La sorveglianza "Okkio alla salute 2012" i dati della regione Toscana per "azioni di salute"

519 views
405 views

Published on

Published in: Healthcare
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
519
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La sorveglianza "Okkio alla salute 2012" i dati della regione Toscana per "azioni di salute"

  1. 1. Azienda Sanitaria Firenze titolo Igiene e Sanità Pubblica e Nutrizione - /U.O.Igiene Alimenti e Nutrizione Referente Progetto Dr.ssa B.Niccoli Direzione dei Servizi Tecnico Sanitari U.O. Assistenza Sanitaria in Ambito Preventivo Direttore: Dott.ssa Giovanna Mereu La Sorveglianza “OKkio alla Salute 2012” i Dati della Regione Toscana per “Azioni di Salute” Report a cura di: AS Dr.ssa Francesca Bardi Con la Collaborazione delle Assistenti Sanitarie: E.Brandi,R.Borghi, A.Matteoli,D.Rinaldi, G.Villani Incontro con i Genitori e la Scuola
  2. 2. Azienda Sanitaria Firenze 2 Il progetto OKkio alla SALUTE Coordinato e promosso dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) in collaborazione con il MIUR viene realizzato dalle Regioni
  3. 3. Azienda Sanitaria Firenze 3 OKkio alla SALUTE è • Una Sorveglianza di Sanità Pubblica NAZIONALE • Che raccoglie dati utili a valutare lo stato nutrizionale e i comportamenti di Salute dei bambini in età 8/9 anni, nei loro ambienti di vita (Scuola e Famiglia). • Ha una cadenza biennale,e dal 2008 sono tre le Sorveglianze Realizzate COSA è OKkio alla SALUTE
  4. 4. Azienda Sanitaria Firenze 4 Le scuole rappresentano l’ambiente ideale per la sorveglianza: i bambini sono facilmente raggiungibili sia per la raccolta dei dati che per gli interventi di promozione della salute che seguiranno la sorveglianza. Okkio alla Salute è in collaborazione del MIUR
  5. 5. Azienda Sanitaria Firenze 5 L’Obiettivo generale di OKKio alla Salute Stimare e seguire nel tempo la situazione nutrizionale dei bambini delle scuole primarie Descrivere e seguire nel tempo i progressi dell’ambiente scolastico in termini di caratteristiche favorenti la sana nutrizione e l’attività fisica al fine di suggerire azioni appropriate e basate su prove di efficacia
  6. 6. Azienda Sanitaria Firenze 6 OKkio alla SALUTE e si svolge su un campione rappresentativo di Bambini delle classi 3°della scuola Primaria. Il campione di classi viene estrapolato dalle Regioni , le classi (“grappoli” o “cluster”) sono estratte dalle liste di campionamento predisposte dagli Uffici Scolastici, le scuole con maggior numero di iscritti hanno maggiori probabilità di rientrare nel campione La Realizzazione locale del Progetto è affidata ai Dipartimenti della Prevenzione delle ASL Regionali.
  7. 7. Azienda Sanitaria Firenze 7 Personale della ASL, formato ed addestrato si reca presso le Scuole individuate per : Acquisire Consenso Informato (modulo) da parte delle Famiglie ,somministrare Questionari in classe, misurare Peso e Altezza di ogni singolo bambino (vestiti, escluso le scarpette). Gli strumenti,Bilancia e Stadiometro sono forniti dall’Istituto Superiore di Sanità. Le rilevazioni sono effettuate in ambienti sicuri e protetti. Gli Operatori ASL distribuiscono all’Insegnante e ai Bambini materiali informativi da utilizzare a Scuola e per le Famiglie sui temi Nutrizione e Attività fisica. Questionario Dirigente Scolastico ,“SCUOLA E SALUTE” e questionario Insegnanti, sono ritirati al termine delle rilevazioni.
  8. 8. Azienda Sanitaria Firenze 8 Questionario Genitori e Questionario Bambini
  9. 9. Azienda Sanitaria Firenze 9 Questionario Scuola e Salute
  10. 10. Azienda Sanitaria Firenze 10 •I Bambini che non partecipano allo studio, sono impegnati dall’Insegnante, con alcuni strumenti didattici cartacei predisposti da ISS. •I dati raccolti sono inseriti in un data base dell’Istituto Superiore Sanità, e sono da questi elaborati. •Le informazioni analizzate sono poi restituite alle Regioni per essere rese pubbliche, attraverso vari strumenti. •Le Regioni e il Ministero rendono pubblici e diffondono i dati attraverso i propri siti Istituzionali •Il sito ministeriale è : www.okkioallasalute.it
  11. 11. Azienda Sanitaria Firenze 11 I SISTEMI DI SORVEGLIANZA ATTIVI IN ITALIA NELL’AMBITO DEL MONITORAGGIO DEGLI STILI DI VITA I SISTEMI DI SORVEGLIANZA ATTIVI IN ITALIA NELL’AMBITO DEL MONITORAGGIO DEGLI STILI DI VITA Comportamenti collegati alla salute dei bambini e degli adolescenti : Progetto nazionale “Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età scolare” Fattori di rischio comportamentali e adozione di misure preventive nella popolazione adulta MinisterodellaSalute
  12. 12. Azienda Sanitaria Firenze 12 Dati Forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ci dicono che : • l’86% dei decessi, • il 77% della perdita di anni di vita in buona salute • il 75% delle spese sanitarie in Europa e in Italia sono causati da alcune patologie non trasmissibili, quali malattie cardiovascolari, tumori, diabete mellito, malattie respiratorie croniche, disturbi muscolo-scheletrici CONDIZIONI CRONICHE che HANNO IN COMUNE FATTORI DI RISCHIO MODIFICABILI fumo di tabacco - l’obesità e sovrappeso, l’abuso di alcol, lo scarso consumo di frutta e verdura, la sedentarietà. Dall’OMS dati Allarmanti
  13. 13. Azienda Sanitaria Firenze 13 La Regione Europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) con Gaining-Health (GUADAGNARE SALUTE) Ha definito la strategia di contrasto alle malattie non trasmissibili
  14. 14. Azienda Sanitaria Firenze 14 Il Ministero della Salute italiano ha recepito il programma Europeo OMS e con strategia intersettoriale e Interministeriale ha deliberato “Guadagnare salute, rendere facili le scelte salutari”, che agisce su: -aspetti ambientali -sociali -economici per influenzare i comportamenti individuali e non solo sugli aspetti sanitari.
  15. 15. Azienda Sanitaria Firenze 15
  16. 16. Azienda Sanitaria Firenze 16 ..condividere cosa è emerso dall’analisi dei dati raccolti sugli STILI DI VITA dei nostri bambini e sull’ambiente Scolastico e cercare di stimolare dibattito e possibili azioni di miglioramento Questo incontro è per …
  17. 17. Azienda Sanitaria Firenze 17 Sino al secolo scorso le nostre abitudini attingevano ancora alla cultura e alla civiltà Contadina, La VITA ERA PIU’ SIMILE, nei ritmi e stili all’uomo antico dopo il BOOM ECONOMICO, Stili di vita e abitudini proiettano l’Uomo verso un destino diverso, quello di Consumatore
  18. 18. Azienda Sanitaria Firenze 18 FATTORI DI PROTEZIONE FATTORI DI RISCHIO SIAMO CARENTI VERSO I NOSTRI COMPORTAMENTI ALIMENTARI e STILI DI VITA INCREMENTANO IL RISCHIO PER LA NOSTRA SALUTE Quotidianamente siamo esposti a fattori di rischio
  19. 19. Azienda Sanitaria Firenze 19 I FATTORI di PROTEZIONE I FATTORI di RISCHIO RIDURRE ACCRESCERE PER DARE SALUTE AGLI ANNI e non solo anni alla vita è necessario : AGIRE IN DUE DIREZIONI
  20. 20. Azienda Sanitaria Firenze 20 Effetti dei comportamenti e degli stili di vita sulle MALATTIE CARDIOVASCOLARI Fonte: LA FORZA delle EVIDENZE SCIENTIFICHE Convincente (+++) Probabile (++) Possibile (+) Insufficiente(0) ΩΩΩΩΩΩΩΩ33 ΩΩΩΩΩΩΩΩ 66 DIet, nutrition and the prevention of chronic diseases Geneva 2003
  21. 21. Azienda Sanitaria Firenze 21 Effetti dei comportamenti alimentari e degli stili di vita verso Malattie Degenerative (Tumori) LA FORZA delle EVIDENZE SCIENTIFICHE Convincente (+++) Probabile (++) Possibile (+) Insufficiente(0) Frutta e verdura consumare almeno 600 g/die Carni RIDURRE il consumo di carni conservate e rosse DIet, nutrition and the prevention of chronic diseases Geneva 2003 Fonte:
  22. 22. Azienda Sanitaria Firenze 22 Effetti dei comportamenti e degli stili di vita sull’OBESITA’ Fonte: DIet, nutrition and the prevention of chronic diseases Geneva 2003 LA Forza delle EVIDENZE SCIENTIFICHE Convincente (+++) Probabile (++) Possibile (+) Insufficiente (0)
  23. 23. Azienda Sanitaria Firenze 23 La Comunicazione di OKkio alla SALUTE Fra le Azioni di Contrasto si inserisce …
  24. 24. Azienda Sanitaria Firenze 24 Bambini Toscani in età 8-9 anni Comportamenti, abitudini, “STILI DI VITA” Fattori di protezione e di contrasto ai rischi per la salute e per una crescita sana
  25. 25. Azienda Sanitaria Firenze 25 Okkio alla Salute 2012 Quante scuole e quante classi sono state coinvolte nell’indagine? Nel 2012 nella Regione Toscana hanno partecipato all’indagine 116 scuole per un totale di 123 classi. Grazie alle Famiglie e alle Scuole su 2442 Bambini Iscritti alle classi 3° della scuola Primaria, hanno aderito 2359 Bambini con rispettive Famiglie
  26. 26. Azienda Sanitaria Firenze 26 Sovrappeso e obesità per regione, bambini di 8-9 anni della III primaria, OKkio alla SALUTE 2012 ITALIA Sovrappeso 22,2% Obesità 10,6% 13,3 16,0 18,3 18,5 17,9 19,6 19,7 20,5 20,3 22,1 22,5 22,8 22,2 23,2 25,6 24,1 24,7 27,3 25,8 27,0 24,8 27,2 2,6 4,8 5,8 6,0 7,5 7,0 7,0 6,6 8,0 7,2 6,9 9,3 10,6 10,1 8,8 13,4 14,4 13,0 14,6 14,3 16,8 21,5 0 10 20 30 40 50 60 PA Bolzano PA Trento Valle d'Aosta Lombardia Sardegna Toscana Friuli VG Veneto Piemonte Emilia Rom Liguria Marche ITALIA Lazio Umbria Sicilia Calabria Basilicata Abruzzo Molise Puglia Campania % Sovrappeso Obeso TOSCANA Sovrappeso 19,6% Obesità 7,0%
  27. 27. Azienda Sanitaria Firenze 27 Sovrappeso e obesità per regione 2012
  28. 28. Azienda Sanitaria Firenze 28 Quanti bambini in sovrappeso e obesi? 23 11 19,6 7 0 10 20 30 40 50 60 Sovrappeso Obesi %bambini Italia Regione Toscana
  29. 29. Azienda Sanitaria Firenze 29 Stato ponderale dei bambini di 8 e 9 anni per caratteristiche demografiche del bambino e della madre
  30. 30. Azienda Sanitaria Firenze 30 Nella Nostra Regione risulta che fra i bambini sono molto diffuse abitudini alimentari e comportamenti sedentari che non favoriscono una crescita armonica e in salute..
  31. 31. Azienda Sanitaria Firenze 31 64,5 6,9 28,7 0 20 40 60 80 Non fa colazione Colazione non adeguata Colazione adeguata COLAZIONE % – Toscana OKkio 2012 Dato Nazionale -il 9%non fa colazione -Nel 31% la colazione non è adeguata E considerata adeguata la colazione con Proteine e Carboidrati complessi
  32. 32. Azienda Sanitaria Firenze 32 E’ il primo pasto della giornata ed è necessario dopo il digiuno notturno! 1. Fornisce l’energia necessaria per affrontare la giornata 2. Favorisce la concentrazione e l’attenzione a scuola • Spesso chi salta la colazione tende a mangiare fuori dai pasti principali • Dovrebbe essere consumata in almeno 10-15 minuti seduti a tavola , evitando di guardare la TV.
  33. 33. Azienda Sanitaria Firenze 33 Il primo pasto della giornata è anche il più importante! Una… colazione da Re! Dovrebbero essere favoriti alimenti semplici ma propri dello Stile Mediterraneo, ovvero poco trasformati e poco raffinati. Esempio prodotti da Cereali integrali , perchè contengono carboidrati complessi a lento assorbimento (Pane semplice,schiacciata,biscotti secchi, muesli), accompagnati da una fonte proteica a scelta, un frutto di stagione e una bevanda semplice ma salutare (latte,spremuta, succo di frutta priva di zuccheri aggiunti, acqua, tè).
  34. 34. Azienda Sanitaria Firenze 34 Pane burro e marmellata e latte oppure una spremuta Yogurt con pezzetti di frutta fresca e una fetta di pane Yogurt con fette biscottate e marmellata, Spremuta di agrumi Torta di mele, Latte/tè, Frutta fresca di stagione Latte con biscotti secchi, 1 Frutto di stagione Yogurt con muesli con frutta secca e cereali Pane con ricotta, mandorle, nocciole a pezzetti Pane e olio o Pane e pomodoro e un succo di frutta Panino o tost con prosciutto e Tè o un bicchiere di latte
  35. 35. Azienda Sanitaria Firenze 35 27,7 68,9 3,4 0 20 40 60 80 Non fa merenda Merenda inadeguata Merenda adeguata Dato Nazionale -Nel 65% la MERENDA è abbondante MERENDA % - Toscana 2012 MERENDA ADEGUATA è: uno spuntino di non oltre 100 calorie
  36. 36. Azienda Sanitaria Firenze 36 E’ importante che sia leggera in modo da interrompere le ore di digiuno della mattina ma tale da non togliere il sano appetito al pranzo (nei giorni di scuola e di vacanza). GLI ALIMENTI CONSIGLIATI: -Frutta fresca di stagione -Yogurt; -Succo di frutta privo di zuccheri aggiunti -Crackers o prodotto da forno di piccole-medie dimensioni (30-50g). Da non dimenticare l’acqua piuttosto che bevande zuccherate come thè, cole, aranciate.
  37. 37. Azienda Sanitaria Firenze 37 Perchè l’ACQUA E’ VITA è il più potente SOLVENTE che si conosca, Trasporta ossigeno e nutrimento alle cellule e rimuove le sostanze di scarto attraverso il sangue ed il sistema linfatico. FAVORIRE UNA BUONA IDRATAZIONEH 2 O H 2 O H 2 O H 2 OH 2 O FORNIAMO ACQUA ai nostri Bambini, al posto di bevande zuccherate e gasate
  38. 38. Azienda Sanitaria Firenze 38 23,4 35,3 33,6 1,5 3,3 2,8 0 10 20 30 40 50 Mai Meno di 1 asett Qualche voltaasett 1 al dì Da2 a3 al dì 4 o più al dì Consumo di frutta nell’arco della settimana% Dato Nazionale -il 22% non consuma FRUTTA ogni giorno OBIETTIVO: 2-3 PORZIONI al GIORNO 29,5%
  39. 39. Azienda Sanitaria Firenze 39 32,5 32,2 24,1 0,6 5,5 5 0 10 20 30 40 50 Mai Meno di 1 a sett Qualche volta a sett 1 al dì Da 2 a 3 al dì 4 o più al dì Dato Nazionale -il 22% non consuma VERDURA ogni giorno Frequenze di Consumo VERDURA % Toscana OKkio 2012 OBIETTIVO: 2 PORZIONI al GIORNO 43%
  40. 40. Azienda Sanitaria Firenze 40 Prevalenze per porzioni consumate Passi 2008-2011 Dato Nazionale in % Solo il 10%, gli Italiani in età 18- 69 anni aderisce alle raccomandazioni, riferendo un consumo di almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura (five a day) Consumo di frutta e verdura in età 18-69 52%
  41. 41. Azienda Sanitaria Firenze 41 SCEGLILA -STAGIONALE -LOCALE -A produzione lotta integrata o biologica
  42. 42. Azienda Sanitaria Firenze 42 5 Porzioni o più, al giorno FIVE A DAY
  43. 43. Azienda Sanitaria Firenze 43 Semplificando Una PORZIONE di frutta corrisponde al proprio Pugno (non stretto) oppure, deve stare sul palmo della tua mano
  44. 44. Azienda Sanitaria Firenze 44 OBIETTIVO: RIDUZIONE FREQUENZE DI CONSUMO Dato Nazionale -il 44% consuma abitualmente bevande zuccherate e/o Gasate Frequenze di Consumo Bevande Gasate % Toscana OKkio 2012
  45. 45. Azienda Sanitaria Firenze 45 56,5 9,3 10,7 23,6 0 20 40 60 Più volte Una volta Meno di una volta Mai Dato Nazionale -il 44% consuma abitualmente bevande zuccherate e/o Gasate OBIETTIVO: RIDUZIONE FREQUENZE DI CONSUMO Frequenze di Consumo Bevande Zuccherate % Toscana OKkio 2012
  46. 46. Azienda Sanitaria Firenze 46 L’assunzione di zuccheri in eccesso è un’abitudine sempre più diffusa nella società post moderna. Mediamente in una lattina di bevanda zuccherata (33 cc) è contenuta una quantità di zuccheri aggiunti pari a 40-50 grammi, fra 5 e 8 cucchiaini, con l’apporto calorico che ne consegue Esiste una forte associazione EVIDENZE SCIENTIFICHE tra il consumo di bevande zuccherate e l’obesità. Mentre dovremmo offrire e bere acqua a tutte le età e in molteplici occasioni. Anche i dolcificanti di sintesi hanno controindicazioni non sempre conosciute COMPORTAMENTI CHE AUMENTANO I RISCHI
  47. 47. Azienda Sanitaria Firenze 47 Organizzazione Mondiale Sanita’ (O.M.S) DEFINIZIONE di ATTIVITA’ FISICA “Tutti i movimenti della vita di ogni giorno ,durante il lavoro, il tempo libero, l’esercizio fisico e le attivita’ sportive. E’ ATTIVITA’ FISICA ATTIVITA’ FISICA
  48. 48. Azienda Sanitaria Firenze 48 I bambini della nostra regione fanno poca attività fisica, sono invece molto diffuse attività sedentarie: solo il 14,9% svolge un’ora di attività fisica per 5 giorni-7 giorni a settimana il 33% usa TV e videogiochi per 3-5 ore e più al giorno, mentre non si dovrebbero superare le 2 ore al giorno il 45,4% ha un televisore in camera alla sera il 78,5% guarda la televisione o gioca con videogiochi prima di dormire Sappiamo che l’attività fisica, la salute e la qualità della vita sono strettamente correlate, mentre l’uso del computer e della televisione sono forme di svago passive che riducono le esigenze e le opportunità di attività fisica.
  49. 49. Azienda Sanitaria Firenze 49 22,5 58,2 14,9 0,8 3,6 0 10 20 30 40 50 60 70 Altro Bicicletta A piedi Macchina Scuolabus Altro Bicicletta A piedi Macchina Scuolabus Modalità di raggiungimento Scuola % -Toscana OKkio 2012
  50. 50. Azienda Sanitaria Firenze 50 Giorni alla Settimana di ATTIVITA FISICA almeno una ora durante la settimana % Toscana OKkio 2012 32,7 28,9 13,3 16,7 6 7,4 43,2 22,4 8,3 12,7 3,3 5 0 10 20 30 40 50 0 1 2 3 4 5 a 7 Maschi Femmine Dato Nazionale -18% pratica sport non più di una ora a settimana OBIETTIVO INCREMENTARE ATTIVITA’ MOTORIA ASSICURANDO ALMENO 1 ora al giorno , in forma libera e ludica o strutturata
  51. 51. Azienda Sanitaria Firenze 51 Bambini che hanno giocato all’aperto e/o hanno fatto attività fisica il giorno precedente le rilevazioni ATTIVITA’ FISICA Periodo delle rilevazioni, PRIMAVERA e il tempo era bello!
  52. 52. Azienda Sanitaria Firenze 52 ORE Trascorse Davanti alla TV o Videogiochi % Toscana OKkio 2012 ATTIVITA’ SEDENTARIE
  53. 53. Azienda Sanitaria Firenze 53 Diverse fonti autorevoli raccomandano un limite di esposizione complessivo alla televisione/videogiochi per i bambini di età maggiore ai 2 anni di non oltre le 2 ore quotidiane, mentre è decisamente sconsigliata la televisione nella camera da letto dei bambini ATTIVITA’ SEDENTARIE - PASSIVE – esposizione a PUBBLICITA’
  54. 54. Azienda Sanitaria Firenze 54 PASSI ci dice che: fra gli adulti di 18-69 anni le persone che si possono definire attive sono solo il 32,8%, mentre risulta sedentario il 30,4%. Al pari di una sana alimentazione , scioltezza muscolare, forza muscolare, mobilita’ articolare e capacita’ motorie sono sempre stati elementi imprescindibili per la salute, la sopravvivenza e l’evoluzione dell’Uomo. Abbiamo 650 muscoli e 206 ossa un sistema nervoso che direttamente e indirettamente partecipa all’esecuzione dei movimenti PERSONE ATTIVE in ETA’ 18-69 anni Passi 2008-2011 Dato Nazionale in %
  55. 55. Azienda Sanitaria Firenze 55
  56. 56. Azienda Sanitaria Firenze 56
  57. 57. Azienda Sanitaria Firenze 57 Colpo d’occhio dei progressi della scuola La partecipazione della scuola all’alimentazione dei Bambini Quante scuole sono dotate di mensa e quali sono le loro modalità di funzionamento? le mense possono avere una ricaduta diretta nell’offrire ai bambini dei pasti qualitativamente e quantitativamente equilibrati che favoriscono un’alimentazione adeguata e contribuiscono alla prevenzione del sovrappeso/obesità. •Nella nostra regione il 93,5% delle scuole campionate, ha una mensa scolastica funzionante. •Nelle scuole dotate di una mensa, il 65,6% di esse sono aperte almeno 5 giorni la settimana. •La mensa viene utilizzata mediamente dal 79,6% dei bambini Secondo il giudizio dei dirigenti scolastici il 82,2% delle mense risulta essere adeguato per i bisogni dei bambini
  58. 58. Azienda Sanitaria Firenze 58 Negli ultimi anni sempre più scuole hanno avviato distribuzioni di alimenti allo scopo di integrare e migliorare l’alimentazione degli alunni. Nella nostra regione, le scuole che distribuiscono ai bambini frutta o latte o yogurt, nel corso della giornata, sono il 45,6%. Colpo d’occhio dei progressi della scuola
  59. 59. Azienda Sanitaria Firenze 59 La partecipazione della scuola all’attività motoria dei bambini Quante scuole riescono a far fare le 2 ore di attività motoria raccomandate ai propri alunni e quali sono gli ostacoli osservati ? •La maggioranza delle scuole dichiara che tutte le classi (69,8%) o quasi tutte le classi (9,8%) svolgono normalmente le 2 ore di attività motoria.
  60. 60. Azienda Sanitaria Firenze 60 Le ragioni principalmente addotte a spiegazione del mancato svolgimento dell’attività motoria curriculare includono: •struttura dell’orario scolastico (67,3%) •mancanza di una palestra (20,9%) •eccessiva distanza della palestra dalla scuola (7,9%) •insufficienza della palestra (5,0%) • mancanza o inagibilità di spazi esterni (7,9%) • scelta del docente (4,9%).
  61. 61. Azienda Sanitaria Firenze 61 Le scuole offrono opportunità di praticare attività motoria oltre quella curricolare all’interno della struttura scolastica? Le scuole che offrono agli alunni la possibilità di effettuare all’interno della scuola occasioni di attività motoria, oltre le 2 ore raccomandate, sono il 48,2%. La partecipazione della scuola all’attività motoria dei bambini
  62. 62. Azienda Sanitaria Firenze 62 Colpo d’occhio dei progressi della scuola
  63. 63. Azienda Sanitaria Firenze 63 È possibile implementare le azioni di protezione…
  64. 64. Azienda Sanitaria Firenze 64 OBIETTIVO di Sanità Pubblica Spostare attenzione verso Consumi ALIMENTO-PROTETTIVI OBIETTIVO di Sanità Pubblica Spostare attenzione verso Consumi ALIMENTO-PROTETTIVI
  65. 65. Azienda Sanitaria Firenze 65 OBIETTIVO di Sanità Pubblica Spostare attenzione verso Comportamenti Protettivi
  66. 66. Azienda Sanitaria Firenze 66 COSA è POSSIBILE FARE ?
  67. 67. Azienda Sanitaria Firenze 67 •Aumentare la collaborazione e la comunicazione fra scuola , famiglia , Commisione Mensa , Comune, ASL, anche attraverso i siti WEB Istituzionali •E possibile rendere più partecipi i giovani verso tutte quelle attività che li riguardano, permettendo loro di esercitare competenze e abilità per la vita,con stima di sé e autoefficacia,…collanti sociali In ambito scolastico è possibile…
  68. 68. Azienda Sanitaria Firenze 68 •Aderire ai progetti regionali che promuovono Salute EaS : Sretching in classe, LIFE SKILL •Assicurare le ore di attività motoria curriculare e aumentare le occasioni di fare movimento anche attraverso la collaborazione con il CONI e le Associazioni Sportive Locali •INSERIRE come materia di studio, l’educazione alimentare e nutrizionale (come da curricola scolastica) In ambito scolastico è possibile…
  69. 69. Azienda Sanitaria Firenze 69 Facilitare e concordare il consumo a metà mattina di una merenda salutare attraverso accordi fra le parti: Scuola-Comune-Famiglia “ Contratto della Merenda” La scuola , aderendo a progetti locali o nazionali può riuscire a garantire a tutti, uno spuntino salutare (ruolo educativo e di tutela per la salute) “Proposte a costo 0”
  70. 70. Azienda Sanitaria Firenze 70 Esempio di Buona Pratica: Per Migliorare I Pasti a Scuola e ridurre gli sprechi, la Commissione Mensa insieme alla Consulta Genitori di SPS, hanno posto al centro i Giovani, in una indagine conoscitiva su i “principi guida” e sul gradimento MENU’ della mensa nelle scuole. I Giovani in questo modo, sono diventati parte attiva e promotori nel miglioramento dei pasti nelle Scuole di San Piero A Sieve!
  71. 71. Azienda Sanitaria Firenze 71 ALCUNI STRUMENTI di Lavoro e INFORMATIVI su cui tutti possiamo trovare spunti di lavoro
  72. 72. Azienda Sanitaria Firenze 72 Ristorazione Collettiva e Ristorazione Assistenziale Le Linee Guida per la Ristorazione Scolastica della REGIONE TOSCANA Con deliberazione della Giunta Regionale n. 1127 del 28.12.2010, sono state approvate le "Linee di indirizzo regionali per la ristorazione scolastica" nelle quali si definiscono oltre ai principi nutrizionali, le porzioni e l'organizzazione del servizio anche gli obiettivi educativi nei confronti di alunni, docenti e famiglie al fine di inserire la ristorazione in un quadro complessivo di corretta alimentazione.
  73. 73. Azienda Sanitaria Firenze 73
  74. 74. Azienda Sanitaria Firenze 74
  75. 75. Azienda Sanitaria Firenze 75 GUADAGNARE SALUTE IN TOSCANA : “PROGETTO STRETCHING IN CLASSE”
  76. 76. Azienda Sanitaria Firenze 76 Linee guida Per una Sana Alimentazione Italiana dell’Istituto Nazionale Ricerca Alimenti Nutrizione (INRAN)2003 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo 2. Più cereali, legumi,ortaggi e frutta 3. Grassi: scegli la Qualità e limita la quantità 4. Zuccheri,dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza 6. Il sale? meglio poco 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità limitata 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 9. Consigli speciali per persone speciali 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te www.inran.it
  77. 77. Azienda Sanitaria Firenze 77
  78. 78. Azienda Sanitaria Firenze 78
  79. 79. Azienda Sanitaria Firenze 79
  80. 80. Azienda Sanitaria Firenze 80
  81. 81. Azienda Sanitaria Firenze 81 http://www.regione.toscana.it/piramide-alimentare-toscana
  82. 82. Azienda Sanitaria Firenze 82
  83. 83. Azienda Sanitaria Firenze 83 promuovere scelte consapevoli di stili di vita sani, favorendo il consumo variegato e facilitando l’acceso di prodotti ortofrutticoli freschi negli ambienti di vita, di studio e di lavoro
  84. 84. Azienda Sanitaria Firenze 84
  85. 85. Azienda Sanitaria Firenze 85
  86. 86. Azienda Sanitaria Firenze 86
  87. 87. Azienda Sanitaria Firenze 87
  88. 88. Azienda Sanitaria Firenze 88
  89. 89. Azienda Sanitaria Firenze 89 Alcune raccomandazioni del Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF): •Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica ed evitare il consumo di bevande zuccherate. •Basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, con cereali non industrialmente raffinati e legumi in ogni pasto e un’ampia varietà di verdure non amidacee e di frutta. •Limitare il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate. •Limitare il consumo di sale (non più di 5 g al giorno) e di cibi conservati sotto sale. •Evitare cibi contaminati da muffe (in particolare cereali e legumi). • Mantenersi fisicamente attivi tutti i giorni
  90. 90. Azienda Sanitaria Firenze 90 Le linee guida per una sana alimentazione italiana INRAN e le linee guida Internazionali, raccomandano di consumare almeno 5 porzioni al giorno di frutta, insalata o ortaggi. Una porzione è un quantitativo di frutta o verdura cruda che può essere contenuto sul palmo di una mano, oppure mezzo piatto di verdura cotta.
  91. 91. Azienda Sanitaria Firenze 91 SEMPLICITA’ è… Economia
  92. 92. Azienda Sanitaria Firenze 92 9 2 SEMPLICITA’ è… Economia
  93. 93. Azienda Sanitaria Firenze 93 Se Desiderate Contattarci Referente Dr.ssa Barbara Niccoli Dr.ssa AS Francesca Bardi sorveglianza.okkio@asf.toscana.it Tel 055-6936794 Fax 055- 6936795
  94. 94. Azienda Sanitaria Firenze 94 GRAZIE

×