Partecipazione alla vita politica in Italia: da dove ripartire

1,885 views
1,748 views

Published on

1. Non trattare gli iscritti ai partiti come un gruppo di idioti

2. Accettare la complessità: si è in campagna elettorale tutti i giorni, volenti o nolenti

3. Iniziare (finalmente!) a considerare Internet come il luogo del dialogo e non del monologo

4. Aggiornare il significato delle parole sinistra e destra

5. Rinunciare all’alibi preferito di chi non vuole iniziare mai: “su Internet ci vanno solo i giovani”

(slideshow presentato agli Stati Generali della Comunicazione Politica, LUISS - Roma, 29 maggio 2013)

0 Comments
7 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,885
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
265
Actions
Shares
0
Downloads
55
Comments
0
Likes
7
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Partecipazione alla vita politica in Italia: da dove ripartire

  1. 1. Partecipazione alla vitapolitica in Italia: da doveripartireCinque strade da seguire, tra democraziainterna, ruolo di Internet e comunicazionepoliticaCinque strade da seguire, tra democraziainterna, ruolo di Internet e comunicazionepoliticadi Dino AmenduniRomaStati Generali dellaComunicazione Politica29 Maggio 2013di Dino AmenduniRomaStati Generali dellaComunicazione Politica29 Maggio 2013
  2. 2. Proforma / Un blog aziendale: perché?Chi sonoMi chiamo Dino Amenduni(dino.amenduni@proformaweb.it -http://about.me/dinoamenduni)Sono il responsabile dei nuovi media e consulenteper la comunicazione politica per l’agenzia Proformadi Bari (www.proformaweb.it)Sono collaboratore e blogger perFinegil-Gruppo Espresso e formatore (su social mediamarketing e comunicazione politica)Tutte le mie presentazioni sono disponibiligratuitamente (sia consultazione che download)all’indirizzo: www.slideshare.net/doonie
  3. 3. Proforma / Un blog aziendale: perché?Sommario: cinque idee1. Non trattare gli iscritti ai partiti come un gruppo diidioti2. Accettare la complessità: si è in campagna elettoraletutti i giorni, volenti o nolenti3. Iniziare (finalmente!) a considerare Internet come illuogo del dialogo e non del monologo4. Aggiornare il significato delle parole sinistra edestra5. Rinunciare all’alibi preferito di chi non vuole iniziaremai: “su Internet ci vanno solo i giovani”
  4. 4. Proforma / Un blog aziendale: perché?0. PremessaL’equazione più tecnologia = più democrazianon è automatica.Molto dipende da una variabile indispensabile:la volontà politica di allargare i processi democratici,prima di tutto nei partiti e nelle istituzioni.Se manca questa volontà, la tecnologia porteràall’aumento della sfiducia dei cittadini(la frustrazione del parlare senzaessere ascoltati) e, in alcuni casi,ai tentativi della politica di ridurre gli spazi di democraziaattraverso la tecnologia.
  5. 5. Proforma / Un blog aziendale: perché?1. Non trattare gli iscrittiai partiti come un gruppodi idioti1. Ripartire dalla democrazia interna2. Dare un senso alla partecipazione3. Non aspettare e competere
  6. 6. Proforma / Un blog aziendale: perché?Gli iscritti non sono idioti1.Il dato: 5.6% (percentuale di fiducia nei partiti)Dati Aprile 2013 – Demos – Associazione Etica edEconomia: qui l’indagine completa
  7. 7. Proforma / Un blog aziendale: perché?Gli iscritti non sono idioti1.Il dato: 3 (le istituzioni che in Italiasuperano il 50% di fiducia)Dicembre 2012, Demos: qui l’indagine completa
  8. 8. Proforma / Un blog aziendale: perché?Gli iscritti non sono idioti1.Soluzionia.La vita politica (nei partiti) deve essere animata dallacostante necessità di rispondere alla domanda: perchéuna persona dovrebbe iscriversi a un partito?b.Ricomporre il rapporto tra partecipazione edecisione (in tutte le organizzazioni): o i dirigentiascoltano, elaborano, fanno sintesi di ciò che la basepensa, dice, decide, o la crisi di fiducia non passeràmai.c.L’aumento della democrazia interna deve poterpassare attraverso consultazioni costanti (anche per viaelettronica) su decisioni che riguardano la linea politica,per ridurre le barriere all’accesso alla vita politica.
  9. 9. Proforma / Un blog aziendale: perché?Gli iscritti non sono idioti1Tecnologia vs politicaI mezzi tecnologici sono maturi, ma non basta.Per ricostruire l’equivalenza più tecnologia = piùdemocrazia sono necessari:1.Volontà politica del gruppo dirigente: se il gruppodirigente non è democratico, non lo sarà né online néoffline -> combattere i signori delle tessere e icongressi blindati.2.Sostegno a chi allarga i processi di partecipazione.Democrazia interna come nuovo fattore identitario.3.Il coraggio delle candidature: se nessuno si candidanei partiti (e rischia, anche di perdere) governerannosempre gli stessi.
  10. 10. Proforma / Un blog aziendale: perché?2. Accettare la complessità: lacampagna elettorale èpermanente (volenti o nolenti)A. Non è antipolitica, è antipartiticaB. La tattica è un lavoro quotidianoC. È impossibile non comunicare
  11. 11. Proforma / Un blog aziendale: perché?Accettare la complessità2.Il dato: +1.8% (italiani che “fanno” politica)Confronto 2006-2012, Demos: qui l’indagine completa
  12. 12. Proforma / Un blog aziendale: perché?Accettare la complessità2.Scenarioa.Scende la fiducia, aumenta la partecipazione =volontà frustrata di aiutare. La rabbia (e le decisioni divoto conseguenti) non sono “antipolitica”, sono“antipartitica”.b.Monti: -50% di fiducia in 12 mesi (novembre 2011-novembre 2012). Altissima volatilità del consenso inintervalli brevi: le elezioni si vincono e si perdono tutti igiorni.c.Facebook in Italia: da 600mila iscritti (2008) a 23milioni (2013). Al +3200% di tasso di crescitadegliiscritti corrisponde un’equivalente crescita dell’impegnodi comunicazione sui social media? Certamente no.
  13. 13. Proforma / Un blog aziendale: perché?Accettare la complessità2.Soluzionia.Rimettere al centro le organizzazioni politiche (ipartiti) come luoghi della decisione. Gli italianichiedono solo di poter dare una mano.b.Organizzare gruppi di lavoro permanenti che sioccupino della gestione scientifica della comunicazionepolitica. Ogni azione pubblica deve essere studiata neldettaglio. La tattica politica è un lavoro quotidiano.L’improvvisazione è vietata.c.Integrare comunicazione online e offline in un unicogruppo di lavoro, trasformare gli staff in organizzazionicapaci di produrre contenuti in tempi rapidi, entrarenella logica “digital first” (pensare prima ai contenutiweb, poi alle loro declinazioni sui mezzi tradizionali)
  14. 14. Proforma / Un blog aziendale: perché?Accettare la complessità2.Non ci sono alternativeSe partiti e politici non vorranno riadattare il loro mododi lavorare accettando la complessità del sistema deimedia italiano, l’importanza crescente dei socialnetwork, la necessità di essere in campagna elettoralepermanente, aggiornando processi organizzativi emodelli di produzione dei contenuti, non potrannocomunque pensare di essere esenti dalleconseguenze di questo cambio di paradigma.“È impossibile non comunicare” (primo assiomadella scuola di Palo Alto, 1971) vale anche per lagestione quotidiana del consenso, soprattutto sui socialmedia.
  15. 15. Proforma / Un blog aziendale: perché?3. Entrare (finalmente!)nella stagione del dialogo1. Crisi di fiducia dei media tradizionali2. Crisi della comunicazione top-down3. Disintermediazione vera, senza furbizia
  16. 16. Proforma / Un blog aziendale: perché?La stagione del dialogo3.Il dato: +17.8% (tasso di “libertà” di Internet rispetto allatelevisione secondo gli italiani: era +10.2% nel 2009)Dati Dicembre 2012 – Demos Repubblica: qui l’indaginecompleta
  17. 17. Proforma / Un blog aziendale: perché?La stagione del dialogo3.Scenarioa.Quasi un italiano su due considera Internet (e dunquei social media) come il “luogo mediatico della fiducia” ->opinione pubblica diffusa.b.Scendono tutti i mezzi di comunicazione dove, invece,la comunicazione è necessariamente unidirezionale. Ilfeedback, il commento, è un’opzione consideratasempre più “naturale” per gli italiani (e in generale, pergli utenti di Internet).c.Nuove regole d’ingaggio: più passa il tempo, più ildialogo (elemento che caratterizza la regolare identitàdegli utenti dei social media) diventa una variabilepolitica che ridefinisce il concetto di fiducia: piùrispondi, più sei credibile.
  18. 18. Proforma / Un blog aziendale: perché?La stagione del dialogo3.Soluzionia.Abbandonare l’idea (attuale) di comunicazione suisocial media che, salvo alcune virtuose eccezioni,assomiglia alla riproduzione dei comunicati stampasu mezzi “nuovi” e personali, senza alcuna cura dellerisposte e del feedback.b.Organizzare la politica, i partiti, gli staff, come unservizio di “assistenza elettori” sette giorni su sette,24 ore su 24. I cittadini/consumatori sono sempre piùabituati a questo tipo di interazione quando acquistanoprodotti/servizi.c.I politici (e i loro staff) devono considerare leinterazioni online di pari dignità a quelle offline. Finché icommenti FB saranno considerati “di serie B”, ci saràun’aspettativa frustrata, dunque sfiducia.
  19. 19. Proforma / Un blog aziendale: perché?4. Aggiornare il significatodelle parole “sinistra”e “destra”1. Voto sempre meno “ideologico”2. Non sono tutti uguali, ma cambiano le differenze3. Ideali senza prassi = perdita di fiducia
  20. 20. Proforma / Un blog aziendale: perché?Risemantizzare sinistra edestra4.Il dato: -11.6% (voto orientato politicamente perappartenenza, -23% nell’elettorato 25-34)Dati comparati 2006-2013 – Demos – AssociazioneEtica ed Economia: qui l’indagine completa
  21. 21. Proforma / Un blog aziendale: perché?Risemantizzare sinistra edestra4.Scenarioa.Il sentimento di appartenenza sinistra-destra, anchese è ancora maggioritario, è sempre meno esplicativodelle preferenze di voto (soprattutto tra i più giovani).b.La formazione del governo Monti prima, del governoLetta ora, insieme all’opposizione del Movimento5Stelle(“né di destra né di sinistra”) mette a dura prova ilbipolarismo politico e culturale.c.Nel frattempo in tutta Italia (ad esempio alle elezionilocali) destra e sinistra sono in opposizione, ed esistonoinoltre argomenti tabù (nel dibattito nazionale), che inrealtà nascondono le vere differenze contemporaneesinistra-destra.
  22. 22. Proforma / Un blog aziendale: perché?Risemantizzare sinistra edestra4.Soluzioni (ammesso che si vogliano trovare)a.Rinnovare il concetto di “ideale”, creando uncollegamento sistematico tra “ideale” (orientamentoculturale), proposta di legge, coerenza della biografiadel proponente (valore della competenza),realizzazione concreta e ricaduta sulla vitaquotidiana dei cittadiniEsempio: parlare di “trasporto pubblico locale” è unconto, proporre l’acquisto di mille treni per i pendolari(con un primo firmatario esperto di trasporti) vuol direunire ideali e prassi legandolo a un miglioramentoimmediatob. Ricomporre la mobilitazione finalizzandola aobiettivi pragmatici (e raggiungibili), come è accaduto alreferendum 2011
  23. 23. Proforma / Un blog aziendale: perché?5. “Su Internet si raggiungonosolo i giovani:” falso!1. Rinunciare agli alibi2. Rinunciare alla metafora del “popolo della rete”3. Usare soluzioni tecnologiche moderne, per tutti
  24. 24. Proforma / Un blog aziendale: perché?Il popolo della Rete non esiste5.Il dato: 78.8% (italiani di età compresa tra i 55 e i 64anni che usano Internet)Gennaio 2013 – Indagine annuale Demos-Coop:qui l’indagine completa
  25. 25. Proforma / Un blog aziendale: perché?Il popolo della Rete non esiste5.Scenarioa.Il segmento socio-demografico 45-64 scarica piùapplicazioni per smartphone rispetto al segmento 14-29 anni (Censis, ottobre 2012).b.Il segmento socio-demografico con i tassi più alti dinuovi iscritti a Facebook in Italia è di età compresa tra i45 e i 64 anni.c.La situazione cambia radicalmente dopo i 64 anni, mala frattura nell’accesso a Internet appare più “cultural”che “digital”, almeno nelle grandi città, anche graziealla diffusione della connettività da dispositivi mobili.
  26. 26. Proforma / Un blog aziendale: perché?Il popolo della Rete non esiste5.Soluzionia.Chi teorizza che comunicare sui social mediaimpedisce di raggiungere “gli italiani” sta mentendo.Probabilmente ha più paura di perdere il controllo delprocesso decisionale che di fallire come comunicatore.Facebook è il primo “mercato” in Italia per numero diutenti che è possibile raggiungere, dunque partiti esingoli politici devono utilizzare i social media in modoprofessionale se vogliono comunicare e ricostruire unrapporto di fiducia consolidato con gli italiani.b.Nessuna timidezza anche nelle soluzioni tecnologicheutilizzate per comunicare (ad esempio applicazioni persmartphone). Come per il punto uno (democraziainterna), bisogna smetterla di considerare gli italianicome un gruppo di idioti.
  27. 27. Proforma / Un blog aziendale: perché?0. Conclusione(scettica ma non pessimistica)Cè ancora un abissotra la nostra ipertrofia tecnologicae il nostro sottosviluppo sociale.(Manuel Castells)
  28. 28. Grazie!Dino Amendunihttp://about.me/dinoamendunidino.amenduni@proformaweb.it

×