di SVILUPPO 1. fotovoltaico 2. micro-idroelettrico 3. eolico 4. cogenerazione e biomassa www.retenergie.it
  • 7. f otovoltaico realizzazione di impianti su tetti di taglia indicativa di 20 kW durata: 10-12 anni www.retenergie.it
  • 8. micro-i droelettrico realizzazione di centraline idroelettriche di taglia variabile (micro-mini idro) durata: 7-9 anni www.retenergie.it
  • 9. eolico realizzazione di impianti singoli o in campi di taglia minima indicativa di 20 kW durata: 5-7 anni www.retenergie.it
  • 10. enerazione e biomassa cog realizzazione di impianti di potenza massima di 1 MW durata: 6-8 anni www.retenergie.it
  • 11. come ADERIRE per aderire alla cooperativa si può diventare SOCI SOVVENTORI di un determinato piano di sviluppo, partecipando così ATTIVAMENTE agli sviluppi della società:  Partecipazione finanziaria: il minimo è 500 euro (10 quote)  Partecipazione alla vita societaria, con il principio 1 TESTA 1 VOTO  Partecipazione agli utili dell’attività, condividendone i rischi di impresa Ad oggi la cooperativa conta circa 165 soci www.retenergie.it
  • 12. soci SOV VENTORI  sono privilegiate nella ripartizione degli utili nella misura massima di 2 punti percentuali in più rispetto alla remunerazione dei soci cooperatori  l'Assemblea può prevedere differenziali di rendimento diversificati in relazione alla durata degli investimenti come previsti dal Fondo per lo sviluppo tecnologico e il potenziamento aziendale e alla loro connessione ad eventuali differenti piani di sviluppo  nel caso i cui l'Assemblea deliberi di non distribuire utili ai soci cooperatori, ai soci sovventori spetta comunque -nella misura in cui la distribuzione sia possibile per legge- una remunerazione pari almeno alla remunerazione minima dei buoni fruttiferi postali alle azioni dei soci sovventori è attribuito il diritto di prelazione nel rimborso del capitale in caso di liquidazione della società www.retenergie.it
  • 13. gli UTILIZZATORI la sfida progettuale è conciliare il ruolo di produttori con quello di utilizzatori, stanti le condizioni di mercato attualmente presenti in Italia, chiudendo così un circolo VIRTUOSO che parte dalla produzione arrivando fino al suo utilizzo. www.retenergie.it
  • 14. la RETE el ettrica nazionale generazione vendita trasmissione distribuzione I settori di GENERAZIONE e VENDITA sono “liberi” I settori di Trasmissione e Distribuzione sono monopoli La trasmissione è affidata a una società nazionale semipubblica (Terna) La distribuzione è affidata per concessione comune per comune (Enel, Aem) www.retenergie.it
  • 15. gli INCENT IVI pubblici fotovoltaico:  conto energia  cessione alla rete  contratti bilaterali altre rinnovabili:  tariffa omnicomprensiva  certificati verdi www.retenergie.it
  • 16. la nostra GO VERNANCE  Consiglio di Amministrazione (5 membri)  4 gruppi di lavoro  amministrativo, comunicazione, commerciale, tecnico  165 soci distribuiti geograficamente  Referenti locali: Liguria, Lombardia, Emilia R., Marche, Veneto, altri in via di sviluppo www.retenergie.it
  • 17. NTATTI in ostri CO info@retenergie.it comunicazione@retenergie.it amministrazione@retenergie.it progetti@retenergie.it soci@retenergie.it Nodo Veneto: Stefano Corrò 348 9109199 veneto@retenergie.it www.retenergie.it

×