Scuola dell'energia

  • 980 views
Uploaded on

La presentazione del progetto "Scuola dell'Energia" organizzato da Progepiter e Gruppo LEN a Parma vede coinvolte imprese e professionisti dell'Energy Efficiency per offrire alle aziende una strada …

La presentazione del progetto "Scuola dell'Energia" organizzato da Progepiter e Gruppo LEN a Parma vede coinvolte imprese e professionisti dell'Energy Efficiency per offrire alle aziende una strada sicura verso il risparmio energetico.
Nelle prossime settimane ci sarà la registrazione dei moduli e da settembre la piattaforma FAD sarà operativa !

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
980
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Learning education network
  • 2. Progetto “Scuola dell’energia”Progetto su piattaforma FAD per diffonderee sviluppare consapevolezza relativa agli usifinali dell’energiaFocus su efficienza energetica, risparmio eSistemi di Gestione dell’EnergiaPensato, progettato e implementato daiprofessionisti e imprese della rete E4Savingper soddisfare tutte le esigenze di gestionedell’energia delle aziende 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 3. Coordinamento del progettoCoordinamento didattico a cura di DanieleSogni, auditor, formatore e consulente diSistemi di Gestione dell’Energia (ISO 50001)per aziende e organismi di certificazioneErogazione dei moduli mediante E4Saving, larete pensata per soddisfare al meglio leesigenze aziendali in termini di gestione erisparmio negli usi finali, industriali e civili,dell’energia20/04/2012 Daniele Sogni
  • 4. www.e4saving.comAudit energetici industriali e civiliSistemi di Gestione dell’Energia ISO 50001Energy Service Company, FTT, TEE20/04/2012 Daniele Sogni
  • 5. Obiettivi del progettoConsapevolezza e miglior gestionedell’energiaConoscenza delle tecnologie e delle misuregestionali per l’efficienza energeticaApplicazione ai diversi scenari produttiviI destinatari sono amministratori, tecnici,responsabili di produzione e dimanutenzione che, mediante l’efficienzaenergetica, possono ridurre i consumi e icosti energetici aziendali20/04/2012 Daniele Sogni
  • 6. Programma di dettaglioGli ambiti formativi sono: Il valore dell’energia Gli strumenti fondamentali per la gestione dell’energia Gli strumenti specialistici per la gestione dell’energia Conoscere gli usi dell’energia Migliorare la gestione dell’energia I principali usi energetici L’energia nella progettazione20/04/2012 Daniele Sogni
  • 7. Il valore dell’energia 1/2 duratan. titolo descrizione (h) Grandezze ed unità di misura energetiche, sistemi e Fondamenti di leggi generali, trasmissione del calore, distribuzione1 1 Energetica elettrica per definire il modello energetico aziendale. Usi e modalità dellenergia per le abitazioni: dalle applicazioni più frequenti e comuni alle tecnologie Usi domestici2 1 più futuristiche delle case moderne, fino alla dellenergia domotica per un controllo preciso ed efficiente dei consumi energetici domestici. La scelta del fornitore e del contratto di fornitura è il primo passo, ancora purtroppo poco considerato, Contrattualistica e verso una riduzione dei costi associati agli usi miglioramenti degli3 1 energetici. Lanalisi delle fasce di consumo, della usi energetici gestione dei carichi e delle garanzie di legge per la domestici fornitura di energia elettrica e gas metano sono i passi per una scelta consapevole. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 8. Il valore dell’energia 2/2 duratan. titolo descrizione (h) Panoramica sullimportanza di approcciare, in modo Valore e opportunità consapevole, la gestione dellenergia attraverso il della gestione controllo dei consumi e gli interventi di4 dellenergia, 1 miglioramento energetico di una variabile efficienza e risparmio fondamentale della produzione economica italiana energetico spesso sottovalutata in termini di costi e di risparmi. Linterazione tra energia, ambiente e salute ovvero come consumare energia minimizzando gli impatti Il valore civico e sullambiente e la salute evidenziando come un5 leducazione nelluso 1 comportamento energeticamente virtuoso spesso, dellenergia porta reali benefici anche allambiente e alla nostra salute. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 9. Gli strumenti fondamentali per la gestione dell’energia 1/2 duratan. titolo descrizione (h) La fornitura energetica, i contratti, le opportunità per ottimizzare i costi delle forniture energetiche e Contratti di fornitura6 1 le variabili da considerare per la scelta degli dellenergia approvvigionamenti (interrompibilità, riduzione accise per trattamenti termici, rifasamento, ecc.). Lo strumento gestionale completo per il controllo e la riduzione dei consumi e dei costi energetici in Sistemi di Gestione azienda, applicabile a tutte le organizzazioni7 dellEnergia ISO 2 interessate a ottimizzare i centri di costo energetici. 50001:2011 Lo strumento è integrabile nei Sistemi di Gestione eventualmente già implementati (es. ISO 9001 e ISO 14001). 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 10. Gli strumenti specialistici per la gestione dell’energia duratan. titolo descrizione (h) Gli strumenti tecnici a disposizione per l’analisi La metodologia Life ambientale-energetica dai singoli prodotti ai sistemi Cycle Assessment più complessi per la valutazione di scenari alternativi10 secondo la norma UNI 1 del sistema in oggetto, particolarmente utile in fase EN ISO 14040:2006 e di design energetico di prodotto/processo. 14044:2006 Descrizione e implementazioni in diversi scenari Le diverse tipologie di produttivi e di progettazione delle diverse forme di11 Life Cycle 1 LCA con la finalità di evidenziare le principali Assessment caratteristiche e peculiarità in chiave energetica. Misure e Panoramica sui principali strumenti e loro utilizzo12 monitoraggio dei 1 per la misure ed il monitoraggio di usi e variabili consumi energetici energetiche per lindustria e il terziario. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 11. Conoscere gli usi dell’energia duratan. titolo descrizione (h) Descrizione dei principali usi energetici dellindustria e delle variabili energetiche relative con particolare Gli usi energetici13 2 approfondimento delle migliori tecnologie industriali disponibili (BTA) per il risparmio e lefficienza energetica. Gli usi energetici del Corso specifico dedicato agli usi energetici e loro14 terziario e degli edifici 2 miglioramenti delle attività dei servizi relativi a relativi edifici, ICT, UTA, illuminazione, ecc. Analisi degli usi e delle variabili che afferiscono i processi produttivi alimentari con particolare Gli usi energetici nel attenzione alle produzioni lattiero-casearie, settore food (lattiero-15 2 vitivinicole e degli insaccati delle province emiliane caseario, vitivinicolo e quali refrigerazione, impianti di condizionamento e insaccati) impianti di fermentazione anche mediante software dedicato. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 12. Migliorare la gestione dell’energia 1/2 duratan. titolo descrizione (h) Il miglioramento della performance energetica Misure organizzative deriva anche dalla buona gestione e16 e gestionali per 2 programmazione attraverso misure organizzative lefficienza energetica volte a responsabilizzare e coinvolgere i lavoratori. Descrizione del processo di implementazione del Il percorso per Sistema di Gestione dellEnergia conforme a ISO limplementazione del17 2 50001:2011 partendo dallanalisi energetica, Sistema di Gestione opportunità di miglioramento, controllo operativo e dellEnergia gestione degli usi energetici. La metodologia LCA in LCCA è uno strumento economico che permette di ambito energetico: valutare tutti i costi relativi ad un determinato18 Energy Life Cycle 2 componente o sistema ottimizzandone i costi in fase Costing Analysis di acquisto o progetto. Viene indicato anche dalle (LCCA) norme relative ai Sistemi di Gestione dellEnergia. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 13. Migliorare la gestione dell’energia 2/2 duratan. titolo descrizione (h) Applicazione della metodologia LCCA a un caso reale Caso-studio LCCA per acquisire competenza e consapevolezza nelluso19 tramite software 1,5 dello strumento tramite software dedicato per la dedicato valutazione delle performance ambientali ed energetiche di un sistema di prodotto. Gli EnPI sono gli strumenti più importanti previsti da Gli indicatori di ISO 50001:2011 per la definizione, il controllo e il prestazione miglioramento delle performance energetiche energetica (EnPI) per20 1,5 partendo dallenergy review iniziale fino alle il controllo dei specifiche per lO&M, Design & Procurement degli consumi energetici e i asset energetici con riferimento alla definizione dei benchmark benchmark di settore 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 14. I principali usi energetici duratan. titolo descrizione (h) Il motore elettrico: aspetti generali e possibilità di efficientamento.21 I motori 1 Il motore endotermico: aspetti generali e possibilità di utilizzo. Principi di trasmissione della luce, sistemi di22 Illuminotecnica 1 illuminazione e possibili interventi di efficientamento per lindustria e i servizi. Analisi delle principali tecnologie per la generazione di aria compressa e principali problematiche nella23 Aria compressa 1 gestione e distribuzione: analisi energetica, descrizione delle principali criticità e opportunità di miglioramento. Descrizione degli scenari ove è normalmente riscontrabile un cascame termico e tecnologie per la24 Recuperi termici 1 valorizzazione termica e/o elettrica della potenza termica residua, in termini di riuso o trasformazione del vettore energetico. 20/04/2012 Daniele Sogni
  • 15. L’energia nella progettazione duratan. titolo descrizione (h) Criteri per la progettazione e la costruzione degli Progettazione edifici residenziali per il controllo e la riduzione dei25 efficiente degli edifici 1 consumi energetici tipici (illuminazione, residenziali climatizzazione, riscaldamento, ecc.). Criteri per la progettazione e la costruzione degli Progettazione edifici commerciali per il controllo e la riduzione dei26 efficiente degli edifici 1 consumi energetici tipici (illuminazione, trattamento commerciali aria, controllo accessi, ecc.). 20/04/2012 Daniele Sogni