Torino, 12 marzo 2013Un percorso a tappe verso San Salvario Ecoquartiere
GLI OBIETTIVI
Obiettivo di fondoSostituire il più possibile ein misura sempre crescentenel quartiere gli spostamentimotorizzati privati ...
Diversi tipi di spostamenti,diversi obiettivi
Traffico di attraversamentoObiettivo:spostarlo sui grandi corsiai margini del quartiere
Traffico di accessoObiettivo:far sì che avvengail più possibiletramite mezzi alternativi aquelli motorizzati privati
Traffico in uscita (dei residenti)Obiettivo:evitare l’uso dell’autose non indispensabile,portarlo nel più breve trattoposs...
Traffico interno al quartiereObiettivo:far sì che avvengail più possibiletramite mezzi alternativi aquelli motorizzati pri...
LE AZIONI
Un percorso di interventi a tappe,da quelli a costo nullo o molto bassorealizzabili da subitoa quelli di costo medio o alt...
Puntare ad interventiil più possibile diffusinell’obiettivo finale,ma partendo dai punti e dalle viea maggiore visibilità ...
Sul breve periodo…
1. Le porte al quartiereDevono rendere immediatamentericonoscibile San Salvariocome Ecoquartiere in cui ci sideve muovere ...
2. Riorganizzare i sensi di marcia eintrodurre tratti semipedonalizzatiDevono rendere meno permeabilela rete viaria del qu...
3. Sostituire parte delle strisce blucon parcheggi per soli residentiObiettivo: disincentivare l’accesso deinon residenti ...
4. Dare maggiore priorità al mezzopubblico sulle vie Madama e ValpergaObiettivo: migliorare l’accessibilitàal quartiere tr...
5. Rilanciare iniziative di educazionee sensibilizzazione come PedibusObiettivo: diffondere tra residenti evisitatori la c...
6. Moltiplicare i punti di prelievodel bike sharing e del car sharing,le rastrelliere per biciclette ecc.Per promuovere le...
Sul medio periodo…
7. Introdurre una ZTLcon varchi elettroniciImpedire in maniera più sistematicail traffico di attraversamento (soprattuttoq...
8. Riorganizzare e riqualificareVia Madama CristinaOltre alle vie riservate per il mezzopubblico, si potrebbero ridistribu...
Sul lungo periodo…
9. Trasformare tutta l’area in Zona 30Introdurre sistematicamente misure dimoderazione della velocità (intersezionie incro...
10. Restringere le carreggiate eintrodurre sistematicamente alberatureAllargare i marciapiedi per averesu tutti filari di ...
11. Ridurre i parcheggi ancheper i residentiRidurre l’occupazione del suolo pubblicoda parte delle auto grazie ai parchegg...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Un percorso a tappe verso San Salvario Ecoquartiere

327 views

Published on

Presentazione curata dal Prof. Luca Staricco (Politecnico di Torino) nella serata conclusiva del tavolo mobilità del quartiere San Salvario. Illustrazioni di un'ipotesi di progetto.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
327
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Un percorso a tappe verso San Salvario Ecoquartiere

  1. 1. Torino, 12 marzo 2013Un percorso a tappe verso San Salvario Ecoquartiere
  2. 2. GLI OBIETTIVI
  3. 3. Obiettivo di fondoSostituire il più possibile ein misura sempre crescentenel quartiere gli spostamentimotorizzati privati con altre forme dimobilità più sostenibile.
  4. 4. Diversi tipi di spostamenti,diversi obiettivi
  5. 5. Traffico di attraversamentoObiettivo:spostarlo sui grandi corsiai margini del quartiere
  6. 6. Traffico di accessoObiettivo:far sì che avvengail più possibiletramite mezzi alternativi aquelli motorizzati privati
  7. 7. Traffico in uscita (dei residenti)Obiettivo:evitare l’uso dell’autose non indispensabile,portarlo nel più breve trattopossibile sui corsi marginali
  8. 8. Traffico interno al quartiereObiettivo:far sì che avvengail più possibiletramite mezzi alternativi aquelli motorizzati privati
  9. 9. LE AZIONI
  10. 10. Un percorso di interventi a tappe,da quelli a costo nullo o molto bassorealizzabili da subitoa quelli di costo medio o alto,realizzabili man mano che si troverannoi fondi necessari.
  11. 11. Puntare ad interventiil più possibile diffusinell’obiettivo finale,ma partendo dai punti e dalle viea maggiore visibilità ed impatto(via Madama Cristina,Largo Saluzzo ecc.)
  12. 12. Sul breve periodo…
  13. 13. 1. Le porte al quartiereDevono rendere immediatamentericonoscibile San Salvariocome Ecoquartiere in cui ci sideve muovere in modo sostenibile
  14. 14. 2. Riorganizzare i sensi di marcia eintrodurre tratti semipedonalizzatiDevono rendere meno permeabilela rete viaria del quartiere perdisincentivare il traffico diattraversamento
  15. 15. 3. Sostituire parte delle strisce blucon parcheggi per soli residentiObiettivo: disincentivare l’accesso deinon residenti tramite l’auto
  16. 16. 4. Dare maggiore priorità al mezzopubblico sulle vie Madama e ValpergaObiettivo: migliorare l’accessibilitàal quartiere tramite mezzo pubblico
  17. 17. 5. Rilanciare iniziative di educazionee sensibilizzazione come PedibusObiettivo: diffondere tra residenti evisitatori la consapevolezza diSan Salvario come Ecoquartiere
  18. 18. 6. Moltiplicare i punti di prelievodel bike sharing e del car sharing,le rastrelliere per biciclette ecc.Per promuovere le forme di mobilitàda/per e interne a San Salvarioalternative all’auto privata
  19. 19. Sul medio periodo…
  20. 20. 7. Introdurre una ZTLcon varchi elettroniciImpedire in maniera più sistematicail traffico di attraversamento (soprattuttoquando saranno potenziati i parcheggiai margini del quartiere).
  21. 21. 8. Riorganizzare e riqualificareVia Madama CristinaOltre alle vie riservate per il mezzopubblico, si potrebbero ridistribuire iparcheggi, creare più spazi per dèhors,sperimentare corsia riservata al mattinoalla distribuzione commerciale a bassoimpatto (come ipotizzato per via Po).
  22. 22. Sul lungo periodo…
  23. 23. 9. Trasformare tutta l’area in Zona 30Introdurre sistematicamente misure dimoderazione della velocità (intersezionie incroci rialzati) per renderepiù sicuri e meno impattanti anche glispostamenti motorizzati dei residenti
  24. 24. 10. Restringere le carreggiate eintrodurre sistematicamente alberatureAllargare i marciapiedi per averesu tutti filari di alberi e spazidi fermata e incontro, migliorandoqualità, estetica e vivibilità del quartiere
  25. 25. 11. Ridurre i parcheggi ancheper i residentiRidurre l’occupazione del suolo pubblicoda parte delle auto grazie ai parcheggipertinenziali e alle progressiva rinunciada parte delle famiglie residentialla seconda auto (superflua per care bike sharing ecc.)

×