• Save
Motus
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Motus

on

  • 438 views

 

Statistics

Views

Total Views
438
Views on SlideShare
435
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 3

http://www.sportelloinnovazione.org 2
http://www.distrettoict.org 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Motus Motus Presentation Transcript

  • Progetto MOTUS sviluppo industriale di servizi su piattaforma per la mobilità sostenibile nelle città d’arte
  • Contesto
    • INDUSTRIA 2015
    • BANDO PII – “MOBILITA’ SOSTENIBILE”
    • Tema b2) “Sistemi per la mobilità sicura ed integrata fra veicoli ed infrastrutture per il trasporto di persone e/o merci”
    • Sottotema b2.1) “Sistemi e componenti per la mobilità di persone e/o merci nelle città d’arte o a forte vocazione turistica soggette ad intensi flussi di scambio”
    • I progetti devono prevedere attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale che si concludono con la realizzazione di un prototipo funzionante del prodotto innovativo
    • Occorre il coinvolgimento di almeno 3 città d’arte
    • L’importo dei costi agevolabili relativi allo sviluppo sperimentale deve essere superiore al 50% del totale dei costi agevolabili
    • [… prevedere la realizzazione di prototipi dimostrativi funzionanti, in grado di concretizzare il vantaggio industriale che può derivare dal progetto.] G. Michellone dal “Piano Mobilità Sostenibile”
  • INNOVAZIONE DI SISTEMA - MOBILITÀ URBANA SOSTENIBILE, INTERMODALITÀ E RETI LOGISTICHE PER LA DECONGESTIONE DEI TRASPORTI DI SUPERFICIE, SISTEMI DI PRODUZIONE INNOVATIVI: B.
    • Ultimo miglio mare, primo miglio terra; Ogni progetto dovrà prevedere contemporaneamente: i. interfaccia uomo, imbarcazione, porto: logistica ottimizzata per il trasferimento di persone e/o merci su mezzi di trasporto su gomma e/o rotaia; ii. sistemi di sicurezza del porto, delle imbarcazioni, delle strutture e dei mezzi di movimentazione di persone e/o merci; Inoltre ogni progetto dovrà comprendere la partecipazione di almeno 5 autorità portuali. Sarà anche possibile proporre un progetto che comprenda otto o più autorità portuali per favorire una ulteriore standardizzazione dei sottosistemi e dei componenti innovativi proposti. In tal caso il costo complessivo del progetto potrà essere incrementato fino al 50% del costo massimo ammesso per un singolo progetto. # Progetti 3 x (20-40Mn€)
    • Sistemi per la mobilità sicura ed integrata fra veicoli ed infrastrutture per il trasporto di persone e/o merci. Sono proposti 4 tipi di sottotemi:
      • Sistemi e componenti per la mobilità di persone e/o merci nelle città d’arte o a forte vocazione turistica. Ogni progetto dovrà coinvolgere le amministrazioni di almeno tre città d’arte o a forte vocazione turistica. # Progetti 1 x (5-10Mn€)
      • Piattaforma infotelematica per la sicurezza e la gestione di persone e/o merci in ambito urbano. Ogni progetto dovrà coinvolgere le amministrazioni di almeno tre città di 500.000 o più abitanti e la loro area metropolitana. # Progetti 1 x (10-20Mn€)
      • Sistema e componenti logistici per il trasporto su gomma di merci in ambito urbano. Ogni progetto dovrà coinvolgere le amministrazioni di almeno tre città con 100.000 o più abitanti. # Progetti 1 x (5-15Mn€)
      • Sistema multimodale, sicuro e tempestivo per il trasporto di merci a medio e lungo raggio. # Progetti 1 (10-30Mn€)
    Il Bando
    • MOTUS
    • La mobilità all’interno delle aree urbane pone seri problemi tanto alle pubbliche amministrazioni che si trovano a far fronte a richieste sempre più pressanti di risposte concrete e non più rimandabili nel tempo, quanto a chi si trova a doversi muovere all’interno della città sia esso cittadino residente o turista.
    • MOTUS si propone di migliorare la gestione, la sostenibilità e l’ecocompatibilità della mobilità urbana attraverso un cambiamento di paradigma che metta al centro il cittadino come fruitore e come fornitore di informazioni.
    • MOTUS propone infatti una piattaforma di servizi capace di rilevare e interpretare i flussi pedonali e veicolari in real time e di costruire su questa base dei servizi di monitoraggio e planning che i gestori di mobilità e turismo potranno utilizzare per pianificare interventi per il miglioramento di infrastrutture e servizi esistenti e i cittadini e turisti per partecipare attivamente alla pianificazione dei loro spostamenti
  • I problemi di mobilità nelle città d’arte
    • le città d’arte attirano un numero elevato di visitatori che si sovrappone in modo determinante a quello dei residenti causando problemi di affollamento, concentrazione e saturazione;
    • la mobilità nelle città d’arte è prevalentemente caratterizzata da trasporto su gomma (auto e bus) che causa inquinamento e traffico;
    • i servizi ed i relativi costi di gestione sono elevati e vanno a gravare sulle contribuzioni dei residenti;
    • vi è la necessità di conservare un territorio originariamente non progettato per accogliere flussi elevati di persone e mezzi;
    • un numero limitato di attrattive (es. Piazza dei Miracoli a Pisa) divengono poli di accentramento che catalizzano i flussi e producono disagi nelle zone limitrofe.;
    • i gestori della mobilità e del turismo (mobility manager, aziende di trasporto pubblico, aziende per la mobilitò, APT, assessorato al turismo, assessorato alla mobilitò ecc.) non hanno strumenti per la comprensione dei flussi urbani. Le loro azioni si basano su dati statistici scarsamente aggiornati.
  • Linee di intervento generali
    • Esistono alcuni bisogni specifici delle città d’arte, che richiedono alcune linee di intervento:
    • contenere i costi in termini economici e di qualità della vita derivanti dai problemi di traffico e inquinamento, atmosferico e acustico in area urbana;
    • monitorare e comprendere l’andamento dei flussi sia veicolari che pedonali in ambito urbano per permettere ai gestori della mobilità e dei flussi turistici di mirare i propri interventi;
    • ridurre l’impatto dei flussi dovuti al turismo (soprattutto quello “mordi e fuggi”) attraverso una comprensione della mobilità turistica stessi e un’offerta di servizi capaci di ”spostare” i flussi verso zone meno congestionate;
    • coinvolgere attivamente sia i cittadini che i turisti al processo di miglioramento della mobilità urbana;
    • decongestionare i luoghi che fungono da “catalizzatori” andando a lavorare sull’offerta di contenuti culturali in grado di ridistribuire i flussi verso direttrici meno congestionate.
  • Obiettivi di MOTUS
    • MOTUS ha l’obiettivo di creare una piattaforma integrata di servizi capace di migliorare la gestione, la sostenibilità e l’ecocompatibilità della mobilità urbana nelle città d’arte.
    • Attraverso MOTUS si vuole in particolare:
    • offrire ai gestori della mobilità e dei flussi turistici un sistema per comprendere, caratterizzare e monitorare in real time la mobilità urbana sia essa pedonale o veicolare. Questo permetterà loro di intervenire con politiche soft adeguate a breve-medio periodo e di implementare politiche urbanistiche a lungo termine;
    • creare un sistema integrato per la rilevazione e l’aggregazione di dati provenienti da fonti eterogenee in modo da poter ottenere informazioni sullo stato attuale della mobilità cittadina;
    • rendere i cittadini parte attiva del processo di miglioramento della mobilità urbana attraverso l’offerta di servizi che permettano loro di gestire in maniera autonoma i propri spostamenti e percorsi sulla base dello stato attuale del traffico cittadino. I servizi saranno scalati su differenti tipologie di device in modo da rendere queste informazioni accessibili a tutte le fasce di utenza;
    • fornire ai turisti dei servizi di informazioni e contenuti che permettano loro di gestire in maniera autonoma ed ottimale la loro permanenza nella città e che li incentivino a utilizzare percorsi alternativi a quelli maggiormente “congestionati”.
    • sostenere la mobilità eco-compatibile attraverso l’implementazione di un sistema di incentivazione dei comportamenti di mobilità “ecologicamente” virtuosi da parte dei cittadini.
  • Il sistema dei servizi 1/2
    • MOTUS è un sistema integrato per la gestione del traffico e dei servizi turistici nelle città d’arte che comprende:
    • un sistema per la raccolta e l’integrazione di dati provenienti da infoprovider eterogenei attraverso i quali caratterizzare la mobilità cittadina. MOTUS raccoglierà dati relativi alla mobilità attraverso dati provenienti da provider di localizzazione basata su GSM/UMTS (operatore Telco), provider di localizzazione basata su GPS (service provider), infoprovider locali (aziende municipalizzate o service provider) che forniscono varie informazioni relativi all’infrastruttura già istallata presso le località dove sarà testato MOTUS, (terminali GPS sui mezzi pubblici o taxi, oppure istallando telecamere, dispositivi RFID o magnetometri; reti di sensori appositamente ideate per il progetto MOTUS
    • un core capace di analizzare e interpretare i dati in maniera da estrarre informazioni sulle traiettorie dei flussi urbani sia pedonali che veicolari, elaborare modelli dei flussi stessi ed eseguire delle simulazioni previsionali.
    • service provider per l’erogazione delle informazioni personalizzate verso i differenti stakeholder (gestori della mobilità, gestori del turismo, cittadini, turisti ecc.). Ogni stakeholder potrà interrogare MOTUS per ricevere informazioni, previsioni e suggerimenti (es. zone congestionate, percorsi cittadini e/o turistici ottimali, attività ecc.). Le informazioni potranno essere erogate in ambienti differenti (es. cellulare, PC, PDA ecc.), con differenti viste e complessità a seconda dell’utente e con modalità web 2.0 (aggregazione e personalizzazione di servizi).
  • Architettura
  • Valore aggiunto
    • Un elemento di innovazione portato da MOTUS è indubbiamente la possibilità di comprendere e caratterizzare i flussi in ambito urbano in real time. Questa elaborazione che avviene a livello del “core” del centro cioè di elaborazione del sistema è in grado di utilizzare una varietà di dati differenti. Il sistema di elaborazione verrà realizzato in modo incrementale dove maggiore sarà il numero ed il tipo di fonti di dato fornito al sistema, più fine e dettagliata potrà essere l’informazione di ritorno e l’elaborazione dei modelli di mobilità urbana.
    • Fondamentale sarà quindi la possibilità di raccogliere differenti tipologie di dato attraverso una interfaccia unica che possa garantire la corretta alimentazione del sistema di elaborazione. A questo livello di rilevazione dei dati, un elemento sicuramente importante è l’utilizzo del cittadino e del turista come “sonda”, fonte di informazioni (GSM, GPS ecc.) in tempo reale.
    • Sulla base delle elaborazioni effettuate dal “Mobility Knowledge Infrastructure” verranno costruiti i servizi da erogare ai differenti utenti. I servizi sfrutteranno la componente innovativa rappresentata dalla possibilità di rilevare e caratterizzare in real time il traffico urbano veicolare e pedonale. I servizi offerti da MOTUS saranno di due tipi differenti: servizi gestionali rivolti ai gestori di mobilità e turismo ecc. e servizi informativi rivolti a cittadini e turisti.
    • MOTUS andrà a creare un processo virtuoso di tipo circolare dove ogni attore contribuirà al miglioramento della mobilità: i gestori della mobilità e del turismo forniranno dati storici al sistema e saranno in grado di mettere in atto azioni a breve e medio termine volte a migliorare le problematiche legate al traffico. I cittadini da un lato forniranno informazioni legate ai propri spostamenti, dall’altro riceveranno informazioni e incentivi che serviranno loro a mettere in atto strategie per evitare di andare ad aumentare il traffico urbano (predizioni del traffico, informazioni per ottimizzare in tempo reale i propri spostamenti ecc.) e ad adottare strategie di mobilità eco-compatibili (uso del bus, alternare percorsi in auto e a piedi ecc.).
  • Valore aggiunto
    • Servizi per la gestione dei flussi
    • Servizi per l’utente finale
  • Scenari d’uso: i servizi di gestione 1/2 MOTUS metterà a disposizione dei gestori del traffico un cruscotto per il monitoraggio dei flussi urbani all’interno del quale sarà disponibile un simulatore dei flussi e un supporto al decision making I gestori della mobilità potranno intervenire sulla base delle informazioni ottenute attraverso MOTUS, utilizzando i mezzi di comunicazione, pianificazione e intervento a loro disposizione (infoservices via SMS, messaggistca su pannelli, pianificazione urbana, intervento su tragitto e frequenza delle linee dei trasporti pubblici, pricing dei musei pubblici, offerta turistica ecc.). In questo scenario MOTUS andrà a calarsi nella realtà operativa dei differenti attori deputati alla gestione del traffico e del turismo. L’obiettivo principale sarà quello di incrementare e ottimizzare la capacità operativa degli attori coinvolti. Oltre ai mezzi a loro disposizione, i gestori della mobilità e del turismo potranno avvalersi di MOTUS per l’erogazione di servizi di alert in real time al cittadino e al turista. Questi servizi potranno essere forniti soltanto agli utenti iscritti e profilati da MOTUS.
  • Scenari d’uso: i servizi di gestione
    • Traffic Management and intervention
    • Descrizione: il gestore della mobilità può visualizzare le condizioni di traffico in tempo near real time o le previsioni future utilizzando modelli previsionali basati su dati storici. Attraverso una opportuna consolle può analizzare i flussi di traffico primari, individuare i colli di bottiglia e redirezionare i flussi.
    • Caso d’uso: Il mobility manager individua alcune zone nelle quali il traffico si sta addensando e decide di intervenire inviando in modalità push ad appositi display, agli addetti alla mobilità o, se fattibile, agli utenti che stanno per accedere alle zone congestionate (previa localizzazione via GSM/GPS) un alert (SMS/MMS) contenente informazioni utili per programmare un percorso alternativo (parcheggi liberi in zone limitrofe+collegamento con autobus, ecc.).
    • Variante pianificazione urbana: l’assessore all’urbanistica del comune di Pisa analizza l’andamento del traffico nelle ore di punta e nell’ultimo mese, MOTUS gli evidenzia frequenti rallentamenti su alcune tratte primarie. L’assessore decide di modificare la viabilità di quel tratto.
    • Variante pianificazione linee autobus: ATAF analizza l’andamento del traffico nelle ore di punta e nell’ultimo mese, MOTUS gli evidenzia frequenti rallentamenti su alcune tratte primarie. ATAF decide di riprogrammare il passaggio di autobus e la sostituzione di linee poco utilizzate con altre.
    • Variante simulazione: il gestore della mobilità può modificare la viabilità in uno specifico tratto e MOTUS simula le probabili nuove condizioni di traffico, al fine di consentire al gestore della mobilità di valutare se l’intervento è efficace o meno.
    • Fonti di dati: nodi di sensori, GPS e GSM, infoprovider
    • Interfaccia: web, SMS/MMS
  • Scenari d’uso: servizi al turista MOTUS live tour Il servizio prevede una visita immersiva della città d’arte arricchita e aggiornata dalla comunità di utenti che ha visitato il posto in precedenza. Il flusso di contenuti di ritorno sarà il profilo dell’utente definito come interessi a lui associati considerando le richieste fatte . Questo permetterà al mobility manager o al turist manager di determinare, attraverso specifici algoritmi di mining (clustering, classificazione,etc.), differenti modelli di utenza i quali potranno essere arricchiti con offerte mirate determinate grazie allo strato semantico delle ontologie che definiscono affinità di interesse. MOTUS on-site tour In questo servizio on-line l’utente può navigare per la città d’arte guidato nell’itinerario da lui impostato con MOTUS LiveTour. In questo caso l’utente potrà accedere all’insieme di servizi legati al proprio percorso o richiedere di modificare il proprio itinerario seguendo suggerimenti che il sistema fornisce in maniera mirata. MOTUS Travel Book Tutti i contenuti che l’utente ha reinserito nel sistema sono navigabili off-line dall’utente comparandola con quella collettiva. Il turista attraverso può interrogare il sistema per cercare utenti che appartengono al suo stesso modello di utenza cosi da condividere esperienze o integrare la propria esperienza multimediale con quella collettiva. Queste relazioni sociali possono essere analizzate con specifici algoritmi allo scopo di creare modelli di reti sociali utili al turist manager o al mobility manager per offrire nuovi servizi o valutare l’efficacia di iniziative sul territorio.
  • Scenari d’uso: i servizi al cittadino MOTUS prevede la partecipazione attiva del cittadino alla risoluzione dei problemi di mobilità urbani. Il cittadino che si iscrive a MOTUS sarà in grado di offrire dati importanti per il calcolo e l’elaborazione dei modelli di flusso urbani. Ma la sua partecipazione attiva deriva innanzitutto dalla possibilità che gli viene data da MOTUS di organizzare autonomamente i suoi spostamenti. L’utente registrato potrà infatti chiedere direttamente a MOTUS di pianificare il percorso migliore (rispetto allo stato attuale della mobilità) per arrivare in un certo punto della città. I cittadini potranno ricevere informaizoni sia in mobilità attraverso telefono cellulare o PDA sia su PC che TV digitale dove verrà predisposto un canale Oltre a ricevere informazioni relativi ai percorsi su richiesta diretta, il cittadino registrato potrà ricevere alert in real time inviati dal mobility manage
  • IL TOTEM
  • I Wp
  • I Trials