0
Gabriella Dr.ssa Chiellino Presidente eAmbiente
Strumenti obbligatori e volontari: come integrarli?  TERRITORIO   TURISTA ALBERGATORE  CITTADINO
IL TURISMO SOSTENIBILE...Cos’è il turismo sostenibile?“Un turismo in grado di soddisfare i bisogni dei turisti e delle reg...
Il contesto provinciale                              IL PATTO DEI SINDACI                                                 ...
Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile          Obiettivi RIDUZIONE ALMENO del 20%DELLE EMISSIONI DI GAS SERRAattrave...
L’inventario delle emissioni PAES è conoscere le emissioni del territorio comunale  L’IBE mira a quantificare la CO2 emess...
Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibilesettori           CATEGORIA                                     Elettricità    ...
Le azioni e le emissioniIniziative volontarie possibili:SETTOREEdifici residenziali e terziari• Regolamenti in ambito edil...
Le azioni possibili sugli edifici  chiusure            coperture  verticali  opache                                  uso n...
LE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI COMELE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI COMEFORMA DI ATTRAZIONEFORMA DI ATTRAZIONE                 G...
L’ANDAMENTO EUROPEOL’Europa si concretizza come la meta più importante a livello mondiale con un incremento da25,3 a 414 m...
PRESENZE TURISTICHE IN ITALIAPresenze negli esercizi ricettivi – Anni 2007 - 2012La figura mostra l’andamento delle presen...
VANTAGGI DELL’ECOLABELVantaggi per le strutture ricettive: Vantaggi per le strutture ricettive:          Vantaggi per ilil...
LA REGISTRAZIONE ECOLABEL                                                Tra ilil2009 ed ilil2011 c’è stata una           ...
eAmbiente e eEnergia: obiettivo -CO2    TERRITORIO     TURISTA     eAmbiente e Rimini Fiera collaborano ogni   ALBERGATORE...
GRAZIE PER L’ATTENZIONE                     www.eambiente.it                   www.eenergiagroup.it
L’importanza dell’Ecolabel nei mercati turistici internazionali
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

L’importanza dell’Ecolabel nei mercati turistici internazionali

173

Published on

Workshop: "LE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI COME FORMA DI ATTRAZIONE" Fiera dell'Alto Adriatico di Caorle - Stand ASVO e Comune di Caorle. Intervento di Gabriella Chiellino, Presidente eAmbiente Srl ( 20 febbraio 2013)

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
173
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "L’importanza dell’Ecolabel nei mercati turistici internazionali "

  1. 1. Gabriella Dr.ssa Chiellino Presidente eAmbiente
  2. 2. Strumenti obbligatori e volontari: come integrarli? TERRITORIO TURISTA ALBERGATORE CITTADINO
  3. 3. IL TURISMO SOSTENIBILE...Cos’è il turismo sostenibile?“Un turismo in grado di soddisfare i bisogni dei turisti e delle regioni ospitantie allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro.” …. e come attuarlo?
  4. 4. Il contesto provinciale IL PATTO DEI SINDACI Adesione: IL PROGETTO 202020 Novembre 2011 Il Comune di Caorle, nel contesto delle azioni di comunicazione legate al Patto dei Sindaci, intendevolgere l’attenzione ai cittadini e agli operatori di settore per la sensibilizzazione sul tema energetico PIANO DI AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE – PAES• Conseguire gli OBIETTIVI FISSATI DALL’UNIONE EUROPEA (20-20-20)• Ricercare la SINCRONIA E INTEGRAZIONE CON GLI ALTRI PIANI che leamministrazioni sono già chiamate a redigere• Accedere a CONCRETE LINEE DI FINANZIAMENTO europee
  5. 5. Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile Obiettivi RIDUZIONE ALMENO del 20%DELLE EMISSIONI DI GAS SERRAattraverso politiche e misure locali
  6. 6. L’inventario delle emissioni PAES è conoscere le emissioni del territorio comunale L’IBE mira a quantificare la CO2 emessa nel territorio durante l’ANNO DI RIFERIMENTO. La Provincia di Venezia ha proposto il 2005.Le emissioni derivano dal consumo di energia nel territorio comunale e si suddividono in:EMISSIONI DIRETTE ALTRE EMISSIONIutilizzo diretto di combustibili DIRETTE EMISSIONI INDIRETTE dipendono dalle scelte del PAES produzione di elettricità, calore e freddo consumati nel territorio
  7. 7. Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibilesettori CATEGORIA Elettricità Gas naturale Gas liquido Olio da riscaldamento Totale EDIFICI, ATTREZZATURE/IMPIANTI E           INDUSTRIEedifici Edifici, attrezzature/impianti comunali 275,40 1608,60    1884,00 Edifici, attrezzature/impianti terziari 3702,20 880,90    4583,10 (non comunali) Edifici residenziali 5613,10 30357,60 3836,10  41984,00illuminazione Illuminazione pubblica comunale 531,80      531,80 Industrie (escluse le industrieindustria contemplate nel Sistema europeo di           scambio delle quote di emissione – ETS) TRASPORTI           Parco auto comunale         54,50trasporti Trasporti pubblici         472,10 Trasporti privati e commerciali     1026,50  33683,80 TOT MWh     1026,50   34210,40indicatori TOT tCO2     236,10   8830,63
  8. 8. Le azioni e le emissioniIniziative volontarie possibili:SETTOREEdifici residenziali e terziari• Regolamenti in ambito edilizio • Efficientamento energetico degli edifici• Certificazione ISO e EMAS • Caldaie a condensazione• Informazione e formazione cittadini • Pompe di calore geotermiche• Green Public Procurement • Impianti fotovoltaici e termici sulle coperture nell’edilizia pubblica • Isolamento degli edifici•Gruppi dAcquisto Fotovoltaico • Gestione virtuosa dei consumi La direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia Entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione saranno edifici a energia quasi zero
  9. 9. Le azioni possibili sugli edifici chiusure coperture verticali opache uso non razionale dell’energia Miglioramento dell’efficienza energetica: - sostituzione di infissi ed impianti - migliore coibentazione del tetto - migliore isolamento delle pareti infissi Produzione di energia da fonti rinnovabili: impianti vetusti - fotovoltaico - solare termico - minieolicomancata manutenzione degli impianti Marina Verde - Il Progetto Monitoraggio: - Sistemi di comando WIRELESS - Sistemi di controllo - Domotica e sensoristica - Software per la gestione dei consumi energetici
  10. 10. LE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI COMELE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI COMEFORMA DI ATTRAZIONEFORMA DI ATTRAZIONE Gabriella Chiellino, Presidente eAmbiente Srl Gabriella Chiellino, Presidente eAmbiente Srl
  11. 11. L’ANDAMENTO EUROPEOL’Europa si concretizza come la meta più importante a livello mondiale con un incremento da25,3 a 414 milioni di arrivi internazionali tra il 1950 e il 2010 e con una previsione del 2030 di unaumento sino a 700 milioni di arrivi.
  12. 12. PRESENZE TURISTICHE IN ITALIAPresenze negli esercizi ricettivi – Anni 2007 - 2012La figura mostra l’andamento delle presenze negli esercizi ricettivi (corrispondenti al numero di nottitrascorse in tali strutture) distinguendo tra la componente straniera e quella italiana della clientela. 2007 2008 2009 2010 2011 2012
  13. 13. VANTAGGI DELL’ECOLABELVantaggi per le strutture ricettive: Vantaggi per le strutture ricettive: Vantaggi per ililconsumatore: Vantaggi per consumatore: Visibilità aalivello europeo Visibilità livello europeo Trovare servizi di alta qualità ecologica ee Trovare servizi di alta qualità ecologica prestazionale sul mercato, garantiti aa prestazionale sul mercato, garantiti Un servizio competitivo Un servizio competitivo livello europeo livello europeo Incremento dei clienti Incremento dei clienti Contribuire alla riduzione degli impatti Contribuire alla riduzione degli impatti IlIlpregresso attraverso l’efficienza pregresso attraverso l’efficienza ambientali negativi ambientali negativi
  14. 14. LA REGISTRAZIONE ECOLABEL Tra ilil2009 ed ilil2011 c’è stata una Tra 2009 ed 2011 c’è stata una flessione di tale numero da imputarsi alla flessione di tale numero da imputarsi alla entrata in vigore dei nuovi criteri entrata in vigore dei nuovi criteri Ecolabel UE per servizi di ricettività Ecolabel UE per servizi di ricettività turistica ai quali le aziende, che in passato turistica ai quali le aziende, che in passato avevano ottenuto ililMarchio, si stanno avevano ottenuto Marchio, si stanno pian piano conformando. pian piano conformando.La ripartizione geografica delle licenze La ripartizione geografica delle licenzeEcolabel UE per l’Italia mostra inoltre Ecolabel UE per l’Italia mostra inoltreuna netta prevalenza di licenze una netta prevalenza di licenzerilasciate al Nord (57%) , ,seguono poi rilasciate al Nord (57%) seguono poiSud eeIsole con ilil22% eeinfine ilil Sud Isole con 22% infineCentro Italia con ilil20% delle Centro Italia con 20% dellelicenze totali. licenze totali.Da notare poi che l’1% delle licenze èè Da notare poi che l’1% delle licenzestato rilasciato all’estero (in Francia) stato rilasciato all’estero (in Francia)
  15. 15. eAmbiente e eEnergia: obiettivo -CO2 TERRITORIO TURISTA eAmbiente e Rimini Fiera collaborano ogni ALBERGATORE anno nel coordinamento scientifico e CITTADINO nell’organizzazione di Città Sostenibile. Il concetto portante di Città Sostenibile 2012 è stato la Smart Grid intesa come sistema in cui tutte le reti (distribuzione dell’energia, ICT, logistica, rifiuti, mobilità) contribuiscono in modo attivo con informazioni che portino alla creazione di database, di indicatori e di progetti che migliorino la città, dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. L’area espositiva di Città Sostenibile è stata allestita su una superficie di 6.000 mq e suddivisa in 4 quartieri.
  16. 16. GRAZIE PER L’ATTENZIONE www.eambiente.it www.eenergiagroup.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×