• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
4,182
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
7
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Istituto di Istruzione Superiore Classico e Sezioni Associate: Liceo Scientifico e Periti Aziendali Corrispondenti in Lingue Estere Viale Alghero, 08013 Bosa Tel 0785/373221, Fax 0785/373202 Codice Ministeriale NUIS00900Q nupc03000b@istruzione.it
  • 2. OGNI GENERAZIONE HA LE SUE DIFFICOLTÀ DA SUPERARE E LE SUE SFIDE DA RACCOGLIERE. FA PARTE DELLA VITA ED È, IN FONDO, LA STORIA STESSA DELL’UMANITÀ. L’IMPORTANTE È IMPARARE DALLA STORIA.
  • 3. DATI GENERALI DELL’ISTITUTO
  • 4. GLI ALUNNI E LA SCUOLA • N ° Classi: 28 • N ° Alunni: 531 • N ° Docenti: 64 • N ° Amministrativi: 7 • N ° Tecnici: 2 • N ° Collaboratori: 7
  • 5. CARATTERISTICHE DELL’OFFERTA FORMATIVA Attività curricolari di compensazione e recupero;  Attività trasversali:  Attività sportive;  Laboratorio teatrale;  Attività di Orientamento;  Ricerche sull’ambiente;  Incontri con l’autore;  Ricerche storiche;  Viaggi di istruzione;  Parternariati europei e scambi culturali;  Scambio classi;  Stage linguistici;  Stage aziendali;  Simulazioni d’azienda. 
  • 6. FLESSIBILITA’ L’articolazione modulare del monte ore disciplinare e di gruppi di alunni e la flessibilità dell’orario sono riservate a: - allineare classi del medesimo anno, con la costituzione di gruppi omogenei all’interno delle classi II scientifico e V ginnasiale relativamente all’insegnamento di: Italiano, Storia e, laddove possibile, Latino; - allineare le classi nei momenti della valutazione sommativa, al fine di evitare discrepanze nelle valutazioni.
  • 7. LA CERTIFICAZIONE In sede di applicazione della normativa, l’Istituzione scolastica dovrà certificare l’assolvimento dell’obbligo scolastico, con l’indicazione dei crediti, in termini di conoscenze, competenze e abilità acquisite.
  • 8. RISORSE
  • 9. Postazioni Internet Postazione Internet nel PACLE
  • 10. Postazioni multimediali
  • 11. Laboratorio linguistico multimediale
  • 12. GLI INDIRIZZI LICEALI
  • 13. Liceo Classico e Scientifico
  • 14. ESPERIENZE DI SPERIMENTAZIONE Liceo Classico: Storia dell'arte quinquennale;  Studio di due lingue straniere. 
  • 15. Si studia il Greco e il Latino e, in vista di una formazione completa, a partire dalla quarta ginnasio, è stato introdottolo studio della Storia dell’Arte per integrare le conoscenze di Letteratura, Storia e Filosofia. Accanto agli insegnamenti curricolari vengono organizzati corsi per lo studio della lingua straniera anche in preparazione agli Scambi Internazionali che, ogni anno, costituiscono un momento di particolare vitalità per le classi.
  • 16.     GINNASIO LICEO MATERIE IV V I II III LINGUA ELETTERATURA ITALIANA 5 5 4 4 4 LINGUA E LETTERATURA LATINA 5 5 4 4 4 LINGUA E LETTEARATIRA GRECA 4 4 3 3 3 STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA 2 2 3 3 3 GEOGRAFIA 1 1 - - -       3+1 3+1 LINGUE STRANIERE: Inglese∗ 3+1 3+1 Francese∗     FILOSOFIA 3 3 3 MATEMATICA 2 2 3 3 3     FISICA - 2 3 SC. NATURALI, CHIMICA, GEOGR. 4 3 2 - - STORIA DELL’ARTE 2 2 2 2 2 EDUCAZIONE FISICA 2 2 2 2 2 RELIGIONE/ATTIVITA’ALTERN. 1 1 1 1 1 TOTALE ORE SETTIMANALI 31 31 29 30 30
  • 17. PROFILO PROFESSIONALE DEL DIPLOMATO Il diplomato potrà accedere a tutte le facoltà universitarie. Opererà nei settori della:  Conservazione dei Beni Culturali;  Biblioteche e Archivi di Stato.
  • 18. Il LICEO SCIENTIFICO propone due percorsi differenti: il primo prevede il rafforzamento dell’insegnamento della Matematica e della Fisica fin dal biennio e una espansione dei programmi di Matematica nelle classi terminali finalizzati a una formazione scientifica approfondita; il secondo: prevede l’insegnamento sperimentale di due lingue straniere per tutti e cinque gli anni di corso. Il laboratorio multimediale consente di integrare l’analisi teorica con la pratica sperimentale.
  • 19. INDIRIZZO CON SPERIMENTAZIONE INFORMATICA
  • 20. MATERIE I II III IV V LINGUA ELETTERATURA ITALIANA 4 4 4 3 4 LINGUA E LETTERATURA LATINA 4 4 4 4 3 STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA 3 2 2 2 3     GEOGRAFIA 2 - - LIGUA STRANIERA 4 4 3 3 3     FILOSOFIA 2 3 3 5 5 5 MATEMATICA 5 5 FISICA 3 3 3 3 3 SCIENZE NATURALI, CHIMICA, - 2 3 3 2 GEOGRAFIA DISEGNO E STORIA DELL’ARTE 1 3 2 2 2 EDUCAZIONE FISICA 2 2 2 2 2 RELIGIONE/ATTIVITA’ALTERNATIVE 1 1 1 1 1 TOTALE ORE SETTIMANALI 29 34 34 32 32
  • 21. LICEO SCIENTIFICO CON SPERIMENTAZIONE LINGUISTICA
  • 22. MATERIE I II III IV V LINGUA ELETTERATURA ITALIANA 4 4 4 3 4 LINGUA E LETTERATURA LATINA 4 4 4 4 3 STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA 3 2 2 2 3     GEOGRAFIA 2 - - I LIGUA STRANIERA 4 4 3 3 3 II LINGUA STRANIERA 4 4 3 3 3     FILOSOFIA 2 3 3 5 MATEMATICA 4 3 3 3 FISICA - - 2 3 3 SCIENZE NATURALI, CHIMICA, - 2 3 3 2 GEOGRAFIA DISEGNO E STORIA DELL’ARTE 1 3 2 2 2 EDUCAZIONE FISICA 2 2 2 2 2 RELIGIONE/ATTIVITA’ALTERNATIVE 1 1 1 1 1 30 31 TOTALE ORE SETTIMANALI 31 32 32
  • 23. PROFILO PROFESSIONALE DEL DIPLOMATO Il diplomato potrà accedere a tutte le facoltà universitarie, in particolar modo in quelle che richiedono una solida preparazione scientifica: Matematica;  Fisica;  Ingegneria;  Medicina. 
  • 24. Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere
  • 25. Periti Aziendali Corrispondenti in Lingue Estere
  • 26. I II III IV V MATERIE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 6 6 3 3 3 PRIMA LINGUA STRANIERA 3 3 3 3 3 CONVERSAZIONE 1° LINGUA STRANIERA 1 1 1 1 1 SECONDA LINGUA STRANIERA 4 4 3 3 3 CONVERSAZIONE 2° LINGUA STRANIERA 1 1 1 1 1 STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA 2 2 2 2 2 GEOGRAFIA GENERALE ED ECONOMICA 2 2 2 2 2 CHIMICA, ELEMENTI DI MERCEOLOGIA 3 - - - - SCIENZE NATURALI 2 - - - - FISICA 2 2 - - - MATEMATICA, MAT. APPLICAT, STATISTIC 4 3 3 3 3 TECNICA PROFESSIONALE, AMMINISTRATIVA, ORGANIZZATATIVA, 3 5 5 5 - 4 ECONOMIA; SC. DELLE FINANZE; DIRITTO 5 4 - - Dattilografia, Stenogr. TRATTAMENTO TESTI - - 4 4 4 RELIGIONE 1 1 1 1 1 EDUCAZIONE FISICA 2 2 2 2 2 30 33 35 34 34 TOTALE ORE SETTIMANALI
  • 27. NOTE   La Prima lingua straniera è quella studiata nella 1. Scuola Media; 2. Una delle due lingue quinquennali deve essere Inglese; 3. Un'ora di compresenza si svolge con un esperto di madrelingua, a partire dalla seconda fino alla quinta classe;
  • 28. PROFILO PROFESSIONALE DEL DIPLOMATO Il diplomato potrà accedere a tutte le facoltà universitarie. Opererà nei settori della:  Gestione aziendale;  Commercializzazione e Marketing;  Amministrazione e dei Servizi; Le sue competenze saranno utili per un inserimento:  all’interno di aziende private e di enti pubblici; in contesti lavorativi dove sia necessaria la padronanza  delle lingue straniere (commercio, import – export).
  • 29. TECNICO PER I SERVIZI TURISTICI
  • 30.   NOTE I II III IV V MATERIE RELIGIONE 1 1 1 1 1 LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 5 5 4 4 4 STORIA 2 2 2 2 2 PRIMA LINGUA STRANIERA 1- 2- 3 3 4 4 4 4 CONVERSAZ. PRIMA LINGUA STRANIERA - 1 1 1 1 SECONDA LINGUA STRANIERA 2-3 5 4 4 4 4 CONVERSAZ. SECONDA LINGUA STRAN. - 1 1 1 1 TERZA LINGUA STRANIERA 4 - - 4 4 4 CONVERSAZ. TERZA LINGUA STRAN. - - 1 1 1 ARTE E TERRITORIO 2 2 2 2 2 MATEMATICA E INFORMATICA 4 4 3 3 3 LABORATORIO FISICA CHIMICA 3 2 - - - SCIENZE DELLA NATURA E TERRA 2 3 - - - GEOGRAFIA DEL TURISMO - - 2 2 2 ECONOMIA AZIENDALE 2 2 - - - DISCIPLINE TURISTICHE E AZIENDALI - - 4 5 5 DIRITTO E ECONOMIA 2 2 - - - DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA - - 4 3 3 TRATTAMENTO TESTI E DATI 3 3 - - - EDUCAZIONE FISICA 2 2 2 2 2   36 36 36 36 36 TOTALE ORE SETTIMANALI
  • 31. PROFILO PROFESSIONALE DEL DIPLOMATO Il diplomato potrà accedere a tutte le facoltà universitarie. Opererà nei settori della produzione, commercializzazione, ed effettuazione dei servizi turistici; all’interno di aziende private e di enti pubblici, aziende di promozione turistica, assessorati al turismo di Regioni, Province e Comuni. Avrà come interlocutori: Gli utenti dei servizi e i soggetti istituzionali;  Agenti di viaggio, stampa specializzata, mezzi di comunicazione  sociale; I fornitori di servizi connessi: ricettività, ristorazione, trasporti,  Beni culturali. Si occuperà sia si turismo di accoglienza sia di turismo in  uscita, in Italia e all’estero.
  • 32. PROGETTO SIRIO Corso serale per lavoratori per il conseguimento del diploma di ragioniere
  • 33. Il progetto risponde ai profondi cambiamenti determinatisi nella società contemporanea e ai bisogni di utenze particolari come coloro che intendono rientrare nel sistema formativo. Il corso serale per adulti deve assolvere a due funzioni: qualificare giovani e adulti privi di professionalità • aggiornata, per i quali la licenza media non costituisce più una garanzia rispetto al rischio di una emarginazione culturale e/o lavorativa; • consentire la riconversione professionale di adulti già inseriti in ambito lavorativo che vogliano ripensare o debbano ricomporre la propria identità professionale.
  • 34. PROPOSTE SUPPLEMENTARI DI FORMAZIONE
  • 35. QUADRO COMUNITARIO DI SOSTEGNO FONDI STRUTTURALI 2000- 2006 ITALIA - OBIETTIVO 1 Progetti P.O.N. Per il conseguimento della Patente Europea di Informatica
  • 36. Gli studenti dei tre indirizzi che nell’a.s. 2002/03 hanno conseguito la certificazione europea ECDL
  • 37. PROGRAMMA EUROPEO PER L’ISTRUZIONE
  • 38. SCAMBIO CLASSI
  • 39. • CONVEGNI; • RAPPRESENTAZIONI TEATRALI; • MOSTRE.
  • 40. Manifestazione nazionale per la presentazione dei progetti Comenius
  • 41. Progetto Comenius: Azione 1.1 Ritrovare le proprie radici per scoprire nuovi orizzonti: storia cultura e tradizioni locali
  • 42. Il primo incontro con i partners portoghesi, rumeni e polacchi
  • 43. Scambio dei doni col preside della scuola rumena
  • 44. Una rappresentanza di alunni presenta Bosa ai partner stranieri.
  • 45. Le alunne delle classi coinvolte partecipano alle attività previste nel progetto
  • 46. Progetto Comenius 1.3 Gestione dei Conflitti: Un Approccio di Tipo Internazionale
  • 47. Visita alla scuola norvegese: Oslo
  • 48. Vegarshei: scambio dei doni con il sindaco della città
  • 49. Gli studenti norvegesi durante la cerimonia di accoglienza
  • 50. Visita alla scuola spagnola a La Coruna
  • 51. La Scuola IES “Otero Pedrayo”
  • 52. Incontro con la squadra del “Deportivo La Coruna”
  • 53. Comenius Meeting a Bosa
  • 54. La Cerimonia di accoglienza
  • 55. Visita ufficiale della delegazione Comenius al Sindaco di Bosa
  • 56. La presentazione dei progetti Comenius alla comunità al termine del primo anno di lavoro
  • 57. Progetto Mirò
  • 58. La classe vincitrice del progetto partecipa al viaggio premio a Madrid
  • 59. La visita alla città
  • 60. Il Palazzo Reale
  • 61. Il momento del cambio della guardia
  • 62. Progetto Barocco
  • 63. PROGETTO BAROCCO Giornate musicali di Bosa Conferenza concerto a scuola tenuta dal Maestro Ivan Pelà.
  • 64. Le alunne presentano il loro lavoro durante la giornata dedicata alla letteratura.
  • 65. La spinetta: tipico strumento del ‘700
  • 66. Progetto Musikè
  • 67. Il concerto organizzato dagli alunni
  • 68. La cerimonia per l’attribuzione delle borse di studio agli studenti più meritevoli
  • 69. ATTIVITA’ DI ORIENTAMENTO E ACCOGLIENZA Gli studenti della Scuola Media in visita all’Istituto
  • 70. ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO PER L’UNIVERSITÀ
  • 71. Il Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Prof. Pasquale Mistretta
  • 72. LA SCUOLA IN FESTA
  • 73. INAUGURAZIONE DEL P.A.C.L.E
  • 74. RASSEGNA STAMPA