• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Brochure eAmbiente Srl - eEnergia Srl
 

Brochure eAmbiente Srl - eEnergia Srl

on

  • 910 views

Presentazione 2012 delle Società eAmbiente ed eEnergia, attive nei settori della consulenza e della progettazione ambientale ed energetica.

Presentazione 2012 delle Società eAmbiente ed eEnergia, attive nei settori della consulenza e della progettazione ambientale ed energetica.

Statistics

Views

Total Views
910
Views on SlideShare
910
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
9
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Brochure eAmbiente Srl - eEnergia Srl Brochure eAmbiente Srl - eEnergia Srl Document Transcript

    • Città Sostenibile è un progetto speciale di Ecomondo www.eambiente.it www.eenergiagroup.it
    • Gabriella Chiellino, Presidente di eAmbiente ed eEnergia:la nostra vision, contribuire alla riduzione della CO2 -CO2:come? dal 2002: dal 2010: dal 2012: ridurre sviluppare promuovere gli impatti ambientali le fonti rinnovabili mobilità e l’efficienza e sviluppo urbano energetica sostenibili GABRIELLA CHIELLINO, PRESIDENTE Gabriella Chiellino è la prima laureata in Scienze Ambientali in Italia ed è iscritta all’Ordine degli Architetti Pianificatori e Paesaggisti della provincia di Treviso. Negli anni successivi alla Laurea ha ricoperto vari posti di responsabilità nella consulenza ambientale e gestione delle crisi ambientali rivolta alle imprese ed agli Enti Pubblici. L’anno 2002 rappresenta un momento di importante crescita professionale per due ragioni: la prima è l’insegnamento come docente a contratto presso l’Università Cà Foscari a Venezia; la seconda è l’impegno come amministratore di eAmbiente S.r.l. Insegnando “Ambiente ed Economia d’Impresa e Sistemi di Gestione Ambientale d’azienda” presso la Facoltà di Scienze Ambientali, ha instaurato legami professionali nell’ambito dell’Università, della ricerca e dell’innovazione, creando poi una linea diretta con le imprese, sviluppando tesi e dottorati di ricerca. Oggi è impegnata anche nella collaborazione con l’Università IUAV di Venezia, come docente al Master in Architettura della Nave e dello Yacht. Nel 2010, grazie all’esperienza maturata in eAmbiente, viene fondata eEnergia che si occupa di sviluppo nel settore delle fonti rinnovabili sia in termini autorizzativi che impiantistici e costruttivi; la società si occupa anche di risparmio energetico nei processi produttivi con importanti interventi relativi alla cogenerazione, all’efficienza nell’illuminazione e all’Energy Management. Nel 2012, grazie al proprio team, si aggiudica il primo premio assegnato dal Comune di Venezia per gli investimenti più innovativi nel territorio con il progetto e3city, una nuova start up dedicata allo sviluppo di progetti di mobilità sostenibile, al risparmio dei consumi di energia in ambito civile e a rendere le città smart, social e sostenibili. Dopo aver maturato profonde esperienze, la visione di consulting e progettazione ha un unico obiettivo: l’ efficienza nei consumi e nell’uso di materie prime. L’attività di Gabriella Chiellino, di eAmbiente ed eEnergia si è ampliata negli anni anche ad esperienze internazionali: • Brasile, CCIAA di Rio de Janeiro e Ambasciata Italiana su impatti ambientali delle aziende italiane in Brasile (Fiat e Magneti Marelli); • Camerun, Università di Yaoundè, certificazione ambientale, carbon footprint e ciclo di vita del prodotto; • Perù, Fondo Italo – Peruviano, docenza sulle tematiche di Gestione Ambientale delle attività estrattive; • Cina ed Est Europa con VIU - Venice International University, docenza nel progetto Sino-Italian Community for Sustainable Development. Perché ha scelto Scienze Ambientali quando la facoltà era ancora agli esordi? Vent’anni fa volevo scegliere una facoltà innovativa, che mi permettesse di dare il mio contributo per migliorare l’ambiente che ci circonda. Appena mi sono iscritta pensavo che potesse essere un rischio, ma ogni anno che passa credo sempre di più di aver fatto la scelta giusta. Perché costituire una società e costruire una squadra? Perchè aiutare e seguire un cliente nel migliore dei modi, è possibile solamente attraverso il lavoro di gruppo e la condivisione delle competenze. L’obiettivo della nostra società è quello di costruire un team preparato e competente, che attraverso una continua formazione sia pronto a risolvere tutte le problematiche in modo tempestivo e accurato. Qual è la sua visione di Green Economy e futuro? Ormai tutta la nostra economia è green, qual è l’Amministratore Delegato o il Sindaco che non conosce i costi dei propri consumi energetici? Tutto va verso l’efficienza e l’ottimizzazione: risparmiando i consumi salviamo il pianeta. È importante la finanza per far crescere la green economy? Oggi senza finanza, con il costo del personale e del valore della total tax, è difficile sviluppare idee innovative. Il mio auspicio è che ci sia un allineamento con gli altri paesi, al fine di ridurre i costi e diventare più competitivi.
    • cosa dicono di noi eAmbiente ha avviato il proprio start up nel Parco Scientifico Tecnologico VEGA nel 2004 con l’allora Presdiente del Parco prof. Gabriele Zanetto e Preside della Facoltà di Scienze Ambientali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia Perchè è importante l’ambiente?La furbizia è una dote: una sorta di intelligenza a breve termine, cioè una forma di idiozia se comporta una perdita a lungotermine, o di delinquenza, se il vantaggio che procura va a scapito di altri. Produrre danneggiando l’ambiente è una forma di furbizia. Perchè sono importanti le aziende in questo settore?È importante che le aziende si occupino di ambiente ed energia perchè fa uscire queste problematiche dall’area un po’appiccicosa del “buon cuore” e della generosità. Ad essere generosi si conquista il paradiso, ma per conquistare la qualità ambientale dobbiamo essere sicuri che si agisca secondo una logica economica. Che cosa ne pensa di eAmbiente?eAmbiente è un’azienda che è uscita dal vecchio pregiudizio che l’ambiente fosse un semplice problema di inquinamento da evitare o cui o porre rimedio, dedicandosi per tempo all’incrocio tra economia, tecnologia, cultura, istituzioni e normativa. Michele Vianello, Direttore del Parco Scientifico Tecnologico VEGA Perchè il Parco VEGA ha scelto eAmbiente ed eEnergia come consulenti?La legislazione ambientale può essere percepita da un’impresa come un limite allo sviluppo, e per chi non lavora in questo settore non è sempre ben chiaro il confine tra la reale protezione dell’ambiente e le burocrazia.eAmbiente ed eEnergia in questi anni sono stati partner importanti: abbiamo conosciuto un team di tecnici bravi e professionali,che ci ha permesso di sviluppare i nostri progetti nel pieno rispetto della legislazione in materia ambientale; grazie allacollaborazione tra VEGA ed aziende virtuose come eAmbiente ed eEnergia, l’area in cui sorge il Parco, una ex area industriale all’interno di Porto Marghera, non vive solo un rispristino ambientale, ma anche ad un nuovo sviluppo economico e sociale. Raimondo Orsini, Direttore della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile Come ha conosciuto eAmbiente?Come struttura di coordinamento e supporto degli Stati Generali della Green Economy, un’iniziativa promossa dal Ministerodell’Ambiente e da 39 associazioni di impresa, abbiamo avuto il piacere di collaborare con Gabriella Chiellino di eAmbiente,che ha arricchito le nostre proposte programmatiche con idee molto interessanti sulle possibilità di finanziamento e di sviluppo per la mobilità nelle smart cities. Abbiamo già concordato che la nostra collaborazione prosegua anche per gli anni a venire. Alessandra Astolfi, responsabile di Ecomondo, fiera internazionale dell’ambiente eAmbiente è partner di Città sostenibile, come mai questa scelta?Abbiamo scelto eAmbiente come partner di Città Sostenibile perchè crediamo molto in un progetto che abbraccia in modotrasversale e innovativo tutte le tematiche ambientali ed energetiche e che visualizza con modalità nuove un percorso virtuosoin cui mettere a sistema tutte le tecnologie e i migliori dispositivi, impianti, progettazioni sulla sostenibilità delle nostre città.Riteniamo che eAmbiente esprima un team di professionisti giovani, preparati ed attivi sul mercato nazionale ed internazionaleche insieme a noi, Rimini Fiera, ed alla nostra squadra possa intercettare i migliori progetti e realizzazioni di città, distretti e tecnologie a livello europeo che rappresentano modelli virtuosi per gli addetti ai lavori. Un team giovane e dinamico attento agli obiettivi di qualità. Pepsi.co Beverage Italia srl Cos’è la sostenibilità per voi? Per noi sostenibilità vuol dire cercare di avere un futuro migliore del presente. Questo significa avere sotto controllo tutti i consumi e gli scarti, riciclare il più possibile, utilizzare energie pulite.Siamo stati il primo stabilimento europeo del gruppo certificato, e siamo trainanti per gli altri. L’aiuto di eAmbiente, eEnergia e Gabriella Chiellino, che ci ha supportato in tutti questi anni, è stato anche spronarci a fare sempre di più. Mauro Fanin, Amministratore Delegato Cereal Docks spa Cos’è la sostenibilità per voi?Noi siamo il primo anello fra l’agricoltura ed il mondo dell’industria. Negli ultimi anni l’attenzione per il settore alimentareè molto aumentata e noi lavoriamo per dare un prodotto più sano e sicuro possibile al consumatore. La parte eccedente la produzione alimentare inoltre può essere un buon biocombustibile, impiegata a fini energetici.Da diversi anni lavoriamo con eAmbiente ed eEnergia, sviluppando l’attività e tenendo conto delle normative: puntiamo moltosulla pulizia, sul risparmio energetico, sul risparmio di acqua per aumentare le produzioni senza attingere dalle risorse naturali.
    • le nostre competenze 25% ingegneria 7% geologia 24% scienze ambientali 4% scienze naturali 7% architettura 4% pianificazione 7% amministrazione 10% comunicazione e marketing 4% giurisprudenza 8% scienze forestali
    • i nostri clienti
    • eAmbientecapire progettare e gestire l’ambiente VISION Le tematiche ambientali rappresentano oggi la sfida sia economica che di sviluppo sostenibile che il mondo deve affrontare. L’obiettivo che eAmbiente persegue da anni è la riduzione della CO2, grazie alla capacità di affrontare le questioni ambientali, burocratiche, industriali e di gestione del territorio con un approccio multidisciplinare. STORIA Nata come studio associato nel 2002, eAmbiente è diventata attraverso una fase di riorganizzazione e riprogettazione strutturale una società preparata ed attiva in tutta Italia ed in Europa, un’azienda giovane, energica e competente che nasce e si sviluppa grazie alla dedizione ed all’impegno dell’amministratore unico Gabriella Chiellino e del suo team costituito da circa 30 tecnici specializzati in diversi settori. La Società sviluppa le strategie competitive attraverso la conoscenza dei dati caratteristici dell’attività industriale e degli atti di indirizzo per il governo del territorio. Le capacità di analisi e gestione sono il presupposto per individuare le migliori tecnologie disponibili al fine di ridurre l’inquinamento e aumentare l’efficienza aziendale. DIVISIONI E SERVIZI AMMINISTRATORE DELEGATO EVENTI BACK OFFICE FORMAZIONE DIVISIONE DIVISIONE CERTIFICAZIONE DIVISIONE RICERCA E E CONTROLLO VALUTAZIONI SVILUPPO AMBIENTALE AMBIENTALI CERTIFICAZIONI BANDI VIA - VAS - VINCA AMBIENTALI PROGETTAZIONE AUDIT LEGALE ED ACUSTICA EUROPEA AMBIENTALE AMBIENTALE LCA MODELLISTICA TEAM LEGALE CARBON FOOTPRINT AMBIENTALE SALUTE E SICUREZZA Bandi e gare Implementazioni e Audit/Assistenza legale Valutazioni di Impatto Misure di potenza sonora mantenimento sistemi di ambientale Ambientale - VIA Progettazione europea gestione per la qualità, Piani Comunali di l’ambiente e l’energia ai Piani di Controllo Valutazioni Ambientali Classificazione Acustica Progetti speciali sensi delle norme: Strategiche - VAS e prototipi UNI EN ISO 14001:2004 Piani di Controllo e Requisiti acustici passivi UNI EN ISO 9001:2008 Monitraggio Valutazioni di Incidenza degli edifici Comunicazione ambientale UNI EN ISO 50001:2011 Ambientale - VINCA Analisi LCA e Carbon Modelli di ricaduta Corsi di formazione Certificazione etica Footprint Valutazioni previsionali inquinanti SA8000 di inquinamento Certificazione BS OHSAS elettromagnetico Valutazioni di impatto Consulenze certificazione 18001:2007 odorigeno Catena di Custodia FSC e Assistenza per PEFC Certificazione Sistemi di ottenimento Autorizzazioni Elaborazioni cartografiche Autocontrollo Igienico Ambientali e GIS Assistenza per la HACCP ai sensi della preparazione della verifica norma UNI 10854:1999 Relazioni paesaggistiche di convalida EMAS Modelli Organizzativi Valutazioni previsionali e di Implementazione sistemi D.lgs.231/2001 impatto acustico per la certificazione ambientale ECOLABEL Incarico di RSPP esterno Piani di risanamento acustico Audit di I e II parte Sistemi di Gestione Ambientale Sistemi di Monitoraggio Emissioni (SME)
    • eEnergia e3city capire progettare e gestire l’energia VISION VISION La mission della società è fornire servizi innovativi nel settore e3city nasce nel 2012 per dell’energia, nel campo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza dare risposta a specifiche energetica grazie ad una consulenza integrata per le imprese e gli tematiche urbane, legate alla enti pubblici, conciliando energia e finanza per poter affrontare mobilità ed alla progettazione con cognizione investimenti in campo energetico. eEnergia ha urbana ed architettonica consolidato relazioni con i maggiori operatori energetici italiani. sostenibile. STORIA STORIA Nasce come Spin-off di eAmbiente dopo aver progettato ca. 700 Nel 2012 si aggiudica il MW di FER nel territorio nazionale, e lo sviluppo di competenze primo premio assegnato dal specifiche energetiche al suo interno. Comune di Venezia per gli investimenti più innovativi nel territorio grazie al progetto e3city, che sfocierà DIVISIONI E SERVIZI nella costituzione di una nuova società di ricerca e consulting totalmente dedicata allo sviluppo AMMINISTRATORE DELEGATO di progetti di mobilità sostenibile, al risparmio dei consumi di energia EVENTI BACK OFFICE per produrre meno CO2 FORMAZIONE e a rendere le città smart (innovazione, ambiente e qualità della vita), social (comunicazione) e sostenibili (mobilità e trasporti) DIVISIONE DIVISIONE SERVIZI RIFIUTI E EFFICIENZA BONIFICHE DIVISIONE FER ENERGETICA AMMINISTRATORE PROGETTI DELEGATO DI BONIFICA SVILUPPO DIAGNOSI GESTIONE RIFIUTI PIANIFICAZIONE AUTORIZZAZIONI ENERGETICA GREEN BUILDING IDRAULICA AMBIENTALE IMPIANTISTICA MONITORAGGIO MOBILITÀIndagini Ambientali Caratterizzazione e Scouting siti idonei Analisi energetiche di Analisi energetiche di classificazione dei rifiuti processi industriali edificiPiani di Caratterizzazione Individuazione edi suoli ed acque Attuazione del Piano di valorizzazione delle filiere Individuazione di soluzioni Certificazioni energetichesotterranee Tutela delle Acque di efficientamento (ACE) Definizione dei piani diAnalisi di rischio sito Modellistica idraulica alimentazione Piani d’Azione per l’Energia Verifica dei requisiti per ilspecifica Sostenibile (PAES) protocollo LEED Valutazioni di compatibilità Valutazione economicoProgetti di Bonifica idraulica finanziaria dell’intervento Piani Energetici Comunali Progettazione di soluzioni per la mobilità sostenibile:Direzione Lavori Due Diligence ambientale Gestione delle pratiche Piani di Contenimento - bike sharing per acquisizioni immobiliari autorizzative e post dell’Inquinamento - car sharing e car poolingProgetto di ripristino e decommisioning autorizzative Luminoso (PCIL) - analisi spostamenti casa/ambientale lavoro Advisor Tecnico Incarico di energy managerValutazione e gestione diterre e rocce da scavo Valutazione tecnologica ed economicaGestione sedimenti marini Progettazione eAssunzione incarico di realizzazione di impiantiresponsabile tecnico inmateria di gestione rifiuti
    • DIVISIONE CERTIFICAZIONE E CONTROLLO AMBIENTALEImplementazioni e REGISTRAZIONE EMAS COMUNE DI CAVALLINO TREPORTImantenimento sistemi digestione per la qualità, Cliente: Comune di Cavallino Treportil’ambiente e l’energia ai Anno: 2010 - 2012sensi delle norme:UNI EN ISO 14001:2004 eAmbiente ha affiancato nel processo di Registrazione Emas il Comune diUNI EN ISO 9001:2008 Cavallino Treporti fornendo il necessario supporto scientifico per le fasi diUNI EN ISO 50001:2011 pianificazione e realizzazione del sistema di gestione, nella formazione e nel superamento della verifica di terza parte. Sono stati definiti in accordo con l’Amministrazione Comunale indicatoriCertificazione etica di performances ambientali in maniera tale da monitorare l’andamento delleSA8000 principali attività che causano impatti ambientali sul territorio. Sono stati considerati differenti tematismi quali la biodiversità, consumi idrici, depurazione,Consulenze certificazione efficienza energia, efficienza dei materiali, produzione di rifiuti e per ciascunoCatena di Custodia FSC e sono stati stabiliti più indicatori per definire strategie e obiettivi di miglioramentoPEFC per gli anni a venire.Assistenza per lapreparazione della verificadi convalida EMAS CERTIFICAZIONE ISO 14001 DIREZIONE AMBIENTE COMUNE DI VENEZIAImplementazione sistemi Cliente: Comune di Veneziaper la certificazione Anno: 2010 - 2011ambientale ECOLABEL La Direzione Ambiente del Comune di Venezia ha ottenuto la certificazioneAudit di I e II parte Sistemi ISO 14001 che attesta la qualità ambientale e ne garantisce l’attendibilità delledi Gestione Ambientale informazioni relative alla sua performance in termini di sostenibilità; rappresentaSistemi di Monitoraggio pertanto un’importante strumento di marketing territoriale. Nello specifico, eAmbiente ha supportato con la sua attività di consulenza laEmissioni (SME) Direzione Ambiente del Comune di Venezia nell’ottenimento del prestigiosoAudit/Assistenza legale risultato che attesta un ottimo grado di controllo delle attività dirette (comeambientale rilascio autorizzazioni allo scarico su suolo/laguna, bonifica suoli all’interno del SIN, informazione ambientale) e indirette (gestione raccolta rifiuti, acquedotto,Piani di Controllo fognatura, depurazione, gestione centro di raccolta rifiuti comunale).Piani di Controllo eMonitraggio STUDIO LCA (Life Cycle Assessment) DI SETTEAnalisi LCA e CarbonFootprint DIVERSE MODALITÀ DI FORNITURA DELLA BEVANDA PEPSICertificazione BS OHSAS18001:2007 Cliente: PepsiCo Beverages Italia S.r.l. Anno: 2010 - 2012Certificazione Sistemi diAutocontrollo Igienico eAmbiente ha sviluppato uno studio di Analisi del Ciclo di Vita (LCA) dei packaging con cui PepsiCo fornisce la propria bevandaHACCP ai sensi della ai clienti.norma UNI 10854:1999 L’obiettivo dello studio è stato quello di effettuare una valutazione delle prestazioni ambientali di sette differenti modalità di fornitura della bevanda al fine di determinare quelle che, rispetto all’intero ciclo di vita, comportano il minore carico ambientale.Modelli OrganizzativiD.lgs.231/2001Incarico di RSPP esterno Grazie all’utilizzo di appositi software (in particolare SimaPro) e alla conoscenza dei processi industriali, eAmbiente è stata in grado di vita di comparare oggettivamente i packaging e determinare con imparzialità la soluzione migliore per l’ambiente, su diverse categorie di impatto. A seguito della redazione dello studio di Analisi del Ciclo di Vita (LCA) dei packaging, PepsiCo ha deciso di sottoporlo a verifica da parte di un Ente di terza parte, il DNV. Con la consulenza di eAmbiente in sede di audit e nelle successive fasi di revisione, PepsiCo ha ottenuto nel 2012 l’attestato di validazione da parte dell’Ente DNV per il rapporto intitolato “PepsiCo e l’ambiente: Un percorso di crescita sostenibile”. Il rapporto di comunicazione riprende i dati e i contenuti dello studio tecnico di LCA. Dalle elaborazioni è stato dimostrato che il sistema di erogazione della bevanda alla spina (Dispensing “Bag in Box” e Fusti in acciaio) è quello con la migliore prestazione ambientale in tutte le categorie di impatto esaminate. Tramite questo studio completo con metodologia LCA, PepsiCo ha svolto un processo virtuoso di analisi comparativa delle prestazioni ambientali dei propri packaging che non vuole essere solo una “fotografia” dello stato attuale, bensì un nuovo percorso per continuare sempre a migliorarsi nel campo della sostenibilità ambientale.
    • DIVISIONE CERTIFICAZIONE E CONTROLLO AMBIENTALEImplementazioni e CARBON FOOTPRINT: PROGETTO CARBOMARKmantenimento sistemi digestione per la qualità, Partner: Regione Veneto, Regione Friuli Venezia-Giulia, Università di Udine, Università di Padoval’ambiente e l’energia ai Anno: 2011 - 2012sensi delle norme:UNI EN ISO 14001:2004 L’obiettivo generale del progetto è quello di promuovere un mercatoUNI EN ISO 9001:2008 locale dei crediti di carbonio, su base volontaria, per rafforzare le politicheUNI EN ISO 50001:2011 dell’Unione europea riguardanti la lotta al cambiamento climatico. Obiettivi specifici: mitigare l’effetto dei gas serra favorendo la fissazioneCertificazione etica del carbonio; generare reddito per le zone svantaggiate dando valoreSA8000 al servizio di fissazione del carbonio fornito dall’ecosistema foresta; promuovere l’adozione di strategie di compensazione da parte diConsulenze certificazione amministrazioni locali; responsabilizzare le piccole e medie imprese, inCatena di Custodia FSC e modo che siano portate a mitigare il proprio impatto ambientale.PEFC Carbomark è dunque un’azione pilota per la creazione di un mercato locale volontario dei crediti di carbonio.Assistenza per la Le aziende che hanno aderito al progetto sono: Valcucine, Moroso,preparazione della verifica Birra Castello, ATAP, Parco Dolomiti Friulane, Jacuzzi Europe, Electroluxdi convalida EMAS professional, IAL FVG, Passoni Luigi Sedie, NET, Marca Print, Rigoni di Asiago, Pepsico Beverages Italia, La Dolomiti Ambiente, Cereal Docks,Implementazione sistemi Ecodolomiti, Arper, Longarone Fiere, ETRA, Zuccato F.lli.per la certificazioneambientale ECOLABEL BS OHSAS 18001Audit di I e II parte Sistemi Cliente: Gruppo Edisondi Gestione AmbientaleSistemi di Monitoraggio Anno: 2011 - 2012Emissioni (SME) Il servizio prevede l’implementazione di un Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza secondo la normaAudit/Assistenza legale BS OHSAS 18001 nel Sistema di Gestione Integrato Qualità e Ambiente dell’Organizzazione. eAmbienteambientale ha realizzato insieme all’azienda l’applicazione di uno strumento organizzativo finalizzato alla gestione della km (nord) sicurezza dei lavoratori attraverso l’adozione di una politica per la gestione della sicurezza, la definizione di 0 2.5 5Piani di Controllo programmi e obiettivi specifici attuando la logica del Plan-Do-Check-Act, la formazione, l’addestramento e il 10 coinvolgimento del personale. Oggi il Sistema di Gestione Integrato Qualità Ambiente e Sicurezza garantiscePiani di Controllo e conformità legislativa e agevolazioni nei finanziamenti.MonitraggioAnalisi LCA e CarbonFootprint AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE 7.5 Susegana Cliente: Fornaci Calci Grigolin S.p.A.Certificazione BS OHSAS18001:2007 Anno: 2012 Santa Lucia di eAmbiente ha fornito consulenza e supporto per l’ottenimentoCertificazione Sistemi di dell’Autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi del D.lgs. 152/06,Autocontrollo Igienico 0.50 0.3 5 in seguito a progetto di revamping e adeguamento impiantistico. 0.2 8HACCP ai sensi della @ ? 5 È stato effettutuata la valutazione delle emissioni con studio di 0 0.5norma UNI 10854:1999 ricaduta (tramite ISC3), la valutazione previsionale di impatto Nervesa della Battaglia 0. 13 acustico (tramite Cadna-A) ed il bilancio energetico dell’impiantoModelli Organizzativi sulla base delle potenze installate e dei consumi di combustibile.D.lgs.231/2001Incarico di RSPP esterno RSPP E VALUTAZIONE DEL RISCHIO MACCHINE 2.5 Clienti: vari Spresiano Arcade Anno: 2007 - 2012 Il servizio prevede l’assunzione dell’incarico di RSPP offrendo una 0 presenza regolare in azienda. L’RSPP effettua il controllo45°4858 N Modello Punto centrale della ISC3 documentazione inerente i matematico mediocon gli Enti pubblici deputati rapporti annuo Valore di stabilimento Altezza sorgente 12°1541 E H = varie al controllo sul territorio in materia(2009) sicurezza; predispone concentrazione Dati Conegliano di di emissione Area 10 x 10 km meteorologici dindagine l’aggiornamento della Valutazione del Rischio in relazione alle modifiche tecnologiche, impiantistiche ed organizzative intervenute o che interverranno e delle disposizioni legislative aggiornate, assiste l’azienda negli interventi richiesti dagli Organi di Vigilanza. Il servizio inoltre ha l’obiettivo di far crescere la cultura della Salute e Sicurezza nell’Organizzazione. Il servizio prevede la verifica di conformità e la messa a norma delle macchine secondo D.Lgs. 81/2008. Insieme al personale tecnico dell’Organizzazione viene realizzata la valutazione dei rischi e la definizione delle misure di adeguamento e di miglioramento da apportare. L’attività realizzata vuole affrontare il tema dell’obbligo della valutazione dei rischi delle macchine non conformi a prescindere dalla presenza della Marcatura CE.
    • DIVISIONE VALUTAZIONI AMBIENTALIValutazioni di Impatto STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE:Ambientale - VIA TERMINAL PLURIMODALE OFFSHORE AL LARGO DELLA COSTA DI VENEZIAValutazioni Ambientali Cliente: Autorità Portuale di VeneziaStrategiche - VAS Anno: 2012Valutazioni di Incidenza L’opera in esame rappresenta la parte a terra a servizio del progetto “TerminalAmbientale - VINCA plurimodale offshore al largo della costa di Venezia”. È stato integrato lo Studio di Impatto Ambientale ai sensi del D.lgs.152/06 relativoValutazioni previsionali alle esternalità prodotte dalla piattaforma d’altura sul sistema di movimentazionedi inquinamento a terra dei container, che si svolgerà presso l’area denominata Montesyndial aelettromagnetico Porto Marghera. Lo Studio di Impatto Ambientale ha compreso la Relazione di Impatto AmbientaleAssistenza per e gli elaborati specialistici relativi a: - Rumore:Valutazione previsionale di impatto acusticoottenimento Autorizzazioni - Paesaggio: Relazione paesaggisticaAmbientali - Valutazione di Incidenza AmbientaleRelazioni paesaggisticheValutazioni previsionali e di PIANO DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL COMUNE DI ORVIETOimpatto acustico Cliente: Comune di OrvietoPiani di risanamentoacustico Anno: 2012 Redazione del Piano di Zonizzazione Acustica del comune di Orvieto (TR) secondo il Regolamento regionale n.1 del 13/08/2004.Misure di potenza sonora Il comune ha provveduto alla classificazione in zone acustiche sulla base delle destinazioni d’uso, del carico urbanistico, dell’effettiva condizione di fruizione del territorio e degli indicatori di valutazione rappresentativi delle attività antropiche, ricavati dai dati ISTATPiani Comunali di o da altre fonti ufficiali. Effettuazione di campagna di rilievi fonometrici diurni e notturni per la definizione delle reali condizioniClassificazione Acustica acustiche del territorio con analisi puntuale delle criticità emergenti dai sopralluoghi e dagli esposti presentati. Redazione del Regolamento Acustico Comunale e presentazione del Piano alla Giunta ed alla cittadinanza.Requisiti acustici passividegli edificiModelli di ricadutainquinantiValutazioni di impattoodorigenoElaborazioni cartografichee GIS STUDIO DI RICADUTA DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Cliente: Cereal Docks S.p.A. Anno: 2011 Lo studio di ricaduta è stato svolto tramite modello ISC3 (Industrial Source Complex dispersion model), modello raccomandato dall’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente statunitense (EPA). ISC è un modello gaussiano tridimensionale stazionario che fornisce i valori di concentrazione in aria a livello del suolo su base media annua, giornaliera ed oraria dovuti alle emissioni di sorgenti puntiformi, lineari ed areali. Il modello è fondato sulla soluzione dell’equazione della convezione-diffusione, con opportune modifiche che consentono di tenere conto in maniera approssimata di condizioni meteorologiche ed orografiche complesse (variazione dell’altimetria e della direzione dei flussi d’aria da punto a punto). Il modello, che utilizza i dati meteorologici provenienti da campagne di misura ed i dati relativi alla sorgente emissiva, considera la soluzione stazionaria dell’equazione: si ipotizza quindi che le scale temporali di variazione delle condizioni meteorologiche e dei parametri chimico-fisici caratteristici delle emissioni risultino sufficientemente lente e che sia dunque lecito assumere che il campo di concentrazione si adatti istantaneamente alle diverse condizioni meteorologiche che si susseguono nel tempo.
    • DIVISIONE RIFIUTI E BONIFICHEIndagini Ambientali PIANO DI CARATTERIZZAZIONE PER LA STAZIONEPiani di Caratterizzazione ELETTRICA VILLABONA UBICATA ALL’INTERNO DEL SIN DIdi suoli ed acque PORTO MARGHERAsotterranee Cliente:Terna S.p.A. HoldingAnalisi di rischio sito Anno: 2011 - 2012specifica Il Piano approvato e realizzato contiene un’accurata valutazione delle criticità storiche e ambientali unitamente ad una idonea stesura del modello concettuale preliminare. Il Piano di caratterizzazioneProgetti di Bonifica è stato suddiviso in due stralci esecutivi al fine di agevolare le operazioni di costruzione di un impianto fotovoltaico in una porzione libera da impianti e macchinari. Contiene inoltre tutteDirezione Lavori le indagini necessarie a caratterizzare le diverse matrici ambientali anche ai fini della redazione dell’analisi di rischio sitospecifica. Il servizio è stato espletato con la realizzazione di 40 punti diProgetto di ripristino indagine del sottosuolo e la installazione di 13 piezometri fenestrati nei diversi acquiferi insistentiambientale al di sotto del sito. In fase di realizzazione dei sondaggi si è proceduto al prelievo di circa 140 campioni di suolo e ad un ciclo completo di campionamento delle acque sotterranee. I campioni così prelevati sonoValutazione e gestione di stati sottoposti ad analisi chimiche di laboratorio per la ricerca di tutti i parametri previsti dalterre e rocce da scavo Protocollo Operativo per la caratterizzazione dei siti ai sensi del d. lgs. 152/06 e dell’Accordo di programma per la Chimica di Porto Marghera Revisione Gennaio 2008.Gestione sedimenti marini Gli esiti delle analisi di laboratorio e delle prove in foro eseguite sui piezometri sono stati elaborati nella relazione conclusiva la quale ha consentito di escludere qualsiasi contaminazione per la matrice terreni ed evidenziare al contempo la presenza, nelle acque sotterranee, di elementi oAssunzione incarico di composti chimici di origine naturale correlabili ad orogenesi o a contaminazione di tipo diffuso eresponsabile tecnico in quindi non imputabili ai titolari del sito.materia di gestione rifiutiCaratterizzazione eclassificazione dei rifiuti SGOMBERO RIFIUTI, MONITORAGGIO ACQUE SOTTERRANEE, PROVEAttuazione del Piano di DI EMUNGIMENTO, DIREZIONE LAVORITutela delle Acque Cliente: Cartiere Cariolaro S.p.A.Modellistica idraulica Anno: 2009 - attualeValutazioni di compatibilità In un’area industriale, ubicata in corrispondenza della Fascia delle Risorgive, si è proceduto alla predisposizione di un Piano di Sgombero di materiali interrati fino alla profondità di -3.0 m da piano campagna ed immersi nella falda freatica subaffiorante. Nelidraulica corso dell’intervento si è proceduto alla predisposizione del Piano di Sgombero e all’ottenimento dell’autorizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale all’attuazione dello stesso. Il Piano ha previsto sia le modalità di indagine e classificazione ai sensiDue Diligence ambientale delle vigenti normative delle matrici interessate (materiali interrati, suolo ed acque di falda), sia le modalità di gestione operativaper acquisizioni immobiliari del cantiere per la rimozione dei materiali ed invio ad idoneo impianto degli stessi. Nel corso delle attività di consulenzae decommisioning eAmbiente ha peraltro affiancato Cartiere Cariolaro nell’individuazione di un idoneo impianto di conferimento. Le attività di indagine si sono articolate nella realizzazione di 20 trincee esplorative spinte sino alla base dei materiali interrati, 6 piezometri disposti in posizioni di monte e valle idrogeologico rispetto all’area di deposito dei materiali, 2 prove di emungimento per la determinazione dei parametri idrogeologici dell’acquifero. Contestualmente sono stati prelevati 12 campioni di materiale interrato (rifiuto) sui quali sono state condotte le verifiche analitiche di classificazione come rifiuto, 18 campioni di acque di falda per la verifica di eventuali fenomeni di lisciviazione e dissoluzione enl corpo acquifero dai materiali interrati. Successivamente alle operazioni di indagine, eAmbiente ha pianificato le operazioni di cantiere e progettato adeguato sistema di dewatring della falda (ottenuta l’autorizzazione per lo scarico in corpo idrico superficiale). DUE DILIGENCE Cliente: LIDL Italia S.p.A. Anno: 2009 - 2012 Consulenza tecnica ambientale su episodio di rinvenimento di materiale di sottofondo non conforme in occasione delle demolizioni del vecchio punto vendita. Gestione ambientale del cantiere, classificazione e allontanamento rifiuti rinvenuti, verifiche sui fondo scavo, verifiche analitiche sul comparto acque sotterranee. STUDIO DI INVARIANZA IDRAULICA Cliente: vari Anno: 2009 - 2012 eAmbiente ha redatto decine di Studi di Compatibilità Idraulica con particolare riferimento progetti di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico e biogas da biomasse) dislocati in tutta la Regione Veneto. Gli studi si sono concentrati preliminarmente sull’inquadramento meteoclimatico e la determinazione dei tempi di corrivazione per eventi meteorici con Tr = 50 anni; tramite la stima della portata massima di piena è stato poi possibile procedere al dimensionamento dei volumi di invaso tramite la creazione di idonei bacini di laminazione o in alternativa il sovradimensionamento della rete meteorica, completano gli elaborati di progetto il dimensionamento dei manufatti di regolazione della portata allo scarico necessario a garantire l’invarianza idraulica a seguito della realizzazione delle opere di progetto.
    • DIVISIONE FERScouting siti idonei PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE FER: BIOGAS/BIOMASSEIndividuazione e Cliente: Ladurner, MTenergie, UTS Biogas, SEKO, eBioenergyvalorizzazione delle filiere Anno: 2011 - 2012Definizione dei piani di La realizzazione di impianti a biogas contribuisce in maniera sostanziale all’incremento della produzione di energiaalimentazione da fonti rinnovabili “pulite”, riducendo in questo modo la produzione di energia da combustibili fossili, che come noto è caratterizzata da un’alta emissione di gas - serra.Valutazione economico L’energia elettrica ottenuta dal biogas, come da presente progetto, ha infatti un bilancio nullo di CO2 in quantofinanziaria dell’intervento l’anidride carbonica emessa con i gas di scarico è pari a quella assorbita dalla coltura energetica durante il suo accrescimento. Più in generale questo genere di tecnologia contribuisce alla riduzione dei gas - serra nell’atmosferaGestione delle pratiche (l’utilizzo di coperture a telo evita anche le dispersioni di metano).autorizzative e post L’autorizzazione Unica è rilasciata ai sensi del D. Lgs. n. 387/2003, art.12 in recepimento della Direttiva 2001/77/autorizzative CE, relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità. Le Linee Guida per l’autorizzazione degli impianti a fonti rinnovabili e il D.Lgs. n. 28/2011 hannoAdvisor Tecnico introdotto importanti contributi che hanno concorso a definire più in dettaglio gli iter autorizzativi. La costruzione e l’esercizio di un impianto per la produzione di energia da biogas è subalterno all’ottenimento del titolo abilitativoValutazione tecnologica ed rilasciato da una Pubblica Amministrazione (Regioni, Province o Comune).economica L’autorizzazione Unica prevede che siano prodotti contenuti minimi al fine di una valutazione complessiva del progetto sotto il profilo tecnico, ambientale e paesaggistico attraverso una Conferenza di Servizi che vede coinvoltiProgettazione e gli Enti e le Amministrazioni locali interessati dal procedimento ognuna per le parti che sono di competenza.realizzazione di impianti Contestualmente all’iter di autorizzazione unica, quindi, è prassi effettuare una prefattibilità per valutare i vincoli di natura ambientale e paesaggistica dell’area che ospiterà l’impianto. FER INNOVATIVE: PIROGASSIFICAZIONE - in partnership con Orion Power S.r.L. Cliente: Areambiente Veneto S.r.l. Anno: 2012 - in corso eEnergia sta curando l’autorizzazione di un impianto di piro-gassificazione di rifiuti per la produzione combinata di energia elettrica e termica. La tecnologia innovativa usata permette di minimizzare la produzione di ceneri e le emissioni in atmosfera attraverso l’ottimizzazione del processo di combustione. L’impianto inoltre è dotato di essiccatore per il pre-trattamento delle biomasse con l’obiettivo di massimizzare la resa energetica delle stesse. eEnergia sta curando per il cliente lo screening di Valutazione di Impatto Ambientale, l’autorizzazione al trattamento dei rifiuti ai sensi dell’art. 208 del D.Lgs. 152/2006, gli allegati specialistici relativi alle emissini in aria ed al rumore.
    • DIVISIONE EFFICIENZA ENERGETICAAnalisi energetiche di CERTIFICAZIONE ISO 50001 Sistemi Gestione Energiaprocessi industriali Cliente: Manutencoop Facility ManagementIndividuazione di soluzioni Anno: 2012di efficientamento Manutencoop Facility Management sta ottenendo la certificazione secondo laPiani d’Azione per l’Energia norma ISO 50001:2011, lo standard internazionale per la gestione dell’energia;Sostenibile (PAES) rappresenta pertanto un importante strumento per aumentare l’efficienza energetica ed il conseguente risparmio economico.Piani Energetici Comunali eAmbiente ed eEnergia stanno fornendo supporto con la loro attività di consulenza per avere un approccio sistemico nella definizione di obiettivi energetici e nell’individuazione degli strumenti adatti al loro raggiungimento;Piani di Contenimento inoltre si è in fase di identificazione delle opportunità di miglioramentodell’Inquinamento assicurando il rispetto di tutti i requisiti cogenti e riducendo i costi legati aiLuminoso (PCIL) consumi energetici.Incarico di energy manager ENERGY MANAGEMENT DEL GRUPPO UNICOMM Cliente: Gruppo UNICOMM (Famila, A&O, Emisfero, Carry, Central Cash, Emisfero, Hurrà e A&O) Anno: 2012 - 2013 eEnergia ha ricevuto l’incarico dal gruppo UNICOMM per l’espetamento delle attività in capo all’Energy Manager (ai sensi della L.10/1991), che consistono in: • Scelta dei fornitori di energia elettrica e gas naturale; • Gestione amministrativa per nuove attivazioni di fornitura e gestione delle utenze esistenti; • Analisi di consumo delle utenze del gruppo ed individuazione di azioni e proposte di intervento volte al risparmio energetico; • Progettazione e Direzione Lavori di interventi condivisi per l’ottimizzazione e la riduzione dei consumi energetici. OSPEDALE DI ASIAGO Cliente: Alfaluda S.r.l. Anno: 2012 Analisi degli impatti ambientali del progetto esecutivo per l’ospedale di Asiago (VI) relativi ad analisi LCA dei materiali isolanti, progettazione del verde, verifica della conformità dell’illuminazione esterna, verifica dei requisiti acustici passivi. UN CLIMA IN COMUNE: LA PROVINCIA DI VENEZIA PER IL PATTO DEI SINDACI Cliente: Provincia di Venezia Anno: 2011 - 2012 La Provincia di Venezia si è costituita struttura di coordinamento per fornire supporto nell’adesione al Patto dei Sindaci e nell realizzazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile ai comuni veneziani. eAmbiente ed eEnergia supportano la Provincia, coordinando la formazione del personale addetto per ciascun comune, organizzando incontri tecnici e divulgativi, valutando gli adeguati strumenti software per l’inventario delle emissioni (BEI) e coadiuvando le amministrazioni a scegliere le azioni migliori per il raggiungimento degli obiettivi 20-20-20 previsti dall’Unione europea. eAmbiente ed eEnergia inoltre supportano i comuni nella redazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.
    • DIVISIONE RICERCA&SVILUPPOBandi e gare GREEN SITE SUPERCRITICAL FLUID TECHNOLOGIES FOR RIVER AND SEA DREDGE SEDIMENT REMEDIATIONProgettazione europea Partner: Alles S.p.a.,VEGA Park, Archimedes logica, CVR, STA, Autorità Portuale di Venezia, eAmbienteProgetti speciali Anno: 2011 - 2013e prototipi La proposta si inserisce nell’ambito della progettazione LIFE+, settore Environment Policy and Governance. Il progetto, cofinanziato dallaComunicazione ambientale Commissione Europea, si pone come obiettivo la messa a punto di tecnologie compatte per la decontaminazione veloce di sedimentiCorsi di formazione marini e fluviali contaminati da idrocarburi e altre sostanze organiche ( PCB, antiparassitari, ecc.) di particolare impatto sulla salute umana e degli ecosistemi nelle aree water front. Tale impianto, inoltre, potrà essere facilmente trasportato per essere insediato nei siti contaminati; in aggiunta, scopo del progetto sarà evitare l’impiego di solventi e/o altri composti chimici e/o biologici che possano transitare nell’ambiente al termine della fase di trattamento. Leader Partner del progetto è Alles S.p.a., in partenariato con VEGA Park S.c.a.r.l.; STA S.r.l.; Consorzio Venezia Ricerche; Archimedes Logica S.r.l.; Autorità Portuale di Venezia; eAmbiente S.r.l. AGGIORNAMENTO/ASSISTENZA LEGALE SU NORMATIVA APPLICABILE Cliente: Acque Veronesi S.c.a.r.l. Anno: 2012 eAmbiente ha predisposto tutta la documentazione di gara necessaria con cui ha permesso l’aggiudicazione dell’appalto. IUl cliente ha pertanto ottenuto un finanziamento finalizzato alla certificazione ai sensi della norma UNI EN ISO 14001, Sistema di gestione Ambientale. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L’OTTENIMENTO DI CERTIFICAZIONI DA PARTE DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE. Cliente: con il supporto di eAmbiente 12 PMI localizzate nella Regione Veneto hanno presentato domanda di partecipazione al bando e sono state ammesse al finanziamento Anno: 2011 - 2012 Ai fini della presentazione delle domande è stata prodotta una documentazione amministrativa e una tecnica. La prima consisteva nelle dichiarazioni relative all’assenza di cause di esclusione ai sensi del codice degli appalti e al possesso dei requisiti minimi essenziali per la partecipazione al bando (quali, a titolo esemplificativo, l’appartenenza ad una determinata categoria di codici ATECO). La documentazione tecnica, invece, era composta dal progetto di certificazione, con l’analisi degli aspetti problematici della società interessata e l’individuazione delle migliorie possibile, unita ad un crono programma delle attività e ad un sintetico business plan. FORMAZIONE/WORKSHOP eAmbiente crede fortemente nell’importanza della formazione e negli aggiornamenti e sviluppi continui, sia dal punto di vista scientifico che legislativo. Per questo organizza e gestisce numerose attività di formazione sia per le aziende che in ambito universitario, che si compongono di: • Cicli mensili di formazione e aggiornamento su tematiche ambientali e di sicurezza sul lavoro; • Newsletter sugli aggiornamenti normativi e le novità del settore; • Somministrazione di corsi presso i clienti e realizzazione di convegni in Italia e all’Estero; • Assistenza e collaborazione per la stesura di Tesi di Laurea; • Collaborazione per l’organizzazione di workshop con Enti di certificazione. luglio 2011 - Aggiornamento legislativo in materia di rifiuti e sottoprodotti luglio 2011 - L’Italia che verrà - Industria culturale, made in Italy e territori novembre 2011 - D. Lgs. 231/2001: Modelli organizzativi per la sicurezza e i reati ambientali novembre 2011 - Città Sostenibile - Ecomondo marzo 2012 - La competitività dei porti: la gestione dei sedimenti - Nuovo decreto liberalizzazioni: novità e prospettive marzo 2012 - Due Diligence ambientali - Accertamento delle passività ambientali nei contratti di compravendita immobiliare marzo 2012 - La registrazione EMAS del Comune di Cavallino Treporti aprile 2012 - Innovazione Green nei mezzi e nelle strutture dedicate alla nautica del Veneto: analisi e soluzioni maggio 2012 - La gestione dei RAEE - Normativa vigente e novità maggio 2012 - Nuovo scenario normativo in materia ambientale maggio 2012 - La valutazione del rischi macchine e gli obblighi del datore di lavoro luglio 2012 - Piano di Tutela delle Acque: analisi della nuova D.G.R.V. n.842/2012 ottobre 2012 - Energie rinnovabili, nuovi decreti ottobre 2012 - Il problema sociale dell’eternit
    • e3city Analisi energetiche di BIKE SHARING NELLA PROVINCIA DI ROVIGO edifici Cliente: Consorzio di Sviluppo del Polesine, Ente Parco Delta del Po Certificazioni energetiche Anno: 2012 (ACE) Il progetto nasce dall’ottenimento di un finaziamento ministeriale Verifica dei requisiti per il per la realizzazione di sistemi di bike sharing elettrico, vinto grazie ad protocollo LEED un progetto proposto da eAmbiente nel 2010. Il progetto, ora in fase di realizzazione, prevede 22 postazioni di bike sharing che ricoprono l’intera provincia di Rovigo, valorizzando i territori meno conosciuti Progettazione di soluzioni e mettendoli in connessione con lo sviluppo turistico ed i meravigliosi per la mobilità sostenibile: pasesaggi del Parco del Delta del Po. Il progetto complessivo, che si snoda - bike sharing per una lunghezza totale di circa 120 km, prevede la fornitura di circa 160 - car sharing e car pooling biciclette a pedalata assisitita, punti di ricarica, dei quali la metà dotati - analisi spostamenti casa/ di impianto fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile, ed un lavoro sistema unico di gestione altamente tecnologico che tramite una tessera RFID permette l’identificazione dell’utente, il pasgamento della bicicletta a noleggio e l’accesso a portali tematici per la consultazione su smartphone di informazioni sulle aree da visitare. PROGETTI SPECIALI: CITTÀ SOSTENIBILECittà Sostenibile è una progetto speciale diECOMONDO e negli anni è diventato un luogo smart city e smart grid smart city e smart gridprivilegiato di incontro tra realtà imprenditoriali ePubbliche Amministrazioni.Durante le edizioni il cui Coordinamento Scientifico connettività e reti energetiche connettività e reti energeticheè stato curato da eAmbiente, sono state presentateesperienze innovative in un’area che ha ospitato progettinazionali e internazionali, e le migliori esperienze di città energy saving energy savingintegrate e “intelligenti”.Tra le aree principali che hanno trovato spazio in questianni ci sono il Patto dei Sindaci, il Coordinamento Agende mobilità e city logistic mobilità e city logistic21 Locali italiane, i Focus sulla Mobilità, le sessioni sulleCittà Intelligenti, il Network delle Città Interculturali, ilGreenbuilding ed il progetto Ecoquartieri. rifiuti rifiutiNell´area workshop le discussioni e gli spunti diinteresse riguardanti la Città sono stati tradotti ineventi formativi altamente specialistici. verde urbano e paesaggio verde urbano e paesaggio
    • eAmbiente eEnergia e3citySede operativa Parco Tecnologico Scientifico VEGA edificio Auriga via delle Industrie, 9 30175 VENEZIA Marghera Italy T. +39 041 5093820 F. +39 041 5093886 info@eambiente.it - Skype: eambiente_venezia Filiale via Tiziano 15, 20145 MILANO www.eambiente.it www.eenergiagroup.it seguici su: