Programma Provvisorio Congresso Andaf 2012[1][1]
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Programma Provvisorio Congresso Andaf 2012[1][1]

on

  • 504 views

Convegno dove siamo sponsor dell\'evento.

Convegno dove siamo sponsor dell\'evento.

Statistics

Views

Total Views
504
Views on SlideShare
504
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Programma Provvisorio Congresso Andaf 2012[1][1] Programma Provvisorio Congresso Andaf 2012[1][1] Document Transcript

  • XXXVICongresso TORNARE ANazionaleANDAF CRESCERE Soluzioni al deficit di competitività Bologna, Palazzo Re Enzo 26-27 Ottobre 2012 Con il supporto di In collaborazione con
  • XXXVI Congresso Nazionale ANDAF 1TORNAREA CRESCERESoluzioni al deficitdi competitivitàBologna, Palazzo Re Enzo26-27 Ottobre 2012
  • programma del Congresso2 26 ottobre 08.00 - 09.00 Registrazione dei partecipanti 09.00 - 09.45 Cerimonia di apertura XXXVI Congresso ANDAF 09.45 - 10.15 “Lo scenario globale” 10.15 - 11.00 “L’Europa e la sfida tra i continenti” 11.00 - 11.30 Coffee break 11.30 - 13.00 “I muri da abbattere in un paese che da’ i numeri” 13.00 - 14.15 Lunch 14.15 - 15.30 “Illegalità, corruzione e malaffare” 15.30 - 16.45 “La Responsabilità sociale dell’impresa” 16.45 - 17.15 Coffee break 17.15 - 18.15 “Il rapporto fra imprese, sviluppo e ricerca” 18.15 - 19.00 “La Maria dei dadi da brodo” 19.00 - 20.00 Free time 20.00 - 20.30 Trasferimento presso l’Azienda Florovivaistica La Bastia 20.30 - 23.30 Cena conviviale 27 ottobre 08.15 - 09.15 Power breakfast 09.15 - 10.00 “Come crescere in momenti di crisi” 10.00 - 11.00 “PMI: strumenti per crescere” 11.00 - 11.30 Coffee break 11.30 - 12.30 “Il nuovo rapporto tra banche e impresa” 12.30 - 13.15 “Per il futuro puntare sui giovani e sulle donne” 13.15 - 13.40 Chiusura lavori 13.40 - 14.40 Cocktail di saluto
  • agendaCongressuale 26 ottobre 308.00 -09.00 Registrazione dei partecipanti Cerimonia di apertura XXXVI Congresso ANDAF Dress code: formal dress09.00 - 09.45 BenvenutoSalone del Podestà Cesare Bassoli, Presidente Sezione ANDAF Emilia Romagna Saluto autorità Silvia Giannini, Vice Sindaco di Bologna con delega al Bilancio, Finanze, Partecipazione societarie, Patrimonio e Politiche di genere Apertura lavori Fausto Cosi, Presidente ANDAF SCENARI STRATEGICI09.45 -10.15 Lo scenario globaleSalone del Podestà Pietro Modiano, Presidente Nomisma La visione di un autorevole think-thank sulle prospettive macroeconomiche che le nostre aziende devono essere preparate a fronteggiare.10.15 - 11.00 L’Europa e la sfida tra i continentiSalone del Podestà Romano Prodi, Docente Brown University, Providence, USA e CEIBS – China Europe International Business School, Shanghai Quando, se e come usciremo dalla crisi è ancora incerto. È invece certo che il mondo futuro sarà del tutto diverso da quello passato. Tenerne conto è segno di saggezza.11.00 - 11.30 Coffee breakSala degli Atti
  • 4 26 ottobre I MURI DA ABBATTERE IN UN PAESE CHE DA’ I NUMERI Moderatore: Fausto Cosi, Presidente ANDAF 11.30 - 13.00 Tavola rotonda Salone del Podestà Vittorio Grilli*, Ministro dell’Economia e delle Finanze; Attilio Befera*, Direttore Agenzia delle Entrate; Giorgio Squinzi*, Presidente di Confindustria; Carlo Sangalli*, Presidente Confcommercio 1966 La collina del disonore Le origini e le fasi di accumulo di un tale debito pubblico rispetto al quale nulla è stato fatto per arrestarlo fino all’impegno del 2013. Come abbatterlo drasticamente e troncare gli interessi della politica nell’economia pubblica. 57 Record mondiale La pressione fiscale effettiva nel 2012 è del 47,3%, la quinta dopo Danimarca, Francia, Svezia e Belgio. Sottraendo al PIL la quota di sommerso, la pressione effettiva raggiunge il primato mondiale del 57%. Il recupero del potere di acquisto passa per un aumento di reddito spendibile: più salari, meno cuneo fiscale. 275 Il conto che pagano altri La più recente stima, risalente al 2008, quantifica in 275 miliardi annui l’evasione fiscale in Italia. 60 La mano nera La Corte dei Conti ha stimato in 60 miliardi annui il costo di illegalità, corruzione e malaffare in Italia. Secondo la Commissione UE, l’Italia detiene il 50% del giro economico della corruzione in Europa. 13.00 - 14.15 Lunch Sala di Re Enzo
  • 26 ottobre 5 LA CRESCITA ECONOMICA E SOCIALE Moderatore: Sergio Lamonica, Advisory Council ANDAF14.15 - 15.30 Illegalità, corruzione e malaffareSalone del Podestà Alessandro Plateroti, Vice Direttore Il Sole 24 Ore Ivano Dionigi, Rettore Università degli Studi di Bologna Partecipano alla discussione i rappresentanti di KPMG e PricewaterhouseCoopers La crescita civile e sociale passa per un recupero di etica e morale. Diffondere, imporre Codici etici, sanzionare, investire in comunicaizone e formazione. Il Vice Direttore de Il Sole 24 Ore ne parla con il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna.15.30 - 16.45 Tavola rotondaSalone del Podestà La Responsabilità sociale dell’impresa Moderatore: Giovanni Morandi, Direttore del Quotidiano Nazionale Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato Hera Luigi Marino, Presidente di Confcooperative Isabella Seragnoli*, Presidente Gruppo GD Pierluigi Stefanini, Presidente Unipol Gruppo Finanziario Partecipano alla discussione i rappresentanti di Deloitte e ERNST & YOUNG L’impresa olistica non si limita ad interagire con il territorio e gli stakeholders, ma trasmette valori etici e morali positivi ed i principi formativi e di rispetto dell’individuo propri del suo ruolo sociale. Ne discutono primari imprenditori ed operatori economici facilitati da un esponente dell’informazione.16.45 - 17.15 Coffee breakSala degli Atti17.15 - 18.15 Il rapporto fra imprese, sviluppo e ricercaSalone del Podestà Luca Cordero di Montezemolo, Presidente Ferrari Il marchio più famoso al mondo ha raggiunto questo traguardo grazie alla determinata e continua ricerca e sviluppo di tecnologie innovative, in grado di mantenere un continuo vantaggio competitivo. Un imprenditore e manager di successo testimonia le tante eccellenze basate sulla stessa ricetta.18.15 - 19.00 La Maria dei dadi da brodoSalone del Podestà Spettacolo teatrale di e con Marinella Manicardi19.00 - 20.00 Free time20.00 - 20.30 Trasferimento presso l’Azienda Florovivaistica La Bastia20.30 - 23.30 Cena conviviale Dress code: informal dress
  • 6 27 ottobre 8.15 - 9.15 Power breakfast Sala del Capitano TBD TBD COMPETERE CON SUCCESSO 9.15 - 10.00 Come crescere in momenti di crisi Salone del Podestà Nerio Alessandri*, Presidente Technogym Partecipa alla discussione Fabio Carniol, Managing Consultant e Amministratore Delegato Towers Watson Italia Una grande visione nata in un piccolo garage di casa nel 1983. Grandi capitali o grandi risorse non avrebbero mai potuto portare alla leadership mondiale del nostro testimone senza la sua visione chiara di una missione perseguita con determinazione: aiutare le persone a vivere meglio. 10.00 - 11.00 PMI: strumenti per crescere Salone del Podestà Alberto Vacchi, Presidente IMA e Unindustria Bologna Partecipano alla discussione 2 Relatori TBD Quali strumenti consentono alle PMI di competere e crescere (distretti industriali, filiere, tecnopoli, ecc.): l’esperienza dell’Emilia Romagna come modello. 11.00 - 11.30 Coffee break Sala degli Atti 11.30 - 12.30 Il nuovo rapporto tra banche e impresa Salone del Podestà Gregorio De Felice, Head of Research and Chief Economist, Intesa Sanpaolo Il nuovo rapporto tra banche e impresa che si é creato dai vincoli della crisi finanziaria. Le difficoltà del funding internazionale delle banche italiane, il peggioramento della qualità del credito e i nuovi vincoli delle autorità di vigilanza impongono una rivisitazione di alcuni elementi critici del mercato del credito alle imprese con l’obiettivo di conseguire un più efficace utilizzo delle risorse finanziarie. Il Chief Economist del primo gruppo bancario italiano, Gregorio De Felice ne parla con Luca Peyrano, Head of Continental Europe Primary Markets di Borsa Italiana, LSE Group. 12.30 - 13.15 Lectio magistralis Salone del Podestà Per il futuro puntare sui giovani e sulle donne Umberto Galimberti, Professore di Filosofia della Storia Università Ca’ Foscari di Venezia Un ispirato filosofo ed investigatore della psiche ci accompagna a formulare correttamente domande sul futuro dell’umanità, e sulla forza e coraggio dei giovani e delle donne, che ne sono la salvezza. 13.15 - 13.40 Chiusura lavori Salone del Podestà Fausto Cosi, Presidente ANDAF 13.40 - 14.40 Cocktail di saluto Sala di Re Enzo
  • PLANIMETRIAPALAZZO RE ENZOCostruito nel 1245 come ampliamento degli La leggenda di Re Enzoedifici comunali del Palazzo del Podestà, fu Numerose sono le leggende divulgate dai 7chiamato inizialmente Palatium Novum ma cronisti a proposito della cattura e dellale sue vicende storiche l’hanno da sempre prigionia di re Enzo.legato a Re Enzo di Sardegna. Tre anni dopo Si parla di una mancata fuga dal castellola sua costruzione divenne infatti dimora di di Anzola dell’Emilia prima ancora che il rere Enzo, figlio dell’imperatore Federico II di venisse portato a Bologna e successivamenteSvevia, catturato durante la battaglia di di un riscatto che il padre avrebbe pagatoFossalta nei pressi di Modena. Enzo vi rimase ai bolognesi, col quale si sarebbe potutasino alla sua morte nel 1272, probabilmente erigere tutta la cerchia muraria della cittàin ambienti opportunamente adibiti al ma che i bolognesi rifiutarono.secondo piano. A pian terreno venivano Pare che durante la prigionia re Enzocustoditi il Carroccio e le macchine da passasse il giorno insieme ad altri prigionieriguerra. Al primo piano vi erano gli uffici ma durante la notte venisse isolato in unadel pretore e la cappella; in seguito Antonio gabbia appesa al soffitto e guardato a vista.di Vincenzo nel 1386 realizzò in muratura Il comune consentiva altresì ad Enzo dila Sala del Trecento che venne adibita ricevere visite femminili: Enzo ricorda nelad archivio comunale. L’ultimo piano fu suo testamento tre figlie naturali ma lapesantemente ristrutturato nel 1771 ad leggenda gli attribuisce un quarto figlioopera di Giovanni Giacomo Dotti. nato dall’amore per una contadina, LuciaNel 1905 Alfonso Rubbiani ripristinò l’aspetto di Viadagola. Al bambino venne dato ilgotico dell’edificio. nome di Bentivoglio (per le parole che EnzoSulla destra del palazzo si trova l’accesso soleva dire alla sua amata, “Amore mio, bendella cappella di S. Maria dei Carcerati cui ti voglio”), che fu capostipite della famosasi recavano i condannati a morte. casata dei Bentivoglio. Si racconta anche di una tentata fuga in una brenta, usata per trasportare il vino, ma fu ripreso grazie ad una vecchia signora che vide i lunghi capelli biondi del re. Dopo 23 anni di prigionia Enzo morì e fu sepolto nella Basilica di San Domenico come lui stesso aveva desiderato e dove ancora oggi è presente la sua tomba.
  • Informazioni utili LIMITAZIONI DEL TRAFFICO 20.00 nelle vie del centro storico e viali8 DI BOLOGNA CENTRO di circonvallazione e dalle 9.00 alle La Zona a Traffico Limitato del Centro Storico 18.00 nella corona semicentrale (strisce (ZTL) prevede limitazioni del traffico dei blu + cartello senza Settore/Zona) veicoli a motore dalle 7 alle 20 tutti i giorni 4.  one di frangia, in cui il 50% della sosta z eccetto il sabato. All’interno del perimetro è riservata ai residenti (strisce bianche) della ZTL vi sono aree in cui vigono ulteriori e il restante 50% è sosta libera (non ci restrizioni di accesso e che sono tele- sono strisce, nè cartelli). controllate e limitate al traffico 24 ore su 24: le zone pedonali e l’area T. Per la sosta su strada dei veicoli esiste un La cosiddetta “T” è situata nel cuore del abbonamento giornaliero e del costo di 7 centro storico di Bologna e comprende: via euro, reperibile presso le strutture ricettive, Rizzoli, via Ugo Bassi, via Indipendenza. comprensivo di servizio di trasporto gior- Nella Zona Università, 24 ore su 24, 7 giorni naliero ATC. L’abbonamento è valido per la su 7, è vietato l’accesso alle auto e anche sosta in tutte le aree a pagamento (strisce alle moto (sia motoveicoli che ciclomotori) e blu) della città, sia nel centro che nella costituisce anche un nuovo settore di sosta periferia. Il titolo è valido le 24 ore decorrenti in cui sono vietati accesso e sosta ai non dall’orario di validazione e deve riportare residenti in zona. la targa del veicolo (a cura del cliente) e Le telecamere RITA (Rete Integrata di il timbro di identificazione della struttura Telecontrollo degli Accessi) controllano ricettiva, data e ora di validazione (a cura tutti i giorni, 24 ore su 24, alcune aree a del gestore) e ovviamente essere esposto in traffico limitato (corsie, aree pedonali e maniera ben visibile sul parabrezza. semipedonali - vedi mappa) e inoltre, su alcuni impianti semaforici, è in funzione PARCHEGGI CITTADINI un dispositivo (denominato STARS) per il Per chi preferisse parcheggiare l’auto rilevamento e il sanzionamento automa- fuori dalla zona ZTL, sono a disposizione tico del passaggio con il rosso. numerosi parcheggi. Di seguito un elenco Per garantire la mobilità ai portatori di dei principali: handicap, le targhe dei veicoli muniti di regolare contrassegno vengono inserite • PIAZZA VIII AGOSTO nel sistema di controllo che le riconoscerà Piazza VIII Agosto Via Menotti (051 4222122) come autorizzate. • VIA RIVA RENO Via Azzo Gardino (051 6494143) AREE DI SOSTA • EX-STAVECO Nei sei settori del centro storico e nelle sei Viale Panzacchi 10 (051 350589) zone nella corona semicentrale esistono • PIAZZALE AUTOSTAZIONE diversi tipi di aree di sosta: Piazza XX Settembre, 6 (051 6047600) 1.  ree soggette a tariffa, dove sono valide a • ABYCAR le esenzioni, le agevolazioni tariffarie e Via Cesare Boldrini, 3 gli abbonamenti (strisce blu + cartello (051 247237 - 051 253832) www.abycar.it con Settore/Zona) • TANARI 2.  ree gratuite riservate ai soli residenti a Via Tanari, 17 (051 520212) del Settore/Zona indicati nel cartello (strisce bianche + cartello con Settore/ Zona) 3.  ree in cui vige unicamente la tariffa a ordinaria, dette “a rotazione”, dove non valgono agevolazioni ed abbonamenti e la sosta è a pagamento anche per i residenti. In queste aree il pagamento della tariffa oraria è dalle 9.00 alle
  • Informazioniutili 9Pieghevole_BO2_40x40.indd 1 21-10-2009 14:26:26
  • Programma Accompagnatori10 26 ottobre 1. I COLLI BOLOGNESI: TRA ACETAIE E CANTINE Visita di una cantina vinicola dei colli bolognesi e degustazione di vino con assaggi di prodotti e salumi regionali. Visita di un’azienda produttrice di Aceto Balsamico con degustazione di prodotti e salumi locali costo a persona per giornata intera. . . . . . . . . . . . euro 95,00 2. BOLOGNA LA DOTTA 3 ore di visita del centro storico a piedi con guida specializzata, pranzo degustazione con assaggi di prodotti tipici, materiale informativo sulla città. Entrata nei musei/luoghi di maggiore interesse gratuiti con un minimo di 15 persone e tempo libero per la visita del Genius Bononiae costo a persona per giornata intera. . . . . . . . . . . . euro 50,00 27 ottobre 3. BOLOGNA MEDIEVALE: UN VIAGGIO NEL GUSTO 3 ore di visita del centro tra la storiche botteghe bolognesi, l’antico mercato medievale e alcune osterie tipiche. Degustazione dei prodotti tradizionali e in omaggio un ricettario di cucina bolognese costo a persona per mezza giornata. . . . . . . . . . . euro 50,00 Escursioni opzionali Saranno effettuate se si raggiungerà il numero minimo di 15 persone
  • main sponsorgold sponsorevent sponsor Sponsor ad oggi confermati