European Cloud PartnershipIl contesto e le opportunità                20 aprile 2012                 Daniele Tatti    Digi...
Sommario                       1. Cloud computing e PA                 2. European Cloud Partnership                    3....
1. Cloud computing e PA• Servizi cloud pubblici (≈ disponibili su Internet)        – il cloud inventato da Google, Amazon ...
DigitPA e il cloud computing•     Incontri con i maggiori cloud provider (2008 - …)•     Giornata di studio “eGovernment e...
Il documento di DigitPA  • Raccomandazioni         – Privacy e sicurezza                   •   Seguire le linee-guida euro...
2. European Cloud Partnership• Iniziativa lanciata dalla VP Neelie Kroes        – “Superare la frammentarietà della domand...
ECP - La realizzazione • Tre fasi        1. Definizione di requisiti comuni ai diversi settori (eGovernment, eHealth…) per...
ECP - I precedenti• Le due iniziative europee        – Digital Agenda for Europe (Comunicazione del 26/08/2010)        – C...
ECP - Punti forti e punti deboli        – Sede privilegiata per risolvere problematiche di privacy, sicurezza, interoperab...
3. Ipotesi di partecipazione• La ECP intende coinvolgere        – Stati membri “interessati”        – centrali di acquisto...
Prossimi passi                                                  Governance Level                                          ...
Riferimenti1.    Neelie Kroes, Setting up the European Cloud      Partnership, http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction....
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

European Cloud Partnership - contesto e prospettive

260 views
202 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
260
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

European Cloud Partnership - contesto e prospettive

  1. 1. European Cloud PartnershipIl contesto e le opportunità 20 aprile 2012 Daniele Tatti DigitPA - Ufficio relazioni internazionali
  2. 2. Sommario 1. Cloud computing e PA 2. European Cloud Partnership 3. Ipotesi di partecipazione20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 2
  3. 3. 1. Cloud computing e PA• Servizi cloud pubblici (≈ disponibili su Internet) – il cloud inventato da Google, Amazon ecc. – fonte delle maggiori economie di scala – rischi da gestire in vista di enormi opportunità• Servizi cloud di comunità e privati (≈ non disponibili su Internet) – consolidamento dei data center – ricorso ad architetture hw/sw che assicurino la portabilità – virtualizzazione / migrazione / ottimizzazione / condivisione / riuso dati e applicazioni – previsti dai piani di eGovernment di diversi Paesi – Best practice italiana: il Green Data Center ENI da 150 M€ in costruzione vicino a Pavia• Vantaggi comuni – economici (ma comunque sempre da valutare) – organizzativi – “better citizen experience” – condivisione – riuso20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 3
  4. 4. DigitPA e il cloud computing• Incontri con i maggiori cloud provider (2008 - …)• Giornata di studio “eGovernment e cloud computing” (CNEL, ottobre 2010) – Relatori: Stanford University, CNR, ENISA, DG INFSO, SOGEI, Banca d’Italia, aziende ICT• Gruppo di lavoro “Cloud computing e PA” (marzo/ottobre 2011) – Più di 100 adesioni (pubblica amministrazione, università e ricerca, industria, singoli esperti), industria ICT coinvolta tramite Assinform, contributo di ENISA su sicurezza e privacy – Documento di raccomandazioni e proposte (ultimato ma in corso di approvazione) • Aspetti strategici • Sicurezza e privacy • Aspetti economici, legali e contrattuali • Infrastrutture tecnologiche• Partecipazione alla consultazione pubblica della Commissione su cloud computing (maggio 2011)• Partecipazione a studi e progetti finanziati dalla UE (2011 - …) – Open-DAI (CIP-ICT PSP Call 6/2011) • Infrastruttura di tipo cloud per il riuso dei dati pubblici – Cloud for science and public authorities (SMART 2011/0055) • Stato dell’arte e potenzialità del cloud per eScience e eGovernment20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 4
  5. 5. Il documento di DigitPA • Raccomandazioni – Privacy e sicurezza • Seguire le linee-guida europee e nazionali e contribuire al loro sviluppo • Contrattualizzare il rispetto della tutela dei dati personali • Definire le garanzie che devono essere fornite dai fornitori di servizi cloud • Valutare non solo i rischi ma anche i benefici derivanti dal ricorso al cloud – Aspetti economici, legali e contrattuali • Valorizzare una visione di sistema per il Paese e per la PA • Valutare tutti i costi della migrazione al cloud • Seguire la normativa e gli orientamenti giuridici prevalenti – Infrastrutture tecnologiche • Promuovere l’omogeneità e la standardizzazione nelle infrastrutture e nel patrimonio applicativo • Facilitare la sostituzione di infrastrutture IT tradizionali con servizi cloud • Assicurare la portabilità e l’interoperabilità tra cloud diversi • Adattare le competenze IT delle amministrazioni al nuovo ruolo di utente di servizi cloud • Proposte a carattere strategico – Adottare una visione condivisa per l’adozione dei servizi cloud – Cogliere l’opportunità del cloud per affrontare la razionalizzazione dei data center pubblici – Valutare costi e benefici dei cloud privati e di comunità per la pubblica amministrazione – Promuovere la disseminazione e lo cambio di esperienze nelle pubbliche amministrazioni – Promuovere la ricerca e la sperimentazione sul Government cloud – Avviare progetti-pilota in settori prioritari – Curare con attenzione gli aspetti internazionali20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 5
  6. 6. 2. European Cloud Partnership• Iniziativa lanciata dalla VP Neelie Kroes – “Superare la frammentarietà della domanda di servizi cloud da parte del settore pubblico europeo” (WEF, gennaio 2012) – Punta allo sviluppo di un mercato europeo dei servizi cloud facendo leva sulla domanda del settore pubblico – Non punta a realizzare o ad integrare le infrastrutture cloud degli Stati membri• Il settore pubblico in Europa… – maggiore acquirente di IT ma con impatto limitato sul mercato• …e in Italia – la sola PA centrale acquista IT per circa 2,5 B€ l’anno – spesa squilibrata tra hardware (28%), software (31%), reti (15%) e servizi (26%) – molte centinaia di data center con molteplici e marcati profili di diseconomicità• Benefici attesi a livello UE – sviluppo di nuovi cloud service provider – maggiore efficienza per il settore pubblico – condizione abilitante per nuovi servizi eGovernment – vantaggi per le imprese (maggiore concorrenza, interoperabilità e qualità nella fornitura di servizi cloud)20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 6
  7. 7. ECP - La realizzazione • Tre fasi 1. Definizione di requisiti comuni ai diversi settori (eGovernment, eHealth…) per armonizzare e integrare la domanda di servizi cloud 2. Realizzazione di un progetto-pilota 3. Realizzazione di una Reference implementation • Governance a due livelli – La priorità e le strategie saranno definite da uno “steering board”, che riporterà alla VP Neelie Kroes e di cui faranno parte gli SM “interessati” – L’implementazione sarà curata da un lato dalle centrali acquisti nazionali e regionali (attraverso dei MoU), dall’altro dall’industria (attraverso dei grant agreement) • Finanziamento – A luglio 2012 un bando da 10 M€ (strumento FP7 di pre-commercial procurement) che porti a primi risultati nel 2013 – In seguito saranno esaminati altri strumenti (CIP, Horizon2020, CEF ?) – Possibili finanziamenti pubblici o privati dagli SM attraverso “open governance arrangements” • Forte analogia con il SEPA (Single European Payments Area) – l’insieme di strumenti, standard, procedure e infrastrutture introdotti dalla UE per creare un mercato unico dei pagamenti in euro attraverso l’interoperabilità dei fornitori di servizi di pagamento pubblici e privati.20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 7
  8. 8. ECP - I precedenti• Le due iniziative europee – Digital Agenda for Europe (Comunicazione del 26/08/2010) – Cloud Computing Strategy (annunciata al WEF 2011)• DAE (Key action 9 / Action 53) – “Leverage more private investment through the strategic use of pre-commercial procurement…” – “…using structural funds for research and innovation…” – “…develop further eInfrastructures and establish an EU strategy for cloud computing notably for government and science…”• Cloud Computing Strategy – In corso di elaborazione – Nel 2011 la Commissione ha svolto un’ampia consultazione multi-stakeholder, in parte anche pubblica – “The strategy should consider economic, legal and institutional aspects.” – Prevista una Comunicazione nel corso del 201220 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 8
  9. 9. ECP - Punti forti e punti deboli – Sede privilegiata per risolvere problematiche di privacy, sicurezza, interoperabilità dei servizi cloud (che non possono essere affrontate in uno scenario nazionale a causa della natura del cloud, dei fattori di scala, della regolamentazione prevalentemente UE, delle possibili sinergie…) – Forte impulso e importanti finanziamenti da parte UE per lo sviluppo di un mercato dei servizi cloud (attraverso standard, requisiti comuni, best practice) – Opportunità per accelerare la definizione e l’integrazione delle strategie e delle iniziative nazionali – Ricadute positive sull’industria ICT nazionale – Possibilità di fare tesoro di iniziative già in corso – Evoluzione dei servizi di eGovernment – Forte contributo all’Agenda Digitale Italiana – Governance complessa (sia a livello UE che nazionale) – Partecipazione dell’Italia allo steering board presuppone obiettivi chiari da concordare in poco tempo con molti stakeholder – Poche esperienze di pre-commercial procurement20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 9
  10. 10. 3. Ipotesi di partecipazione• La ECP intende coinvolgere – Stati membri “interessati” – centrali di acquisto nazionali/regionali/altre… – industria• La ECP potrebbe coinvolgere – ministeri e agenzie specifiche – autorità indipendenti (protezione dei dati personali, lavori pubblici, appalti...) – associazioni industriali del settore ICT – consorzi di aziende (che intendono partecipare ai bandi)• In Italia – Cabina di regia, Gruppo di lavoro “eGov / Open Data” – MIUR, FP, MISE, DDI, DigitPA ??? – MEF, CONSIP, centrali regionali… – Confindustria digitale, Assinform… – Partecipanti selezionati del gruppo di lavoro “Cloud computing e PA” – …20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 10
  11. 11. Prossimi passi Governance Level Implementation Level Grant agreement First step: MoU Industrial consortium Procurement authorities • Coinvolgere i diversi soggetti – A livello di governance (Steering Board) • … – A livello di implementazione • … – Altri Stakeholder • … • Prossimi appuntamenti – 2 aprile: riunione informativa DigitPA / DDI – oggi: riunione di orientamento – 24 aprile: Preparatory Meeting a Bruxelles – Settimana del 30 aprile: debriefing dopo riunione di Bruxelles – …20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 11
  12. 12. Riferimenti1. Neelie Kroes, Setting up the European Cloud Partnership, http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=SPEECH/12/38&format=HTML& aged=0&language=EN&guiLanguage=en2. Carl-Christian Buhr, Cloud Computing in the Digital Agenda for Europe, http://www.slideshare.net/ccbuhr/cloud-computing-in-the-digital-agenda-for-europe3. A Digital Agenda for Europe, COM(2010) 245 final/2, http://eur- lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=COM:2010:0245:FIN:EN:PDF4. DAE / Action 53, http://ec.europa.eu/information_society/newsroom/cf/fiche- dae.cfm?action_id=211&pillar_id=47&action=Action%2053%3A%20Financially%20support%20joint%20 ICT%20research%20infrastructures%20and%20innovation%20clusters5. DigitPA, Giornata di studio “eGovernment e cloud computing”, http://www.digitpa.gov.it/notizie/giornata-di-studio-su-egovernment-e-cloud-computing (video degli interventi: http://www.youtube.com/user/digitpagov)6. ENI, Programma Green Data Center, http://www.eni.com/green-data-center20 aprile 2012 European Cloud Partnerhip 12

×