Santa Lucia - UBI

814 views

Published on

La magia di Santa Lucia ha scaldato un freddo week-end bergamasco
e, nella frenesia dello shopping natalizio, il tempo si è fermato
nell’incantevole chiostro Santa Marta, nel cuore della città.
Tanti bambini, si sono avvicinati con occhi sognanti, alle porte del
chiostro e, affascinati e incantati dalla calda atmosfera e dalla danza
dei magici elfi, hanno fatto un viaggio alla ricerca dei segreti di
Santa Lucia. Hanno ritagliato e appeso agli alberelli bianchi di Natale,
disegni e frasi con i loro desideri, richieste e speranze e i piccoli
elfi hanno insegnato loro dolci filastrocche e poesie dedicate
a Santa più amata dai bambini. Al termine di questa magica visita,
graziose aiutanti di Santa Lucia, hanno donato loro un dolce cadeau
firmato UBI Banca Popolare di Bergamo.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
814
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Santa Lucia - UBI

  1. 1. BERGAMO CHIOSTRO DI SANTA MARTA SABATO 11E DOMENICA 12 DICEMBRE 2010
  2. 2. La magia di Santa Lucia ha scaldato un freddo week-end bergama-sco e, nella frenesia dello shopping natalizio, il tempo si è fermatonell’incantevole chiostro Santa Marta, nel cuore della città.Tanti bambini, si sono avvicinati con occhi sognanti, alle porte delchiostro e, affascinati e incantati dalla calda atmosfera e dalla dan-za dei magici elfi, hanno fatto un viaggio alla ricerca dei segreti diSanta Lucia. Hanno ritagliato e appeso agli alberelli bianchi di Na-tale, disegni e frasi con i loro desideri, richieste e speranze e i pic-coli elfi hanno insegnato loro dolci filastrocche e poesie dedicatea Santa più amata dai bambini. Al termine di questa magica visita,graziose aiutanti di Santa Lucia, hanno donato loro un dolce cade-au firmato UBI Banca Popolare di Bergamo.In sottofondo, nell’emozionante e suggestiva atmosfera del chio-stro, una voce soave raccontava a grandi e piccini la magica storiadi Santa Lucia, facendo vivere l’attesa del suo arrivo e riempiendo icuori di tanti bambini di ieri e di oggi. Su di un maxi schermo veni-vano poi proiettati i disegni più belli dedicati a Santa Lucia.
  3. 3. T della Fiaba: estoQuando S. Lucia salì in cielo, tutti si meravigliarono nelveder arrivare una persona così giovane.Ben presto la Santa con i suoi modi dolci ed i suoi oc-chi pieni di luce conquistò tutti e, persino lo scontrosoS. Pietro si prese cura di lei come fanno i nonni con inipoti.Così trascorrevano giorni in tanta serenità e pace: Lu-cia tuttavia pensava con tristezza alle sofferenze cheregnavano sulla Terra.S. Pietro, che nonostante la sua lunga barba bianca,aveva ancora una vista acutissima, si accorse che i suoiocchi non brillavano più e decise di chiamarla a sé perparlarle.“il mio desiderio è quello di poter rivedere il mio paesee la gente del mondo.”S. Pietro, fu talmente colpito da quella richiesta chepassò giorni e notti fra le morbide nuvole del Paradi-so a pensare come potesse esaudire il suo desiderio,finché prese coraggio e decise di parlarne col PadreEterno. S’incamminò un po’ timoroso e quando fu daLui espose la richiesta tenendo china la testa in segnodi profondo rispetto.S. Pietro restò immobile ad aspettare una risposta poi,inaspettatamente, udì uno strano e metallico tintinnio;socchiuse gli occhi e vide che il buon Dio teneva inmano una piccola chiave d’oro.“Tieni Pietro, questa é la chiave che apre una finestrache dà sul mondo. Prendila e portala a S. Lucia” disseil Signore.S. Pietro fu così meravigliato che afferrò la chiave e cor-se come un ragazzino a cercare la sua Santa bambina:la condusse in cima ad una nuvola dove si affacciava lamagica finestra.qui, Lucia con la mano tremante, infilò la chiave nellafessura e, come d’incanto, le apparve laggiù il mondo.Fu in quel momento che vide tanti bambini che soffri-vano e piangevano.Rammaricata richiuse piano la finestrella e, una pro-fonda tristezza, calò sui suoi dolcissimi occhi celesti:quella sofferenza era troppo ingiustaNemmeno al Padre Eterno passò inosservata la cosae decise di chiamare S. Pietro. “Caro Pietro,” disse ilSignore “Io so quello che turba S. Lucia. Ella soffre peri patimenti dei bambini e le privazioni alle quali sono
  4. 4. sottoposti.”disse ed aggiunse: “ Ho deciso, daremo giocare con loro.. su’ dai forza, prendine quanti ne vuoil’incarico proprio a Lei di portare una volta all’anno un e portali a chi ne ha veramente bisogno” concluse Pie-po’ di allegria sulla Terra e, tu Pietro, le dirai che il Si- tro.gnore l’autorizza a scendere il giorno del suo martirio “Oh, nonno Pietro, grazie, grazie di cuore” .cioè il 13 dicembre per portare doni a tutti i bambini La santa lavorò fino alla sera del 12 dicembre: raccolsedella Terra. Ora vai, corri, voglio che torni la luce in quei più giocattoli che poteva , li mise in grandi sacchi chesanti occhi.” appoggiò sulle spalle.S. Pietro si affrettò a cercare Lucia per darle la bellissi- “Ma cara così non arriverai mai con tutto quel carico,pesama notizia. troppo” disse Pietro “ C’é qualcuno qui che sarebbe di-Ormai mancavano pochi giorni al 13 dicembre, ma Lu- sposto ad aiutare S. Lucia?”cia capì ben presto che non disponeva di nulla ed, in “Iho...Iho...”Paradiso, non esistevano né pasticcerie, né negozi di “Tu, mio dolce asinello? Se a Lucia va bene, andrà benegiocattoli. anche a me” disse Pietro e guardò la santa.Questa volta S. Pietro fu veramente geniale:.”Lucia, “Certamente! L’asinello, sarà il mio fedele accompa-apri la finestre e guarda bene…Vedi nello spazio? .. gnatore! vedrai, quando ci vedranno i bambini che gio-Ecco un cavallino… una bambola… un trenino… là c’é ia sarà per loro”disse Lucia accarezzando la generosauna trombetta, una trottola, li vedi? Sai cosa sono tutti bestiola.quei giochi? Sono i giochi superflui, inutili, abbando-nati e dimenticati da bambini viziati e mai contenti. Ecco come nacque il viaggio di S. Lucia e del suo asinel- I giochi sono come le persone, cercano compagnia e, lo; da allora non hanno mai mancato all’appuntamentose nessuno li vuole più, preferiscono andare nello spa- ogni 13 dicembre con i bambini buoni e bravi…zio, sperando d’incontrare qualche bimbo disposto a
  5. 5. I numeri4000 volantini distribuitiPiù di 500 bambini arrivati con le famigliePiù di 300 piccoli desideri appesi ai bianchi alberi100 disegni su Santa Lucia10 alberi di Natali3 magici elfi danzanti3 graziose aiutanti di Santa LuciaTante filastrocche e poesieInfinita MagiaTargetTutti i piccoli e grandi sognatori di ieri, oggi e domani.
  6. 6. AllestimentiAlberelli bianchi natalizi, neve finta e candi-de passerelle, effetti di luci colorate ed unmaxischermo, hanno fatto da coreografiaad un autentico teatro a cielo aperto, fattodi sogni e magia, il Chiostro Santa Marta.
  7. 7. VIA MEER 60 / 24022 / ALZANO LOMBARDO / BERGAMO / T. (+39) 035 515488 / F. (+39) 035 4720799VIA MAGOLFA 21 / 20143 / MILANO / T. (+39) 02 49518912info@e-venti.com / www.e-venti.com

×