Ebitemp - Versus

1,595 views

Published on

Fabbisogni professionali e formativi nella somministrazione di lavoro a tempo determinato. Elaborazione di un modello di rilevazione

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,595
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
52
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ebitemp - Versus

  1. 1. Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  2. 2. <ul><li>Obiettivi </li></ul><ul><li>L’obiettivo di questa ricerca, commissionata dall’Osservatorio di EBITEMP a VERSUS, è quello di definire un modello di analisi dei fabbisogni di professionalità e/o di competenze dei lavoratori in somministrazione. </li></ul><ul><li>La ricerca si compone di tre capitoli: </li></ul><ul><ul><li>Il primo individua buone pratiche di modelli di analisi dei fabbisogni delle agenzie di lavoro in somministrazione. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il secondo illustra il meccanismo e la metodologia di analisi proposta per la rilevazione i fabbisogni formativi, con particolare riferimento alla somministrazione. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il terzo propone uno strumento replicabile per programmare in ambiti predefiniti le attività formative. </li></ul></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  3. 3. <ul><li>I settori di attività dove il lavoro in somministrazione è maggiormente richiesto sono: il TERZARIO e l’INDUSTRIA. </li></ul><ul><li>Le mansioni più richieste continuano ad essere quelle operaie. </li></ul><ul><li>La ricerca individua una classificazione delle 128 mansioni più richieste dal mercato e analizza tre di queste figure - dopo un analisi sul campo - sulle quali realizzare percorsi formativi. </li></ul><ul><li>Le figure individuate all’interno della ricerca sono: </li></ul><ul><ul><li>Costruttore su macchine utensili (2° posto della graduatoria) </li></ul></ul><ul><ul><li>Macellaio (64° posto della graduatoria) </li></ul></ul><ul><ul><li>Magazziniere (4° posto della graduatoria) </li></ul></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  4. 4. <ul><li>Fasi della ricerca: </li></ul><ul><ul><li>Individuazione degli strumenti di indagine per i tre attori coinvolti (agenzie fornitrici di lavoro in somministrazione, imprese utilizzatrici e lavoratori); </li></ul></ul><ul><ul><li>Test degli strumenti predisposti; </li></ul></ul><ul><ul><li>Interviste agli attori (interviste dirette per le agenzie ed imprese; questionario on line auto-somministrante per i lavoratori); </li></ul></ul><ul><ul><li>Analisi dei dati raccolti; </li></ul></ul><ul><ul><li>Definizione del modello di analisi per i lavoratori e predisposizione dello strumento on line; </li></ul></ul><ul><ul><li>Definizione del modello di analisi dei fabbisogni professionali e creazione dello strumento software testato per tre figure professionali </li></ul></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  5. 5. <ul><li>Metodologia d’indagine </li></ul><ul><ul><li>Sono state intervistate 20 imprese che utilizzano personale in somministrazione (di cui 14 elaborate), localizzate principalmente del Centro-Sud, appartenenti ai settori di attività cui si fa maggiormente ricorso – sulla base dei risultati emersi dalla prima fase della ricerca –; </li></ul></ul><ul><ul><li>Sono stati intervistati responsabili nazionali e regionali di 3 agenzie di lavora in somministrazione (tra le prime 10 agenzie italiane per lavoratori in somministrazione); </li></ul></ul><ul><ul><li>Per i lavoratori il questionario è on line autocompilante. </li></ul></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  6. 6. Il modello proposto permette di ottimizzare i tempi di inserimento in azienda delle figure in somministrazione. Per definire un modello di rilevazione è necessario evidenziare quelle competenze tacite e utilizzate a livello individuale o di gruppo e renderle esplicite. Tale operazione, si esplicita attraverso la definizione delle UFC (Unità Formative Capitalizzabili). Gli strumenti di raccolta dati realizzati (questionario aziende/questionario agenzie) ci permettono di risalire alle competenze, della figura professionale in questione, necessarie alla gestione dei processi lavorativi. Modello di analisi dei fabbisogni professionali Vantaggi dello strumento di analisi realizzato <ul><li>Lo strumento di analisi dei fabbisogni formativi ha le seguenti finalità: </li></ul><ul><ul><li>aiutare l’azienda a leggere se stessa e la propria organizzazione; </li></ul></ul><ul><ul><li>comprendere le figure professionali che l’azienda ricerca; </li></ul></ul><ul><ul><li>individuare le competenze che dovrebbero avere i lavoratori in missione. </li></ul></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  7. 7. Schema: Caratteristiche dello strumento per la definizione di fabbisogni formativi e la programmazione delle attività formative A) Strumento on line da compilare a cura delle imprese utilizzatrici, con periodicità decisa dalle agenzie o in relazione alle specifiche esigenze delle stesse imprese. Lo strumento va compilato per singola figura richiesta o interessata da inserire in somministrazione. L’agenzia elabora il questionario (attraverso un processo automatico) che genera due output/prodotti distinti. B) Generazione di una scheda di programmazione a supporto della selezione e della formazione della figura richiesta. B1) Database per una lettura statistica longitudinale e interaziendale delle singole figure. Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  8. 8. Ruolo delle Parti Sociali <ul><li>Tale ricerca indirizza le Parti Sociali: </li></ul><ul><li>nella programmazione degli interventi formativi e nella individuazione di proposte per la costruzione di percorsi pi ù efficaci e per l ’ i mplementazione di un sistema di rilevazione permanente; </li></ul><ul><li>nella creazione di un sistema condiviso , con le Agenzie di somministrazione di lavoro, di classificazione e individuazione dei profili e delle caratteristiche delle figure professionali impiegate. </li></ul><ul><li>fornendo utili indicazioni per poter indirizzare le scelte di politica associativa. </li></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  9. 9. Implementazione dello strumento <ul><li>Il modello realizzato permette dunque di disporre di 3 percorsi formativi individuati attraverso: </li></ul><ul><li>interviste sul campo ad imprese utilizzatrici di lavoro in somministrazione; </li></ul><ul><li>analisi bibliografica disponibili. </li></ul><ul><li>Estendere l ’ a pprofondimento su un numero elevato di profili renderebbe il modello oltre che funzionale, assai utile. Il vantaggio che questo strumento offre è quello di essere dinamico ed aggiornabile nel tempo. </li></ul><ul><li>Per rendere funzionale il data base, sarebbe opportuno programmare un ’ azione di sistema orientata a descrivere le caratteristiche dei profili professionali pi ù ricercati. </li></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  10. 10. Modello di analisi per i lavoratori in somministrazione <ul><li>Lo strumento realizzato consente di: </li></ul><ul><ul><li>conoscere il profilo del lavoratori che va in missione </li></ul></ul><ul><ul><li>approfondire se le attività lavorative siano state coerenti con la missione svolta; </li></ul></ul><ul><ul><li>esaminare il grado di soddisfazione dei lavoratori. </li></ul></ul><ul><li>Tale strumento ha doppia finalità: </li></ul><ul><ul><ul><li>Rilevare dati aggregati sui lavoratori. Dati e percentuali potranno indirizzare le Parti Sociali verso la definizione di interventi sia di programmazione (ossia legislativi ) sia di sistema (azioni operative) che possano rimuovere processi negativi o promuovere cicli virtuosi. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Rilevare, a livello di Agenzia di lavoro in somministrazione, se le attività svolte dai lavoratori corrispondono agli obiettivi della missione e se il lavorare è soddisfatto dei servizi svolta da questa Agenzia. </li></ul></ul></ul><ul><li>Il questionario dovrà essere compilato da ogni singolo lavoratore; i dati confluiscono in due data base: </li></ul><ul><li>a) il primo è gestito da FORMA.TEMP ed EBITEMP e tratta tutte le informazioni rilevate dai lavoratori inviati in missione dalle Agenzie; </li></ul><ul><li>b) il secondo è gestito dalle singole Agenzie; in esso confluiranno esclusivamente i dati rilavati dai lavoratori inviati in missione per conto di queste Agenzie. </li></ul>Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione
  11. 11. Fabbisogni professionali e formativi dei lavoratori in somministrazione: modello per la rilevazione Compilazione questionario on-line da parte del Lavoratore Assistenza a) EBITEMP – FORMATEMP b) Agenzie di lavoro Temporaneo Dati aggregati elaborati da FORMATEM - EBITEM Dati elaborati per singola Agenzia Programmazione interventi legislativi o azioni di sistema Programmazione Strategia Aziendale DATA BASE OUTPUT
  12. 12. La presente ricerca è stata realizzata dall ’ A ssociazione VERSUS Coordinatore della ricerca: V. Walter Lindo. Gruppo di ricerca: Stefano Scarpino, Giuseppe Di Lieto, Barbara Musella, Cinzia Papucci, Davide Premutico, V. Walter Lindo. Elaborazione degli strumenti di indagine: Giuseppe Di Lieto, Davide Premutico, V. Walter Lindo. Comitato Tecnico Scientifico: Vincenzo Mattina, Dario Scalella, Carmelo Prestileo, Supporto tecnico ed informatico: Saverio Pescuma Segreteria Amministrativa: Rosilde Campanella Supporto allo Sviluppo Via Nino Bixio, 15/a 70017 Putignano (Ba) www.associazioneversus.it

×