E-book 1.

2,114 views
1,969 views

Published on

AIB Toscana Formazione. A-book, Agnese Perrone, 22 novembre 2011

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,114
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,265
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

E-book 1.

  1. 1. Agnese Perrone Swets Information Services Corso di aggiornamento finanziato dalla Regione Toscana per le biblioteche pubbliche (31 ottobre - 9 dicembre 2011)
  2. 2. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in discussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  3. 3. e-book:un’unica definizione? <ul><li>formato elettronico nel quale il testo digitale è convertito ( e- book format ), </li></ul><ul><li>il dispositivo di lettura del testo digitale che si identifica con un hardware ( e- book reader device ) fornito di un programma di lettura compatibile </li></ul><ul><li>comprende sia e-book nati digitali che la conversione digitale di libri </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  4. 4. Contenuti & Piattaforme A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 opere fuori diritti editori opere orfane digital born store online digitalizzate (fini commerciali) editori portali
  5. 5. utente editore / distributore autore contenuto A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 Attori utente editore / distributore autore contenuto
  6. 6. catalogazione licenze conservazione selezione accesso consorzi differenze di contenuti Gestione A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  7. 7. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in discussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  8. 8. MARC <ul><li>cos’è? </li></ul><ul><li>MAchine-Readable Cataloguing definisce un formato di scambio di dati bibliografici in una forma che </li></ul><ul><li>risulta comprensibile agli elaboratori elettronici </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  9. 9. <ul><li>caratteristiche </li></ul><ul><li>è usato dalla maggior parte delle biblioteche </li></ul><ul><li>necessita di un sowftware che preveda la possibilità di gestirlo (trasfomazione, esportazione e importazione, etc) </li></ul><ul><li>è diverso a seconda dei paesi (INTERMARC, AUSMARC, etc) </li></ul><ul><li>UNIMARC </li></ul><ul><li>non sostituisce i formati esistenti </li></ul><ul><li>crea una lingua comune attraverso cui rendere possibile la conversione e la circolazione dei dati bibliografici tra nazioni e istituzioni bibliotecarie </li></ul>MARC A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  10. 10. MARC <ul><li>struttura </li></ul><ul><li>etichetta (tag) </li></ul><ul><li>Numero di 3 cifre che indica i contenuti del campo associato (es info sul titolo sono nel campo che ha </li></ul><ul><li>etichetta 200) </li></ul><ul><li>indicatori </li></ul><ul><li>Codici (1-9, #) che forniscono al sistema istruzioni su dati contenuti nel campo che segue </li></ul><ul><li>delimitatori e codici di sottocampo </li></ul><ul><li>segnalano che ciò che segue fa pare del sottocampo e codice alfa numerico che identifica il tipo di dati </li></ul><ul><li>che si trovano nel sottocampo </li></ul>700 #0 $a Rossi A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 700 #0 $a 700 #0 Mario $c $a Rossi 700 #0 Mario $c $a
  11. 11. MARC <ul><li>Tag 856 </li></ul><ul><li>contiene informazioni che permettono di localizzare la risorsa elettronica remota catalogata nel record per accedervi secondo il metodo identificato dal primo indicatore </li></ul><ul><li>(e-mail,FTP,web – protocollo http, etc) </li></ul><ul><li>Il sottocampo $u registra la URL della risorsa, permettendo agli OPAC con interfaccia web di poter associare il record bibliografico al link che permette la visualizzazione della risorsa stessa </li></ul><ul><li>856 4# $u http://www.uniud.it/libroantico/discipline/disci1/d1venuda.html </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  12. 12. MARC <ul><li>Blocchi </li></ul><ul><li>0-1 informazioni codificate </li></ul><ul><li>2-3 informazioni descrittive e note </li></ul><ul><li>4-5 differenti tipi di relazioni (legami e titoli) </li></ul><ul><li>6-7 accessi alle registrzioni </li></ul><ul><li>8-9 dati d’uso internazionale e locale </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  13. 13. MARC metadati <ul><li>Cosa sono? </li></ul><ul><li>dati su altri dati o oggetti digitali </li></ul><ul><li>permettono di: </li></ul><ul><li>trovare le risorse digitali </li></ul><ul><li>conoscere le condizioni di accesso </li></ul><ul><li>usare le risorse (attraverso descrizione) </li></ul><ul><li>aiutare nell’attività di preservazione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  14. 14. MARC e eBook <ul><li>accrescono la visibilità / uso degli eBook (vantaggio fornitori / bbilioteche) </li></ul><ul><li>Problematiche </li></ul><ul><li>necessitano di intervento da parte dei catalogatori </li></ul><ul><li>In alcuni casi non forniti regolarmente </li></ul><ul><li>aggiornameto del catalogo (per i i titoli che cambiano in caso di sottoscrizioni di pacchetti) </li></ul><ul><li>Marc disponibili non ancora ‘maturi’ per consentire la catalogazione di ampie collezioni </li></ul><ul><li>accesso e.Book > legato al modello di acquisto e/o al fornitore </li></ul><ul><li>etc. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  15. 15. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in discussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  16. 16. Conservazione “tradizionale”…….. <ul><li>Che cos’è? </li></ul><ul><li>indica le attività utili a rallentare il degrado dei libri causato dal tempo e dall'uso </li></ul><ul><li>responsabilità della conservazione legata alla proprietà </li></ul><ul><li>tradizionalmente funzione della biblioteca </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  17. 17. … in ambito digitale… <ul><li>che cos’è ? </li></ul><ul><li>è la conservazione di documenti digitali nel tempo </li></ul><ul><li>attività e processi che assicurano un accesso continuo a contenuti in formato digitale </li></ul><ul><li>è un processo in continua evoluzione che punta a far sì che l’ informazione digitale si conservata e ne venga assicurata una sua longevità nel tempo. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  18. 18. Conservazione <ul><li>tradizionale </li></ul><ul><li>carta </li></ul><ul><li>libri </li></ul><ul><li>pergamena </li></ul><ul><li>pietra </li></ul><ul><li>etc… </li></ul><ul><li>digitale </li></ul><ul><li>bit </li></ul><ul><li>l'informazione è rappresentata in forma numerica sulla base di una codifica binaria </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  19. 19. Conservazione A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  20. 20. Conservazione <ul><li>legame ‘proprietà – conservazione’ si annulla </li></ul><ul><li>i file sono conservati su un computer e il contenuto è accessibile attraverso una piattaforma (hosting content) </li></ul><ul><li>accesso vs possesso > licenze e modelli di accesso </li></ul><ul><li>(accesso post cancellazione / hosting fee?) </li></ul><ul><li>obsolescenza (formati, hd,sw) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  21. 21. Conservazione <ul><li>ambito digitale > importanza collaborazione </li></ul><ul><li>infrastruttura tecnologica </li></ul><ul><li>know-how specializzato (processi controllo / qualità per la preservazione delle risorse elettroniche </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  22. 22. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in dicsussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  23. 23. Archivi Digitali <ul><li>Cosa sono? </li></ul><ul><li>‘ trusted digital repositories’ sono archivi la cui missione è fornire accesso in modo affidabile e a lungo </li></ul><ul><li>lungo temine a documenti in formato digitale </li></ul><ul><li>possono esse locali o affidarsi a terze parti che garantiscono la conservazione e il </li></ul><ul><li>mantenimento [RLG-OCLC] </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  24. 24. <ul><li>Autenticità </li></ul><ul><li>la certezza che una risorsa digitale appartenga a </li></ul><ul><li>chi dichiara di esserne l’autore </li></ul><ul><li>Integrità </li></ul><ul><li>stabilità degli oggetti digitali (la sequenza di bit </li></ul><ul><li>ha subito modifiche nel tempo) </li></ul><ul><li>Accesso e utilizzo continuato </li></ul><ul><li>accesso perpetuo, usabilità e la citabilità nel </li></ul><ul><li>lungo termine </li></ul><ul><li>Affidabilità </li></ul><ul><li>consistenza dati > comportamento hardware e </li></ul><ul><li>software dell’archivio che deve essere conforme </li></ul><ul><li>alle loro specifiche </li></ul><ul><li>Disponibilità </li></ul><ul><li>regolare funzionamento dei sistemi e delle le </li></ul><ul><li>applicazioni per assicurare la corretta fruizione </li></ul><ul><li>degli oggetti digitali archiviati e dei dati ad essi </li></ul><ul><li>associati </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 caratteristiche
  25. 25. Archivi Digitali refreshing trasferimento di dati tra due supporti digitali dello stesso tipo (es. da un cd ad un altro) duplicazione creazione di copie dei dati su più sistemi, in posti differenti emulazione la sequenza binaria originale viene memorizzata e mantenuta inalterata garantendone la visualizzazione attraverso la simulazione dell’ambiente operativo originario A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 migrazione passaggio di un contenuto da un formato di file o di piattaforma tecnologica ad un altro non appena la tecnologia si evolve, e quindi formati, hardware o sistemi diventano obsoleti strategie
  26. 26. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in dicsussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  27. 27. Progetti <ul><li>Ambito Internazionale : </li></ul><ul><li>Portico </li></ul><ul><li>Lockss </li></ul><ul><li>Clockss </li></ul><ul><li>Ambito Italiano: </li></ul><ul><li>Magazzini Digitali </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  28. 28. A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  29. 29. Portico <ul><li>nasce nel 2002 come iniziativa di archiviazione elettronica lanciata da JSTOR </li></ul><ul><li>Coinvolge editore e biblioteche (quali esigenze?) </li></ul><ul><li>avviato nel 2005 - JSTOR, Ithaki, Library of Congress, Fondazione Andrew W. Mellon </li></ul><ul><li>Obiettivo </li></ul><ul><li>conservare la letteratura accademica pubblicata in forma elettronica e di garantire che </li></ul><ul><li>tali materiali restino accessibili ai futuri studiosi, ricercatori e studenti </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  30. 30. Portico <ul><li>Come funziona? </li></ul><ul><li>raccolta contenuto </li></ul><ul><li>Portico riceve i file di origine direttamente dagli editori accademici che hanno accettato di </li></ul><ul><li>contribuire al servizio di archiviazione di Portico </li></ul><ul><li>identificazione </li></ul><ul><li>i file sorgente vengono identificati, claissificati e validati (se necessario convertiti in base </li></ul><ul><li>a NLM Archiving and Interchange document type definition (DTD) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  31. 31. Portico <ul><li>impacchettamento </li></ul><ul><li>assegnati i metadati in base agli standard METS e PREMIS </li></ul><ul><li>eseguiti controlli sulla qualità e creazione dello standard archive package </li></ul><ul><li>deposito </li></ul><ul><li>deposito nell’ archiving managemnt system </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  32. 32. Portico <ul><li>accesso </li></ul><ul><li>accesso garantito dalla migrazione </li></ul><ul><li>quando? </li></ul><ul><li>titoli non sono più disponibili presso l'editore o altra fonte. </li></ul><ul><li>un editore cessa di pubblicare e di offrire un titolo </li></ul><ul><li>un editore non offre più arretrati </li></ul><ul><li>guasto catastrofico e prolungato della piattaforma di trasmissione di un editore. </li></ul><ul><li>post –cancellation access (per alcuni editori) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  33. 33. Portico chi aderisce? <ul><li>editori </li></ul><ul><li>Brill </li></ul><ul><li>Oxford University Press </li></ul><ul><li>Elsevier </li></ul><ul><li>Taylor & Francis </li></ul><ul><li>Emerald </li></ul><ul><li>etc. </li></ul><ul><li>biblioteche </li></ul><ul><li>European University Institute </li></ul><ul><li>Polo Parlamentare - Camera dei Deputati e Senato </li></ul><ul><li>Scuola Normale Superiore, Pisa </li></ul><ul><li>Universita degli Studi dell' Insubria </li></ul><ul><li>Universita degli studi di Firenze </li></ul><ul><li>etc. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  34. 34. A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  35. 35. LOCKSS <ul><li>Lockss Lots of Copies Keep Stuff Safe </li></ul><ul><li>è un software a codice aperto che permette alle biblioteche di ottenere, mantenere, e accedere a copie locali di documenti digitali (il codice sorgente è aperto e liberamente modificabile dai programmatori a condizione che le modifiche siano esse stesse libere e aperte) </li></ul><ul><li>sviluppato dall’ Università di Stanford nel 1999 </li></ul><ul><li>ripropone ridondanza del modello fisico ( il numero di copie distribuite tra le biblioteche costituiva una misura di sicurezza contro la possibilità di perdere l’accesso al contenuto) </li></ul><ul><li>. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  36. 36. LOCKSS <ul><li>Come funziona? </li></ul><ul><li>Lockss Boxes </li></ul><ul><li>Community > computer dedicati, in rete, con un software open source </li></ul><ul><li>ricerca contenuto </li></ul><ul><li>L.B. dispone di un motore di ricerca e di una serie </li></ul><ul><li>di moduli (“Plugin”) con le informazioni </li></ul><ul><li>necessarie per catturare il contenuto di un editore. </li></ul><ul><li>Il box raccoglie i contenuti digitali, archiviandoli nel </li></ul><ul><li>formato e nel contesto in cui si trovano sul sito web dell’editore con cui è stato stipulato un accordo </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  37. 37. LOCKSS <ul><li>confronto </li></ul><ul><li>le copie conservate nei LOCKSS Box delle biblioteche aderenti vengono confrontate con il </li></ul><ul><li>contentuto disponibile sul sito web dell’ediotre per stabilire la veisone corrietta (autorità) </li></ul><ul><li>collaborazione </li></ul><ul><li>I LOCKSS Boxe comunicano sempre per la verifica sullo stato del contenuto </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  38. 38. LOCKSS <ul><li>accesso </li></ul><ul><li>garantito attraverso la migrazione </li></ul><ul><li>quando? </li></ul><ul><li>content provider fallisce o temporaneamente non accessibile per problemi tecnici </li></ul><ul><li>post – termination access </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  39. 39. A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  40. 40. CLOCKSS <ul><li>Che cos’è? </li></ul><ul><li>Controlled Lockss </li></ul><ul><li>evoluzione open source di Lockss </li></ul><ul><li>dark archive (un archivio nascosto perché non accessibile al pubblico) </li></ul><ul><li>rende disponibile il materiale archiviato in occasione di particolari situazioni  di emergenza ( trigger events ) </li></ul><ul><li>gli editori possono collocare i loro titoli in un archivio nascosto sicuro, senza dover sostenere i costi proibitivi di un sistema di conservazione in proprio </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  41. 41. CLOCKSS <ul><li>Cos’è un trigger event (per Clockss)? </li></ul><ul><li>cessata attività dell’editore </li></ul><ul><li>titoli non più disponibili </li></ul><ul><li>back Issues non più disponibili </li></ul><ul><li>il contenuto è pubblicato dall’editore ma non viene garantito l’accesso per problemi tecnici permanenti </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  42. 42. CLOCKSS <ul><li>Come funziona? </li></ul><ul><li>contenuto </li></ul><ul><li>l’editore fornisce l’accesso ai file (sorgente e presentation file) del contenuto. </li></ul><ul><li>tramite un permission statement I crawlers di CLOCKSS individuano il contenuto disponibile per la collezione </li></ul><ul><li>I file sorgente sono forniti dall’editore tramite un sito FTP dedicato </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  43. 43. CLOCKSS <ul><li>Contenuto > cattura </li></ul><ul><li>I CLOCKSS boxes ( ingest machine ) collocati presso le università Standford, Rice e </li></ul><ul><li>Indiana immagazzinano il contenuto reso disponibile dagli editori </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  44. 44. CLOCKSS <ul><li>Contenuto > confronto </li></ul><ul><li>i CLOCKSS box ( ingest machine ) comunicano tra loro per verificare che le versioni siano </li></ul><ul><li>identiche l’una all’altra (stabilisce l’authority del contenuto) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  45. 45. CLOCKSS <ul><li>Contentuto > passaggio </li></ul><ul><li>dopo il controllo > passaggio da CLOCKSS boxes ( ingest machine ) a Clockss boxes ( preservation </li></ul><ul><li>machine) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  46. 46. CLOCKSS <ul><li>collaborazione </li></ul><ul><li>I box CLOCKSS comunicano costantemente via Internet per verificare il contenuto che stanno </li></ul><ul><li>Conservando. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  47. 47. CLOCKSS <ul><li>accesso </li></ul><ul><li>Quando si verifica un trigger event il board di Clockss decide di rilasciare il contenuto dall’archivo: </li></ul><ul><li>il contenuto migra automaticamente al formato pù recente </li></ul><ul><li>il contentuo viene copiato dai box Clockss verso un server presso una delle host organization </li></ul><ul><li>di Clockss (EDINA Data Center, Università di edimburgo e l’Università di Stanford) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  48. 48. CLOCKSS chi aderisce? <ul><li>Editori </li></ul><ul><li>Casalini Libri </li></ul><ul><li>Fabrizio Serra </li></ul><ul><li>Royal Society of Chemistry </li></ul><ul><li>Geological Society of America </li></ul><ul><li>Liverpool University Press </li></ul><ul><li>Momentum Press </li></ul><ul><li>Oxford University Press </li></ul><ul><li>etc. </li></ul><ul><li>Biblioteche </li></ul><ul><li>Istituto Universitario Europeo of Fiesole (IUE) </li></ul><ul><li>Università Cattolica del Sacro Cuore (nodo e board of directors) </li></ul><ul><li>University of Verona </li></ul><ul><li>University of Virginia + </li></ul><ul><li>University of Washington </li></ul><ul><li>University of Bergamo </li></ul><ul><li>etc. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  49. 49. CLOCKSS e LOCKSS differenze? <ul><li>LOCKSS </li></ul><ul><li>usato dalle biblioteche per conservare la </li></ul><ul><li>propria collezione digitale </li></ul><ul><li>il contentuo è conservato </li></ul><ul><li>nei Lockss box (scaffali digitali) </li></ul><ul><li>i Lockss box vengono istallati e mantenuti </li></ul><ul><li>dalle singole bilbiote attrverso il software </li></ul><ul><li>fornito da Lockss </li></ul><ul><li>CLOCKSS </li></ul><ul><li>conserva contenuto digitale per conto delle </li></ul><ul><li>biblioteche nel mondo </li></ul><ul><li>12 nodi – biblioteche in tutto il modo. </li></ul><ul><li>(biblioteche hanno una copia completa </li></ul><ul><li>dell’archivo) </li></ul><ul><li>molte biblioteche supportano Clockss </li></ul><ul><li>finanziariamete e patecipano all’archive </li></ul><ul><li>gvernance (anche se non conservano alcuna </li></ul><ul><li>tecnologia localmente) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  50. 50. CLOCKSS e LOCKSS Accesso al contenuto e governance <ul><li>LOCKSS </li></ul><ul><li>Il contenuto è accessibile dall’istituizione da </li></ul><ul><li>un Lockss Box quando non è più disponibile </li></ul><ul><li>dal sito dell’editore per qualsiasi ragione </li></ul><ul><li>(sottoscrizione cancellata , server bloccato,etc, </li></ul><ul><li>accesso post cancellazione) </li></ul><ul><li>gli utenti hanno accesso perpetua fino a che il Lockss Box è mantenuto </li></ul><ul><li>CLOCKSS </li></ul><ul><li>il contenuto conservato è reso disponibile </li></ul><ul><li>liberamente a chiunque quando non è più </li></ul><ul><li>accessibile tramite il sito dell’ediotre a causa </li></ul><ul><li>di un trigger event </li></ul><ul><li>è un archivio internazionale gestito da </li></ul><ul><li>biblioteche ed editori che fanno parte del </li></ul><ul><li>Board of Directors and Advisory Council per </li></ul><ul><li>supervisionare policy e strategie </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  51. 51. A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  52. 52. Magazzini Digitali <ul><li>cos’è? </li></ul><ul><li>Progetto avviato nel 2006 dalla Fondazione Rinascimento Digitale, dalla </li></ul><ul><li>Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dalla Biblioteca Nazionale Centrale </li></ul><ul><li>di Roma </li></ul><ul><li>obiettivo </li></ul><ul><li>mettere a regime un sistema per la conservazione permanente dei documenti elettronici </li></ul><ul><li>pubblicati in Italia e diffusi tramite rete informatica, in attuazione della normativa sul </li></ul><ul><li>deposito legale (L. 106/2004, D.P.R. 252/2006) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  53. 53. Magazzini Digitali <ul><li>struttura </li></ul><ul><li>servizio nazionale coordinato di conservazione e di accesso nel lungo periodo delle risorse digitali </li></ul><ul><li>costruire un'infrastruttura tecnologica con caratteristiche di permanenza basata su </li></ul><ul><li>replica dei dati (macchine differenti collocate in luoghi differenti) </li></ul><ul><li>componenti hardware semplici e universalmente diffusi (non dipendenti dai produttori, </li></ul><ul><li>e facilmente sostituibili) </li></ul><ul><li>sistemi operativi e servizi a codice sorgente aperto (open source) </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  54. 54. Magazzini digitali <ul><li>siti </li></ul><ul><li>due siti principali di deposito, gestiti dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma </li></ul><ul><li>da un dark archive gestito dalla Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  55. 55. Magazzini Digitali <ul><li>come funziona? </li></ul><ul><li>ogni sito principale si compone di un insieme di nodi ovvero computer che gestiscono in autonomia le attività di acquisizione dei dati ( ingest ) </li></ul><ul><li>ogni nodo su un determinato sito ha un corrispondente nodo replica sull'altro sito </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  56. 56. Magazzini Digitali <ul><li>non ci sono master site / mirror site </li></ul><ul><li>ogni file fisico è replicato due volte su computer diversi all'interno della stesso nodo </li></ul><ul><li>anche il dark archive contiene due copie di ciascun file su due differenti computer </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  57. 57. Magazzini Digitali <ul><li>contenuto </li></ul><ul><li>risorse born digital per cui è previsto il deposito legale </li></ul><ul><li>(es. e-journals, tesi di Dottorato,etc) secondo accordi </li></ul><ul><li>specifici presi con le singole Università </li></ul><ul><li>risorse digitali prodotte nei progetti di digitalizzazione </li></ul><ul><li>del posseduto delle biblioteche e istituzioni culturali </li></ul><ul><li>dal 2010 è iniziato il servizio per il deposito legale </li></ul><ul><li>di contenuti digitali a livello nazionale </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  58. 58. Outline <ul><li>e-Book sum (definizione, contenuti, attori, etc) </li></ul><ul><li>MARC </li></ul><ul><li>Conservazione </li></ul><ul><li>Archivi Digitali </li></ul><ul><li>Progetti </li></ul><ul><li>Tematiche in discussione </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  59. 59. Tematiche in discussione <ul><li>problemi tecnici </li></ul><ul><li>cosa deve essere conservato? </li></ul><ul><li>chi decide? </li></ul><ul><li>chi deve essere coinvolto? </li></ul><ul><li>…… .. </li></ul>A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011
  60. 60. A.Perrone Corso e-Book in biblioteca 2011 Grazie per l’attenzione! [email_address]

×