LA NECESSITÀ DI SAPER ATTUARE UNA CORRETTA DIAGNOSI DEI CONSUMIENERGETICI AZIENDALI E LE NUOVE FORME DI FINANZIAMENTO     ...
INDICECHI SIAMOANALISI DEI CONSUMI IN AZIENDAAZIONI CONCRETE  MONITORAGGIO  SAVING E IMPIANTI  FER
COMPANYeEnergia nasce come Spin-off di eAmbiente srl dopo aver progettato ca. 700 MW di FER nel territorionazionale;eEnerg...
LE NOSTRE COMPETENZE               25% Ingegneria                  7% Geologia       24% Scienze Ambientrali           4% ...
DOVE SIAMO             CONEGLIANO    Ufficio amministrativo    Via Manin, 276 31015                     ROMA              ...
EENERGIA VISION: CONTRIBUIRE ALLA RIDUZIONE CO2
Il CONTESTO ENERGETICOIL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE         L’attuale contesto internazionale individua proprio nell’ene...
…ALCUNI DATI UFFICIALI
EFFICIENZA ENERGETICA: il supporto del sistema energy management  ridurre i consumi di energia                            ...
L’ENERGY MANAGER CONOSCERE I DATIINTERPRETARE I DATI                      AZIONI GESTIONLI      AGIRE                     ...
CONOSCERE: AUDIT ENERGETICO   Acquisizione                        Analisi e                                               ...
INTERPRETARE I DATI: AUDIT ENERGETICORaccogliere ed analizzare tutta la documentazione riguardante le bollette del fornito...
CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIO
CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIODATI DI CAMPO         PIATTAFORMA              ANALISI E                      SOFTWARE...
CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOPiattaforma di BI:   Funzionalità avanzate                                         DAT...
CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOCONOSCENZA DELLA PROPRIA SITUAZIONE:       I DATI AGGREGATI per centro di costo, per e...
CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOCREARE UNA LISTA DI CRITICITÀ, COSTRUIREUN PIANO DI INVESTIMENTI E INFINE ATTUAREGLI I...
LE AZIONI                  INDIVIDUAZIONE POSSIBILI INTERVENTI DI EFFICIENZANuovo Decreto individua i seguenti interventi ...
ESEMPI DI SAVINGI PROGETTI DI SAVING SOLITAMENTE SONO STRUTTURATI IN QUATTRO MACRO AREE:          Fase 1:              Fas...
ESEMPI DI SAVINGMODIFICA DEI PROCESSI PER L’OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA•   GESTIONE CARICHI ELETTRICI PER CONTENIMENTO PICCO...
TRIGENERAZIONE: risparmio energetico, economico e ambientaleLA TRIGENERAZIONE È UN PROCESSO DI GENERAZIONE COMBINATA DI EN...
TRIGENERAZIONE: risparmio energetico, economico e ambientaleBenefici riconosciuti alla CAR (Cogenerazione ad Alto Rendimen...
TRIGENERAZIONE: LA FILOSOFIA CORRETTALa trigenerazione è utile se produce un risparmio economico CERTO:       se produce q...
Consumi di base pre-intervento                                                                        (posti a base di cal...
DIMENSIONAMENTO DELL’IMPIANTOProduzione Elettrica                   kWe                    1.200                          ...
CARATTERISTICHE BASE DELL’IMPIANTO DI COGENERAZIONE
CARATTERISTICHE BASE DELL’IMPIANTO
ESEMPI DI SAVINGFunzionamento annuo CHP: 5.800 oreProduzione di energia termica: 644.210 kWht (equivalenti a circa 50% del...
VALUTAZIONE ECONOMICA PRELIMINARE DELL’APPLICAZIONE
STIMA OTTENIMENTO TEE: CERTIFICATI BIANCHI                                            DATI FUNZIONAMENTOTAGLIA COGE       ...
VALUTAZIONE ECONOMICA DI SINTESIRISULTATO APPLICATIVOPRIMACosto energia elettrica + gas metano:                           ...
IL PRIMO PASSO PER RISPARMIARE    ENERGIA E DECIDERE DI FARLO!E’…                          EnergyTeam   I 08/03/2013 I
FER NEI PROCESSI PRODUTTIVI         ESSICATORE BIOMASSABIOGAS            GASSIFICATORE
GESTIONE DEGLI INTERVENTI MIGLIORATIVI             Realizza gli interventi effettivi             Certifica il risparmio ot...
GRAZIE PER L’ATTENZIONE      www.eenergiagroup.it      info@eenergiagroup.it
"La tecnologie del risparmio energetico in  azienda" - Gabriella Chiellino
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

"La tecnologie del risparmio energetico in azienda" - Gabriella Chiellino

389

Published on

Seminario "STOP AGLI SPRECHI IN AZIENDA: Tecnologia e Finanziamenti sul risparmio energetico". Sala Convegni – Confindustria Padova 8 marzo 2013

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
389
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

"La tecnologie del risparmio energetico in azienda" - Gabriella Chiellino

  1. 1. LA NECESSITÀ DI SAPER ATTUARE UNA CORRETTA DIAGNOSI DEI CONSUMIENERGETICI AZIENDALI E LE NUOVE FORME DI FINANZIAMENTO Dott.ssa Gabriella Chiellino
  2. 2. INDICECHI SIAMOANALISI DEI CONSUMI IN AZIENDAAZIONI CONCRETE MONITORAGGIO SAVING E IMPIANTI FER
  3. 3. COMPANYeEnergia nasce come Spin-off di eAmbiente srl dopo aver progettato ca. 700 MW di FER nel territorionazionale;eEnergia rappresenta una realtà innovativa nel campo dell’energia, grazie alle competenze specifichedei soci fondatori nel campo imprenditoriale ed universitario e per le relazioni consolidate con imaggiori operatori energetici italiani ed esteri;eEnergia fornisce servizi innovativi nel campo delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e dellamobilità sostenibile, senza trascurare settori chiave come Energia e Finanza per poter affrontare concognizione investimenti in campo energetico. CAPIRE GESTIRE Esigenze Energetiche Il Risparmio e Incentivi PROGETTARE Impianti FER e il Risparmio Energetico
  4. 4. LE NOSTRE COMPETENZE 25% Ingegneria 7% Geologia 24% Scienze Ambientrali 4% Scienze Naturali 7% Architettura 4% Pianificazione 7% Amministrazione10% Comunicazione e Marketing 4% Giurisprudenza 8% Scienze Forestali
  5. 5. DOVE SIAMO CONEGLIANO Ufficio amministrativo Via Manin, 276 31015 ROMA Ufficio commerciale Piazza A. Mancini, 4 00196 VENEZIA Ufficio operativo VEGA ParkVia delle Industrie, 9 30175 MILANO Ufficio commerciale Via Tiziano, 15 20145 WEBwww.eenergiagroup.itinfo@eenergiagroup.it
  6. 6. EENERGIA VISION: CONTRIBUIRE ALLA RIDUZIONE CO2
  7. 7. Il CONTESTO ENERGETICOIL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE L’attuale contesto internazionale individua proprio nell’energia l’elemento fondamentale dello sviluppo economico Il Protocollo di Kyoto ha l’obiettivo della riduzione delle emissioni climalteranti L’Efficienza Energetica è il metodo fondamentale proposto dall’Unione Europea per ridurre i consumi Fonti rinnovabili termiche ed efficienza energetica: performance e targets nel 2020 (Mtep) 45 Target 2020 40 Consumi in Italia divisi per settori 35 30 10% 25 2010 31% 20 industria trasporti 15 civile Target 10 30% 2020 altro 5 2010 29% 0 Thermal Energy Enegy Efficency (reduction in primary consumption vs trend)
  8. 8. …ALCUNI DATI UFFICIALI
  9. 9. EFFICIENZA ENERGETICA: il supporto del sistema energy management ridurre i consumi di energia Comunicazione verso ottimizzare i costi di l’esterno di approvvigionamento interventi di recuperare gli extra-costi sostenibilità ad dovuti ad errori di “impatto zero” fatturazione Rendere efficienti ECONOMICHE MARKETING gli impianti ENERGY MANAGER AMBIENTALI ETICHERidurre le emissionidi Anidride carbonicae migliorare la qualitàdell’aria nel territorio“Perché l’energia più conveniente è quella che non viene consumata !”
  10. 10. L’ENERGY MANAGER CONOSCERE I DATIINTERPRETARE I DATI AZIONI GESTIONLI AGIRE AZIONI IMPIANTISTICHE
  11. 11. CONOSCERE: AUDIT ENERGETICO Acquisizione Analisi e Vantaggi Dati Pianificazione Acquisti Energy Management Energia Saving Bollette di CostoSub-Meetering Controllo Energia Dati Fatture Info consumi (real-time) Tariffa Saving Benchmarking Consumi Energy TEE Data Base Energy Saving Plan Ulteriori Info mercato Interventi Ricavi e prezzi Energy di risparmio Audit Ottimizzazione Scenari Processi
  12. 12. INTERPRETARE I DATI: AUDIT ENERGETICORaccogliere ed analizzare tutta la documentazione riguardante le bollette del fornitore di gas e di energia elettricaper poter realizzare un data-base per il monitoraggio dei consumi elettrici e termici Diagramma di carico Analisi dell’andamento dei costi energetici Diagramma di carico 7000 Costi medi 119 6000 118 5000 117 116 4000 kW 115 3000 €/MWh 114 113 2000 112 1000 111 110 0 LUGLIO 2010 AGOSTO 2010 SETTEMBRE OTTOBRE 2010 NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO 2011 FEBBRAIO MARZO 2011 APRILE 2011 MAGGIO 2011 GIUGNO 2011 109 2010 2010 2010 2011 108 F1 F2 F3 F4 POTENZA A DISPOSIZIONE LUGLIO 2010 AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZO 2011 APRILE 2011 MAGGIO GIUGNO 2010 2010 2010 2010 2010 2011 2011 2011 2011 Costo medio mensile Costo medio annualeRiesamina annuale dei contratti di fornitura energia primaria (gas metano) ed elettrica, al fine di garantire lemigliori condizioni contrattualiContemporaneamente alle misure, vengono analizzati i seguenti parametri aziendali ed indicatori chiave: - Fatturato - Area totale intervento - Superficie, volume edificio - Ciclo orario della produzione PARAMETRI DI PERFORMANCE (KPI) - Storici fatture energia elettrica - Storici fatture gas naturale
  13. 13. CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIO
  14. 14. CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIODATI DI CAMPO PIATTAFORMA ANALISI E SOFTWARE VISUALIZZAZIONE • Misure • Impianti • Consumo storico energetiche esistenti e real time • Dati ambientali • Contatori • Configurazione • Caratteristiche • Dati ambientali personalizzata impiantistiche • Contratti di fornitura
  15. 15. CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOPiattaforma di BI: Funzionalità avanzate DATI E ANALISI Ambientali: T, Immobili: Valori di Geografica: UR, volume, area, produzione ubicazione radiazione impianti
  16. 16. CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOCONOSCENZA DELLA PROPRIA SITUAZIONE: I DATI AGGREGATI per centro di costo, per edificio, per altri criteri Evidenza degli edifici/impianti più energivori rispetto allo “stato medio energetico” Comparazione con BENCHMARK (valori di riferimento) di settore, normativi, teorici o propri, relativi a EDIFICI, IMPIANTI, etc. Verifica del mantenimento delle PRESTAZIONI NEL TEMPO Segnalazione degli SCOSTAMENTI Calcolo dinamico degli INDICI DI EFFICIENZA ENERGETICA
  17. 17. CONOSCERE: STRUMENTI DI MONITORAGGIOCREARE UNA LISTA DI CRITICITÀ, COSTRUIREUN PIANO DI INVESTIMENTI E INFINE ATTUAREGLI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICOINDIVIDUARE POSSIBILI INTERVENTI PERMIGLIORARE L’EFFICIENZA ENERGETICA E DICONSEGUENZA IL POSSIBILE RISPARMIO
  18. 18. LE AZIONI INDIVIDUAZIONE POSSIBILI INTERVENTI DI EFFICIENZANuovo Decreto individua i seguenti interventi validi ai fini del conseguimento dei Titoli di EfficienzaEnergetica (Certificati Bianchi): POR VENETO: Rifasamento elettrico MIGLIORAMENTO DEL RENDIMENTO ENERGETICO Ottimizzazione efficienza motori elettrici DEGLI IMPIANTI ESISTENTI (es. attraverso installazione dei motori ad alta efficienza, rifasamento linee Illuminazione ad alta efficienza elettriche, etc.) Impianti condizionamento aria efficienti PRODUZIONE COMBINATA DI ENERGIA ELETTRICA E Sensori di presenza TERMICA IN COGENERAZIONE Isolamento termico degli edifici PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE CELLE Spegnimento carichi non necessari A COMBUSTIONE Recuperi di calore PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILi Incremento efficienza dei dispositivi di combustione Cogenerazione e FERA seconda della realtà in esame, il check-up energetico e l’esperienza suggeriscono gli interventiche garantiranno maggiore risparmio.Un Energy Management di questo tipo, evoluto, rappresenta una nuova professionalitàe fornisce nuove chance di attività di impresa
  19. 19. ESEMPI DI SAVINGI PROGETTI DI SAVING SOLITAMENTE SONO STRUTTURATI IN QUATTRO MACRO AREE: Fase 1: Fase 2: Fase 3: modifiche Fase 4: dei processi per analisi dei raccolta dei analisi dei l’ottimizzazione risultati dati dati energetica ottenuti Raccolta dei Analisi dei dati 1. Gestione 1. Esempio risparmi dati con i Data tramite gli carichi elettrici ottenuti Logger e applicativi per 2. Altri risultati ottenuti strumenti software contenimento picco di potenza 2. Ottimizzazione impianto di rifasamento 3. Temporizzazion e Impianto di Climatizzazione
  20. 20. ESEMPI DI SAVINGMODIFICA DEI PROCESSI PER L’OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA• GESTIONE CARICHI ELETTRICI PER CONTENIMENTO PICCO DI POTENZA• GESTIONE OROLOGI PROGRAMMABILI - TEMPORIZZAZIONE IMPIANTO• OTTIMIZZAZIONE IMPIANTO DI RIFASAMENTO CON CONDENSATORI AD AZOTO• GESTIONE ILLUMINAZIONE ESTERNA E INTERNA• GESTIONE DEL CONDIZIONAMENTO E DEL RISCALDAMENTO• TRATTAMENTO ARIA, RECUPERO TERMICO (sensibile, entalpico)• PANNELLI SOLARI• PANNELLI FOTOVOLTAICI• IMPIANTI A BIOMASSA/BIOGAS
  21. 21. TRIGENERAZIONE: risparmio energetico, economico e ambientaleLA TRIGENERAZIONE È UN PROCESSO DI GENERAZIONE COMBINATA DI ENERGIATERMICA, ELETTRICA E FRIGORIFERA
  22. 22. TRIGENERAZIONE: risparmio energetico, economico e ambientaleBenefici riconosciuti alla CAR (Cogenerazione ad Alto Rendimento) Defiscalizzazione combustibile in alimentazione; Esenzione dall’obbligo di acquisto dei certificati verdi; Priorità di dispacciamento: obbligo di utilizzazione prioritaria, a parità di prezzo offerto, dell’energia elettrica prodotta a mezzo di fonti energetiche rinnovabili e di quella prodotta mediamente cogenerazione (D.lgs.79/99); Rilascio dei titoli di efficienza energetica: rilascio dei “certificati bianchi” a fronte del risparmio generato dal funzionamento annuale dell’impianto (DM 05 settembre 2011); Scambio sul posto per potenze inferiori a 200kWe.
  23. 23. TRIGENERAZIONE: LA FILOSOFIA CORRETTALa trigenerazione è utile se produce un risparmio economico CERTO: se produce quindi un Risp. Economico CERTO.. produce un Risparmio Energetico CERTO … in un termine temporale adeguato.Ogni applicazione specifica ha il proprio tempo di ritornodell’investimento che dipende dall’entità dell’investimento stesso dalconsumo energetico della struttura e dal corretto dimensionamentodell’impianto di trigenerazione.
  24. 24. Consumi di base pre-intervento (posti a base di calcolo e resi disponibili per l’analisi) FABBISOGNO TERMICO - PROFILO CONSUMI Mese m3 kWhGennaio 30.000 244.622Febbraio 22.000 179.390Marzo 26.000 212.006Aprile 9.000 73.387 FABBISOGNO ELETTRICO - PROFILO CONSUMIMaggio 4.300 35.063 Mese Prelievi totali F1 F2 F3Giugno 4.600 37.509 kWhLuglio 4.000 32.616 Gennaio 694.076 315608 146192 232276Agosto 4.500 36.693 Febbraio 892.202 410540 189280 292382Settembre 5.800 47.294 Marzo 855.002 386171 183637 285194Ottobre 8.977 73.199 Aprile 580.310 274178 115011 191121Novembre 11.965 97.563 Maggio 890.527 411011 188675 290841 Giugno 790.406 359230 164974 266202Dicembre 30.694 250.281 Luglio 795.221 374904 167987 252330Totale 161.836 1.319.622 Agosto 302.443 130257 65010 107176 Settembre 842.763 376577 178270 287916 Ottobre 881.524 403137 188679 289708 Novembre 859.293 388535 184443 286315 Dicembre 585.243 259684 117696 207863 Totale 8.969.010 4.089.832 1.889.854 2.989.324 Rend. caldaia Hp 85% % PCI 8.250,00 Kcal/m3 COP GRUPPI FRIGO ATTUALI 3,00
  25. 25. DIMENSIONAMENTO DELL’IMPIANTOProduzione Elettrica kWe 1.200 Cogeneratore 1,200 MWProduzione termica H2O kWt 1.257Consumo m3/h 294Produzione frigorifera (assorbitore) kWf 943 Mese h funzionamento PrevisteGennaio 550,00Febbraio 550,00Marzo 550,00Aprile 500,00Maggio 500,00Giugno 550,00Luglio 550,00Agosto 0,00Settembre 550,00Ottobre 550,00Novembre 550,00Dicembre 400,00Totale Anno 5.800
  26. 26. CARATTERISTICHE BASE DELL’IMPIANTO DI COGENERAZIONE
  27. 27. CARATTERISTICHE BASE DELL’IMPIANTO
  28. 28. ESEMPI DI SAVINGFunzionamento annuo CHP: 5.800 oreProduzione di energia termica: 644.210 kWht (equivalenti a circa 50% del fabbisogno)Produzione di energia frigorifera: 4.984.790 kWhfProduzione di energia elettrica: 6.960.000 kWhe PRODUZIONE ENERGETICA IN TRIGENERAZIONE ΕΤ Η2Ο ΕΦ ΕΕ Mese h funzionamento Previste prod. prod. Prod F1 prod. F2 prod. F3 TOTALE kWh kWh kWh kWh kWh kWhGennaio 550,00 172.838 388.884 250.800 210.000 199.200 660.000Febbraio 550,00 172.838 388.884 264.000 196.800 199.200 660.000Marzo 550,00 172.838 388.884 303.600 214.800 141.600 660.000Aprile 500,00 471.375 277.200 202.800 120.000 600.000Maggio 500,00 471.375 277.200 202.800 120.000 600.000Giugno 550,00 518.513 277.200 202.800 180.000 660.000Luglio 550,00 518.513 290.400 228.000 141.600 660.000Agosto 0,00 - - - - -Settembre 550,00 518.513 290.400 208.800 160.800 660.000Ottobre 550,00 518.513 277.200 222.000 160.800 660.000Novembre 550,00 518.513 277.200 202.800 180.000 660.000Dicembre 400,00 125.700 282.825 290.400 189.600 - 480.000Totale Anno 5.800 644.213 4.984.791 3.075.600 2.281.200 1.603.200 6.960.000
  29. 29. VALUTAZIONE ECONOMICA PRELIMINARE DELL’APPLICAZIONE
  30. 30. STIMA OTTENIMENTO TEE: CERTIFICATI BIANCHI DATI FUNZIONAMENTOTAGLIA COGE € 1.200 kW hTENSIONE DI ALLACCIAMENTO 0,4 - 50 5.800,00ZONA APRODUZIONE EE 6.960,000 MWhEE AUTOCONSUMATA 5.789,949 MWh 83,2%EE IMMESSA 1.170,051 MWh 16,8%PRODUZIONE ET 5.629,00 MWhCONSUMO COMBUSTIBILE 16.358,02 MWhALIMENTAZIONE GAS METANORENDIMENTO GLOBALE 77,0%CALCOLO DEL RISPARMIO DI ENERGIA PRIMARIACHP Hn 0,3441CHP En 0,4255Ref Hn 90%Ref En base 52,5%Correzione per Zona Climatica 0,369%Ref En corretto per zona climatica 52,869%Ref En corretto 49,08%PES = 19,95%CALCOLO h ERIF Nr. TEE/anno 690RISP= 6.194,41RISPARMIO IN TEP 532,72 Valore annuo 60.000 €*potenza car 1,20 * Il valore di TEE preso a riferimento è pari a 86,98€/TEP, secondo delib. EEN 12/11 smi
  31. 31. VALUTAZIONE ECONOMICA DI SINTESIRISULTATO APPLICATIVOPRIMACosto energia elettrica + gas metano: 1.267.844 .267.844DOPOCosto energia elettrica: 204.858Cessione energia elettrica: -81.904Costo gas metano: 602.023Costo manutenzione full-service: 84.100Costi totali 809.077Titoli di Efficienza Energetica (ottenibili e valorizzati a valore corrente) -60.000RISPARMIO D’ESERCIZIO (ANNUO TOTALE NETTO) €/anno 518.767PAY-BACK INVESTIMENTO (EFFETTIVO) anni 2,62
  32. 32. IL PRIMO PASSO PER RISPARMIARE ENERGIA E DECIDERE DI FARLO!E’… EnergyTeam I 08/03/2013 I
  33. 33. FER NEI PROCESSI PRODUTTIVI ESSICATORE BIOMASSABIOGAS GASSIFICATORE
  34. 34. GESTIONE DEGLI INTERVENTI MIGLIORATIVI Realizza gli interventi effettivi Certifica il risparmio ottenuto all’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas Gestisce direttamente gli impianti fino al ritorno economico dell’investimento e oltre, per mezzo di accordiBenefici diretti per il gruppo• Gode di benefici diretti e non si assume il rischio dell’investimento• Paga una bolletta a eEnergia fino a copertura dell’investimento dell’intervento: ladifferenza tra la bolletta energetica pre e post spetta ad eEnergia in toto o pro-quotafino al termine del pay-back dell’investimento• Successivamente, partecipa ai risparmi diretti prodotti dall’intervento diventandoproprietario dell’intervento
  35. 35. GRAZIE PER L’ATTENZIONE www.eenergiagroup.it info@eenergiagroup.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×